Umineko no Naku Koro ni

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia dove non esiste la magia.

Beatrice approva
Attenzione: Questa pagina contiene informazioni sbagliate sugli omicidi di Rokkenjima, per cui per le cose vere sarà utilizzato il rosso.
Beatrice provoca Battler

Allora, Battler, adesso credi alla magia?

Bouncywikilogo
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Umineko no Naku Koro ni
Quote rosso1 Allora, Beatrice, prova a ripetere questo in rosso: non sono lesbica! Quote rosso2
~ Battler giocando con Beatrice
Quote rosso1 BEAAAATORICEEEEE! Quote rosso2
~ Tutti quando non sanno più cosa dire
Quote rosso1 La magia non esiste! Sono sicuro che esiste una spiegazione alternativa a tutto questo... Quote rosso2
~ Battler osservando tre elefanti ballare il tip-tap sul cornicione del terrazzo della villa
Quote rosso1 Noi siamo solo mobili. Quote rosso2
~ Una scrivania della casa
Quote rosso1 Seguendo i vari sacrifici, si raggiunge la terra dorata della Triforza, eh? Quote rosso2
~ Link, il vero assassino
Quote rosso1 Il gIudiZiO vien(n) dal MAAR e staà per esseRe emessöoo-oo... Quote rosso2
~ Pronuncia nella sigla dell'anime
Quote rosso1 No ti prego! Non negarmi con il blu Quote rosso2
~ Babbo Natale mentre sta per venire cancellato da Battler

Umineko no Naku Koro ni (うみねこのなく頃に, "Quando i gabbiani piangono, cioè mai perché non li si sente in tutta la serie") è una sound novel per Pc del 2007 , da cui è stato tratto un manga, un anime ed una serie di omicidi cruenti su un'isola giapponese sperduta che la polizia non ha mai risolto. E neanche gli autori, a dire il vero, che in giappone mandano avanti la serie inventandosi continuamente colpi di scena e avvenimenti inspiegabili, senza avere la minima idea di come sistemare alla fine tutto questo.

Dopo Higurashi no Naku Koro ni, Higurashi no Naku Koro ni Kai, Umineko[1] è considerato la terza parte della serie "Quando qualcuno piange", anche se questa non ha nessun collegamento con le precedenti e in realtà fra le due ci sarebbe il dimenticato Higurashi no Naku Koro ni Rei.

[modifica] Trama

Personaggi vari in Umineko

Un gruppo di streghe e stregoni mentre si concedono una partitina a scacchi con pezzi umani.

È il 4 ottobre 1986, e una vasta famiglia di nome Ushiromiya (perché Ushiromi era troppo corto) viene invitata dal vecchio capofamiglia pazzo ossessionato dalla magia oscura a passare una sola notte su un'isola abbandonata lontano da tutto e da tutti alla quale si sta avvicinando un tornado che impedirà di lasciare l'isola durante questa notte. Nessuno sospetta che sia una trappola, e la famiglia raggiunge l'isola spinta soprattutto dalla notizia che il vecchio pazzo tirerà le cuoia[2] fra tre mesi e si deve decidere un erede. Apparentemente, l'erede dovrebbe essere il primogenito maschio, Krauss, ma il simpatico nonnetto ha proclamato che chi riuscirà a risolvere un'indovinello contenuto in un'epigrafe otterrà tutto il suo oro. Segue l'indovinello:

Wikiquote
«Se un mucchio di parenti bifolchi viene invitato su un'isola con la scusa di ottenere l'eredità quando in verità verranno uccisi uno ad uno per un rituale sacrificale occulto, quante sono le probabilità che la polizia scopra che su quell'isola ci sono dei corpi e c'è stato un'omicidio prima che i suddetti corpi si putrefacciano e spariscano?»

Ma adesso, per rendere meglio comprensibile la trama, dobbiamo ruotare la scacchiera:

(rumore di sottofondo di una scacchiera che gira)

La Strega Dorata Beatrice è una potente strega che vive sull'isola Rokkenjima.[3] Vive da oltre mille anni, e l'unico momento d'azione della vita è vestirsi la mattina. Annoiata, decide di mettere su una simpatia partitina a scacchi: il suo ex-amante, il vecchio folle Kinzo, la vuole ri-evocare dall'oltretomba (era morta scivolando su una buccia di banana e cadendo dalla scogliera la prima volta dopo anni che usciva da una villa dove era rinchiusa, che ironia). Per far resuscitare la donna bisogna seguire un complesso procedimento, che consiste nell'uccidere svariati sacrifici umani: così Beatrice si diverte a far ammazzare gli umani presenti da una persona sconosciuta, denominata X (e le due sorelle sporcaccione XX).

Però, se desideriamo far capire del tutto la trama, dobbiamo ruotare la scacchiera:

(rumore di sottofondo di una scacchiera che gira)

A un certo punto, in un modo o nell'altro sei persone vengono trovate senza polso che batte. Il che non significa che non gli batte il polso, ma che non gli si trova proprio tutto il braccio perché il cadavere è tagliuzzato e orrendamente mutilato. Successivamente, le morti e le sparizioni si fanno sempre più misteriose, finché non si arriva alla fine...

Ma, nello stile "Higurashi", tutti tornano vivi e vegeta e conversano amabilmente di come sono morti in una saletta da the. Battler (uno dei presenti che sarebbe difficile identificare con una caratteristica precisa, se non gli impossibili capelli rossi stile anime) è l'unico che si accorge che la cosa è strana, anche se agli altri l'essere tornati in vita senza ragione appare poco più strano di un gatto che urina. Per smentire l'ipotesi di Battler che la strega Beatrice non esiste, appare la strega Beatrice (più smentita di così!). Tutti quelli nel salottino muoiono orrendamente e Beatrice sfida Battler a provare che la magia e le streghe non esistono, anche se ne ha una davanti agli occhi che ha appena congelato il tempo e teletrasportato entrambi in un gazzebo. Da qui in poi, i due si sfidano a cercare di dimostrare come sono stati compiuti gli omicidi, fino a che uno dei due non si rompe le scatole e si ritira per un po'. Ma niente paura, lo fanno tutti cinque o sei volte.

[modifica] Personaggi

[modifica] Famiglia Ushiromiya

Battler grida obiezione

Battler intento ad obiettare le congetture dell'avversaria.

  • Battler Ushiromiya

Battler è il protagonista della serie (vero protagonista, a differenza di quell'idiota di Keiichi Maebara di Higurashi) e il principale (poiché unico) avversario di Beatrice. Battler è noto soprattutto per la sua perversione, ama infatti molestare Shannon, le sue amate cuginette, fare battute sul seno abnorme di Beatrice e vorrebbe farsi sua sorella. Questo ragazzo, però, è capace di fare anche altro. Infatti, Battler è un vero testardo, che non vuole credere che la magia esiste neanche quando una decina di persone muoiono ingoiando un armadio rosa. Per lui tutti gli omicidi sono spiegabili senza l'uso di magia, e sfida Beatrice a provare che le streghe non esistono. Questo maniaco che cerca di palpare la cugina ha un passato oscuro: sei anni fa ha compiuto una cosa talmente orribile, ma talmente orribile che non se la ricorda. Più volte interromperà il gioco, incredulo di fronte alle trovate di Beatrice, come la fottuta Strategia del vento del nord e del sole, che consiste più che altro nel far credere che una decine di puntate siano vere quando sono solo un mucchio di cazzate.

