Vietnam

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Flippyevil.jpg
Flippy approva questo articolo!

Come ricompensa all'autore sarà concesso l'onore di essere aggiunto alla lista "Non uccidere nelle prossime 24 ore"':

Tutti gli altri riceveranno un regalo recapitato direttamente sulla casa a base di tanto napalm.

Flippy3.jpg
Quote rosso1.png Nella Russia Sovietica il Vietnam bombarda te col napalm!!! Quote rosso2.png

Discorso dittatore.jpg
VIETNAMMMMMMMM
Pianeta: Soviet
Continente: Quello dei gialli,
marroncini e degli sfruttati
Nome ufficiale: Cộng hòa xã hội chủ nghĩa Việt Nam
Lingua ufficiale: dialetto degli elefanti
Capitale: A NOI!
Superficie: grande quanto un grissino
Popolazione: 82 milioni[1]
Etnia principale: pellegialla,
terroni di Ho chi Minh
Governo: Suprema dittatura comunistissima che
a Stalin gli fa un baffo[2]
Presidente: Ho chi Minh (da mezzo secolo)
Primo ministro: /
Attività principale: Combattere la concorrenza della Cina
Motto: Ðộc lập, tự do, hạnh phúc (Indipendenza, Libertà,
Felicità)[3]
Targa internazionale: VTNM
Sito web: http://www.vietnampix.com/

In Vietnam, comunemente chiamato "Fabbrica di scarpe", anni dopo la guerra con Rambo sono ritornati a respirare un clima di serenità e gioia, e finalmente i piccoli bambini Vietnamiti possono giocare a calcio tra le mine antiuomo.

[modifica] Geografia

Il Vietnam si trova nel mondo, con terra a Nord ed Ovest, mentre ha il mare a Sud ed Est.

[modifica] Storia

Il Vietnam, come molti stati asiatici, è un paese dalla storia antichissima, ma a nessuno importa. Viene da noi ricordato solo per la guerra missione di pace promossa dagli USA per portare la democrazia nel paese attraverso la giustizia, l'equità, il rispetto per il prossimo e tanta bontà. (A proposito, nessun film di guerra lo dice, ma hanno palesemente perso.) Tutto nasce quando in Vietnam sale, eletto dal popolo, il partito comunista, e gli USA non possono accettare questa mancanza di democrazia e di libertà di espressione. Così lo invadono, dividendolo in due e prendendosi la parte sud. Quella nord va ai vietcong, nome per gli americani assolutamente impronunciabile, tanto che li ribattezzano «charlie» (e come dargli torto, viet-kong è davvero difficile da dire, ci sono ben 3 vocali di cui due consecutive). A capo del governo a Saigon mettono un fanatico cristiano cattolico[4], la popolazione, al 99,9% buddhista, è contentissima. Non sapendo come utilizzare i carri armati nelle foreste, decidono di bombardarle tutte, uccidendo quanti più civili possibile. Del resto, come dichiarato dai generali: "è così difficile distinguere un vietnamita nostro alleato da uno comunista...sono tutti gialli!" Dopo anni di stupri, massacri di civili, bambini uccisi, economia a pezzi senza possibilità di ripresa, la popolazione del sud era sempre estasiata e grata agli americani di questo assaggio di democrazia. Purtroppo, inspiegabilmente, dei moti di malcontento li costringono ad allearsi ai vietcong e a cacciare gli americani, che, firmando un trattato di armistizio vincono quell'anno il nobel per la pace[5]. Così il Vietnam viene riunito e tutt'ora vive sotto un regime. Che popolo fortunato, vero?

Naturalmente nessuno lo sa, essendo parte della storia di un paese asiatico, quindi sconosciuta ai più, ma il Vietnam è il posto più tranquillo del mondo. È stato una colonia francese, subendosi le varie guerre d'Indocina, invaso dai giapponesi, poi dagli americani (alleati ai thailandesi coi sudcoreani e australiani) e dai cinesi. Vinte tutte queste guerre hanno deciso loro di invadere la Cambogia (erano già due settimane senza ammazzare nessuno, si annoiavano), la Svizzera e il Bazookistan. E tutto questo solo nel primo anno di indipendenza.

La più grande catastrofe del Vietnam, in cui venne decimato della sua popolazione, fu il terribile assalto subito da parte di un solo uomo mandato dagli Usa nella missione detta "Rambo2: La Vendemmia", ancora oggi si possono trovare alcuni Vietcong nascosti tra le risaie da oltre 40anni, che sono riusciti a sopravvivere mangiando ragni velenosi e civili di passaggio... Peccato nessuno li abbia avvertiti che la guerra è finita e che il misterioso americano si è ritirato per fare il pugile.

[modifica] Economia

L'economia Vietnamita sta crescendo esponenzialmente grazie alla buona volontà dei giovani che già alla tenera età di 5 anni imparano l'antica arte del "Cucire palloni di cuoio", e anche grazie alle generose multinazionali che viziano i loro piccoli dipendenti dando loro del cibo addirittura ogni 3 giorni.

[modifica] Politica

Beh, che dire, è uno stato comunista. Libertà e democrazia a strafottere! Era un paese allineato all'URSS, ma aveva buoni rapporti con i vicini, con il Laos, la Cina e soprattutto la Cambogia e aveva ambasciate con diplomatici di tantissimi paesi anche occidentali. Poi ha cambiato idea e li ha uccisi tutti.

[modifica] Sport

Lo sport nazionale è impalare americani ancora prigionieri (o giapponesi, francesi, cinesi, chiunque abbia provato a invaderli). Purtroppo le risorse per questi giochi scarseggiano (e sfortunatamente nessuno li ha più invasi), per ovviare al problema il Governo ha deciso di importare materiale dalla Cina, la quale ha acconsentito con gioia liberando dello spazio nelle prigioni dei dissidenti, ormai piene.

[modifica] Note

  1. ^ Strano ma vero
  2. ^ Per chi non l'avesse capito, è un gioco di parole
  3. ^ In effetti fa un po' ridere
  4. ^ Sembra una cazzata ma è vero.
  5. ^ Vero anche questo, difatti gli USA sono da sempre il popolo più pacifista del mondo.
Strumenti personali
wikia