Zarbon

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Zarbon.jpg

Zarbon arrabbiato per essere dovuto andare in missione senza neanche un po' di rossetto.

Quote rosso1.png Argh! Mi hai rovinato la permanente! Te ne pentirai amaramente!!! Quote rosso2.png

~ Zarbon ad ogni nemico che gli sfiora i capelli o il viso.
Quote rosso1.png Tse! Non ti conviene farmi arrabbiare se ci tieni alla pelle! Quote rosso2.png

~ Zarbon un attimo prima di essere ucciso senza fatica da Vegeta.
Quote rosso1.png Vegeta io non volevo ucciderti! È stato Freezer a ordinarmelo! Che ne dici se diventassimo soci? Insieme sconfiggeremo Freezer eheheh... Quote rosso2.png

~ L'ultimo discorso di Zarbon dopo essersi reso conto di essere nella merda fino al collo.
Quote rosso1.png Se speri di commuovermi hai sbagliato tattica! Non me ne importa niente delle tue suppliche. Quote rosso2.png

~ La rassicurante risposta di Vegeta.

Zarbon è un personaggio della soap-opera Dragon Ball Z; si tratta di uno dei più mentecatti tirapiedi di Freezer, anche se a detta di qualche niubbo egli è il suo secondo in comando. La cosa è fonte di parecchi dubbi visto che 'sto tizio è una sottospecie di Vladimir Luxuria verdognolo, neanche tanto forte per altro. Zarbon fa la fighetta in tutte le sue comparsate, ma si capisce che è un mezzo scarsone fin dal primo momento in cui si caga in mano in seguito alle occhiatacce del suo boss.

Viene tragicamente, ma non troppo, trucidato dal principino dei saiyan, Vegeta, perché si atteggiava troppo da Malgioglio.

Questo sedicente " cultore della bellezza", pensate un po' l'ironia della sorte, si può trasformare in un ributtante rospo/alligatore pompato di steroidi.

[modifica] Aspetto

Zarbon trasformato.png

Zarbon quando è colpito da una grave stitichezza

Zarbon appare al pubblico come un normale travestito, indossando delle calze da donna blu, dei copriavambraccio rosa, degli orecchini e un simpatico diadema. La sua pelle è di colore verde acqua o azzurra, a seconda della qualità della pellicola nel momento in cui è in onda. I suoi capelli invece sono verdi, simili alla mucillagine che ricopre gli scogli. Una particolarità di Zarbon è il fatto che quando si incazza, può trasformarsi in una specie di mega rospo, pompando all'inverosimile i suoi muscoli con degli steroidi.

Secondo alcuni quella è la sua forma originale e, secondo altri, quando è in quelle condizioni sembra anche una persona normale.

[modifica] Durante la serie

[modifica] La caccia al tesoro con Freezer

Vegeta uccide Zarbon.png

Vegeta toglie l'appendicite a Zarbon.

Zarbon appare per la prima volta nel capitolo 3.457, insieme al suo compare Dodoria, al suo capo Freezer e a tutti gli altri inutili soldatini. Il gruppetto è intento a rubare le sfere dai vari villaggi namecciani e, non appena i villici cominciano a fare delle storie, lui si bulla ammazzando i più vecchi del paese. In seguito arrivano i contadini guerrieri che, per vendicarsi, trucidano gli inutili soldati. Zarbon, per non rovinarsi i capelli, manda, saggiamente, avanti quel ciccione di Dodoria. Alla fine della battaglia sono tutti morti tranne Freezer, Zarbon, Dodoria, il soldato Appule e il piccolo Dende, salvato all'ultimo momento da "Microminkia" e "Bocciosfera". A questo punto la faccenda diventa complicata: Dodoria si butta all'inseguimento di Gohan e compari, mentre Zarbon e Appule vengono obbligati ad andare alla ricerca delle due sfere mancanti senza rilevatori e senza un filo di trucco.

Durante le fasi di ricerca avanzata, Zarbon viene intercettato da Vegeta, che nel frattempo ha fatto esplodere Dodoria come quel pallone gonfianto che era. I due si sparano, così, il solito pippone che tutti i personaggi di Dragon Ball Z recitano prima di iniziare a darsele di santa ragione. Zarbon se la tira oltre ogni limite umano di sopportazione, salvo poi cagarsi addosso non appena Vegeta gli blocca il primo attacco con facilità disarmante. Zarbon va al tappeto dopo un minuto e sette secondi esatti, prendendole fino a che, proprio quando sembrava ormai battuto, non decide di trasformarsi nel brutto rospo strapompato. Acquistato un minimo di virilità, l'alieno massacra il povero saiyan con estrema perizia e con un sacco di inquadrature ripetute per risparmiare sulle animazioni. Vegeta ne piglia così tante che, a un certo punto, non è più in grado di muoversi, di parlare, di pensare e di dare il suo contributo alla specie. Finita l'opera di percussione, Zarbon scaraventa Vegeta sul fondo di un lago, per poi riprendere a cercare le sfere. Non trovandole, ha quindi una brillante pensata: raccoglie i cocci di Vegeta e li porta alla nave di Freezer, ordinando al povero Appule di rimettere in piedi il cappellone, nella speranza che possa rivelargli l'ubicazione delle sfere. L'operazione di recupero riesce talmente bene che il principe dei saiyan prima ammazza Appule, poi ruba le sfere di Freezer e alla fine se la squaglia dalla nave, dopo averne distrutto i motori.

