FANDOM


Sposini pollo
ATTENZIONE!!!
Se stai cercando informazione corretta...

Cambia subito canale!

E se hai meno di diciotto anni la visione di questo programma potrebbe traviarti per sempre.
NonCitazLogo
NonCitazioni contiene deliri e idiozie (forse) detti da o su Tg4.


Quote rosso1 ATTENTATO!! Quote rosso2
~ Tipica frase di apertura del TG4
Quote rosso1 Il Tg4 è il Tg5 scritto più largo. Quote rosso2
Quote rosso1 La sua è concorrenza sleale Quote rosso2
~ Striscia la Notizia sul Tg4

Il Tg4 è il Tg4. Nessun'altra descrizione spicciola farebbe giustizia a cotale scherzo mediatico condotto fino al 3678 a.C. da quel Maestro di Vita di Emilio Fede.

Cos'è? modifica

Logo TG4 taroccato

Logo del Tg4

Storicamente, attorno al Tg4, sono nate due scuole di pensiero: secondo i becchini rappresenterebbe un telegiornale satirico dalla dubbia ironia che tenta di prendere il posto di Striscia la notizia; secondo i maniaci sessuali, rappresentati da Joe Scannabuoi (leader del Movimento Italiano Apartitico Stupratori e Maniaci Assortiti, il MIASMA) è solo la risposta italiana a quello che gli Stati Uniti hanno fatto in Vietnam.[1] Questo è quanto afferma la filosofia. Nel mondo reale, il Tg4 è da sempre considerato, più che un telegiornale, un luogo dell'anima; creato a immagine e somiglianza del carismatico leader spirituale Emilio Fede.

La fondazione modifica

Il TG4 nasce nel 1967 in risposta al cinquantesimo anniversario della rivoluzione d'ottobre dall'idea del suo fondatore Emilio Fede già noto alla TV italiana per una sua disfunzione ghiandolare che lo porta ad avere erezioni che durano ore. Nasce dalla felice congiuntura di eventi che portarono in quell'anno alla scarcerazione tramite indulto di Mengele, dall'arrivo in Italia per una breve vacanza del Behemot, e dall'avveniristica idea di rifarsi le tette di Lori del Santo.

I conduttori modifica

Edwige Bernasconi modifica

Direttrice dal 1991 al 1992, quando il TG4 era un rotocalco dedicato esclusivamente alle casalinghe (che nel frattempo sono morte e hanno lasciato il programma in eredità ai loro nipotini di CasaPound), venne assunta solo perché Berlusconi si fece ingannare dal nome, e un po' anche dal cognome.

Emilio Fede modifica

Ragazzo brutto TG4

Edizione speciale: Silvio Berlusconi trova il nascondiglio di Osama bin Laden!

Dal 1º giugno 1992 al 28 marzo 2012 subentra Emilio Fede. Egli torna dall'amico/amante di sempre, l'amato Silvio, con un'idea innovativa: trasformare un rotocalco rosa di 10 minuti in un'agiografia del Cavaliere da mandare in onda 25 ore al giorno, 8 giorni alla settimana; Berlusconi risponde sbalordito ed entusiasta: «E tu chi cazzo saresti? Come hai fatto a entrare qui dentro?». Dopo un rapido scambio di opinioni, Berlusconi capisce il colpaccio e accetta l'idea.

La conduzione di Emilio Fede si ricorda, oltre che per le giornaliste scollacciate e per la copiosa quantità di bava che colava dai teleschermi, per edizioni straordinarie che fecero la storia del reality show:

  • 11 settembre 2001: primo TG in Italia a far vedere la gente che si tuffava dalle finestre, con tanto di voto tecnico e medaglie.
  • 20 marzo 2003: primo TG in Italia a mostrare quei bei colpi di cannone traccianti che di notte sembrano Guerre Stellari, mentre di giorno, che non si vede niente, bisogna accontentarsi dei cadaveri.
  • 17 maggio 2011: primo TG in Italia a non accorgersi che Berlusconi aveva perso tutte le elezioni amministrative.

Il 28 marzo 2012 viene espulso a causa di un complotto delle "toghe rosse" che, non contente di aver condannato Berlusconi per fatti mai commessi, si accaniscono pure su Fede mettendogli nella ciotola dei croccantini avvelenati.

Giovanni Toti modifica

Mario Giordano con la bocca chiusa

Dal 28 marzo 2012 al 27 gennaio 2014 dirige Giovanni Toti, giusto il tempo di cestinare tutti le rubriche inventate da Fede dopo aver "tirato" più del solito, licenziare le meteorine perché ormai troppo vecchie, e sostituire i precedenti leccaculo con nuovi professionisti dell'informazione. Il rinnovato successo del TG gli merita una poltrona da presidente della regione Liguria, che scalderà con immenso piacere.

Mario Giordano modifica

[NB: la seguente sezione va letta in falsetto] L'attuale direttore è Mario Giordano, selezionato accuratamente fra i più dotati componenti dello Zecchino d'Oro. Il TG assume un taglio meno cazzone e più da cronaca nera, incentrato sulla squallida vita dei poracci e sui morti ammazzati, un contesto trucido in cui solo Alessandro Cecchi Paone può trovarsi a suo agio come conduttore; infatti si licenzierà mesi dopo, lasciando il posto come coppia di conduttori a Rosa e Olindo.

I servizi modifica

Politica modifica

Emilio Fede abbandonato da Mediaset

Un altro caso di abbandono di animali

Se conduce il direttore parte un predicozzo su quanto la destra sia avanti rispetto ai comunisti, e finisce con l'insultare tutti gli oppositori, altrimenti c'è una signora un po' apatica che esordisce con un'introduzione molto lineare e neutrale come "Si svolgono manifestazioni nel nostro paese in seguito alla riforma della scuola". Parte il servizio, con un'intervista ai ragazzi per "capire perché protestino"; i "ragazzi" sono presi a caso, in un esteso campione rappresentativo di un liceo classico in un quartiere-bene di Roma, sempre lo stesso. Alla domanda "Ci sono delle proteste contro la riforma, sapete in cosa consiste?" hanno molte difficoltà:

Wikiquote
«I punti della rimorf... rifommm... riforma? Oddio, non li ho studiati.... vediamo.... Romolo, Numa Pompilio, Melchiorre e Brontolo? Giusto?»
(Anonima studentessa di un liceo classico romano)

Dopo cinque o sei interviste del genere passano a qualcuno, sempre della stessa scuola, che dice "Ma no, non sanno niente! Manifestano perché sono dei comunisti che odiano la vita e Silvio e non si lavano mai le ascelle!".

Al ritorno in studio (la conduttrice intanto stava bevendo di nascosto un sorso di grappa) c'è un collegamento telefonico col direttore di Libero o del Giornale, che fa notare come i giovani siano dei cretini perché non hanno capito l'intelligenza insita nella riforma/legge in questione e si sono fatti manipolare dai persuasori occulti comunisti.

Per concludere, una telefonata pure a un ministro o, se proprio va male, a Schifani, che ripete le stesse cose dette da quello della telefonata prima ricordando che tutti quelli che dicono diversamente sono dei comunisti. A volte aggiungono pure una brevissima telefonata al più calmo e insignificante degli oppositori, al quale viene cortesemente impedito di dire castronerie togliendogli l'audio oppure ridendogli sopra. Intanto sullo schermo dietro la conduttrice appaiono immagini di repertorio in cui i leader degli altri partiti vengono inquadrati mentre sbadigliano o si scaccolano il naso.[2]

Invece nello sciagurato caso in cui la destra non sia al governo, e la riforma della scuola sia quindi di quegli altri, si fa l'esatto contrario.

Cronaca modifica

I servizi di cronaca del Tg4 sono quasi un po' meno peggio di quelli delle altre reti: quasi mai le musichette di sottofondo come Studio Aperto, niente spezzoni di fiction e film inseriti in mancanza di scene originali come il Tg5, niente toni truci (del tipo "l'hanno massacrato con una violenza inaudita e bestiale e ora la sua anima divorata dal dolore non ha pace dopo questo carneficinoso delitto insanguinato") tanto cari a Studio Aperto.

Generalmente i servizi di cronaca del Tg4 partono con una brevissima descrizione del fatto e un'inquadratura di una strada o di un cancello di una casa a seconda del luogo del delitto, per poi mostrare riprese dei vari personaggi coinvolti mentre la voce parla con toni soporiferi del delitto, a meno che non sia coinvolto uno straniero. In tal caso, il tono del conduttore ricorda quello di James Hetfield quando si alza male la mattina, e egli fa un salto ogni volta che viene detto "rumeno" o "clandestino". Se è giorno di festa allora il conduttore fa un piccolo commento sugli extracomunitari che "no, non sono tutti criminali, il bene e il male c'è dappertutto, però i delinquenti vanno incarcerati, cielo a pecorelle pioggia a catinelle, non ci son più le mezze stagioni..." e magari telefona a qualche leghista che fa notare come la sinistra abbia bloccato una loro legge che magari, forse, avrebbe "rimandato a casa" il delinquente prima che facesse danni, anzi, hanno proposto un emendamento per rimandarlo a casa prima che nasca.

Scienze modifica

Curiosamente anche questi non sono malaccio, consistendo nella classica intervista telefonica a un non meglio identificato ricercatore, mentre sullo sfondo appaiono le solite immagini di satelliti in computer grafica e foto di galassie o scienziati che travasano provette colorate; immagini preparate nel 1980 come salvaschermo e mai più modificate, cosi vecchie che si vede un biologo elaborare dei dati con le schede perforate.

A un certo punto la giornalista chiede se ci saranno sviluppi futuri, e il ricercatore (precario) risponde "Ci sarebbero stati se il governo non avesse tagliato i fondi per la ricerc.." ma purtroppo cade la linea. Che peccato! Se invece è al governo la sinistra, parte un pippotto di mezz'ora sui tagli alla ricerca.

Servizi Igienici modifica

In fondo a destra.

Rubriche modifica

Gabriella Grechi meteorina Tg4

Eh, bei tempi quando la meteorologia era una cosa seria...

Meteo modifica

Quando il mondo era meno crudele e le "olgettine" pascolavano liberamente i campi, la rubrica dedicata alle previsioni del tempo era curata dalle Meteorine, esperte di nessun argomento in particolare ma colme d'amore per il pubblico maschile; in quale difficilmente sapeva che tempo avrebbe fatto l'indomani.

Con l'arrivo di Toti esse vengono sostituite dagli esperti del Centro Epson Meteo, e da quel momento anche il pubblico maschile può rendersi conto del fatto che non ci beccano mai neanche loro.

Curiosità modifica

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • Le annuali selezioni per le collaboratrici di Emilio Fede venivano svolte tramite il cosiddetto Protocollo Siffredi, un lungo e duro test che selezionava solo le ragazze più capaci, disponibili e tettone.
  • Il TG 4 inizialmente si doveva chiamare TG Silvio ma si pensava fosse un nome un po' troppo di parte per cui si decise di cambiarlo. Dopotutto l'importante era che rimanessero di parte i contenuti.

Collegamenti esterni modifica

Voci Correlate modifica

Note modifica

  1. ^ quest'ultima affermazione è da sempre considerata uno sbaglio di traduzione, dato che il signor Scannabuoi ha da sempre l'abitudine di parlare in lingua Naboo dopo essersi riempito la bocca di datteri
  2. ^ Gettonatissimo è lo sfondo di Romano Prodi che beve un bicchiere d'acqua con i colori dell'immagine totalmente sfocati. Un pezzo da antologia.
Silvy
Questa è la via! Ascoltate e credete sempre al buon vecchio Emilio e ricordate: la Mafia non esiste!!
Cribbio!
Logo TG4 taroccato I-TIGI 1, la tua fonte di disinformazione quotidiana
Il Telegiornalissimo di Min-Zhō-Lin | Tele Hammamet | Tele Kabul | Tele Vergate sul Memrbo | 'O Neapulitano | Tg 4rcore | Tg sClero | Calcio-culo-figa-tette | GF-culo-figa-tette | Almanacco della Setta | Merdoch News