Tales of the Tempest

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nel caso tu non abbia la più pallida idea su ciò di cui si parla in questo articolo, dovresti fare un salto qui.
Tales of the Tempest
Tales of the Tempest Logo.png
Per la realizzazione di questo logo solo un lupo è stato cosparso di benzina e bruciato vivo.
Tipo di gioco Simulatore di campi da calcio infiniti.
Programmato da Mio nipote di 3 anni
Pubblicato da Namco Bandai, pentita.
Piattaforma Nintendo DS
Approvazione del MOIGE Non lo conoscono.
Tipo di giocatori Emo, fan con troppe speranze.


Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Tales of the Tempest
Quote rosso1.png E questo da dove salta fuori? Credevamo che i personaggi che avevamo messo nei vari crossover li avessimo rubati da una funpic su internet. Quote rosso2.png

~ Namco Bandai su Tales of the Tempest.
Quote rosso1.png Solo due cose sono infinite: La World Map e la stupidità di quelli che l'hanno sviluppata Quote rosso2.png

~ Albert Einstein su Tales of the Tempest

Tales of the Tempest è quel capitolo della omonima saga di Tales of che ha fatto impazzire i poveri traduttori amatoriali e di cui la Namco Bandai continua a negare l'esistenza; questo fu uno degli ultimi capitoli prodotti da un certo Makoto Yoshizumi[1], che tentò di tutto per oscurare l'esistenza di questo gioco, arrivando addirittura a spacciarlo per spin off.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Avvertenza:
Questo articolo contiene dettagli che potrebbero rovinarti la "sorpresa", come per esempio il fatto che

È tutta colpa del Re malvagio
Beh, ormai che l'ho detto puoi anche leggere tutto...

Stop hand.png
Sheena disperata.jpg

Una fan della saga realizza la longevità di questo jrpg[2].

La location dove tutto ha inizio è una novità assoluta nel panorama dei videogiochi di ruolo: un villaggio del cazzo. Lì vive un certo Caius con il padre adottivo, che rivela:

Wikiquote.png
«Io sono il tuo padre adottivo, preparati ad un plagio di Star Wars

Nello stesso villaggio vive anche la bellissima[citazione necessaria] ragazza della porta accanto, Rubia. Tale porta, oltre ad essere quella accanto, è anche quasi l'unica apribile di tutto il villaggio.

Tutto sembra tranquillo, quando improvvisamente I MOSTRI ATTACCANO IL VILLAGGIO!! AAAAAAAAH! Per fortuna il padre, che è un licantropo, si trasforma in un orso della Lego[3] ed uccide tutti i mostri. Gli abitanti del villaggio però non si sentono al sicuro con uno che potrebbe perfino proteggerli, ma Caius è tranquillo, perché si fida ciecamente degli abitanti del villaggio.

Un secondo dopo gli abitanti chiamano l'inquisizione spagnola, capitanata da dei certi Rommy e Lukius, che arriva ed arresta il povero padre di Caius, che è adottivo (è importante ricordarlo). Nel frattempo i genitori di Rubia vengono uccisi, tanto per far finta che lei abbia una vera ragione per seguire il protagonista per una mitica avventura per salvare il padre[4].

Poco dopo gli sviluppatori si sono accorti che non sapevano dare ragioni valide per aggiungere altri membri del gruppo, che vengono inventate sul momento; arrivano quindi Tilkis e Forest, che stanno investigando sui piani della chiesa malvagia, dove è stato rinchiuso il padre di Caius, che in realtà è adottivo.

Arrivati alla grandissima capitale dell'impero, che in realtà è più o meno grande come il villaggio iniziale, Forest viene rapito e rinchiuso nelle segrete della chiesa malvagia, in quanto anche lui può trasformarsi in un orso della Lego, a quanto pare. Grazie all'aiuto di una tale Arria, che ci ricorda che entrare dalla porta principale è troppo mainstream, i protagonisti irrompono nella chiesa malvagia passando dalle fogne. Arrivati alle segrete liberano tanti licantropi inutili come loro e scappano buttandosi in un fiume.

Dopo essere arrivato senza sensi magicamente a 1 Km dalla riva, Caius si sveglia assieme ad Arria, ed è costretto ad uccidere[citazione necessaria] il padre, che è adottivo, controllato dalla potente magia di Rommy. Senza che lui abbia la possibilità di dire qualche frase di conforto che avrebbe potuto addirittura creare una trama, si trasforma improvvisamente in una statua in tungsteno. Nella furia generale Caius scopre di avere anche lui l'abilità di diventare un orso Lego.

Dopo di questo i protagonisti viaggeranno fra un villaggio e l'altro senza una vera ragione, scoprendo nel frattempo che uno dei cattivi è un gemello segreto del protagonista e che a quanto pare tutti i casini della chiesa malvagia sono stati organizzati da un insospettabile Papa. Però, dopo averlo ucciso, scoprono che i mostri non sono scomparsi, ma il papa, che in realtà era buono, usa le ultime forze per dire le sue ultime parole:

Wikiquote.png
«Devi fare più di un'ora di backtracking per scoprire delle cose che non ti interesseranno minimamente...»
(Ultime parole del papa)

Dopo aver scoperto che a quanto pare c'è un certo Re™ a capo di tutto, i nostri eroi si dirigono verso un dungeon finale più epico del mondo angelico di Tales of Symphonia e delle rovine celesti di Tales of Vesperia messi insieme, una MONTAGNAH!

Lì gli sviluppatori si ricorderanno di aver dimenticato di rivelare l'identità del padre di Caius, che scopriremo essere il precedente Papa già morto ore addietro, che ha rinunciato bellamente alla castità. Sconfiggeremo per la millesima volta Rommy, che si rivelerà un mostro viola in costume, infine ci dirigeremo verso una cattedrale costruita in mezzo al nulla e sconfiggeremo un tale chiamato Re™, mai visto prima.

Sfortunatamente il budget non era abbastanza per fare un combattimento finale nella cattedrale sulla montagna nello spazio profondo.

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Gameplay

Gameplay tales of the tempest.gif

[modifica] Il lavoro dei traduttori amatoriali

In quanto, giustamente, questo capitolo non è mai arrivato in occidente, un gruppo di uomini coraggiosi ha deciso di cimentarsi nell'impresa coraggiosa di tradurre questo capitolo, probabilmente a causa della psicologia inversa.

Non ci sa cosa sia successo in seguito, leggende narrano di traduttori amatoriali risucchiati vivi all'interno della cartuccia, altre che essi videro un codice talmente disordinato e pieno di ripetizioni che sembrava opera di Front Page.

Tutto quello che si sa è che sul loro sito ufficiale fu pubblicata la patch con la traduzione finita, assieme ad un file read-me pieno di grida d'aiuto del team al completo che parlavano di presenze oscure fra le stringe del codice di Front Page.

Avrebbero dovuto continuare con una traduzione di Tales of Hearts, ma dopo quasi 4 anni non si sono più fatti sentire. Che sia una coincidenza? Voyager dice di no.

[modifica] Personaggi

Tales of the tempest personaggi.jpg

Una fan-art che raffigura tutti i personaggi in una dimensione alternativa in cui la character design era sobria.

Visto che nessuno di questi personaggi ha una vera storia, ci limitiamo ad elencare solo alcuni punti:

[modifica] Caius Qualls

  • Obiettivo: vendicare la morte del padre adottivo, anche prima che succeda.
  • Gli piace: il padre adottivo, Rubia, farsi seghe mentali, le pietre luccicanti rosse chiamate Pazienti, il suo villaggio con due capanne.
  • Non gli piace: la sua vera famiglia, la chiesa, il malvagio re, diventare un lupo, pettinarsi, la grande capitale con due capanne.
  • Motto: "Tu hai ucciso mio padre!".

[modifica] Rubia Natwick

  • Obiettivo: vendicare la morte dei genitori, senza aver mai pensato come.
  • Le piace: Caius, confondersi, non sapere da che parte stare, vestirsi da campanula gigante, credere ai trollaggi degli antagonisti, farsi seghe mentali, parlare.
  • Non le piace: pensare, avere persone che le dicono da che parte stare, quelli che danno fastidio a Caius.
  • Motto: "Io non so da che parte stare, mi è sempre sembrato ovvio che i miei genitori li avesse uccisi la chiesa, ma adesso la tizia che ha cercato di uccidermi più volte mi dice che non è così, sono confusa!".

[modifica] Tilkis Barone

  • Obiettivo: indagare.
  • Gli piace: indagare, farsi figo dicendo a tutti di essere il principe di un regno che non sentiremo mai nemmeno nominare da altri, la sua Buster Sword.
  • Non gli piace: smettere di indagare, fare il principe, farsi i fatti suoi.
  • Motto: "Dividiamoci"

[modifica] Forest Ledoyen

  • Obiettivo: ...
  • Gli piace: stare zitto, farsi rapire in modo stupido, fare da mentore a Caius per 10 secondi.
  • Non gli piace: parlare.
  • Motto: "..."

[modifica] Arria Ekberg

Hideo Baba.jpg

Il produttore della saga Hideo Baba alla domanda:

Wikiquote.png
«Non credi che un'esportazione in occidente di questo capitolo possa attirare nuovi fan?»

  • Obiettivo: la pace nel mondo.
  • Le piace: la pace nel mondo, fare la spia rivelando informazioni totalmente inutili, il suo amico trans, la chiesa a cui appartiene.
  • Non le piace: la guerra nel mondo, le cose brutte, pregare.
  • Motto: "Non dovete litigare!"

[modifica] Lukius Bridges

  • Obiettivo: leccare il culo al papa.
  • Gli piace: il papa, la chiesa, il fratello segreto Caius, i papaboys.
  • Non gli piace: avere una personalità, i licantropi, chiedersi come mai quando Rommy gli dice di voltarsi si ritrova puntalmente gente morta, pensare.
  • Motto: "Non posso confermarti che Rommy abbia ucciso i tuoi genitori, ero voltato"

[modifica] Albert Muelller

  • Obiettivo: uccidere l'arciduca.
  • Gli piace: uccidere l'arciduca, il potere, il rossetto, convincere Arria a fare la spia.
  • Non gli piace: l'arciduca, i protagonisti, sembrare un uomo, chiedersi chi cazzo sia quest'arciduca.
  • Motto: "Ebbene sì, sono stato io ad uccidere l'arciduca"

[modifica] Rommy

  • Obiettivo: uccidere.
  • Le piace: uccidere.
  • Non le piace: le cose vive.
  • Motto: "Tu devi morire"

[modifica] Re™

Ash Ketchum biondo con occhi rossi assatanati.jpg

Il malvagio chiamato Re™, con il dono dell'eterna giovinezza, mentre mostra un paziente. Notare lo spot richiamato dagli inferi sulla spalla.

  • Obiettivo: dominare il mondo.
  • Gli piace: gli spots, produrre spots, avere l'aspetto di un bambino di 3 anni, dominare il mondo con gli spots.
  • Non gli piace: avere un'identità.
  • Motto: "Il mio nome è Re, Areulla Re"

[modifica] Il papa/papà

  • Obiettivo: distruggere il mondo per salvarlo.
  • Gli piace: farci perdere tempo, sesso selvaggio con arrapanti licantrope.
  • Non gli piace: i suoi due figli, usare le sue ultime parole per dire qualcosa di utile.
  • Motto: "Se vuoi sapere di più, devi andare nella città più lontana di tutte"

[modifica] Vera madre di Caius

  • Obiettivo: regalare pazienti al figlio.
  • Le piaceva: morire.
  • Non le piaceva: avere una parte in questo gioco.
  • Motto: ...

[modifica] Spots

  • Obiettivo: impossessarsi del corpo di Rommy per convincerla a sterminare, perché in realtà era buona[citazione necessaria].
  • Li piace: sterminare, sbucare fuori da dimensioni alternative, Re.
  • Non li piace: avere un vero design.
  • Motto: "STERMINARE! STERMINARE!"

[modifica] Padre di legno di Caius

  • Obiettivo: farsi rapire.
  • Gli piace: morire, dire a Caius di scappare.
  • Non gli piace: uscire dagli stereotipi, Caius che non scappa.
  • Motto: "SCAPPA! CORRI! C'È IL NEMESIS!"

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse ti incuriosisce sapere com'è dormire coi pesci?

  • I pazienti vengono nominati di continuo nel gioco, infatti dovrebbero avere un'importanza enorme per la trama, il problema è che la trama non esiste.
  • Non vengono mai svelate le dinamiche del rapporto di coppia fra il papa ed una licantropa, e tutto sommato questo è un bene.
  • In questo videogioco non ci sono tempeste.
  • Il padre di Caius non è il vero padre di Caius, e non ha nemmeno un nome.

[modifica] Note

  1. ^ CHI?!
  2. ^ La stessa di Call of Duty.
  3. ^ Dovrebbe essere un lupo mannaro, ma la grafica del gioco convince del contrario.
  4. ^ Adottivo.


Tales of logo.png
Strumenti personali
wikia