Una supposta per te

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Vergogna.jpg

Se vuoi essere uno dei casi umani di "Una supposta per te" devi sapere piangere.

Quote rosso1.png È arrivata posta per me? Quote rosso2.png

Quote rosso1.png No! Quote rosso2.png

~ Qualcuno che evidentemente non vede questo programma.

Una supposta per te, ostinatamente chiamata C'è posta per te secondo le direttive del grande Puffo, è un programma trash condotto da Mario De Filippi.

[modifica] Ne avevamo realmente bisogno?

Secondo uno studio compiuto dall'Università dell'Alaska Meridionale, il programma è inutile per l'essere umano in se stesso, ma essendo un diversivo alla conquista della Terra da parte delle truppe di Bush deve forzatamente essere trasmesso.

[modifica] KGB versus Mario

Nel 2001, a un anno dallo sventurato inizio del programma (avvenuto con fecondazione assistita), il KGB ordina di sospenderlo in quanto Mario è, secondo loro, un ex agente russo. Mario, per discriminarsi, invita il direttore del KGB in una commovente puntata dove incontra sua madre dopo 76 anni e chiude la busta tirandole addosso una bottiglia vuota di vodka. Il siparietto comico dove Mario uccide il direttore con una pistola nascosta in un bottone della camicia farà schizzare l'audience al massimo storico del programma.

[modifica] Puntata tipo

Maria de Filippi 1.jpg

C'è posta per te..e ora sono cazzi tuoi!.

Secondo Steven Spielberg, uno degli autori del programma assieme a Mr.Geox e a Topo Gigio, una puntata tipo di Una supposta è all'incirca questa:

  • ore 21: la Mario si presenta vestita come un robot in tenuta anti-sommossa e saluta calorosamente il pubblico conversando amabilmente con le spettatrici (ormai sue amiche intime);
  • ore 21.10: entra il primo finto-disperato. Cerca la sua fidanzata che è scappata il giorno prima delle nozze e che ora vive in Norvegia col migliore amico del suo ex. Simpatico siparietto di consegna della posta dove il postino si sobbarca in bici il viaggio Roma-Oslo a forza di bestemmie che poi conclude con un sorrisino, l'ultimo prima di morire. Lei ovviamente accetta l'invito dimenticando il ragù sul fuoco. In trasmissione litiga con l'ex e ovviamente non pensa nemmeno a riprenderselo e, preoccupata per il ragù, se ne va lasciando l'altro nelle lacrime.
  • ore 21.40: dopo un lungo dibattito sul ragù alla norvegese entra una schiera di casalinghe obese inghirlandate con vestiti di improbabile provenienza: sono le ex spasimanti di un vip qualsiasi, in questo caso di Gigi d'Alessio. Alla consegna della posta mostrano l'umile casetta del Gigi, in realtà quella del custode del custode, dove il cantante si inventa una scusa qualsiasi per essere arrivato tardi alla porta, tipo quella di dover pulire i pavimenti. In trasmissione le obese costringono il vip a prove assurde che lo segneranno per sempre nell'integrità mentale per poi aprire la busta a forza di spranghe e concludere il tutto con baci focosi e appassionati, tra l'ilarità generale.
  • ore 22.00: entra in studio un down accompagnato dalla madre; dall'altra parte della busta c'è un parente acquisito (ad es. cognato) e un calciatore/cantante/Marco Carta (che no, non rientra nella seconda categoria, per questo è a parte). Il parente acquisito comincia a fare la predica al povero down, leggendogli ampi passi della Bibbia sulla generosità, l'altruismo, la frequenza delle palestre dimagranti e le diete. Mario fa quindi entrare un carrello con tutti gli oggetti più cari alla vittima persona down e comincia lo sciacallaggio. Il pubblico ride sonoramente dello sconcerto del down che (come chiunque) è reticente a dar via tutti i propri beni per niente. E tutto questo nel nome del rispetto dei meno fortunati, ci mancherebbe! Dopo aver ripulito ben bene l'ospite, entra in scena il Vippo di turno che delizia il down e il pubblico con una esibizione canora e in seguito Mario con una erezione (entrare negli studi è semplice, uscirne no e richiede un pagamento in natura). Finite le risate del pubblico alle spalle dell'emozionatissimo down, c'è la pubblicità, durante la quale Mario, approfittando dell'entusiasmo del down lo deruba degli oggetti portati in studio per riciclarli come feticci.
  • ore 22:30: altra ora di cazzate, poi Mario si stufa e ordina di tacere. Entra la madre coraggio di turno, 160 kg per 1.20 di altezza. Cerca il figlio che è scappato con "quella zoccola" lasciando "'a mamma sua" in lacrime nel paesino disperso in Terronia. Il figlio, che vive ora in Yemen, accetta l'invito pur sapendo chi gli rompe i coglioni, ovvero quella che ogni 5 minuti gli telefona per sapere come sta, pur negando davanti al postino per paura della rabbia di Mario. In studio entra con "la zoccola" e, appena vede il faccione della madre, chiude la busta bestemmiando contro il pubblico e i postini e ringraziando Mario dell'invito. Stranamente dieci minuti dopo la sua macchina avrà un "casuale" incidente in quanto i freni erano stati manomessi da un burlone.
  • ore 23:45: finite le lacrime della madre che non si alza dal divanetto finché Mario non la brucia con lo sguardo, entra l'ultimo ospite, un attempato vecchio che nel 1899 aveva conosciuto una strafiga al mare ma non se l'era fatta. La strafiga in questione ha ora 127 anni e 90 nipoti, mentre il vecchio era rimasto vergine solo per lei. Nell'ilarità generale (anche Mario si fa scappare un sorrisetto davanti alle telecamere, anche se poi il povero cameraman viene ucciso tra tremende sofferenze) la vecchia dice di non ricordarsi di lui e lo sfotte per benino, calando l'accento sui suoi 9 mariti, 16 figli, 90 nipoti e 400 pronipoti. Finisce coi due che si ripromettono una cena (ormai nell'aldilà) tra gli applausi (perché poi?) del pubblico ormai affetto da dementia praecox.
  • ore 00:30: le telecamere si spengono sul sorriso di Mario, ma lo show inizia adesso: Mario si spoglia e lotta uno contro uno contro ogni singolo spettatore, finché non ne rimarrà nessuno. Poi, presi i postini per le orecchie, li cucinerà e li mangerà assieme a Maurizio nella loro umile dimora.

[modifica] La nuova sigla

Dawson.gif

Lo spettatore tipo di Una supposta per te.

Per la nuova edizione di Supposta per Te (precisamente la 42esima) un gruppo di scienziati tra i quali Mastro Lindo, Il Baffo e la sorella adottata di Alda d'Eusanio hanno progettato una nuova sigla per aumentare l'audience del programma.

Ecco come sarà strutturata:

  • Una busta marrone con attaccate le caccole del postino ruota nel televisore mentre in sottofondo si può udire la musica scritta da Demente Morselli con la collaborazione del panettiere di fiducia del Maestro Pregadio
  • Seguono 12 scatti del nuovo calendario di Mario de Filippi in pose osé mentre nell'angolo dello schermo sua moglie Maurizio Costanzo offre una versione hard rock de "la Morte del Cigno" con un tutu' rosa confetto.
  • Seguono 15 minuti di tango sensuale tra Mario e il suo cane Rufus mentre in sottofondo si sentono conati di vomito e urla inumane
  • Lo schermo del televisore diventa nero e davanti a te si materializza una busta.
  • Da questo momento hai 2 secondi per trovare il modo di liberartene oppure un piccolo Mario esce dalla busta e ti uccide.
  • Inizia la puntata di C'e(ra) Posta per Te
Strumenti personali
wikia