The Last of Us

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

The Last Of Us - Jackson County.jpeg

Tra le poche cose interessanti del gameplay vi è la possibilità di far indossare vestiti imbarazzanti ai protagonisti.

Quote rosso1.png Cioè zio, l'hai vista la grafica? Cioè è da sturbo, assolutamente da sballo!! Quote rosso2.png

~ Bimbominchia medio che ha appena inserito il disco nella console
Quote rosso1.png CAZZO! Quote rosso2.png

~ La parola più usata nel vocabolario di Ellie
Quote rosso1.png Io non mi trasformo in uno di quei cosi! Quote rosso2.png

~ Tess sull'essere stata morsa da uno zombie napoletano vegano comunista negro ebreo gay autistico coi risvoltini

The Last of Us (Per i pervertiti pedofili The Last of Ass) è un videogiuoco del duemilatredici uscito in esclusiva per PS3 (E te che hai l'icsbox rosica di brutto, gnè gnè). E' conosciuto in tutto il mondo per essere come l'unico titolo che si è beccato 10/10 da qualunque testata giornalistica anche prima che uscisse.


[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Una volta avevo un criceto di nome George che lesse la trama di "Bianca e Bernie nella terra dei Borghezio" prima di vedere il film e si suicidò. Quindi fate attenzione, non voglio avere altre morti pelose sulla coscienza.

A distanza di vent'anni da un'epidemia di colera causata dall'immigrazione napoletana e terrona in generale negli Stati Uniti, Joel, un contrabbandiere psicotico , forzanovista e socievole quanto Nonno Fiorucci deve trasportare fuori da Boston, con l'aiuto dell'amica Tess, una ragazzina di nome Ellie, il cui passatempo preferito è partecipare a gare di imprecazioni con alcuni scaricatori di porto. E qui iniziano i casini: Tess viene morsa da un napoletano infetto, le persone a cui dovevano affidare la ragazzina sono più morte di Freddie Mercury e vengono per giunta sgamati dai militari di Boston, che hanno intenzione di giocare al tiro al bersaglio con i loro crani. Tess si sacrifica e con un atto eroico trattiene i soldati, non avendo intenzione di trasformarsi in un essere che nega l'esistenza della mafia e che lascia la monnezza in giro..
The Last Sofas.jpeg

Uno dei DLC annunciati.

I due si dirigono quindi da Bill, un misantropo frocio che ha preso possesso da solo di un'intera cittadina, con l'obiettivo di recuperare un'auto per raggiungere il fratello di Joel, Tommy. Sterminando intere frotte di terroni e scambiandosi battute degne di Maurizio Costanzo recuperano i pezzi e partono, mandando Bill a fare in culo definitivamente.

Mentre attraversano Pittsburgh vengono assaliti da alcuni zingari che tentano di lavare i vetri all'auto, facendoli schiantare in un Lidl. Dopo aver fatto pulizia degli abusivi, incontrano due negri, Henry e Sam, che si uniscono al gruppo, rivelandosi utili alla trama quanto filosofia è utile alla scuola italiana; infatti, dopo essersi salvati il culo lasciando Joel ed Ellie nella merda, aver attraversato le fogne e le periferie cittadine senza muovere un dito, scopriremo che Sam è stato morso, trasformandosi in un napoletano (Come se essere negro non fosse stato sufficiente). Henry lo fredda senza pensarci due volte, e nel tentativo di grattarsi la testa con la canna della pistola preme accidentalmente il grilletto.

In autunno succederanno tante belle cose: incontreremo nostro fratello che si rifiuterà non solo di prendersi in carico Ellie, ma persino di farci entrare nel buco di merda in cui vive, Ellie inizierà a provocare Joel parlando della sua figliola morta come una stronza durante il prologo, e Joel finirà infine impalato su un tubo di ferro del raggio di dieci cm mentre scorrazzava allegro nell'università dove contava di trovare qualcuno a cui sbolognare, finalmente, quella mocciosa rompicoglioni.
The Last Of Us Demo.jpeg

Joel spiega ad Ellie la metodologia per abbattere un calabrese senza dare nell'occhio.

Arriva, dunque, l'inverno: Joel è ancora privo di sensi a causa di un bad trip causato da un cartone trovato in un tabaccaio cinese. Tocca quindi a Ellie trovare qualcosa da mangiare. Mette quindi in pratica ciò che ha visto durante le repliche di Wild, ma mentre si accinge a sbranare un cervo appena ucciso incontra David e James, una coppia diversa dalle altre che propongono uno scambio: il cervo per un deca di erba. Pensando di usarla per svegliar fuori Joel accetta, ma mentre aspettano James, che si è recato dallo spacciatore del paese vicino, vengono assaliti da un branco di calabresi incazzati come iene. Nonostante siano solo in due riescono a fare una strage. Tuttavia Ellie viene riconosciuta come la ragazzina che, all'università, ha preso un panetto di cocaina da un cassonetto all'entrata, ragion per cui prende l'erba e se la fuga. Purtroppo il rifugio dei due viene sgamato subito, e nel tentativo di depistare i tizi che vogliono salutarla cade da cavallo e perde la verginità con un ramo.

Ellie viene in seguito strangolata con una presa degna di Bret Hart, e si sveglia giusto in tempo per sorbirsi le avances di David, che riceve in cambio un dito spezzato.

Deluso decide di provare a farla a pezzi per sapere che gusto ha la carne di bambina, ma a causa di una distrazione Ellie ficca un Miracle Blade nel collo di James, e scappa fino a un ristorante, dove inizia una lotta senza esclusione di colpi che vanno dal coltellino al bazooka. Finalmente, dopo millemila scene cruente e di lotta, Ellie fracassa la scatola cranica di David con un piccolo coltello gridando come una metallara al ventesimo orgasmo di fila, prima di essere allontata da Joel, che non si sa come si è svegliato e per puro culo ha trovato subito la ragazzina.

Nell'ultimo capitolo, in primavera, i due raggiungono Salt Lake City, dove finalmente dovrebbero esserci i tizi che... per cosa cazzo erano arrivati fin là? Boh...

Fatto sta che ad un certo punto, nonostante non sapesse nuotare, Ellie prova a farsi un bagno in un punto profondo 3 metri e pieno di mulinelli. Joel la salva prima che si beva l'equivalente d'acqua che conta il mar Rosso, ma riceve una pacca sulla testa troppo forte da un tizio che l'ha scambiato per un pedofilo. Appena sveglio Marlene (no, non la mela...), il capo dell'organizzazione nota come Luci (In inglese Fireflies, traducete voi...) afferma che il cervello di Ellie verrà usato per creare un nuovo Frankenstein, ma Joel non è d'accordo: per dimostrarlo uccide qualunque forma di vita nel raggio di un km, salva Ellie e uccide Marlene, considerata pericolosa e non perché parte di una razza inferiore.

Nel finale Joel raggiungerà nuovamente la fabbrica di amianto in cui vive Tommy, raccontando ad Ellie di come le Luci fossero il male, di quante persone del nord stessero tornando a parlare italiano nonostante morse da infetti terroni e del fatto che lei gli ricordi la figlia morta.

Ed Ellie, da brava bambina qual è, si beve tutte le cazzate che gli vengono dette.

[modifica] Left Behind

Non contenti della quantità spropositata di denaro ottenuta dalle stratosferiche vendite, la Naughty Dog ha pensato bene di creare un unico DLC intitolato Left Behind (tradotto: dietro a sinistra, probabilmente il titolo è stato dato durante una sessione di mosca cieca dalle strambe regole).

Impersoneremo Ellie, in fuga dalla scuola con quella negra della sua amica in un centro commerciale. Qui il duo si diverte ad attivare generatori, parlare di gente morta, a sfondare auto a suon di mattonate e in generale a cazzeggiare a random. Nel mentre scopriremo come Ellie ha dovuto uccidere mezza popolazione mondiale infetta per recuperare ago e filo con cui ricucire Joel, che si ritrovava conciato come una vittima di Vlad l'impalatore

Ah, nel finale Ellie e Riley verranno morse, e il tutto si concluderà con un discorso struggente sull'amicizia e sulla morte.

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Personaggi

Joel: ex capo di Forza Nuova, è un contrabbandiere barbuto peggio di Mike Knox che non si farebbe problemi ad uccidere chiunque gli pesti un piede senza prostrarsi a chiedere scusa. I vent'anni di solitudine totale lo hanno reso sensibile e affettuoso come Burzum, oltre ad aver causato il suo odio indiscriminato verso bianchi, neri, ebrei, cristiani, musulmani, cinesi, gatti, cani e persino distributori di bibite al tamarindo nonostante ciò, per una malattia mentale non ancora diagnosticata (feticismo o cose simili, probabilmente), rivedrà in Ellie il riflesso della figlia morta vent'anni prima. E' grosso quanto un armadio a sei ante e ha dei bicipiti simili a dei prosciutti, tuttavia gli bastano un paio di ceffoni e una ventina di secondi sott'acqua per morire come un nerd sfigato che non ha mai fatto a botte/nuotato in vita sua.

The Last Of Ass.jpeg

La versione limited edition (fino ad ora l'unico acquirente è stato Berlusconi).

Ellie: (o il Sergente Hartman versione femminile quattordicenne): la coprotagonista del giuoco, è una ragazzina con forti problemi comportamentali dovuti alle prime mestruazioni: spara ingiurie e imprecazioni a profusione anche per le cose più insignificanti (del tipo "Porca puttana schifosa, questo cazzo di paesaggio è fottutamente bello, Cristo santo!"), rendendola più simile a un camionista bergamasco che a una ragazzina. Nonostante sia alta una cicca e uno sputo è capace di ammazzare con disinvoltura qualunque essere dotato di coscienza, con tecniche che variano dal suo inseparabile coltellino a serramanico fino alla sega elettrica, passando per la minigun e il lanciagranate.
The Last Of Us - tre personaggi si uccidono.png

No, non è quello che pensate voi...

Tess: donna nerboruta e mascolina (E anche un po' pelosa), la vedremo per nemmeno due ore di gioco, durante le quali ci ordinerà cosa fare, cosa uccidere, dove mangiare, dove cagare ecc... Da sola potrebbe affrontare la nazionale di Kick Boxing della Sud Corea, ma purtroppo, a causa di un succhiotto troppo ardito durante una sveltina hardcore è destinata a trasformarsi in un orrendo napoletano, quindi decide di sacrificare la sua vita per permetterci di battercela di gusto.

Tommy: fratello stronzo di Joel, assomiglia a una versione stracciona e unta di Brad Pitt, con qualche ruga in più. Dopo l'epidemia si è costruito una società sulle montagne in cui tutti sono sottomessi al suo volere e devono sottostare ai suoi desideri sessuali. Ad un certo punto è arrivato persino a litigare con Joel, probabilmente a causa di una mano troppo fortunata di briscola, o cose simili.

David: pedofilo incallito che tenta in ogni modo di approcciare Ellie, con l'intento di intrufolarsi nelle sue mutande, ma ritrovandosi sempre con qualche cicatrice/osso rotto. Prima di convertirsi alle gioie dell'eterosessualità era solito avere rapporti interrazziali con James in un boschetto apposito.

Sarah: la figlia sfigata di Joel, non serve assolutamente a un cazzo ai fini del gameplay, dato che a malapena sa come stare in piedi, tuttavia morirà alla fine del prologo a causa di un 5,56 mm nello stomaco, in una scena struggente e toccante.

[modifica] Gameplay

Il gameplay è qualcosa di mai visto prima d'ora: si tratta di un survival horror, ma che non ha nulla nè di survival nè di horror.

Durante il nostro viaggio attraverso gli USA potremo creare oggetti alla MacGyver: ad esempio un bastone diventa assolutamente letale se ci ficcate un paio di forbici dalla punta arrotondata sulla cima. Usando alcol e bende potremo creare molotov o medikit, il che significa che i protagonisti per estrarre i quaternari di tonnellate di piombo che inevitabilmente si beccano in ogni scenario, utilizzano il whiskey. Probabilmente la Naughty Dogs pensava facesse molto Rambo...

Le munizioni saranno limitatissime, ma solo alla più alta difficoltà, infatti, se giocheremo a facile, avremo più proiettili di un'armeria del Texas.
The Last Of Us - uomo lotta con mostro.jpeg

Sì, se vedi questa scena sei fottuto.

Importantissimi poi sono i nemici: si spazia da banditi rincoglioniti come Victoria Silvstedt (basti pensare che, se colpiti da una bottiglia lanciata contro la loro faccia staranno in allerta per trenta secondi, per poi fregarsene e ritornare alle loro occupazioni) fino agli infetti, il vero cuore pulsante del gioco (nonché milza, intestino tenue e pancreas), possono essere divisi in:

  • Runners: Infetti al primo stadio, minacciosi quanto una nonnina invalida e zoppetta mentre cerca di vendere biscotti all'angolo della strada, bastano un paio di schiaffi alla Trish Stratus per stenderli.
  • Stalkers: Sono come gli alieni... chi li ha mai visti?
  • Clickers: Uccidono con un colpo, ti si appiccicano addosso come una mosca losca su un cavallo dal naso a taraaallo, inoltre attenderanno strategicamente il finire delle munizioni prima di banchettare col vostro collo.
  • Bloaters: I veri pervertiti del gioco, ce ne sono solo sette, ma sono grossi quanto un'autocisterna, vi tireranno cose strane estratte dal loro ano per farvi soffocare, oppure si limiteranno a improvvisarsi dentisti abusivi e a farvi una manutenzione completa della mandibola, sradicandovela con le mani.

Essenziale è lo stealth, che non servirà a un cazzo, visto che verrete sempre sgamati, anche se immobili, deceduti, legati e imbavagliati, mentre Ellie potrà persino sparare, ballare il tip-tap, inveire o spararsi una canzone dei Korpiklaani a palla mentre prende a martellate una lamiera e nessuno si accorgerà di lei.

[modifica] Musiche

Le musiche sono state realizzate da nientepopodimeno che Gustavo Santaolallallerolallallà, che non è il tizio delle suonerie ma è quello che ha composto la OST di quel film coi cowboy froci. In questo caso gli strumenti usati variano dalla chitarra acustica fino ad assoli di MG42, oltre agli immancabili assoli di tamburo nigeriano di 3 ore.

[modifica] Multiplayer

The Last Of Us - bastonata.jpeg

Un tipico giocatore la cui testa sta per essere ridotta nelle condizioni di un cocomero lanciato dal terzo piano.

L'appassionante giuoco non sarebbe tale senza una degna modalità multiplayer[citazione necessaria]. Verremo sbattuti in una serie di mappe create a cazzo di cane, prendendo elementi random degli scenari del single player e sbattendoci dentro 8 giocatori divisi in squadre che se le danno di santa ragione, usando metodi che vanno dai pugni al lanciafiamme. La sfida principale sarà non bestemmiare a ripetizione dopo che, per l'ennesima volta, sarete stati oneshottati da una freccia lanciata attraverso la mappa dal discendente post apocalittico di Robin Hood. Vincendo (ma anche perdendo, il più delle volte) si guadagneranno pezzi (Rottami? Ingranaggi? Chi lo sa?) che ci permetteranno di allargare il nostro clan (l'unica famiglia che il giocatore nerd avrà mai durante tutta la sua vita) oppure per comprare potenziamenti come armature della squadra di hockey o armi tanto costose quanto inutili. Meno partite vinceremo e più i membri del clan saranno affamati e poco in salute. Sono presenti tre (TRE!) modalità di gioco che non differiscono tra loro per un beneamato cazzo.

[modifica] Voci correlate


Sony logo.svg
Strumenti personali
Altre lingue
wikia