Star Ocean EX

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Ragazzina anime scioccata.gif
ATTENZIONE!!!
La visione prolungata di questa pagina può causare effetti collaterali quali epilessia, voglia di pilotare robot giganteschi, di lanciare onde energetiche e di spiccare il volo lanciandosi dalla finestra.


Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi il videogiuoco da cui questo anime è tratto?
Rena pucciosa (Star Ocean EX).jpg

Come si può notare da questa scena, l'anime presenta un alto contenuto di gore e satanismo.

Quote rosso1.png Thunderbolt! Quote rosso2.png

~ Celine su ogni cosa che si muove.
Quote rosso1.png Claude, salvami, aiuto! Quote rosso2.png

~ Rena in ogni puntata.
Quote rosso1.png Ha aspettato la fine di Star Ocean EX. Quote rosso2.png

~ Iscrizione sulla lapide della tomba di un otaku, data 2029.

Star Ocean EX è un anime prodotto, scritturato e redatto dall'Asylum, basato su una (non molto) nota serie di videogiuochi e ovviamente attinente con essa per ben il 21%. Difatti la maggior parte dei personaggi sono stati cestinati, arsi vivi o dati in pasto all'orsetto Knut per far spazio a quattro sfigatelli di dubbia qualità.

Tuttavia l'anime è riuscito ad avere un buono share principalmente per l'eccesso glicemico-puccioso generale e per il fanservice restante, distribuito in generose quantità in molti punti.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Una volta avevo un criceto di nome George che lesse la trama di "Bianca e Bernie nella terra dei Borghezio" prima di vedere il film e si suicidò. Quindi fate attenzione, non voglio avere altre morti pelose sulla coscienza.

Logo ADS.png Questa voce è stata punita come
Articolo della Settimana
dal 12 settembre 2011 al 19 settembre 2011.

Il giovane niubbo Claude C. Kenny è in viaggio nello spazio profondo con suo padre alla ricerca di non si sa bene che obbiettivo. Improvvisamente Claude scopre che la toilette della nave non funziona e che per pisciare deve scendere a terra su un pianeta che per puro culo è idoneo alla vita e quindi utile come Autogrill spaziale. Quando trova quello che sembra un orinatoio, Claude viene circondato da una strana polvere magica verdastra e sviene ritrovandosi successivamente sullo sperduto, verdeggiante nonché catastrofico mondo chiamato Expel. Qui Claude incontra un grazioso animaletto da compagnia dai capelli blu di nome Rena, la quale lo scambia per un altro Claude e credendolo l'eroe di turno lo costringe a viaggiare in lungo e in largo per il suo sputo di mondo con la missione di distruggere un artefatto alieno proveniente direttamente da Chernobyl. Durante il viaggio Claude e Rena incontreranno una manica di cazzari combattenti e tanto per cambiare formeranno così un allegro gruppo di fumate.

Celine.jpg

A causa di scene come questa presenti in gran numero, l'anime è stato votato 3/10 da Famiglia Cristiana e 8/10 da Playboy.

Dopo un lungo viaggio costellato di pericolose insidie, mostri agguerriti e gare a chi ha la spada più lunga, il gruppo giunge davanti a una meta finale, una torre di forma fallica chiamata "Globo stregato", segno evidente che i creatori dell'anime non hanno mai studiato geometria in vita loro. Arrivati a questa torre dicevamo, Claude e compagnia scoprono che in realtà è una pericola antenna ripetitrice di Radio Maria e che è la causa del mutamento degli animali in mostri. I nostri eroi dunque provano a buttare giù l'edificio in tutti i modi[1], ma questo non cede, così Rena e Claude sono costretti a sfondare dentro uccidendo chiunque capiti loro davanti, compresa gente che passava di lì per caso. Una volta in cima alla torre, i due presunti eroi affrontano il floreale Gabriel, un cattivo la cui personalità è così bassa da non meritare nemmeno una sezione in questa pagina: difatti questo nemico compare per la bellezza complessiva di 12,3 minuti, facendo sembrare Etemon dei Digimon un nemico temibile. Una volta sconfitto però Gabriel aziona una macchina sforna-gelatine che rende tutto il mondo giallo e molliccio e costringe Claude e compagnia ad andare sul pianeta di Gabriel, Nede.

Peccato che l'anime a questo punto si interrompa a causa dei problemi di budget dello staff: i membri di quest'ultimo attualmente stanno ancora scappando dalla massa di fan inferociti.

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Personaggi

Claude C. Kenny
Claude C. Kenny.jpg

Essendo giovane, Claude non riesce a contenere gli ormoni ogni volta che si ritrova con una ragazza in braccio.

Protagonista mozzarellone, possiede una potentissima pistola spara-kamehameha ma la usa in sole 2-3 puntate preferendo una spada che di speciale non ha niente ma si dice sia stata forgiata per errore con le forze combinate dello chef Tony e di McGayver. I suoi momenti di minima dabenaggine sono l'evitare che un mostro tentacolato si appropri di Rena e che Gabriel possa fare il suo spettacolino floreale con in sottofondo i Village People. Per il resto le sue battute per niente spiritose e il livello della sua idiozia raggiungono e superano largamente le novemila unità.

L'unica cosa intelligente che gli capita è essere contattato da suo padre per scappare ma essendo troppo assuefatto dalla pucciosità di Rena, ovviamente Claude rifiuterà con la scusa di combattere per proteggere i suoi amici[citazione necessaria] e scemenze simili.

Rena (Star Ocean EX).jpg

Rena in un qualunque momento dell'anime.

Rena Lanford

Vera identità della puffetta grazie ai suoi capelli blu e alla sua aura spaventosa di pucciosità, Rena è una ragazza tenera e dolce, dal cuore d'oro e dall'utilità in combattimento ben al di sotto dello 0 assoluto. Difatti non appena salta fuori un mostro la cosa migliore che le riesce è urlare istericamente sperando che Claude o qualcun'altro le arrivi a salvare le chiappette. I suoi sguardi intensamente pucciosi servono ad appagare il salvatore nonché lo spettatore dell'anime.

Giusto nell'ultima puntata dell'anime si scopre che Rena in realtà è la discendente di ventottesiliarda generazione di una famiglia di Nede che la volevano rendere la versione nediana e femminile di Superman. Difatti è una cosa che Rena aveva lasciato intendere tantissimo nel corso dell'anime.

Celine Jules

Novella maga dalla conoscenza profonda, dal prosperoso petto, dal lussurioso fondoschiena e dai simboli magici tatuati nell'interno-cosce, Celine viaggia alla ricerca di segreti, tesori nascosti e bodyguard con cui poter passare la notte. Quando Rena e Claude entrano nel suo raggio d'azione, Celine li adocchia immediatamente e li trascina subito in una caverna per tentare un menage a troi, ma sfortunatamente la presenza di un insetto rovina l'atmosfera, costringendo il gruppo a cercare una copia della Bibbia del tredicesimo secolo.

Per il resto dell'anime Celine non farà altro che mostrare casualmente le tette davanti alla telecamera e incenerire con un incantesimo elettrico chiunque le capiti troppo vicino alla sua minigonna, primi tra tutti un trio di ladri sfigati che rappresentano[2] la verve umoristica della storia.

Ashton Anchors
Chibi Ashton.jpg

Ashton mostra tutta la sua mascolinità e il suo coraggio.

Altra vena comica dell'anime, Ashton è sostanzialmente un povero sfigato: per cominciare è orfano, senzatetto e con un passato tragico, cose che renderebbero Oliver Twist uno show per stand upper. Inoltre si procaccia da vivere uccidendo mostri dalle forme più orripilanti possibili, anche se per combattere è costretto a usare due coltelli usati di solito per spalmare la Nutella; come se tuto ciò non bastasse, durante l'unico suo giorno fortunato in cui può uccidere un drago a due teste che gli può fruttare un enorme bottino, Ashton viene distratto giusto un secondo da un rutto di Claude e compagnia, e in quel momento le due teste del drago gli si fissano alla schiena per sempre.[3]. Da quel momento in avanti, Ashton si unirà al gruppo di Claude con la scusa di voler trovare un rimedio, sebbene in realtà volesse solo un pasto caldo e un posto dove vivere la notte; grazie ai suoi ospiti parassitari diventa un personaggio sgravato oltre ogni misura ma che si mette a frignare e a fare scenette pucciose a ogni piè sospinto, e per giunta può sviluppare una modalità possessiva in cui le teste di drago hanno la brillante idea di staccare temporaneamente la corrente del cervello di Ashton per inserirsi al loro posto.

Nonostante l'aura di pietà che emana da ogni poro, Ashton è anche molto sfortunato in amore, visto che tutte le volte che si avvicina anche di un centimetro di troppo a Celine gli tocca subire uno dei suoi Thundebolt.

Opera Vectra ed Ernest Raviede

I veri genitori di Tenshinhan grazie ai loro vistosi terzi occhi e alla leggera calvizie in corso; questa lunatica coppia di alieni cercatori di tesori è costituita da una milf armata di un cannone laser con munizioni infinite costituite da noccioline energetiche, e da un affascinante hispanico con una frusta allungabile quanto vuole lui e piena di rose sberluccicose, esattamente come Kurama di Yu degli spettri. Nonostante entrambi usino una capiente nave spaziale per spostarsi, casualmente non possono portare Claude a casa in quanto devono prima salvare il mondo, svelare arcani misteri e bla bla bla; inoltre viaggiano separati senza incontrarsi prima delle ultime 3-4 puntate, senza baciarsi nemmeno allora.

La cosa migliore è che nonostante su Expel non esistano persone con tre occhi, Opera ed Ernest non solo non vengono notati o etichettati come strani, ma vengono pure rigraziati per cose che non hanno fatto; l'unico momento in cui il razzismo avrebbe avuto un'esistenza logica...

Precis Neumann

La bimbaminkia lolita del gruppo; questa giovane ragazzina discendente di Archimede passa le sue banali giornate a inventare oggetti sempre più inutili come robottini radiocomandati, pugni a razzo cartoonosi che escono da zaini e macchine del caffè che al posto dello zucchero usano il sale. Quando incappa nel gruppo di Claude la vena ninfomane di Precis scatta a razzo e da quel momento in avanti proverà a zompare addosso al biondino, finendo quasi sempre per prenderle da Rena. Ah già, anche lei compare nella parte finale, ma le sue azioni non sono così notabili da renderla ricordabile.

Sempre per volersi differenziare dal gioco originale senza motivo, Precis qui possiede una sorella malata, in teoria solo di un normale raffreddore, ma secondo il suo medico curante...

Dr-house.jpg

Bowman decreta: la sorella di Precis ha il LUPUS!

Bowman Jeane

Dottore fancazzista e sottopagato a causa della crisi della malasanità generale e delle riforme di Tremonti e di Brunetta, Bowman in teoria dovrebbe occuparsi della raccolta di erbe e medicinali vari, ma in realtà spedisce a farlo sempre gli ignari avventurieri che gli capitano a tiro, come nel caso del gruppo di Claude. Ovviamente prendendosi poi tutto il merito e quindi conquistandosi le prosperose madri dei bambini che cura regolarmente; dura la vita del dottore a domicilio...

Sebbene nel gioco originale Bowman combattesse discretamente tirando pellet sui nemici[4], qui è reso totalmente inutile a causa del suo menefreghismo fancazzista, facendogli perdere le poche briciole di carisma che possedeva.

Dias Flac

Fratello acquisito di Rena nonché oggetto di molte bestemmie, questo è il classico personaggio forte ma tenebroso, che potrebbe risolvere i problemi di tutti con cinque spadate ma che preferisce starsene da solo per espiare i sui peccati etc.[citazione necessaria] In teoria protettore numero 1 di Rena, ma di fatto vagabondo accattone dall'aspetto elfico, Dias finisce ovviamente in rivalità con Cloud su chi si debba tenere l'animaletto puccioso, e a un certo punto scatta la scusa per un duello epico/mortale/squartante; tuttavia, se nel gioco originale Dias tritava Claude in qualche petosecondo, qui invece il duello occupa ben due puntate in cui viene inventata tutta una storia di spade che cantano e scemenze simili.

Dias poi fa solo sporadiche apparizioni per confortare Rena, continuare a dare a Claude del cretino e infine fare il figo nella battaglia finale per assicurarsi un posto quando il gruppo partirà per Nede.

Leon[5] D.S. Gehste
Dexters Lab.jpg

Leon mentre tenta un cosplay del Dottor Stranamore.

Appartenente alla razza dei felipoidi, i furry della saga di Star Ocean, Leon[6] è un ragazzino vivace, pieno di se ed estremamente rompicoglioni; difatti appare la prima volta come Einstein della situazione, capace di inventare macchinari giganti e mirabolanti che nemmeno Cid si sognerebbe. Tuttavia Leon per il resto è una vera e propria palla pelosa al piede, visto che grazie alla sua grande capacità di sfottimento passa metà del suo tempo a impersonare lo stereotipo della Tsundere altezzosa e l'altra metà a frignare per non riuscire a uccidere mostri grandi come l'unghia del suo piede se non con una pioggia acida ottenuta dai fumi di scarico di porto Marghera.

Il furry infine verrà adottato assieme a Precis da Opera ed Ernest, cambiando così i bersagli delle sue torture per la gioia dei triocchiuti. E no, non ci sono spiegazioni sul fatto che nonostante i felipoidi non debbano esistere al di fuori del pianeta Roak del primo videogioco Leon sia presente e accettato normalmente. Mistero.

Yuki

Il personaggio più inutile di tutto l'anime, in quanto nel copione originale non era per nulla presente: come si può quindi dedurre, Yuki è una ragazza totalmente nuova, totalmente scelta a caso, senza caratterizzazione, senza abilità e senza utilità alcuna. Il poco tempo a sua disposizione lo passa a tentare di rinforzare gli sguardi pucciosi di Rena, cosa che tuttavia non le riesce bene a causa del viso pieno di lentiggini che la renderebbero attraente solo per un'intera osteria di irlandesi.

Nemmeno nella parte finale Yuki si rende utile, in quanto tra tutte le persone portate, lei è l'unica a non fare assolutamente nulla. Esatto, ancora meno di Bowman e del mancato trio comico di ladruncoli.


[modifica] Oceani stellari correlati

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Compreso quello di sparare con un laser gigante.
  2. ^ O meglio, dovrebbero rappresentare.
  3. ^ Niente domande su come facciano a respirare o dove vada a finire la roba che mangiano, non esiste una risposta decente.
  4. ^ Purtroppo non è uno scherzo.
  5. ^ Non quel Leon...
  6. ^ Nemmeno quel Leon...
Strumenti personali
wikia