Vescica

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi quelle bolle purulente che albergano nei piedi?
Quote rosso1.png Imma firin' mah lazer! Quote rosso2.png

~ Avvertimento di uno che l'ha tenuta troppo.
Quote rosso1.png Una volta mi sono incastrato nel cesso. Quote rosso2.png

~ Individuo dotato di vescica particolarmente capiente.
Quote rosso1.png Ah sì! Ne ho una sul piede. Quote rosso2.png

~ Totti su vescica.

La vescica urinaria è uno schifoso essere parassita che alloggia nei bassifondi delle viscere umane e che si nutre di rifiuti liquidi e integratori proteici.

[modifica] Scoperta

Tizio con pancia da birra.jpg

Un ragazzo che mette a dura prova la sua vescica.

La scoperta della vescica risale al 5000/10, all'epoca di Leonardo e delle sue famose vivisezioni su cadaveri, animali, piante, rettiliani e Raffaello. È su quest'ultimo che si imbatté in una grossa bolla appiccicaticcia piena di un liquido giallo. Vicino a lui c'era Michelangelo che scolpiva: fu il primo gavettone della storia.
Nel 1979 l'ingegnere tedesco Kewuoi e il biologo Sonyènteh effettuarono esperimenti su alcuni volontari riguardo a capienza e flessibilità della vescica umana per utilizzarla come contenitore naturale: furono invitati ad astenersi dallo svuotamento continuando a bere normalmente. Dopo qualche giorno sentirono provenire dal ventre dei volontari rumori simili all'esplosione di un palloncino d'acqua e contestualmente una colorazione giallognola del ventre. Nei giorni seguenti i volontari iniziarono ad aumentare consistentemente di peso. Non ottennero i risultati sperati, ma diedero inizio a una nuova linea di borsette Dolce & Gabbana in vera pelle umana.

[modifica] La vescica: un nemico dell'uomo

Sulla vescica sono stati condotti i più scrupolosi studi rispetto a qualsiasi altra parte del corpo. Nemmeno la vagina, sua affascinante vicina di casa, ha ricevuto attenzioni (scientifiche, beninteso) tali. La domanda che più arrovellava gli studiosi era: perché codesto organo dotato di grezzo tessuto elastico si mette, spesso e volentieri, a tirare, spingere, essudare, cigolare nei momenti dannatamente meno adatti? Perché durante il compito scritto di chimica o peggio l'asportazione di un'appendice e non prima o dopo?
Tanto erano incacchiati per questo umano fastidio da formulare un'assurda ipotesi: la vescica non fa parte del corpo umano, ma è solo un parassita di origine invertebrata, di intelligenza propria e di natura fottutamente sadica. Ulteriori approfondimenti dimostrarono che i due dotti che la penetrano posteriormente (anatomicamente parlando, beninteso) non si attaccano affatto ai reni, permettendo chissà quale inutile diavoleria fisiologica, bensì direttamente ai bulbi oculari, permettendo alla bastarda di riempirsi e lamentarsi quando vede che può procurare danno o quantomeno irritazione allo sfortunato ospite, il quale è costretto a trovare una decorosa soluzione.
Tizio dentro una borsa dell'acqua calda.jpg

Un eroico signore mentre tenta di ribellarsi alle prepotenze della sua vescica. Ormai per lui non c'è più nulla da fare...

Ma i più grandi luminari non si arresero a darla vinta all'odiosa guastafeste e inventarono degli strumenti di tortura a sfondo sessuale per fargliela pagare: il catetere vescicale, che altro scopo non ha se non di procurare dolore alla malvagia parassita. Parallelamente alla loro creazione, furono promulgate scoperte di patologie assolutamente inesistenti, quali disurie e ritenzioni, ma tutte riportanti all'inserimento del magico, crudele strumento.
Ciononostante, la vescica continua a spassarsela beatamente nelle nostre viscere perseverando nella sua attività di rompiballe inopportuna. E la lotta continua...

[modifica] Utilità

Purtroppo l'unico motivo per il quale la vescica non è stata eliminata dall'evoluzione o annientata dalla chirurgia è che stato dimostrato che la sua assenza è sinonimo di morte lenta e atroce da parte dell'ospite. Ciò ha fatto nascere il sospetto che abbia dunque un ruolo fondamentale, per quanto oggi non sia ancora nemmeno lontanamente immaginabile intuirlo.

Beppe Maniglia che gonfia una borsa dell'acqua calda.jpg

Beppe Maniglia, a un soffio[citazione necessaria] dallo scoppio della vescica di un ragazzino moldavo.

[modifica] Utilizzi pratici

  • Borsa dell'acqua calda. Molto usate sono quelle di vecchi e/o reumatici, poiché le rendono resistenti e molto capienti.
  • Sfida all'ultimo polmone. Fare a gara a scoppiare le tenere vesciche di bambino è divertente e gratificante.
  • Zampogna sarda. Ottenibile aggiungendo un corno cavo di muflone nano.
  • Fionda.
  • Pipa da crack.
  • Bomba carta.
  • Pallone di ambu.
  • Borraccia. Ottenibile previo potente lavaggio e turazione degli orifizi.
  • Frombola.
  • Cuscino ad acqua.
  • Amico immaginario. Ottenibile disegnandoci sopra una faccina sorridente.
  • Pungiball.
  • Clistere.
  • Qualcosa.
  • Pallina anti-stress.
  • Rimbalzello.
  • Utero alternativo.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia