Truzzo romano

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Freccia blu.png Voce principale: Tipi di truzzo (origine geografica)
Cilno.jpg
ATTENZIONE: CONTENUTO ALTAMENTE TRUZZO!
Quest'articolo è impregnato di truzzità.
Se sei un frequentatore di discoteche e pensi che le frecce della tua macchina abbiano un ritmo irresistibile c'è la possibilità che tu possa riconoscerti in una o più frasi del seguente testo e persino offenderti. Ovviamente, tutto ciò è possibile solo se sei o è presente il membro del branco in grado di leggere (o leggere ad alta voce).
Insomma, consultate ciò che segue a vostro rischio e pericolo.

Pecora pascolante nelle verdi vallate del Capitolino, credesi il più virile fra i cugini truzzi.

[modifica] Descrizione

Truzzo de Tdc.jpg

Classico truzzo romano di Netlog

Altro motivo di vanto per il truzzo romano è il fatto di appartenere alla città che fa da sfondo a uno dei classici della "Letteraturas Truzzonis" ovvero "Tre metri sopra il cielo" nota storia di una puttanella, aspirante truzza, che si fa inculare a sangue e malmenare da un tipico truzzo romano amante delle risse. Tutto questo solo per farsi un nome nell'ambiente truzzo della capitale, dove lo sport più diffuso è sfidare la sorte facendo delle impennate chilometriche con una moto mentre si è completamente ubriachi e strafatti di coca. Il numero è reso ancora più difficile dal fatto di avere una scrofa urlante attaccata alla vita tramite l'utilizzo di una cintura firmata Dolce&Gabbana. Questo sport diffusosi grazie al sopracitato libro (se si può chiamarlo cosi) ha contribuito però all'eliminazione fisica di molti truzzi per tanto si ringrazia il mitico autore Federico Mocciainculo. La situazione è quindi degenerata, poiché il manoscritto è diventato una vera Bibbia Truzza, dalla quale i truzzi devono prendere esempio. Non vi sorprendete quindi, se vedete una truzza buttarsi nel letame per farsi notare dallo sfigato di turno, sentire folti gruppi di truzzi delirare su corse clandestine e incontrare trentaquattromila persone di nome Pallina.

[modifica] Costume & Società

Come è normale tra gli individui della sua specie non gira mai da solo ma bensì accompagnato da esseri che non si contraddicono mai a vicenda, l'unica differenza è che per sua natura tende a essere in continua competizione con altri gruppi di truzzi che per esempio indossano mutande non originali, o con la scritta "armani" troppo poco visibile. Trascorre le sue giornate in giro per il suo quartiere, facendo poco o niente tranne che fumarsi le sue sigarette ultralights, mostrare i suoi nuovi occhiali, parlare di motorini rubati, aspettare che passi qualche napoletano per urlargli contro e in casi più estremi, e nei quali il branco è al completo, tirargli qualche pugno. I più trasgressivi fumano gli spinelli, il cui unico scopo è rendere più "piacevole" un pomeriggio in discoteca e donare un'aria più intellettuale rispetto alla normale espressione dipinta sul loro volto. Oltre alla discoteca le mete più ambite sono Via del Corso, in cui però girano per di più i trentenni scapoli in cerca di belle ragazze, Viale Marconi, l'ambitissimo laghetto dell'EUR, amato soprattutto dai truzzi di periferia, e soprattutto i centri commerciali: all'interno di questi trascorrono le tristi e noiose domeniche tutti quei truzzi che vogliono insegnare ai propri fratelli ancora in tenera età cosa sia l'orgoglio truzzo, mentre si fa shopping sfrenato, in modo da garantire continuità alla loro specie nelle generazioni future. Il detto "gli opposti si attraggono" non vale per i truzzi romani: loro si cercano e si trovano a vicenda usando frasi come "amò sei na cifra fica" o "tesò sei troppo un tajo" che attraggono sistematicamente persone del sesso opposto. Il loro richiamo amoroso dipende molto dalla zona di provenienza, ma un esempio che li può accomunare tutti è la frase tipo "tesò sciaqqua a sella che stasera se cavarca". La capacità di dire "io credo in dio" e bestemmiare 2 secondi dopo è posseduta solo dai truzzi romani (alcuni studi più recenti hanno dimostrato dipendere dalla vicinanza con il Vaticano N.d.r.) che con la loro finezza e la loro cultura rendono Roma una città stupenda (guai a chi dice che è piena di ignoranti). I termini con cui si possono identificare i truzzi romani sono: burino o boro, rozzo, soggetto, coatto, zoro, "tipo".
Non va dimenticato in ogni caso il rito principe che accomuna tutti i truzzi romani nelle loro svariate accezioni, le accese discussioni fra romanisti e laziali.
Potete trovare i truzzi romani in giro sulle loro vetture, quali motorini tristemente modificati che sembrano essere sul punto di prendere fuoco o Microcar, dette anche Macchinette, di colore scuro con una striscia rosa sul tettino. Le ultime sono usate dalle truzze femmine per "rimorchiare" ,ovvero fermarsi sul bordo della strada sporgendosi dal finestrino (rischiando così di essere decapitate dalle altre macchine in corsa), allo scopo di trovare truzzi maschi adatti all'accoppiamento.


[modifica] Tempo libero

Data la loro propensione alla cultura tendente a -infinito i loro discorsi, nelle rare volte in cui esulano l'acquisto di capi di vestiario che rasentano l'insulto a una mente sana, vertono sul campionato di calcio e la seguente rivalità campanilistica fra le due formazioni capitoline. Questo fenomeno è degno di menzione in quanto grazie a esso i truzzi romani, così come sono solite fare le comunità di ratti, autoregolano la loro presenza sul territorio regolando in maniera autonoma il loro numero eliminandosi vicendevolmente in accesi scontri.

[modifica] Luoghi

Orangopornobimba.png

Esemplare femminile di truzzo romano nell'azione che le riesce meglio: Mettere le labbra "a buco di culo"

Data la vastità dell'area metropolitana si potrebbe erroneamente pensare che il truzzo romano sia diluito all'interno della popolazione capitolina. Questo è quanto di più sbagliato ci si può aspettare nell'approcciare alla città, in quanto il truzzo romano ormai ricopre gran parte della popolazione compresa fra i 12 e i 35 anni, ma va dato adito alla questione che sfruttando la lontananza intrinseca di Roma essi vadano a scontrarsi fra gruppi provenienti da quartieri diversi, secondo la concezione che la decina di km che divide il loro luogo natale li renda persone diverse. Questi scontri solitamente si traducono in tenzoni svolte nelle arene più amate dal truzzo romano, le discoteche.
La situazione, da come si evince, è al limite del collasso, anche se, nonostante il numero percentuale rimanga molto basso, le minoranze etniche quali punk, metallari e rapper sfruttando l'ampia popolazione sono a ogni modo in numero considerevole dando, di tanto in tanto, una utopica e vana sfoltita alle schiere dei truzzi romani. Questo purtroppo perde siginificato al di fuori di Roma stessa perché in provincia pullula di poser.
Negli ultimi anni si è diffusa a Roma una specie in via di espansione che presenta delle variazioni rispetto al normale truzzo romano: il faggiano.
Il faggiano (non ho scritto male, è proprio con due 'g') proviene dalla periferia di Roma ed è un misto di tutti i generi più di moda quali i truzzi appunto, i rapper, gli house e solo da pochissimi anni anche gli pseudo pop punk (che nella scala gerarchica sono sotto gli emo perché fanno ancora più schifo); inoltre il faggiano è fiero di essere ignorante e si vanta di questo, attirando l'attenzione dei truzzi che rimangono affascinati e diventano anch'essi faggiani.

[modifica] Psiche

Il truzzo romano è particolarmente violento e irascibile, sopratutto data la sua scarsissima resistenza all'alcol e alle droghe, che ad ogni modo è solito utilizzare in gran numero, rituale che serve a stabilire nella scala gerarchica del truzzo la sua posizione predominante rispetto agli elementi più giovani. È consigliabile dunque fare attenzione quando lo si incontra. È ben noto, che il truzzo romano, soffra una grave intolleranza verso il truzzo napoletano, inspiegabilmente però questa specie ama ascoltare musica d'alto livello tecnico e strutturale (Parliamo di Nino D'Angelo, Gigi D'Alessio, o il ben più classico Gianni Celeste) proveniente proprio dal territorio del suo incontrastato nemico naturale. Questo risulta tra i comportamenti più anomali della specie truzza, ma come ben sappiamo, il truzzo romano non è ancora stato studiato a fondo.

[modifica] Abbigliamento

Il truzzo romano sta "nfissa pè" (ovvero ama) i Carrera, occhiali giocattolo usati anche dai clown che intrattengono i bambini futuri truzzi alle festicciole,le canottiere nere che aderiscono al petto e fanno sembrare dei gran fusti anche se in palestra ci vanno solo per grattarsi le palle e fissare il culo alle truzzette fissate con la dieta e il fitness e le tute del Chelsea, della Celtica (I truzzi romani sono finti fascisti e credono che il loro capo è Che Guevara), del Barcellona e altre squadre calcistiche straniere,anche se non sanno nemmeno cos'è un fuorigioco. Il truzzo maschio cerca di assomigliare alla truzza femmina nella speranza di rimorchiarla: unge il suo frangettino scalato e se lo piastra, si mette collane a pallini e adora le magliette rosa di D&G (Dammela&Godi) e Playboy. La femmina truzza cerca di assomigliare al truzzo maschio(ma tanto al truzzo maschio basta che ha più di un buco fra le gambe): indossa la tuta del Chelsea, si fa il ciuffo "gallo" al parrucchino di capelli bruciati dalla piastra e bionno platino,tifa l'AsR (Associazione Stronzi Romani)ed è rozza ("A piskè so popo fregna ko sta tutinaaaa"). In più adorano le "magliette non magliette",ovvero canottiere con buchi enormi oppure a rete dai colori più assurdi (verde vomito di vacca, fucsia culo di babbuino...).

[modifica] Espressioni tipiche

  • te piscio n'culo;
  • aripìjate
  • nùn me sbomballa'r guercio;
  • Roma caput mundi; (anche se non sanno cosa voglia dire)
  • Bella piskè;
  • PORKODDIO
  • ma fai tajà;
  • Sei popo 'n tajo;
  • Te dico fermate!;
  • Ma vatten'affanculo;
  • Dimmoò 'n faccia!;
  • Mo te sfonno;
  • Tesò;
  • Amò;
  • Patà;
  • 'nnamo in disco a rimorkià;
  • nnamo a Fregggene;
  • Scialla;
  • A Cojone!;
  • A cocime n'ovo!;
  • T'apro come na cozza;
  • T'arivorto come n'pedalino;
  • Ciè n'te ripii più;
  • e mò te corco!!!;
  • all'anima de li mortacci tua e de tu nonno n'cariolaaaaaa!!!;
  • mandò vai!;
  • nt'akkollà!;
  • nt'aregge carcola!;
  • è vecchia 'nculo!;
  • è brutto 'nculo!;
  • nte sei regolato!;
  • ma chi tte se 'nculaaa!;
  • Ma che davero?!;
  • Semo popo i peggio;
  • Sei er peggio;
  • ma tu zia kuea pelata!:
  • è troppo rozzo carcola;
  • è matto fracico!;
  • Quella s'aa spruzzicchia!;
  • Quella s'aa n'tende;
  • ao sò stato a na festa na cifra pervert;
  • Aò,quella lì s'aaa spignetta;
  • Ma tu madre;
  • Ma tu madre co a gamba de legno e co l'occhio de vetro;
  • Annamo ar Diabbbolika;
  • Sabbato nnamo all'NRG;
  • S'è giocato er culo a carte;
  • ma guarda ki sei ao!!!;
  • aia sei nnato bevuto!!!!;
  • ma pora bessiaa!!!;
  • rozzo quer piskello ao..;
  • e guardie te s'anno bevuto;
  • aoh!? cazzo te guardi?!? Che mme sta mbruttì?!;
  • Daje annamo a fa bordelloooo;
  • S'aaa comannamo tipo troppo!;
  • m'aa stò a tajà troppo;
  • te devi da sta zitto,senò t'ariva 'n big 'n bocca;
  • cè,s'aa stà a tirà 'na cifra popo;
  • Aò,sò coatto;
  • A ci' movite ke sebbeccamo 'n piazzetta!;
  • Sto a rota pè e pischelleee...;
  • Nfissa pè e pischellè!!;
  • TBM(TorBellaMonaca) sa commanna!;
  • Ostia spara Parioli impara!!!;
  • Roma capitale,Milano succursale!;
  • A mora te da nculo!;
  • A bionna te piscia nculo!;
  • Moretta+Biondina=zemelle pè sempreeee;
  • te pijo a sprangate'n bocca;
  • ndo te pijo te lascio;
  • SBEEEEEMMM (verso usato solitamente quando sono in procinto di tirare un finto pugno);
  • USHAAAAAAAA (come sopra);
  • me dai popo ar cazzo;
  • prinxessa popo aus lovvosa patatosa zemellina bionna (tipica frase truzza che si può comodamente trovare nei commenti personali di qualsiasi truzzo che abbia un account di messenger);
  • A secco stai fritto n'padella!;
  • Ar pezzo!;
  • Ar conto!;
  • Ma come stai...;
  • Baciame er culo!;

[modifica] Cosone Romano

Si tratta di una varietà romana di protoTruzzo, diffusa sul finire degli anni '90 fino ai primi anni del 2000, con epicentro il quartiere Prati di Roma. Il Cosone era caratterizzato dall'abbandono della propria iniziativa personale per seguire la moda e la massa, e sfoggiava il tipico atteggiamento dell’aggregazione in più o meno grossi branchi in cui si formava una struttura gerarchica definita; tratti caratteristici di un cosone erano il bigottismo e la passione per tutto ciò che seguiva la moda del momento. La rapida diffusione dei cosoni ha fatto crescere l’interesse sul loro modo singolare di riprodursi: pare infatti che il cosone utilizzasse un episoma per la strutturazione dei suoi meccanismi cerebrali. Questo episoma veniva trasmesso da un individuo a un altro tramite dei microscopici pili estendibili: una volta penetrato nell’ospite, l’episoma si attivava producendo molte copie di sé stesso e cambiando irreversibilmente le strutture cerebrali dell'infettato. Vi sono evidenze di individui in cui l’episoma non riusciva ad attivarsi per ragioni ancora ignote, forse per la presenza di una proteina antagonista (S-Fighina). Alcuni ricercatori credono che alcuni cosoni potessero attuare una mitosi, teoria che spiegherebbe il rapido diffondersi della contaminazione negli ultimi anni '90. Al giorno d'oggi il ceppo dei Cosoni è stato quasi totalmente assorbito dalla varietà dominante dei truzzi romani. Il truzzo romano, a differenza delle altre sub-culture-truzze, si riferisce alle altre tipologie di truzzo con la parola "burino".

Strumenti personali
wikia