Viet Cong

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Vietcong1.jpg

Un Vietcong che crede di aver capito come si utilizza un M16.

I Viet Cong (conosciuti anche come gli Highlanders del sud est asiatico) erano dei contadini-guerrieri immortali che facevano parte del gruppo di resistenza sud vietnamita contro i governi filoamericani. Il fatto che fossero immortali è l'unica spiegazione plausibile dal momento che, privi di armi e organizzazione, hanno sconfitto l'esercito americano. Tale gruppo armato comprendeva anche: rivoluzionari assetati di sangue, trafficanti di droga, trafficanti di babbuini e trafficanti di trafficanti. Un mix letale di guerrieri senza pari contro i quali il ben equipaggiato esercito americano non ebbe nessuna possibilità di vittoria.

[modifica] Fronte di liberazione nazionale

Vietcong.jpg

Un feroce contadino-guerriero tende un'imboscata al nemico dopo essersi messo un secchio in testa. Notare la cattiveria e l'intelligenza che traspaiono dai suoi occhi.

Il Fronte di liberazione nazionale del Vietnam del sud era un movimento nato nel 1960 che aveva come scopo l'introduzione di buoni pasto nella mensa dell'esercito. Dopo un po' decisero di fare le cose in grande, così iniziarono ad occuparsi anche dell'indipendenza del Vietnam. Il Manifesto del 1960 esponeva i punti principali del Fronte di liberazione e le regole per giocare a Tressette col morto nella giungla (vista l'abbondanza di cadaveri, questo era un passatempo molto in voga).

  • l'asso vale un punto
  • donna, cavallo e re valgono 1/3 di punto
  • quattro, cinque, sei e sette non valgono niente
  • chi arriva a 31 vince

In effetti, il Manifesto parlava solo di come si gioca a carte. Su come liberare il Vietnam ci stanno ancora lavorando.

[modifica] Tattiche di guerra

I Viet Cong usavano alcune delle tattiche di guerra più all'avanguardia: la loro aviazione era composta da zanzare grandi quanto gli elicotteri americani e aquiloni con sopra disegnate le facce dei vietnamiti, per spaventare i piloti americani. L'artiglieria pesante consisteva in un set completo di pentole arrugginite risalente alla Guerra di Corea. Tuttora è ancora poco chiaro come venissero utilizzate. Inoltre, non era raro assistere a scene in cui dei Vietcong armati di cerbottana cercavano di cogliere di sorpresa gli americani e i loro inefficaci lanciafiamme.
La tattica che permise ai Vietcong di vincere la guerra, però, era di un'astuzia sopraffina: consisteva nel nascondersi sottoterra e aspettare che l'esercito statunitense se ne andasse. Ad un certo punto gli americani si ruppero così tanto il cazzo delle zanzare vietnamiti che decisero di tornare a casa.

[modifica] Armi

Vietcong in una barca.jpg

Una nave corazzata dell'esercito ribelle vietnamita torna alla base dopo aver affondato 12 portaerei americane.

Le armi utilizzate spaziavano dal fucile a manovella (che 7 volte su 10 esplodeva tra le mani di chi lo utilizzava) al più temibile rastrello, utilizzato come arma contundente per abbattere i carri armati nemici, fino alla terribile imprecazione in vietnamita. Quest'ultima era una sofisticata arma psicologica che causava danni devastanti nella psiche dei soldati americani, anche a lungo termine. Molti militari americani subirono danni post traumatici a causa delle imprecazioni in vietnamita.

Di seguito è riportata un'intervista all'ingegnere Franz Tegolone, dell'università di Bellinzona, esperto di armi vietnamiti.

Alberto Angela : Quote rosso1.png Ingegner Tegolone, quali erano le armi usate dai Vietcong durante la guerra del Vietnam? Quote rosso2.png

Franz Tegolone : Quote rosso1.png Si trattava di armi particolarmente sofisticate: in primis, la bruttezza dei vietnamiti che mise in fuga migliaia di soldati americani; seguivano poi i Super Liquidator caricati con interiora di pesce e il già menzionato fucile a manovella. Quote rosso2.png

Alberto Angela : Quote rosso1.png Ma come ha fatto un esercito ribelle ad entrare in possesso di armi così sofisticate? Quote rosso2.png

Franz Tegolone : Quote rosso1.png Occorre dire che l'esercito ribelle vietnamita non avrebbe mai potuto raggiungere i suoi obiettivi militari senza il decisivo supporto di una potenza bellica del sud est asiatico: la Cambogia. Quote rosso2.png

Alberto Angela : Quote rosso1.png Lei si sbronza, ingegnere? Quote rosso2.png

Franz Tegolone : Quote rosso1.png No. Quote rosso2.png

[modifica] Forze armate

Questi fantomatici "guerriglieri" al soldo di capi comunisti senza scrupoli che sembrano usciti da un libro di barzellette per bambini (Ho Chi Minh, ma andiamo!) hanno bloccato la legittima invasione degli Stati Uniti in Vietnam, un paese inutile che gli americani avrebbero reso splendente e prospero esportandovi le loro fabbriche di armi, i reality-show e (ovviamente) il loro prodotto di punta: la democrazia. Costoro invece preferirono restare nella miseria e nell'ignoranza. Tipico dei comunisti.

In ogni caso, l'esercito americano uscì pesantemente sconfitto nonostante le ingenti perdite subite dai Viet Cong. Ecco quale fu il destino delle forze armate vietnamiti:

  • il 72% prese la malaria e chiese il congedo
  • di questi, il 98% morirono tornando a casa
  • il 20% si trova ancora nei sotterranei ad aspettare che passino gli americani
  • tutti gli altri si sono persi nella giungla

[modifica] Curiosità

  • I Viet Cong erano soliti organizzare festosi barbecue con il napalm avanzato agli americani.
  • A capo del Fronte di liberazione nazionale c'era un tipo che si chiamava Nguyen Huu Too, che tradotto starebbe per Ingoiai un Topo. Intendiamo soprassedere sulle motivazioni.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
Altre lingue
wikia