Supermercato

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1 Eccezionale solo per oggi: tre Dixan al prezzo di due! aumentati ieri del 50% Quote rosso2
~ Offerta eccezionale di un supermercato.
Quote rosso1 Raccogli solo 18500 punti e per te in regalo un pupazzo di Barbapapà! 1 punto ogni 100 euro di spesa Quote rosso2
~ Promozione natalizia di un supermercato.
Quote rosso1 Si accettano contanti fino a 1000 euro, bancomat, tutte le carte di credito, ricariche del telefono, cambiali e pagamenti tramite la nostra finanziaria di fiducia "Usurleasing" Quote rosso2
~ Avviso alla cassa.
Obama al supermarket

Anche l'uomo più potente del mondo si fa fregare dai supermercati.

Il supermercato è quel posto in cui si trova il quintuplo di quello che si trova in un negozio qualunque e dove si spende il decuplo di quanto si spende in un negozio, e questo per motivi di ordine psicologico che non vi spiegheremo assolutamente.

[modifica] Marketing subdol-subliminale

Uomo guarda donna al supermarket

La vera ragione per cui gli uomini vanno a fare la spesa.

Perché il tempo trascorso in un supermarket è direttamente proporzionale alla quantità di merce acquistata? Perché la qualità della merce acquistata è inversamente proporzionale alla qualità di quello che vi è sparito dal portafoglio? Ma soprattutto, perché i commessi sono sempre brutti e le cassiere sempre cotonate?

Per rispondere a tali inquietanti interrogativi è necessaria un'approfondita analisi delle strategie di mercato e delle dinamiche commerciali imperanti, del contesto socioculturale e del sostrato psicosomatico del cliente, e infine della fedina penale degli amministratori delegati del supermercato.

Dart Fener e Soldato al Supermercato

Al supermarket si possono fare gli incontri più impensabili...

[modifica] Stratagemmi per vendere di più

Trattandosi quasi sempre di SpA (Società per Aggiotaggi) i quadri dirigenziali dei supermercati si riuniscono in gran segreto nel bunker di uno di loro a rotazione, dove stanno svegli tutta la notte a vedere chi lo tira più in alto, il prezzo, e chi lo infila più dentro, nel sedere dei consumatori. Poi, verso le cinque di mattina, arrivano le escort.

Queste le strategie più conosciute uscite da tali brainstorming.

Squalo al banco del pesce

...e si vende proprio di tutto.

  • Diffondere per tutto il supermercato, per il parcheggio e per i gabinetti una musica abbastanza rilassante e rincoglionente da farvi procedere con il carrello alla velocità di un'anziana paraplegica con il morbo di Parkinson e le scarpe da ginnastica con dei chewingum appiccicati sotto le suole, così che vi soffermiate più a lungo fra gli scaffali e intasiate abbastanza le corsie da permettere anche a tutti gli altri di guardare i prodotti esposti. Lo scopo è far comprare più roba possibile. L'effetto collaterale è l'aumento del numero di bestemmie.
  • Piazzare i prodotti di marca, quelli che costano di più, all'altezza media degli occhi, variabile da paese a paese e dall'uso minore o maggiore dei tacchi. In Italia tali prodotti si trovano sul quarto ripiano, a circa un metro e mezzo d'altezza. Il cliente, tendenzialmente pigro e affetto da problemi alla schiena, tenderà di conseguenza a vedere e credere che la marca più costosa sia l'unica disponibile. Lo scopo è far spendere più soldi possibili. L'effetto collaterale è sbattere la testa contro i cartelloni pubblicitari e calpestare i bambini.
Luci supermarket

Le sottomarche sono lì, nelle zone non illuminate.

  • Illuminare le corsie in modo trasversale e piazzare la roba sugli espositori a intervalli, di modo che le lampade siano perpendicolari alle corsie e illuminino la roba costosa lasciando nell'ombra le sottomarche. Lo scopo è far acquistare il meglio dei prodotti esposti. Gli effetti collaterali sono l'accumularsi di sottoprodotti scaduti sui ripiani, le fermate improvvise di clienti, i tamponamenti di carrelli e le risse fra le corsie.
Dirigenti di supermarket

La cosca Il consiglio di amministrazione al completo.

  • Diffondere odori e profumi accattivanti: di pane al banco del pane verso le 8 di mattina, di porchetta arrosto al banco della gastronomia verso mezzogiorno, di Chanel alla corsia dei profumi verso le 8 di sera, di merda alla corsia della carta igienica sempre. Lo scopo è far credere che quegli odori e profumi provengano davvero dalla merce in vendita e coprirne quello reale, a parte la carta igienica. L'effetto collaterale è vomitare su un'insalata russa e diventare coprofagi.

[modifica] Risposte ai quesiti precedenti

Alla luce delle esaustive delucidazioni sopra enunciate, il cliente è un coglione di bassa statura e l'amministratore delegato un ladro di altissima levatura.

[modifica] Una giornata al supermercato

Uomini in vendita

Al supermarket si trova sempre qualcosa di interessante.

D'inverno molti sono usi frequentare i supermarket per sfruttare il riscaldamento, la musica gratis, un po' di compagnia e per rubare qualcosa. D'estate uguale, ma per sfruttare l'aria condizionata. Ma non è questo il nostro caso. Qui si prenderà come esempio la spesa di una coppia, eterosessuale.

Lei : Quote rosso1 Allora... parcheggia la macchina, prendi il carrello, tira fuori la lista e seguimi Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 Sono il tuo cane. Quote rosso2
Lei : Quote rosso1 Ecco bravo. Leggi e vedi di stare buono a cuccia Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 Sì. Allora... assorbenti, pinzette, igiene intima, crema per il viso, collant, smalto fucsia... Quote rosso2
Lei : Quote rosso1 Piano, imbecille! Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 Ah sì, scusa. Scusami tanto tesoro. Quote rosso2
Lei : Quote rosso1 Presi. Poi? Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 Poi... non riesco a leggere, non hai scritto molto bene, non... Quote rosso2
Ragazza al supermarket

Culo da supermercato.

Lei : Quote rosso1 Da' qua, razza di analfabeta Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 Tieni amore. Quote rosso2
Lei : Quote rosso1 Ah già. Il pesce per stasera. Vai a prenderlo Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 Subito cara. Quote rosso2
Lei : Quote rosso1 E non farlo bruciare come l'altra volta, se no non te lo compro più Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 Ok, starò attento. Grazie tesoro. Quote rosso2
Lei : Quote rosso1 Basta. Abbiamo preso tutto. Ce ne possiamo andare Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 E la mia birra? Quote rosso2
Lei : Quote rosso1 Non ci sta più niente nel carrello, non lo vedi?! Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 Ok, scusa gioia. Quote rosso2
Lei : Quote rosso1 E adesso va' a pagare. Io esco dall'uscita senza acquisti. E tanto che aspetto vado al bar a prendermi un caffè Quote rosso2
Lui : Quote rosso1 Va bene cara. Cerco la cassa con la fila più lunga così te lo bevi tranquilla. Quote rosso2

[modifica] Videoteca

Ecco cosa si nasconde dietro la scintillante e serena apparenza di una spesa al supermercato.

Original video
Original video

[modifica] I topi di supermercato e i cani da guardia

Poliziotto di supermarket

Il cane da guardia è sempre in agguato.

Quando ci si aggira per le corsie di un supermercato con la sola intenzione di fare la spesa è solito imbattersi in tizi curiosi che si guardano attorno con atteggiamento furtivo e vestiti in modo imbarazzante: sono i "cani da guardia" del supermarket, i quali vengono solitamente scambiati per maniaci sessuali che, fingendo di infilare l'affare in una scatoletta di cibo per gatti, scrutano attorno nella speranza che qualche bella casalinga o qualche ragazzina svestita li guardi.

Rapina al supermarket

Una rapina al supermercato (quello con la pistola è il direttore generale).

Invece è il loro modo per fingersi clienti, del tipo "sono qua perché c'è il riscaldamento ma non compro niente", e vedere se riescono a sgamare qualche piccolo odioso ladruncolo. Essendo pagati a provvigione, più ne acchiappano più guadagnano. A differenza dei poliziotti privati che attendono i furbi che escono senza pagare al di là delle casse, per poi azzannarli e fargli vomitare la merce rubata fuori dalle mutande, il cane da guardia delle corsie ha uno sguardo meno idiota e più lascivo, vi segue passo a passo come un segugio ed è pronto a saltarvi addosso non appena accennate ad aprire un pacchetto di patatine solo per sentire che odore hanno.

Si fanno scoprire così facilmente che c'è gente che va al supermarket apposta per farli girare come cretini sempre attorno allo stesso scaffale e che spesso, notati dalle telecamere, vengono scambiati essi stessi per ladri e arrestati dal personale del supermarket.

Anziana al supermarket

Un'anziana conta la moneta necessaria per comprarsi una patata.

Il "topo di supermercato" al contrario è colui che cerca sempre di rubare qualcosa: non perché ne abbia bisogno o perché sia cleptomane, ma per il piacere di farsi riprendere dalle telecamere e rivedersi poi nell'ufficio del direttore facendosi quattro risate con un pacco di popcorn e una bottiglia di birra. È il nemico giurato del cane da guardia, il quale ne riconosce l'odore già dal parcheggio, e il terrore delle vecchiette, che temono gli si infili sotto la gonna.

Il topo si avvicina allo scaffale, uno qualunque, si guarda intorno, aspetta che il cane lo guardi, sorride alla telecamera e poi afferra velocemente un tubetto di maionese e se lo infila sotto la giacca. Se non chiamano i carabinieri, se la cava con una passeggiata della vergogna in mezzo alla gente fino alle casse, dove è poi costretto a pagare e a mangiarsi la maionese davanti a tutti. I topi di supermercato, veri o fasulli, vengono sempre e comunque beccati, tanto che c'è chi dice che siano assunti dai soliti amministratori proprio per far vedere alla clientela che la sorveglianza funziona, che la merce esposta è di ottima qualità e che il crimine non paga, almeno a questi livelli.

[modifica] Tassonomia dei supermercati

Alce al supermarket

Anche gli alci fanno la spesa al supermarket.

Si prende come grandezza di riferimento il "supermercato" così come lo conosciamo, a ph 7. Tutti gli altri vendono pile più o meno alcaline e yogurt più o meno acidi.

Verso l'alto:

  • Maximercato: quello di cui stiamo parlando, ma un po' più grosso
  • Megamercato: come quello sopra, ma ancora più grosso e disonesto
  • Ipermercato: quello mimetizzato dentro un centro commerciale per non farsi beccare
  • Ultramercato: in Italia non ce ne sono
  • Ridicolmentegrandemercato: quello dove si va a fare la spesa con il TIR
  • Mercatoeuropeo: quello che sta andando a puttane
  • Continente: quello andato a puttane
Minimarket

Un ipomercato.

Verso il basso:

  • Mercato: quello con le bancarelle e la puzza di formaggio
  • Minimercato: quello per i bambini
  • Ipomercato: quello sottoterra
  • Micromercato: quello per i barboni, a cui si dà fuoco per intascare l'assicurazione
  • Mercatino: solo a Natale
  • Vucumprà: quello a cui si dà fuoco e basta
  • Ricercadimercato: not found, forse cercavi intervistatore rompipalle

[modifica] Altri tipi di supermercato

Persone dietro saracinesca

Questi clienti non avevano abbastanza soldi per pagare la spesa.

  • All'ingrosso, tipo Ipergross: il supermercato per i negozianti e le partite IVA; qui bisogna comprare almeno 350 chili di roba se no non vi fanno uscire, e a differenza di un supermercato normale dev'essere tutta fatturata; gli scaffali sono talmente alti che la spesa non si fa con il carrello ma con il muletto.
  • Discount, tipo Lidl: quello dove il cliente si deve portare le cesoie da casa per aprirsi gli scatoloni.
  • Hard-discount, tipo Ekom: quello dove il cliente si deve tagliare anche la carne.
  • Hard-hard-discount, detto anche Bosnia: qui la merce potreste essere voi.

[modifica] Voci in offerta speciale

Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo