To Love-Ru

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Ragazzina anime scioccata.gif
ATTENZIONE!!!
La visione prolungata di questa pagina può causare effetti collaterali quali epilessia, voglia di pilotare robot giganteschi, di lanciare onde energetiche e di spiccare il volo lanciandosi dalla finestra.


Granchio calamaro e polipo giganti.jpg

ATTENZIONE! La visione prolungata di questo articolo potrebbe farli venire a casa tua.

Quote rosso1.png Ma che sfiga!!!! Quote rosso2.png

~ Chiunque su Yuuki Rito, appena un meteorite lo colpisce dopo che per la 1000 volta non riesce a confessarsi ad Haruna
Quote rosso1.png Ma che culo!!! Quote rosso2.png

~ Chiunque su Yuuki Rito dopo aver visto che tutte cercano di dargliela
Quote rosso1.png Che figa!!! Quote rosso2.png

~ Chiunque su qualsiasi ragazza del manga
Quote rosso1.png Guarda Rito, ecco la mia ultima invenzione! Quote rosso2.png

~ Lala pochi secondi prima che qualche ragazza o lei stessa venga denudata

To Love-Ru è un manga ecchi che narra le vicende di Yuuki Rito, il classico protagonista inutile di turno. Rito non ha reali ragioni di esistere: non sfonda muri a pallonate, non è un Super Saiyan e non pilota robot giganti. Una persona normale, pure troppo. La sua unica ragion d'essere è un amore non corrisposto verso una compagna di classe, Haruna Sairenji. Allora come è diventato protagonista? Copiando miseramente la trama di Lamù, cioè ritrovandosi una figona aliena in giro per casa: Lala Satalin Deviluke, scappata di casa e apparsa, grazie alla prima delle sue assurde ed inutili invenzioni, nella vasca da bagno di Rito, completamente nuda. E, naturalmente, lui non ne approfitta. Eppure la scelta paga, infatti, senza alcuna ragione logica, Lala si innamora di Rito e decide di sposarselo. Da allora su Rito, che prima riusciva a malapena a farsi amare dalla mano destra, comincia a piovere figa di tutti i tipi: umana, fantasma, aliena (antropomorfa e non), infermiere sexy, l'ex ragazza/o ed ex cavia di Lala che cambia sesso quando starnutisce, un'assassina intergallattica che trasforma le sue parti del corpo in armi e persino la sua stessa sorella (minore, ovviamente...); ma l'idiota, al contrario di Makoto Kino, continua a correre dietro solo ad Haruna Sairenji, inutilmente.

[modifica] Personaggi

Personaggi di To Love Ru svenuti.jpg

Rito in una giornata tipo.

  • Yuuki Rito: inutile. Non ha nessuna caratteristica particolare, come ogni protagonista di un Harem Comedy che si rispetti, ma, misteriosamente, possiede un magnete che attira le più belle bonazze della galassia. Subisce spesso gli effetti delle invenzioni di Lala, come ritrovarsi una ragazza nuda accanto o essere trasformato nella ragazza ideale del tuo migliore amico.
  • Lala Satalin Deviluke: l'aliena che si teletrasporta nella vasca da bagno di Rito, nuda come mamma l'ha fatta. Ha una passione per invenzioni strane, che l'autore usa spesso come pretesto per far spogliare le ragazze. Fortissima, bellissima e intelligentissima, o almeno così si dice. Inoltre è la figlia del re della galassia. Sì, non è troppo difficile capire perché tanta gente vorrebbe sposarla... Cosa ci trovi in Rito è un mistero degno di Voyager - Ai confini della conoscenza. Il sogno di ogni uomo, visto che il suo sogno è sposare Rito insieme a tutte le sue amiche bonazze per fare tutti contenti.
  • Haruna Sairenji: la ragazza amata dal protagonista. In realtà anche lei lo ama, ma non riesce a farglielo capire neanche con le cannonate. Naturalmente dicendoglielo il manga terminerebbe, quindi non accadrà mai. Vive con sua sorella e ha un cane a cui piace leccarla in ogni luogo.
  • Peke: il robot e vestito mutaforma di Lala, unica sua invenzione che, a volte, funziona. Naturalmente una volta ogni tre capitoli si stanca e Lala rimane nuda.
Lala e Rito da To Love Ru.jpg

Lala e Rito mentre tornano a casa da scuola. Tempo due secondi e si ritroveranno completamente nudi in posizioni ambigue.

  • Mikan Yuuki: la sorella di Rito. Innamorata del fratello, una volta gli ha addirittura fatto credere di non avere rapporti di sangue in comune. L'idiota se l'era bevuta, ovviamente, ma le era mancato il coraggio per andare fino in fondo...
  • Oscurità d'Oro: poteva mancare la Gothic Lolita? Ovviamente no. Così si è pensato di inserire Yami-chan, un'assassina intergalattica venuta, per conto di uno dei tanti ex vogliosi di Lala, ad accoppare Rito. Fallita la missione, decide di rimanere sulla Terra ad osservare Rito, aspettando il momento buono per farlo fuori. Miracolosamente non si innamora di lui [1], cosa che ne fa una mosca bianca tra i personaggi femminili. Ha il potere di modificare liberamente parti del suo corpo (in genere i suoi capelli) e trasformarle in armi mortali. In realtà Yami-chan è solo un personaggio copia-incolla a Eve di Black Cat dello stesso autore. Evviva la fantasia!
  • Ren/Run: l'/la ermafrodita di turno. In realtà all'inizio esisteva solo Ren, che doveva avere il ruolo di rivale di Rito. Ma visto che, dal punto di vista della trama (che non c'è), non serviva, si è pensato al caro vecchio starnuto che cambia sesso. Così è nata Run e si è riciclato Ren, che oramai non appare neanche più. Alla fine i due si separano in due corpi divisi, così Rito non corre più il rischio di trovarsi in situazioni omo al primo starnuto.
Lucione Deviluke da To Love Ru.jpg

Ebbene sì, questo nanerottolo dalle fatezze di un gremlin è il padrone dell'universo.

  • Ryoko Mikado: la dottoressa sexy, perché ogni scuola in Giappone ne ha una, che lavora nell'infermeria della scuola e che si rivela essere il gestore del pronto soccorso/bordello per tutti gli alieni che abitano, da clandestini, sulla Terra. Anche lei ci starebbe tranquillamente con Rito.
  • Yui Kotegawa: affetta dalla sindrome del secchione è l'unico personaggio che si è accorto che dovunque vada Rito le ragazze finiscono sempre nude ma, non sapendo che questo è collegato alle leggi fisiche degli hentai, perde il suo tempo a scassare le palle a Rito, naturalmente sempre innocente. Dopo un po' anche lei si innamora di lui, come da copione. Essendo una tsundere, è quasi sempre prima nei sondaggi di popolarità. Il fatto che abbia una sesta non c'entra nulla. Si scoprirà in seguito che sotto sotto, nonostante si dia arie da paladina della morale, pure lei è una depravata come poche.
  • Gid Lucione Deviluke[2]: il padrone dell'intera galassia, e padre di Lala, anche se visto il suo aspetto da bambino chiunque penserebbe sia il fratello minore. Il suo attuale aspetto sembrerebbe dovuto al fatto che deve sopprimere i suoi poteri per non distruggere l'universo, ma molto più probabilmente è per non essere denunciato quando si comporta da pervertito con le ragazze.
  • Nana Asta Deviluke: sorella minore di Lala nonché gemella di Momo, è la principessina di Deviluke ed è piatta come una tavola da surf consumata. La cosa è controbilanciata dalla sua abilità di parlare con gli animali[3]. Insulta Rito ogni volta che lo vede, ma alla fine pure lei si innamora di lui.
  • Momo Velia Deviluke: sorella minore di Lala nonché gemella di Nana, è la principessina di Deviluke ed è[4] innamorata di Rito e desidera creargli un harem di piacere con tutte le sue amiche per poter condividere il suo amore, harem dove per ragioni non molto chiare è inclusa Mikan. Al contrario di sua sorella è decentemente sviluppata, e anche se mostra un animo gentile nel profondo è una porca della peggior specie.
Celine ubriaca.jpg

Celine ubriaca perché al posto dell'acqua gli è stata data la Coca Cola. Ottimo esempio di quanto Rito e compagnia sappiano prendersi cura di una pianta.

  • Celine: ha l'aspetto di una bambina piccola nata da una pianta, dice sempre MAU ed è sempre pronta a prendere a morsi la tetta della ragazza-vittima di turno. Caratteristica particolare di questo personaggio è il suo diventare sempre più piccola in ogni episodio, ma dato che il QI medio dei personaggi è inferiore a quello di un paramecio nessuno ci ha mai fatto caso.
  • Oshizu: per gli amici "Oshizu-chan", è la fantasmina di una ragazza morta settordici secoli addietro che non farebbe paura neanche a un cardiopatico. Quando alla fine della prima serie le creano un nuovo corpo diventa l'ennesima vittima delle due palpeggiatrici folli Risa e Mio.
  • Zastin: guerriero-sorvegliante di Lala sveglio incredibilmente meno del protagonista.
  • Saki Tenjōin: ricca bionda snob dalle tette prosperose, autodichiaratesi rivale in bellezza di Lala. Ha due ragazze-stalker personali e una delle due, ovviamente, vuole farsi Rito.
  • Rin Kujō: la samurai-guardia del corpo di Saki, ogni volta che vede Rito vuole farlo a fette con la sua spada di legno, ma poi si fa prendere anche lei dalla voglia di afferrare qualcos'altro anziché la spada, infatti si innamora di Rito pure lei.
  • Mea Kurosaki: La versione 2.0 di Oscurità d'Oro, infatti oltre ad avere i suoi stessi poteri può entrare pure nella mente delle persone. A differenza di Yami, però, è una pervertita di prima categoria e vuole farsi alla grande Rito.
  • Kyōko Kirisaki: Idol e amica di Run, mezzosangue aliena e terrestre che controlla il fuoco. Va a scuola di Rito per vedere se corrisponde i sentimenti di Run, ma dopo essersi imboscata in un armadietto con lui (ovviamente nuda), si innamora anche lei.
  • Tearju Lunatique: Personaggio che più stereotipato non si può, la classica prof con una sesta di tette e il cervello microscopico. Considera Oscurità d'Oro come una figlia. Ovviamente è considerata un genio, ma il suo nome è tutto un programma, infatti è più timida di una suora di clausura e sveglia quando un orso in letargo. Anche lei finisce sempre preda delle cadute mirabolanti erotiche di Rito.
  • Risa Momioka: Palpeggiatrice seriale, bisessuale e porcona di prima categoria e non si vergogna a dimostrarlo. Prova a farsi prima Rito e poi Momo. Anche lei è una delle principali candidate per l'harem di Rito.
  • Il preside: il personaggio più arrapato e pedofilo della serie (c'è anche Saruyama, ma il preside è inimitabile), alla vista di una qualsiasi ragazza che abbia meno di 18 anni la insegue per tutta la città pregandola di iscriversi alla sua scuola per potersi FAP-FAPPARE. Viene sempre menato dalla ragazza che sta importunando, ma la cosa non sembra dispiacergli più di tanto.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Una volta avevo un criceto di nome George che lesse la trama di "Bianca e Bernie nella terra dei Borghezio" prima di vedere il film e si suicidò. Quindi fate attenzione, non voglio avere altre morti pelose sulla coscienza.

Ora se avete letto tutti quei personaggi vi aspetterete chissà che trama... e invece no. La trama di questo anime si puo riassumere in una sola parola: tette. Difatti le tette di Lala sono il soggetto principale dell'anime e sono l'unica cosa che lega gli episodi uno con l'altro, i quali trattano tutti di come Lala e qualche altra ragazza finiscano nude e in posizioni imbarazzanti. Però se proprio siete pignoli si può scoprire avendo un parente giappocinese[5] che l'anime in realtà parla di come Lala sia precipitata sulla terra[6] mentre cercava di sfuggire ai suoi pretendenti e di come si sia innamorata di Rito, che non corrispondeva, e delle prove che i due hanno dovuto affrontare per salvare il pianeta Terra. Ma a nessuno importa.

[modifica] Curiosita

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • La trama è completamente originale: il fatto che il protagonista sia un emerito sfigato, che una figona aliena si presenti a casa sua e si innamori di lui a causa di un equivoco, e per giunta il fatto che il protagonista deve vincere una corsa per salvare il pianeta non è assolutamente copiato da un altro anime uscito 30 anni prima.
  • I vestiti da donna in questo anime sono fatti di carta velina, e al primo urto o soffio di vento si strappano e volano via, ad eccezione di quello di Lala che è ancora più fino e si strappa solo a guardarlo.
  • In Giappone l'eccitazione sessuale è evidente non tanto dal colore rosso peperone ma dal getto di vapore ad alta pressione che esce dalle orecchie.
  • Il reato di atti osceni in pubblico non è assolutamente contemplato dai vigili i quali si limitano ad osservare Lala nuda per strada.
  • Qualsiasi cosa dicano o facciano i protagonisti i passanti continuano come se niente fosse perché fanno parte dello sfondo.
  • Nonostante le ragazze di questo anime siano sempre nude c'è sempre qualcosa che impedisce la visione dei genitali. Passi pure il fatto che hanno la pelle che riflette la luce meglio degli specchi, passino le nuvole di fumo o polvere, ma quanto cazzo è probabile che lo stesso stramaledetto brandello di stoffa fluttui davanti alla figa e ai capezzoli per venticinque minuti e mezzo?
  • Voci non confermate asseriscono che Lala sia l'inventrice di Windows $Vista, citando come prova il grandissimo numero di difetti presenti in $Vista e nelle invenzioni di Lala.
  • L'universo nell'universo di To Love-Ru è popolata unicamente da due tipologie di persone: gli sfigati e le sventole.
  • In To Love-Ru la legge della caduta precisa è amplificabile all'infinito.
  • Le ragazze amano farsi il bagno insieme ogni 5 minuti.
  • Risa e Mio sono due pervertite lesbiche che amano palpare i seni delle altre ragazze.
  • La coda di Lala è paragonabile al punto G.
  • Tette presenti in questo manga/anime è Vx c R (per ogni x appartenente a R= quindi sempre presenti)

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Ma tanto poi cambia idea.
  2. ^ Ma che razza di nome hanno dato a questo?
  3. ^ Cosa abbastanza inutile se non per creare situazioni hentai con svariati polpi.
  4. ^ Ovviamente.
  5. ^ I sottotitoli mentono, nessuno a parte i giappocinesi può capire il giappocinese
  6. ^ Il pianeta Terra, non il terreno
Shōnen Jump logo.png
Strumenti personali
wikia