  • Ange Ushiromiya

Ange è la sorella minore di Battler. In realtà i due sono fratellastri poiché hanno lo stesso padre ma non la stessa madre anche se, sembrano identici dal momento che hanno il colore dei capelli e degli occhi uguale. Ma andiamo oltre. La storia di questo personaggio è abbastanza contorta, infatti Ange nel 1986 è una bambinetta di soli 6 anni che aspetta sola soletta sulla terra ferma, che i genitori e l'amato fratellone ritornino dalla magnifica vacanza sull'isola del nonno (vedovo, esaurito e amante della magia nera) poiché lei non è potuta partire a causa di una malattia ignota. Ma quando l'adorata famigliola non tornerà più dalla meravigliosa vacanza perché sono schiattati o meglio, per motivi che ancora tutti cercano di capire, Ange si ritroverà a trascorrere una vita solitaria tra le grinfie di quelle malate delle sue zie. E non avrà vita facile tanto che tenta spesso il suicidio fallendo miseramente. Quando poi nel fatidico 1998 dopo un ennesimo tentativo di suicidio la ragazza incontra per puro caso Bernkastel che si stava facendo una vacanza relax in quei dintorni, decide di riprendersi il fratello e la famiglia; ma a lei poco importa del resto della famiglia, vuole solo il fratello. Con l'aiuto di Alessandro Cecchi Paone e la sua mitica macchina del tempo (ma usata a scrocco da Bernkastel) la giovane riesce a raggiungere il fratello nel 1986 mentre si sta facendo duemila seghe mentali e non solo, dietro Beatrice. Battler, quando vede la Ange del futuro per la prima volta, mica capisce che quella, una copia di sè stesso con le extention e con una minigonna, è sua sorella! Nemmeno per sogno. Babbeo... ma questa è un'altra storia. Ange sarà da qui un "valido" aiuto per Battler e la sua battaglia infinita che dura da mille anni contro Beatrice e le sue amiche di thè. Ma in realtà lei lo aiuta solo per fare un piacere a sè stessa dato che è follemente ossessionata da suo fratello e che il suo unico desiderio è quello di farsi sbattere da lui. Ecco perché ha aspettato i diciotto anni per tornare indietro! Doveva essere un po' più matura per fare certe schifezze. Ed ecco perché non ha voluto svelare subito che lei è sua sorella! Per goderselo meglio facendo sì che lui ci caschi! Ma lasciamo perdere. Comunque alla fine, il mitico piano di Ange fallisce miseramente tanto che, mentre si ritroverà morente tra le braccia del fratellone perdendo litri e litri e litri di sangue, riuscirà solo a fargli capire che lei è sua sorella.

  • Kinzo Ushiromiya

Kinzo è l'amorevole vecchietto a cui restano solo tre mesi di vita (a causa del suo vizietto di provare esperimenti alchemici per far resuscitare Beatrice su se stesso), e il cui unico desiderio è vedere Beatrice tornare in terra. Per farlo, basta seguire il pratico rituale degli "Omicidi a catena per resuscitare i morti™", che apparentemente funziona, peccato che tutte le volte tutto torna all'inizio e riparte dall'inizio. Kinzo non si da però per vinto e continua a morire nei modi più orrendi (carbonizzato, dilaniato da dei caproni, fiamme che escono dagli occhi e dalla bocca...).

  • Maria Ushiromiya
Maria sorride

Maria nel suo tipico sorriso da dolce bambina.

Maria è una bambina molto buona, con due pupille pucciosissime e il vizietto di deformarsi all'improvviso per sorridere demonicamente. Infatti, Maria è un'esperta dei simboli arcani, dei poteri delle streghe e del far cagare sotto cantando al telefono. Il suo passato è molto interessante: Beatrice ha difatti scritto un patto affinché lei divenisse un'apprendista strega, e Virgilia l'ha controfirmato. Maria ha fatto piovere dolci dal cielo, reso migliori le cene serali e reso vivo il suo peluche di pezza. Ha anche fatto ammalare i bulli e tirato il bus che li trasportava in una scarpata (come se esistesse il bus solo per i bulli, Maria). Lei voleva solo l'affetto di quella troia di sua madre, ma si è vista costretta a ucciderla dolorosamente e ripetutamente per la sua crudeltà. Anche se per ora è una bambina, è destino come per tutte le donne della famiglia che diventi una tettona gigantesca. Gli otaku ringraziano.

  • Krauss Ushiromiya

Krauss è il primogenito di Kinzo, e senza ombra di dubbio il più adatto a divenire l'erede di Kinzo. La sua importanza è vaga: tecnicamente senza di lui nessuno aveva i soldi per pagare il viaggio fino all'isola, ma una volta là a parte morire orrendamente non ha avuto molto altro senso la sua presenza.

  • Natsuhi Ushiromiya

Natsuhi è la moglie di Hotarubi Natsuhi è la moglie di Krauss, una donna vestita di viola che non ha molto senso. Nella prima serie di orrendi avvenimenti Natsuhi è quella che resiste coi ragazzi e, armata di fucile, gira per casa alla ricerca dell'assassino. Se Dio Beatrice vuole, si è sparata un colpo alla testa ed è morta sul colpo (permettendo a Beatrice di risorgere, evviva evvivona).

  • Jessica Ushiromiya

Jessica è la cugina di Battler, e ha un seno G-I-G-A-N-T-E-S-C-O! Oltre a questo, segue sempre Battler e gli altri, permettondosi di salvarsi fino alla fine. Ha delle grandi capacità combattive, che alterna fra l'uso di una piccola sbarra di ferro da posizionare sulle nocche ad un tubetto contro l'asma. Jessica è anche innamorata di Kanon ma ovviamente quest'ultimo la ignora perché è uno stupido mobile e come tale deve stare zitto e fungere da sostegno per un vaso di fiori. Stupido mobile.

Eva sguardo crudele

Stai zitta, PUTTANA!

  • Eva Ushiromiya

Eva è la figlia di Kinzo, come testimoniato dall'aquila U.S.A. sulla spalla destra. Eva vuole solo soldi, un mucchio di soldi, e per farlo deve solo trovare il tesoro del padre. Per fortuna ci riesce, ma una sua parte prende il sopravvento, diventa una strega e diventa cattiva. Ops, quella era solo la fottuta "Strategia del vento del nord e del sole". Eva è vista anche da buona, ma tanto era solo malata: generalmente Eva è una donna crudele, oltre che un'imprecazione.

  • Hideyoshi Ushiromiya
Silvio Berlusconi come Hideyoshi

Hideoyoshi Ushiromiya.

Hideyoshi Ushiromiya è il marito di Eva, un uomo robusto e poco utile alla storia. Tenta di rinsavire Eva quando questa ha dei problemi di personalità, ma a quanto pare fallisce e senza saperlo incontra la terribile Eva strega nera malvagia. Questa aveva promesso di non fargli del male, ma Hideyoshi comincia a grattarle la testa e questa è una cosa che, tutti sappiamo, fa venire su delle manie omicide.

  • George Ushiromiya

George è un bravo ragazzo, figlio di Eva[4] e di Hideyoshi, che è talmente bravo da scegliere di uccidere tutti tranne lui e la ragazza che gli piace. A tal proposito, George è innamorato di Shannon, attratto dal suo seno prorompente. Gli regala pure un anello, ma poi tanto entrambi muoiono sempre in modo orrendo alla prima occasione. Solo una volta Beatrice prova ad unirli in amore, ma quella simpaticona di Eva cattiva li trafigge appena si abbracciano. Sua mamma gli ha insegnato tutto sulla lotta, ma non gli ha insegnato a usare il cervello: la sua furbissima tecnica di mostrare le sue capacità ma di non applicarle gli farà incontrare il pugno di Jessica per non aver ucciso quella stregaccia quando avrebbe potuto. Nella serie rimane quasi sempre per ultimo, più che altro per prolungargli il dolore della morte, in una sola notte, della fidanzata, madre, marito e spirito santo.

  • Rudolph Ushiromiya

Rudolph è il padre di Battler e Ange. È noto per il suo passato da hippy, infatti ha avuto Battler da un'altra donna e Ange dalla sua attuale moglie, anche se magari, dato il suo passato da gigolò, avrà avuto almeno un'altra decina di figli illegittimi sparsi in giro per il mondo, dato che ama anche viaggiare.

  • Kyrie Ushiromiya

Kyrie è la madre di Battler e Ange. È moltro scaltra, intelligente e attraente. Ha fatto il lavaggio del cervello a Battler con la teoria del "ribaltamento della scacchiera".

  • Rosa Ushiromiya
Rosa colpisce Maria

Rosa si esibisce in un saluto fascista che funge da tossina per la magia di Maria.

Rosa non è, come potrebbe sembrare dal nome, una rosa, ma una donna[5] Rosa è la madre di Maria, una donna spaccata in tre da tre diverse personalità:

  1. Mammina dolce: grazie ad un'incantesimo di Maria (che consiste nel fare "fu-fu-fu" con la bocca, magia d'alto livello) la cara mammina se ne stava bella tranquilla e continuava a ripetere quanto amasse Maria. Rosa ha perfino costruito a Maria Sakutaro, un pupazzo di un leoncino con le sue mani (non nel senso che è un pupazzo con le mani della mamma).
  2. Bastarda violenta: quando Rosa scopre che la figlia ha portato il pupazzo a scuola, se la prende un pochino con Maria. Strappa il suo pupazzo, gli spacca un coniglietto, la tira per i capelli e apre una lattina di birra con i denti[6]. In questa forma, la forza di Rosa è oltre 9000 ed è capace di spaccare il volto della figlia con una serie di pugni a ripetizione dalla rabbia. Fortunatamente, Maria punisce mammina torturandola, altrimenti non sarebbe la serie giusta (altrimenti saremmo in Piccoli problemi di cuore).
  3. Porca: in realtà, quando Rosa diceva alla figlia che andava a lavoro, andava a spassarsela con dieci uomini diversi in orge in hotel caraibici. Non investigheremo molto su questo lato, anche se pare che la magia faccia un baffo alla sua conoscenza del kamasutra.

[modifica] Streghe

Beatrice tortura Battler

Il succo del rapporto fra Beatrice e Battler.

Personaggi di Umineko davanti al quadro della Strega Annoiata

I personaggi di Umineko mentre osservano l'ennesimo quadro stregonesco.

  • Beatrice

Beatrice è la strega più in voga secondo Cioè: ha infatti la possibilità, ogni qualvolta muoiono tutti, di farli resuscitare senza problemi e ricominciare dall'inizio a torturarli. La villa di Kinzo ha un meraviglioso ritratto che la ritrae seduta, a guardare con la solita aria di sufficenza chiunque entra. Ma in verità, Beatrice ha un cuore d'oro. Come? No? Ah, no, è vero. Quando le si vede il cuore, è normale. Allora è solo una grande stronza: il suo obiettivo è di provare a Battler l'esistenza della magia e delle streghe, e per farlo non esita a ricorrere a trucchi bassissimi o trappole indecenti (come per esempio evocare sette tettone per convincerlo via natura). Sicuramente Beatrice prova qualcosa per Battler, ma lungo la storia non è chiaro se sia schifo o ripudio.

  • Virgilia

Virgilia è stata la mestra di Beatrice, la ex-Beatrice[7]. Virgilia è molto buona, si inserisce nel gioco come nemica di Beatrice per aiutare Battler ma muore e risorge per dargli una mano. Peccato che tutto questo... SIA LA FOTTUTISSIMA "STRATEGIA DEL VENTO DEL NORD E DEL SOLE"!

  • Bernkastel

Bernkastel è una potente strega viaggiatrice, in grado di passare da un tempo all'altro. Non a caso il suo mezzo preferito è la macchina del tempo. Sì, proprio quella! L'ha rubata ad Alessandro Cecchi Paone. Questa pazzoide perennemente annoiata, che ha le sembianze di una ragazzetta dall'aria innocente, l'abbiamo già vista in azione in Higurashi no Naku Koro ni, Higurashi no Naku Koro ni Kai e Higurashi no Naku Koro ni Rei (in quest'ultimo aveva anche svelato la sua identità in mezzo a mille WTF!?

Vorremmo dirvi di più sulla sua persona, ma la cosa è impossibile poiché oltre che sottomettere quella tettona di Beatrice, farsela con Lambdadelta e rompere le balle a Ange, non serve a un cazzo.

  • Lambdadelta

Lambadelta è, oltre alla strega del nome buffo di derivazione greca, la strega della certezza: puoi star certo che quando la vedi per strada non alzerà la gonna davanti a te. Puoi star certo che quando è a tavola non si mette un dito nel naso. Con lei puoi perfino star certo che non ti tradirà! Beh, questo forse no.

Come Bernkastel, anche Lambadelta è una vecchia conoscenza; anche lei si è vista in azione in Higurashi no Naku Koro ni e seguiti vari. Fortunatamente in Umineko perde la sua caratteristica risata, ribattezzata dai fan "unghie su lavagna" ergo, simpatica come una spina nel culo. Sfortunatamente, invece di avere l'aspetto di biondona con un seno immenso, compare come una bimbetta viziata vestita di rosa.

Lambdadelta passa tutta la storia a divertirsi dietro le quinte, senza davvero avere un qualche ruolo nella vicenda. Insomma, apparte alcune scene lolicon con Bernkastel (con cui ha una relazione lesbo) ce la potevamo davvero risparmiare.

  • EVA Beatrice

Eva Beatrice è la versione strega di Eva, quella che è moooolto carina e molto malvagia. Uccide molte volte Maria e Rosa affogandole nel budino, seppellendole nella torta, e ammazza senza pietà ogni ostacolo davanti a lei. Però ha un cappello delizioso.

  • ANGE Beatrice

Tecnicamente Ange non è una strega, ma quando vuole, può tirare fuori poteri terribili, come evocare Sakutarou, che la distrae e le fa prendere brutti voti alle verifiche. Che bello essere una strega.

  • Goldsmith

Goldsmith è il soprannome di Kinzo quando evoca le conigliette per un po' di sesso. Che schifo, c'era davvero bisogno di parlarne?

  • MARIA

MARIA scritto con Caps Lock è il soprannome per Maria quando usa la magia. Per altre informazioni, guardatevi Maria sopra.

[modifica] Servitori

Cassettone

Uno di quei inutili mobili di Kinzo.

  • Terumasa Nanjo

Nanjo è il dottore e amico di Kinzo. Gioca allegramente a scacchi con lui, gli prescrive che gli mancano tre mesi di vita e poi muore alla prima occasione in qualche modo orrendo. Però fa simpatia, finché campa.

  • Genji Ronoue

Genji è il capo dei maggiordomi di Kinzo. Serio, preciso e scrupoloso: una noia mortale, per fortuna ogni tanto rallegra la scena morendo in modo orrendamente schifoso.

  • Shannon

Shannon è la servitrice tettona di Kinzo: anche lei è solo un mobile, ma si è presto tramutata in un'umana ed è riuscita ad amare George. Beatrice, scossa da questo amore, li ammazza sempre in modo da farli soffrire di più per le rispettive perdite. Il suo vero nome è Sayo, ma viene usato solo da George per riconoscerle la dignità di umano e dirle quanto la ama. Ringraziamo tutti Beatrice per averli uccisi!

  • Kanon
Quote rosso1 Io sono solo un mobile, non ho diritto a un nome, a dei sogni, ad essere amato e ad avere una divisa decente. Calpestatemi pure! Quote rosso2
~ Kanon nei suoi momenti di massima autostima

Kanon assomiglia molto a Rena Ryuugu, ma allo stesso tempo neanche lontanamente. Comunque, torniamo al discorso: Kanon è un mobile della casa. Jessica, che ricordiamo è tettona e ricca sfondata, è innamorata persa di questo maggiordomo dalla divisa più ridicola del mondo, ma ciò non serve minimamente a incrementare la sua autostima. Il suo vero nome è Yoshiya ma di ciò, a differenza di Shannon, non frega un cazzo a nessuno. È un servitore perfetto in quanto non gli importa quanto lo si umilia o se lo si paghi al di sotto del minimo salariale. Pulisce, sistema il giardino, combatte capre e ragazzine sexy e lecca le scarpe agli ospiti magici.

  • Toshiro Godha

Toshiro è il cuoco di Kinzo[8], ed apparentemente è l'unico servitore del tutto normale. Allo stesso tempo, muore sempre in modi davvero inguardabili e violenti. Vedi che serve a qualcosa?

  • Chiyo Kumasawa

Chiyo è la domestica della famiglia. Questa povera nonnetta ha un figlio di cui non importa a nessuno che appare una volta sola. Ma non distraiamoci sulla nonnetta, che non ha davvero nulla di particolare per cui debba essere ricordata. Al massimo, scopriamo che è Virgilia travestita, ma tanto era tutta una trappola, per cui è davvero una vecchia sola e inutile. E porta sempre il tè in ritardo.

[modifica] Intrusi

  • Kasumi Sumadera

La sorella minore di Kyrie, incazzata con quest'ultima perché ha osato sposarsi e cedere a lei tutto il patrimonio della famiglia. Mi sembra logico. Compare solo in un futuro improbabile in cui Eva-Beatrice massacra tutta la famiglia Ushiromiya e festeggia il suo successo morendo d'agonia in un letto d'ospedale. Kasumi, non potendo vendicarsi della sorella decide di sfogarsi con Ange, erede della famiglia, e tenta di uccidere Ange assoldando anche svariate guardie del corpo. Ma Ange fa la fighetta perché sa usare la magia e ammazza le guardie, nonché la strega cattiva che prende s'impossessa di Kasumi perché gli autori avevano finito le idee.

  • Juuza Amakusa

Questo giovane uomo molto attraente è la guardia del corpo personale di Ange, infatti appare solo nel 1998. Nonostante sia un uomo molto affascinante impegnato 24 ore su 24 a salvare il culo della sua ojou-sama, Ange non sembra essere minimamente interessata a lui, in quanto è troppo impegnata a sognare lei e suo fratello Battler mentre commettono incesto. Però d'altro canto, non si capisce che tipo di relazione ci sia tra lui e Ange. Si sà solo che è di parecchi anni più grande di lei e che le sbava dietro da quando era una solo bambina. Pedofilo! Ma comunque, oltre che proteggere, tradire, poltrire, irretire le fungirls e fare sogni perversi su Ange, non serve a niente.

[modifica] Roba magica

Occhi di gatto locandina

Le sorelle del purgatorio.

Beatrice con Sakutaro

Beatrice mentre posa con Sakutaro (Sakutaro è il leoncino).

  • Lucifer

Una delle sorelle del purgatorio, quella che ha il vizio del gioco e si è giocata il figlio in una scomessa in un casinò di Las Vegas.

  • Leviathan

Una delle sorelle del purgatorio, quella col seno più grande delle altre.

  • Satan

Una delle sorelle del purgatorio, quella che non ha davvero gli occhi di quel colore ma porta le lenti a contatto.

  • Belphegor

Una delle sorelle del purgatorio, quella che ha un calzino bucato e si rifiuta di comprarne due finché non si buca anche l'altro.

  • Mammon

Una delle sorelle del purgatorio, quella che non gli piace vestirsi di rosso ma vorrebbe vestirsi di blu.

  • Beelzebub

Una delle sorelle del purgatorio, quella che cantava in seconda fila allo Zecchino d'oro.

  • Asmodeus

Una delle sorelle del Purgatorio, quella che l'autore di questa pagina aveva scordato di citare.

  • Siesta 410

Una ragazza-coniglietta che lavora con 45, in grado di lanciare frecce magiche che uccidono all'istante un uomo sommergendolo di caratteri cirillici e greci.

  • Siesta 45

La spalla di 410, che aiuta a segnalare le coordinate del lancio, la velocità del verso e una serie di segate che tanto non servono perché le frecce sono magiche.

  • Siesta 00

A capo delle conigliette, è una biondina con una toppa su un occhio che non serve a nulla perché non uccide e nemmeno è necessaria perché le altre due uccidano.

  • Siesta 556

Una coniglietta che si occupava di alcune cacchiate del lancio delle frecce, che però non pare essere molto utile visto che le altre due se la cavano anche senza di lei. La zietta Rosa l'ha presa e fracassata quando era ancora una statuina di coccio.

  • Ronove

Maggiordomo delle streghe, non importa quale. Ordinato, pulito e precisino, ha il vizietto di prendere per il culo la gente ridendogli in faccia quando sbaglia qualcosa (educatamente si copre la bocca, comunque).

  • Sakutarou

Pupazzo di un leoncino costruito da Rosa. Quando quest'ultima scopre che Maria l'ha portato a scuola, se la prende un pochino[citazione necessaria] e strappa in due Sakutarou (non dimenticatevi la u alla fine). Ange lo fa tornare in vita, così Maria può tornare a giocare a parlare con quel pupazzino che, talvolta, diventa un ragazzino pucciosissimo che tutte le sorelle del purgatorio vogliono strapazzare di coccole. Durante questa fase sembra sia necessario mostrare le mutandine nere.

[modifica] Spiegazione razionale

Per molti la domanda è... esiste una spiegazione razionale alla serie di misteriosi omicidi che sono avvenuti sull'isola quella notte? E voi perché non vi fate una vita? Proviamo a cercare questa risposta (la prima)...

  • L'assassino è Battler, che agisce incoscente poiché traumatizzato da un fatto avvenuto sei anni fa e uccide ogni persona e si sogna ogni cosa, Beatrice inclusa che non esiste. Tutto, tutto tutto è una immensa sega mentale, anche l'idea che dalla sua storia abbiano ricavato una novel e poi un anime. E che ci abbiano fatto un articolo su Nonciclopedia. E che tu la stia leggendo. Insomma, è evidente che il punto debole di questa tesi è che se Battler fosse l'assassino, sarebbe tutto un suo sogno e pure la tua vita farebbe parte del suo sogno. Tu sei dentro un sogno? No? E allora la teoria cede.
  • L'assassino è una donna di nome Beatrice, che non è una strega ma semplicemente l'ex amante di Kinzo. Però abbiamo visto che è morta, e Beatrice ce l'ha confermato col rosso. Però, non vale se un morto ci conferma che è morto, perché se è morto non può essere li a confermare di esserlo. In pratica, Beatrice non è morta ed è plausibile che sia l'assassina. Però potresti ancora pensare che lei ci ha detto col rosso che non esistono oltre un tot. di persone. Ma se è morta, qualsiasi cosa lei dica non vale perché non esiste: per cui, non esiste neanche lo scontro. Pericò, non c'è nessuna sfida con Beatrice: lei ti vuole solo uccidere come ha fatto con gli altri, scappa!!!
  • L'assassino è Kinzo, che... ah, ma si è scoperto che Kinzo è morto. Allora, l'assassino è un falso Kinzo che si spaccia per lui... ah, ma che stronzata, ha sei dita per piede!
  • Ok, non lo so. Non ci pensare, aspetta che qualcuno ci arrivi e lo scriva su Wikipedia.
  • L'assassino è il maggiordomo. È sempre colpa del maggiordomo.

[modifica] Spiegazione magica

  • Non c'è nessuna spiegazione. Dai, è stata la magia. Al massimo però puoi credere che la magia non esista...

Quindi, non ci resta che fornirti la prova dell'esistenza della magia:


Effetto ottico di movimento

Ecco una bell'immagine PNG che ho animato con un flusso di onde grazie alla magia e caricata su Nonciclopedia. Scioccato, vero?

Eh? Cosa, Battler? Cosa devo ripetere?
L'immagine sovrastante è un'illusione ottica?
Oh, merda, l'ho detto col rosso![9]

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

Diario di Beatrice

Per scrivere questa nota, Beatrice ha evocato il quinto fratello demone del purgatorio, Luca Giurato.

  • Beatrice è italiana, probabilmente originaria di Vergate sul Membro.
  • Tutte le donne in questo anime hanno la nona di seno.
  • I telefoni sono staccati, ma su tutta l'isola la TV funziona e puoi goderti spezzoni di Higurashi no Naku Koro ni Kai, attaccando così la quarta parete.
  • Questa pagina non contiene scritte blu perché l'autore di questo articolo ritiene che le streghe esistano.
  • Se intorno a te vedi dei maggiordomi con la testa da caprone, o credi alla magia o credi alla canna che hai in mano.
  • Ogni dieci minuti, nella casa di Kinzo uno specchio che riflette un orologio si rompe.
  • Inutile regalare anelli alla tua ragazza: morirà in modo orrendo. Piuttosto regalale una pistola.
  • Cerca di ricordare com'era fatta questa pagina prima che venisse riempita da un idiota... ricorda che bella forma aveva... mh, no... il rollback magico non l'hanno ancora inventato.
  • Quando Battler punta il dito, diventa il doppio più grande della testa.
  • Inutile che fingi, anche te non hai capito una mazza di questo anime.

[modifica] Articoli collegati

[modifica] Altri progetti

[modifica] Collegamenti esterni

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ No, non ripeterò tutte le volte "Umineko no Naku Koro ni".
  2. ^ Così gli staranno le scarpe nuove.
  3. ^ Con lei, solo 18 persone sono sull'isola di cui una X, una forse o apparentemente 17 se non per due persone che non si sa se Virgilia conti o quante siano se Kinzo è morto.
  4. ^ Ah ah ah.
  5. ^ Ah ah ah, per questa battuta merito di essere il quinto sacrificio.
  6. ^ Mi rifiuto.
  7. ^ il nome si passa di maestra in alunna, un po' come la rabbia accumulata nella giornata scolastica
  8. ^ Ma non cucina mai nulla perché tutti temono che il cibo sia avvelenato.
  9. ^ PWNED
Strumenti personali
Altre lingue
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo