Terza battaglia di Lepanto

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Scenario Battaglia di Lepanto.PNG

La mappa in cui si svolse il conflitto. Le zone verdi sono quelle contese, le zone blu sono invece quelle che furono investite dalle loffe di S. Joseph Alloffateur (vedi nota storica) sulle quali scomparve ogni forma di vegetazione.

Quote rosso1.png Puffate all'arrembaggio miei piccoli pufcompagni! Quote rosso2.png

~ Grande Puffo durante l'epica battaglia
Quote rosso1.png Mariaaa dove cazzo è la carta igenica! Quote rosso2.png


La terza Battaglia di Lepanto avvenne il 7 ottobre 1930, ed è famosa per essere stata la più grande battaglia navale della storia: richiamò navi da ben 6 dei 7 mari (uno era in manutenzione).

[modifica] Svolgimento

Vide schierati da una parte gli imperi orientali: l’impero a otto mani, la Prussia e gli Alieni comunisti, dall’altra le forze occidentali: la Spagnola, l’America e il P.I.R.L.A. (Progetto italiano repubbliche, leghe e associazioni benefiche), ovvero un alleanza di vari enti italiani.

La battaglia avvenne per il possesso del Pelopponeso, dei Tarzanelli e delle vicine rotte marittime diventate importanti dopo l’esplosione del fenomeno Low Cost.

Il pretesto per l’inizio delle ostilità fu l’ affondamento di un motoscafo della Ryanair. Subito i PIRLA dichiararono guerra all’impero a otto mani, fu allora che scattò il sistema delle alleanze e l’allarme di una Fiat Duna parcheggiata lì vicino. La spagnola e l’america si alleano con i PIRLA, mentre gli imperi orientali danno vita all’alleanza chiamata East coast snoop boys, nella quale si aggiunsero poi gli alieni comunisti alle percussioni.

Silvio Berlusconi, odiando profondamente gli alieni decise con un discorso storico, la sua discesa in campo a fianco dei PIRLA.

[modifica] Le Forze in campo

Barche porto.jpg

La potente e minacciosa flotta degli alieni ancorata al porto di Castelfranco Veneto.

[modifica] Alleanza dei PIRLA:

Gli italiani potevano contare su numerose navi di svariata provenienza. Si distinsero particolarmente la Provenzano Re battente bandiera della Mafia, la Luna verde della Lega Nord e la Santa Margherita Hack di proprietà della Caritas. Gli spagnoli guidati dall’ammiraglio Miguel Bosè II avevano invece una cinquantina di Trireme equipaggiata con i ragazzi di Paso adelante. Gli americani (ma sarebbe più giusto dire i Maya visto che a quell’epoca l’America non era ancora stata scoperta) guidati da Mich Biuchennon, potevano contare su temibili truppe di terra e su 10 navi da guerra leggere costruite in stuzzicadenti.

Totale pedine per la battaglia navale:

  • 24 navi da 5
  • 48 navi da 4
  • 80 navi da 3
  • 41 navi da 2
Nietzsche e Wagner.jpg

La storica firma del trattato tra i prussi e gli ottomani, i due leader Shredder e Solamano sono chiaramente riconoscibili.

[modifica] East Coast Snoop Boys:

L’impero a otto mani fu guidato in questa battaglia dal suo più grande amministratore di condominio, il sultano Solamano il Magnifico, con un esercito di 30000 Pizzaioli turchi. I prussiani schierarono una temibile flotta guidata da Shredder e dal suo ammiraglio più fidato, Capitan Harlock. Gli alieni comunisti, non avendo programmato nel loro Piano quinquennale questa guerra, furono costretti al gran risparmio, per cui noleggiarono via web 500 barche a remi della Hertz e assoldarono come equipaggio alcuni punkabbestia trovati nelle stazioni ferroviarie di Mestre e Terontola. Li guidava Grande Puffo, in forma come non mai.

Totale pedine per la battaglia navale:

  • 20 navi da 5
  • 56 navi da 4
  • 78 navi da 3
  • 62 navi da 2
  • 20 sommozzatori prussiani da 1 (economici e quasi imprendibili)

[modifica] Diario di guerra

Benché la battaglia principale si svolse via mare, furono compresi in questo scontro altri fronti come quello via terra, via etere e viadotto.

Via terra le truppe degli uomini a otto mani combatterono con le arti del monopoli contro i maya dotati di potenti autoblindi a tre ruote con cannoni da 25, 125 e 500cc, i famosi Ape Maya. Oggetto della contesa la discarica di Lepanto. Entrambi gli eserciti furono messi ko da un’ epidemia di salmonellosi.

Via etere Berlusconi si aggiudico presto la vittoria con l’utilizzo di armi illegali e disumane come Lucignolo bella vita e Amici.

Viadotto ci pensò la mafia con la sua grande esperienza sul campo.

[modifica] 1° giorno

  • La flotta Spagnola e quella degli alieni comunisti si scontrano, Miguel Bosè II è subito in difficoltà, infatti continua a bombardare in v13 quando la tabella arriva fino alla r. È la prima disfatta per gli alleati: le navi spagnole vengono tutte affondate e i ragazzi di Paso adelante naufragano sull’isola di Lost, diventando i protagonisti della 5° serie
  • Mich Biuchennon salva un turista
  • Due navi di stuzzicadenti Maya vengono distrutte dalle navi alleate dopo i pasti

[modifica] 2° giorno

  • I PIRLA si scontrano contro gli alieni comunisti; la battaglia è a fasi alterne, i PIRLA attaccano con le galee ma gli alieni rispondono con i galeoni andando in vantaggio. I PIRLA allora usano Giampiero Galeazzi: nulla possono gli alieni contro questa potenza, si salveranno fuggendo solo 3 barche di punkabbestia, che fonderanno un centro sociale a Jesolo
Giampiero galeazzi e umberto smaila in canoa.jpg

Galeazzi all'attacco con il suo scudiero, Fafuffete.

  • Mich Biuchennon salva un marinaio agonizzante dopo aver mangiato una pepata di cozze
  • Continua lo smembramento delle navi Maya dopo i pasti
  • Muore Capitan Harlock, quando Shredder dopo una manovra errata gli grida “sei un pirla!”, al che i soldati gli sparano credendolo una spia. Si salverà dai proiettili, ma morirà comunque per ingestione di calamaretti avariati.

[modifica] 3° giorno

  • La flotta di Solamano il magnifico si scontra contro i PIRLA. La battaglia è cruenta e i pirloni sono in vantaggio, l’esercito degli uomini a otto mani già pensa alla fuga quando Solamano fa il suo più famoso discorso:
Wikiquote.png
«Non ci ritireremo mai! anche se tutti i miei uomini dovessero morire continuerei a combattere da solo, non ci sara fuga finché vivrò»
(Solamano il magnifico durante la terza battaglia di Lepanto)

Subito i suoi marinai gli sfasciano la testa con un ancora e lo buttano a mare, dopo di che si danno alla fuga.

  • Mich Biuchennon salva una ragazza da un polipo gigante
  • Le navi della Lega Nord si spostano sulle retrovie: vogliono evitare che qualche naufrago a otto mani raggiunga la costa italiana

[modifica] 4 giorno

  • Tregua. Le flotte fanno un break e tornano a casa - tutte tranne quella Maya che, non avvisata, resta come un idiota a combattere da sola.
  • Mich Biuchennon salva un documento con estensione .bas

[modifica] 5 giorno

  • Le armate rimaste si scontrano fino al tramonto, al 10 gioco gli italiani sono in vantaggio ma i Prussiani giocando il jolly pareggiano. Si deciderà tutto al Feel Rouge
  • Mich Biuchennon salva un pesce chiodo da un pesce martello

[modifica] 6 giorno - il Feel Rouge

  • C’è un italiano, un prussiano e un maya che devono passare sopra un formicaio gigante; prova per primo il maya ma viene aggredito dalle formiche e fugge; prova il prussiano ma anche lui torna indietro urlando dal dolore; allora prova l’italiano e ci passa illeso. Come hai fatto? gli domanda il prussiano. Fanculo! cazzi miei!! risponde l’italiano; detto questo gli tira un calcio nei coglioni ed esclama CAMPIONI DEL MONDO. L’Italia vince così la guerra. Nessuno sa come abbia fatto l’italiano, ma come al solito non lo dice.
  • Mich Biuchennon salva la faccia.
Wikiquote.png
«Se avessi partecipato io avrei vinto e salvato anche le formiche»
(Mich Biuchennon dopo la vittoria al feel rogue)

Dopo questa battaglia il Pelopponneso e i Tarzanelli passano alle forze occidentali e si apre un periodo di crisi per gli otto mani che culminerà con lo smembramento dell’impero in 4 normalissimi regni a due mani.

[modifica] Nota storica

Molti storici sostengono che la vittoria di Lepanto si debba al provvidenziale intervento di S.Joseph Alloffateur, un terribile Stanto-combattente che stordì i Turchi a colpi di loffe atomiche. Si sostiene che tuttora i Tuchi puzzino in conseguenza di quell'evento, cioè dell'indelebilità genetica delle loffe del Santo.

Strumenti personali
wikia