[modifica] La morte

Freezer, incazzato nero per l'accaduto, se la piglia, giustamente, con quel mentecatto di Zarbon, che subisce la più sonora cazziata della sua vita. Di fronte al capo, l'alieno verde si squaglia come un gelato a sole e, scattato sull'attenti, parte immediatamente con la missione di recuperare Vegeta e le sfere. Così Zarbon si mette in viaggio e, dopo una lunga serie di giretti a vuoto, raggiunge l'accampamento di Bulma dove si scontra nuovamente con Vegeta. Il saiyan, prima dello scontro, dà della femminuccia a Zarbon, il quale, messo di fronte alla verità, si incazza e si pompa di steroidi. Anche trasformato nell'aberrante rospo, tuttavia, l'alieno non riesce a tenere testa a Vegeta, che prima gli butta della polvere magica negli occhi, poi lo riempie di mazzate. Vegeta rivela che, grazie allo Zenga Power, ha duplicato il suo potere: infatti un saiyan diviene più forte ogni volta che riesce a sopravvivere dopo essere stato ridotto in fin di vita. A questa rivelazione, chiunque con un po' di sale in zucca fuggirebbe all'istante; ma Zarbon, terrorizzato al pensiero della cazziata che lo aspetta qualora tornasse da Freezer a mani vuote, preferisce il suicidio e attacca di nuovo Vegeta, il quale, di conseguenza, gli trapassa lo stomaco con un pungo. A quel punto il fantomatico "vice" di Freezer, inizia la tipica litania di paraculate che ogni soldato di Freezer recita prima di finire ammazzato. Vegeta, oramai arcistufo, accende i motori e trapassa il brutto alieno con un'onda energetica, facendolo finire dentro un lago in cui morirà presumibilmente annegato o dissanguato: l'importante è che muoia.

[modifica] Il ritorno (?)

Dodoria e Zarbon.png

La sequenza incriminata che secondo alcuni, dimostrerebbe l'uscita dall'infernale imbuto di Zarbon e Dodoria. Quest'ultimo per l'occasione da sfoggio di un nuovo rossetto, che però non era ancora in commercio in quel periodo.

Zarbon appare nuovamente in Dragon Ball GT insieme a Dodoria; i due, dopo aver distrutto un muro e una colonna, vengono uccisi da non si è bene capito chi e ritornano subito all'Inferno. La loro permanenza è addirittura inferiore a quella dei Saibaimen (i quali si sono pure moltiplicati all'inferno), il che ha suscitato in molti fun, l'impressione che la comparsata di Zarbon e compare sia stata solo un'allucinazione collettiva. La questione è ancora fonte di dibattimento, in quanto l'unico fotogramma che mostra i due sembra essere un fotomontaggio realizzato direttamente sulla pellicola.

[modifica] Abilità

  • Volo: come quasi tutti i personaggi di DBZ, Zarbon può volare. Yawh! Che noia.
  • Attacco energetico: la solita sfera di energia che lanciano tutti. Bah!
  • Raggio energetico elegante: tipo l'onda energetica, ma lanciata con una mano sola e facendo il gesto dell'ombrello; niente di entusiasmante.
  • Trasformazione: Zarbon si pompa e gli viene la faccia da simil rospo vampiro; trovata piuttosto brutta ed evitabile.
  • Trucco pesante energetico: si trucca la faccia per sembrare più bello, come se un uomo con i capelli verdi e la pelle verdacquea possa considerarsi bello.
  • Presa del travestito in picchiata: Zarbon afferra il nemico e lo schianta al suolo; altra cosa vista e rivista.
  • Paraculata fulminea: convince il nemico a risparmiargli la vita in cambio della sua collaborazione. Tecnica inutile e banale, ma che spinge l'avversario a compiere gesti visivamente gradevoli.

[modifica] Curiosità

  • Contrariamente alle voci che spesso girano, Zarbon usa un trucco diverso dal suo padrone Freezer.
  • Quell'assatanata di Bulma appena metterà gli occhi su Zarbon sosterrà che è bellissimo, accorgendosi di essere lesbica; misteri della depravazione.
  • Zarbon sarà il soggetto preferito di diverse bimbeminkia, che utilizzano il povero alieno come soggetto per ripugnanti fan-art Yaoi.
  • In molti si chiedono come mai un ravatto come lui sia uno dei bracci destri di Freezer.
  • La fine di Zarbon è patetica, del resto come il personaggio.
  • Vedere un personaggio come Zarbon morire, lascia comunque una certa soddisfazione nello spettatore medio.

[modifica] Voci correlate

Dragonball.png
Strumenti personali
wikia