Takeshi's Castle

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nedved dolore
Pavel Nedved, seguace del tac, esci casso!, nelle giovanili del Vergate sul Membro.

Il Tac,-esci-casso! (in giapponese “風雲!たけし城”) è una tecnica di meditazione zen molto diffusa in Giappone, che consiste nel provocare il dolore a sé stessi e l’ilarità nel prossimo, al fine di raggiungere la felicità interiore. Comunemente accostata alle scuole buddhiste giapponesi, dove è notoriamente praticata da millemila anni, ha in realtà nobili origini venete. Come si sa la vincita del gioco non è contemplata (chissà perché si ammazzano se poi non si riesce a vincere).

[modifica] La scuola giapponese

Il “tac, esci casso!” si diffuse rapidamente, dapprima come alternativa ai sistemi di tortura convenzionale in uso nei servizi segreti giapponesi, in seguito come vero e proprio fenomeno culturale, sociale e di costume. Completamente ignorata fino a pochi decenni fa in tutto il resto del globo terraqueo, in Giappone questa tecnica meditativa ha riscontrato un incredibile numeruo di proseliti, con l’adesione di fatto del 100% della popolazione nipponica (neonati e anziani compresi). Dalla sua introduzione a opera dell’ormai leggendario Misake Sokazi I, la pratica è stata perfezionata dalla sua linea diretta di successori (nati per partenogenesi… che trovasse una femmina è francamente impensabile) e ampiamente differenziata per soddisfare le perversioni dei giapponesi, notoriamente sadici e masochisti.

Tipico concorrente Takeshi's Castle
Tipica scena di un tipico concorrente in una tipica puntata del Momiamazo
Anche ai giorni nostri, milioni di giapponesi istruiti secondo il “tac, esci casso!”, sentono l’irrefrenabile impulso di mettere a repentaglio la propria incolumità fisica e mentale: in ogni azienda, asilo nido, scuola, ospedale, negozio di intimo e macelleria del paese, i giapponesi mettono in pratica i preziosi insegnamenti, ne traggono godimento e si allenano in vista dell’evento principe della settimana. Si tratta del popolarissimo Tac-esci-casso Memorial, più comunemente detto Momiamazo, trasmesso in mondovisione per il sollazzo di tutta l’umanità: è una particolare variante del suicidio di massa, nella quale la pratica del “tac, esci casso!” si esprime alla massima potenza.

[modifica] Il Momiamazo

Il testo originale del “Codice di tac-esci-casso”, conservato nel museo del popolo di Sokazi City, ha subìto molte integrazioni e rivisitazioni nel corso dei secoli, per adattarsi all’evolversi della società e oltre a essere tutt’ora considerato una pietra miliare della pedagogia giapponese, è il testo alla base del Momiamazo. Durante queste manifestazioni di estasi collettiva, i partecipanti praticano le discipline più diffuse e popolari, quali:

  • gettarsi a capofitto contro porte chiuse
  • farsi colpire con palle da bowling di 2 metri di diametro, massi, ecc.
  • restare immobili durante i terremoti
  • fare il tiro alla fune con tori, trebbiatrici, ecc.
  • sfidare lottatori di sumo
  • lanciarsi a peso morto da una liana contro un muro di cemento armato
  • fare il salto con l’asta in un lago… (tutti veri)

[modifica] Tipico palinsesto di una puntata di Momiamazo

Distributore umano
Un gruppo di puriste giapponesi nella rievocazione del XII Tac, esci casso! Memorial.
Takeshi's Castle Masso
Ecco lo stronzo gigante che travolge i concorrenti.
Borat vagabondo
Misake Sokazi I, nel suo viaggio di stenti verso il Giappone, si prepara un pollo arrosto.

Le prove:

  • Catch It=“La Teoria dei Guanti”: Gioco ispirato al Baseball, inventato, come si sa, in Giappone e successivamente esportato in America grazie ad un fuoricampo davvero fuoricampo.
  • Knock Knock=“L’ultimo richiuda le porte”: i concorrenti sfondano le porte e l’ultimo, armato di scotch biadesivo, le richiude.
  • Honey Comb Maze=“L’uscita impossibile”: labirinto inventato dall’imperatore Makuko IV, talmente complesso che non si sa se sia mai stato finito, perché chi è entrato per verificare non è mai tornato indietro.
  • Walk The Tlank= “L’asse del male”: commemora l’imperatore Kanushiro quarto, che conquistò la Korea facendo un doppio sei con i dadi rossi.
  • Wipe Out=“Surf service del dolore”: Dedicato a Hirako Kurisawa, eroico surfista che decise di uscire durante il maremoto del ’58, le cui gesta sono documentate nel film biografico ‘L’imbecille’
  • Rice Bowl Down Hill=“La ciotola”: il nome di un talent show condotto sulla tv giapponese di Faburo Frizzi, i concorrenti scartati finiscono nella ciotola delle tigri dello zoo di Nagasaki.
  • Sumo Rings=“Tutto sumato…”: si ispira al sumo, nonostante sia in atto una campagna anti-sumo che costringe a scrivere sulle magliette ‘Donne incinte: il sumo nuoce alla salute tua e del tuo bambino’.
  • Blueberry Hill=“Non c’è niente da ribes”. Creato in laboratorio incrociando i metodi di tortura medioevali con l’innocuo un-due-tre-stella.
  • Velcro Fly= “Muro contro muro”. Scontro tra gli imperatori Muro e Muro II, vinse Muro e i sudditi gli regalarono un armadio a muro.
  • Bridge Ball=“Mettete palloni nei vostri cannoni”. Inventato dall’imperatore Uttstock, dopo aver assunto un cocktail di sostanze psicotiche come assistente personale.
  • The Dragon Lake="L’ultima volta che vedremo questo gioco": Infatti dopo anni di onorata carriera, sarà ritirato dal mercato, per lasciare il posto a giochi ancora più dolorosi.
  • Karaoke=“Canta che trapassa”: Ispirata alla storia dell’imperatore Afono IV, che a causa dell’incantesimo di una fattucchiera fu condannato a cantare per tutta la vita la canzone “C’è una boa nella canoa” di Andrea Mingardi. Le finaliste vincono una riga sulla fiancata della macchina.
  • Show Down= ...la pagina del manuale che conteneva le informazioni per questo gioco è precipitata da un aereo su un’isola misteriosa, ha stretto amicizia con una palla del Bridge Ball e le ha dato un nome.

I concorrenti più famosi:

  • Ayuko Rakato: fa la rubacuori nel reparto cardiologia dell’ospedale di Kyoto.
  • Concetta Wakamoto: Segretaria di una grossa multinazionale giapponese, ormai da 5 anni nel tempo libero si dedica a questo gioco la sua specialità è quella di buttarsi nella fanga in tutte le maniere possibili
  • Okushiro Fereri: faceva la cassiera, ma grazie a un reality ha imparato a cantare come se avesse ingoiato un bambino col singhiozzo.
  • Yuma Yuma Ye: ha 32 anni e si trasforma in un razzo missile.
  • Tettona Tettoni: fa l’assicuratrice di kamikaze.
  • Megami Energumena: ha 32 anni e sa recitare la Divina Commedia al contrario.
  • Hahora Dicena: rianimatrice per turisti in un villaggio di morti viventi.
  • Sumisiro Kimori: vende gli organi in cambio delle figurine di Volpi e Poggi.
  • Mila e Shiro Mikodi: hanno recentemente adottato Brad Pitt e Angelina Jolie.
  • Luyoko e Sariko Matzude: rapinano banche con la maschera di loro stessi.
  • Uacciu Uari e Uari: una gran bella coppia.
  • Ken e Shira Otukaki: secondo l’oroscopo di Paolo Kitsume, hanno un’affinità di coppia del -12%.
  • Kit Mi e Michael Nait: ditta per l’imbalsamazione dei cognati.
  • Satomi e Seto Ugira: commentatori delle partite di scala 40 giapponese.
  • Tezuo Stira e sua moglie Ammira: coppia dell’anno al torneo di poker di Kobe.
  • Ju e Jitsu Sakurako: per amore di lui, lei ha rinunciato alle orecchie a punta e all’immortalità.
  • Sakura e Hamtaro Vademecum: nell’intimità amano chiamarsi Infame e Bastarda.
  • Mi'nonno: il personaggio più famoso, che rimase conficcato nel fondale del "Walk the tlank". Ne è testimone l'antico detto "l'uomo saggio si trasforma in lacrime, ma anche in mi'nonno".

[modifica] Curiosità

  • Una corrente filosofica separatista sostiene che il distributore fosse in realtà una fotocopiatrice e le caramelle una Tomografia Assiale Computerizzata (TAC)
  • Fine del PartOne.
  • Inizio del Partciù.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
Altre lingue
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo