Super Tele

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Palloni Super Tele imballati nella rete.jpeg

Super Tele appena pescati.

Il Super Tele è la versione ignobile del pallone da calcio creata negli anni '70 nei laboratori abusivi a sfruttamento minorile.

[modifica] Storia

In Italia, durante gli anni tra il 1970 e il 1972, molti bambini dell'epoca lamentavano il fatto di non poter giocare a calcio perché non disponevano di un pallone regolamentare per via del costo troppo alto. In molti quartieri infatti si giocava con un pallone fatto in casa artigianalmente con gli scarti della pelle di pollo, vecchi giornali e mutande della nonna rigorosamente di taglia XXL, facilmente avvolgibili. Il tutto legato con uno spago e reso compatto.

Questo tipo di pallone, però, era adatto solo in giochi quali palla avvelenata o Torello, data la scarsa capacità di resistenza rispetto ad un pallone normale. Le cose cambiarono tuttavia quando, nel 1972, un imprenditore colse la palla al balzo[citazione necessaria] e ideò il Super Tele. Dopo un viaggio in Tibet durato 7 anni si accorse infatti che, con la crisi petrolifera che incombeva, bisognava risparmiare su materiali e manodopera, così, ritornato in Italia, affittò uno scantinato e ci pose 40-50 schiavi cinesi al costo di 150 lire al giorno, per turni di 25h su 24h.

[modifica] Caratteristiche

Oliver Hutton mentre segna un gol.gif

Oliver segna un gol di culo con il Super Tele: calciando a sinistra e segnando a destra

La palla era costituita di materiali scadenti e a volte era utilizzata la pelle degli schiavi morti per i turni massacranti, al fine di farne sparire le tracce e non essere beccati dalla polizia in caso di controlli. Nonostante il costo ridottissimo, la vendita dei Super Tele era una truffa ben organizzata, in quanto con un calcio ben piazzato i palloni si disintegravano immancabilmente, costringendo i bambini a comprarne quantità enormi da tenere come scorta. Era disponibile in 4 colori: Bianco, Blu, Rosso e Giallo, a seconda del tipo di pelle utilizzata.

[modifica] Bianco

Materiale utilizzato: bambini rigorosamente polacchi. La palla cambiava traiettoria ogni qualvolta il papa Giovanni Paolo II recitava l'Angelus.

[modifica] Blu

Materiale utilizzato: i Puffi. Gargamella sottoscrisse un contratto con l'azienda produttrice rifornendo per il 50% i Puffi da lui catturati. Ogniqualvolta il pallone veniva calciato, dalla valvola usciva un vocina che diceva:"Io ooooodio essere calciato"

[modifica] Rosso

Materiale utilizzato: top secret, si pensa possa essere mestruo. Tutt'ora ci sono delle indagini in corso da parte dei RIS.

[modifica] Giallo

Materiale utilizzato: Occhi gialli dei barboni alcolizzati, malati di cirrosi epatica. Se colpiti da questo tipo di palla, si rischiava di dover andare dagli alcolisti anonimi per tutto il resto della vita.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • Tirare un calcio al Super Tele e segnare era praticamente impossibile, al punto che le dinamiche della sfera divennero in breve oggetto di studio di numerosi esami universitari di Fisica II.
  • Il Super Tele è stato fonte di ispirazione per il cartone animato di Holly e Benji.
  • il produttore del cartone animato disegnò il tiro del falco, ispirato da una partitella tra amici con il Super Tele, quando venne in vacanza in Italia.
  • L'imballaggio usato per confezionare il pallone è stato rubato per anni al porto di Napoli.
  • Il Super Santos è l'imitazione del Super Tele, realizzato in Spagna durante i mondiali dell'82.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia