Star Fox (serie)

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi il videogioco per SNES?
Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi un'altra volpe?
Original video

Ascolta l'inno ufficiale del Sistema Lylat!
...premi play e continua la lettura. ►


Shigeru Miyamoto con Super Mario Bros sullo sfondo.jpg
Shigeru Miyamoto approva questo articolo!
Questa voce è piaciuta così tanto a Re Nintendo in persona che l'autore è stato proclamato seduta stante Nintendaro ad Honorem!
E ora ripeti con me:
Mario.gif Shigeru Miyamoto ti sarò sempre devoto! Luigi.gif
Starfox con facce realistiche.jpg

Immagine promozionale: i membri dello Star Fox team scappano a piedi su asteroidi mentre un Arwing, con Fox stesso sopra, e un panzer esplodono.

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Star Fox (serie)
Quote rosso1.png La tua ragazza ti lascia? Do a barrel roll! Non hai i soldi per pagare le tasse? Do a barrel roll! Sei andato fuori corso e non riesci a laurearti? Do a barrel roll![1] Quote rosso2.png

~ La filosofia di Peppy Hare
Quote rosso1.png I can't let you do that, Star Fox! Quote rosso2.png

~ Wolf O'Donnell quando Fox è primo a Mario Kart e lui sta per lanciargli un guscio blu
Quote rosso1.png Fox!! AIUTAMI!!! Quote rosso2.png

~ Slippy Toad in qualsiasi situazione
Quote rosso1.png È come se l'universo di Star Wars si fosse accoppiato con uno zoo mentre fumava marijuana. Quote rosso2.png

~ Le critiche ai giochi della serie sono state sempre positive
Quote rosso1.png Sparare a qualsiasi cosa si muova mentre fai barrel roll all'infinito è diventata la mia nuova droga. Quote rosso2.png

~ Qualsiasi giocatore provi un qualsiasi Star Fox[2]

Star Fox è una saga di videogiochi ideata, tanto per cambiare, da Shigeru Miyamoto che narra le mirabolanti avventure del team Star Fox, un gruppo di mercenari che lottano per alti ideali.

[modifica] Storia

Fox svenuto crea scompiglio fra l'equipaggio.jpeg

Una semplice pennica pomeridiana crea scompiglio fra l'equipaggio.

Il sistema solare Lylat, casa dei nostri prodi piloti spaziali, è costantemente sotto attacco dalle più disparate entità maligne. Esse vanno da scienziati pazzi con manie di conquista a dinosauri antropomorfi dalle voci ambigue, sempre con manie di conquista, passando per robot dalle sembianze insettoidi, che non sono da meno ai precedenti per le manie di conquista. Per giunta, l'esercito interstellare capitanato dal generale Pepper, che rispetto a quando suonava coi Beatles è stato promosso, pare essere tanto grande quanto incapace, tanto che sempre e comunque, per risollevare le sorti della guerra, fa ricorso a 4 piloti sfigati amatoriali con navette spaziali fatiscenti di cartapesta, aulicamente chiamate Arwing quando dovrebbero chiamarsi Paperwing, che puntualmente si fanno pagare una somma pari a circa il 50% del PIL di Corneria, pianeta capitale del sistema specializzato nell'import-export di pop corn.
Il gruppo nasce negli anni '80 per volere del padre di Fox, James McCloud, ex-pilota di Formula 1 ritiratosi dalle corse perché odiava il fatto di non poter sparare agli avversari. Il primo Star Fox team era composto da lui, il suo amichetto Peppy Hare e la scrofa Pigma Dengar, che poi lo tradirà per 30 scatole di pop corn facendolo cadere in una trappola[3] del malvagio scienziato Andross, da cui si salverà solo il coniglio perché fuggì come si confà alla sua specie. Tornato alla base, Peppy propone al figlio di James, Fox, di rifondare il team e vendicarsi contro i pop corn di sottomarca prodotti da Andross, e così fece la giovane volpe. Chiamò a sé Falco Lombardi, un pilota leghista nonché rapace dal temperamento molto simile a quello di Mario Borghezio, e Slippy Toad, un anfibio meccanico che si ostina a voler pilotare nonostante sia un incapace peso morto per la squadra. I motivi per cui sia stato assunto restano oscuri, anche se voci dicono che sia un raccomandato. Alla cricca si aggiungerà più tardi un robot con mansioni di domestica, C-3PO, soprannominato ROB 64, che si rivela spesso più utile di Slippy.
Con la sua nuova squadra Fox era pronto a difendere la galassia e diventare ricco sfondato, più di Wario. Non aveva fatto però i conti con quanto costi mantenere una flotta di navi spaziali con in più un robot, fra assicurazioni varie, manutenzioni e tasse più del 90% del profitto andava in fumo, così i membri si sono ritrovati spesso sul lastrico, tanto da dover accettare missioni improbabili come quella di vestire i panni di Link su un pianeta pieno di dinosauri.
Fra una difficoltà e l'altra, comunque, i nostri eroi riescono sempre a spuntarla e Fox riesce ad avere la sua agognata vendetta contro Andross, puntualmente resuscitato dalla Nintendo per produrre altri giochi della serie.

[modifica] Personaggi

[modifica] Team Star Fox

James e Fox McCloud.png

James e Fox, Clark Kent e Superman?

La loro base operativa è la Great Fox, una nave madre grossa quanto la Cina dalla quale si dipartono gli Arwing.

  • Fox McCloud: è il leader della squadra, una volta guidata dal padre James ritenuto morto. Quest'ultimo appare sempre nei pensieri del figlio quando si trova in cazzi amari. Alcuni pensano che Fox non è altri che James senza occhiali che finge di essere il figlio.
  • Falco Lombardi: per qualche strana ragione, si sente un figo e si dà tante arie senza aver capito che a nessuno importa. Ovviamente preferisce far di testa sua ma stranamente non causa troppi danni nel farlo.
  • Peppy Hare: uno dei membri originari del team, è un coniglio che ci riempie sempre di consigli preziosi, che si riassumono tutti nella frase "Do a barrel roll". Recentemente ha capito che pilotare Arwing non è conveniente e da allora preferisce stare comodamente seduto nella Great Fox col culo al sicuro.
  • Slippy Toad: rana di sesso non definito, è il meccanico della squadra. Invece di stare nella nave madre senza rompere, ha il brutto vizio di credersi un pilota.
  • Krystal: è la gnocca che non poteva mancare. Fox alla sua vista smette di pensare per un attimo a suo padre e va a sbattere contro il nemico.
  • ROB 64: robot dislessico che pilota la Great Fox e che talvolta si fa sentire pronunciando frasi che non destano il minimo interesse.

[modifica] Team Star Wolf

Cane che dice "Cant Let You Do That StarFox".jpg

Wolf O'Donnell comprare sulla scena con fare minaccioso.

Credevate che il team Star Fox non potesse avere dei nemici scassapalle presenti in ogni gioco? Giammai! Ecco a voi il team Star Wolf, ovvero un gruppo di sfigati leccaculo.

  • Wolf O'Donnell: team leader della squadra nemesi di Star Fox, lo Star Wolf, nata col solo obiettivo di ostacolare Fox e rubargli gli ingaggi milionari. Ovviamente non c'è mai riuscita.
  • Leon Powalski: un camaleonte che vale la pena ricordare solo per il fatto di avere un nome discordante rispetto alla specie d'appartenenza.
  • Pigma Dengar: una porchetta voltante in passato membro del team buono con una smodata passione per i pop corn.
  • Andrew Oikonny: è il nipote di Andross, entrato nel team Star Wolf sotto strette raccomandazioni. Potrebbe essere il miglior pilota di tutti essendo l'unico dotato di pollice opponibile, in realtà è un primate senza cervello.
  • Panther Caroso: un gatto nero che ha disegnato una rosa sulla navicella pensando che sia un simbolo di morte. Wolf l'ha assunto per l'unico motivo di portare sfiga all'avversario ma la cosa gli si è ritorta spesso contro.

[modifica] Le avventure

Krystal Star Fox.jpg

Qualcuno ha detto furry?

  • Star Fox (SNES): lo scienziato pazzo Andross un giorno si sveglia e decide di conquistare il sistema solare Lylat. Indovinate che fine fa.
  • Star Fox 2 (SNES): mai uscito ufficialmente, trafugato dalla cantina di Shigeru Miyamoto e messo su internet da Lupin III, è il seguito in cui lo scienziato pazzo Andross, che in realtà non è morto, un giorno si sveglia e decide di conquistare il sistema solare Lylat. Indovinate che fine fa.
  • Star Fox 64 (Nintendo 64[4]): lo scienziato pazzo Andross un giorno si sveglia e decide di conquistare il sistema solare Lylat, stavolta con una grafica decente.
  • Star Fox Adventures (Gamecube): Fox McCloud, sotto esplicita richiesta del generale Shigeru Miyamoto, conquista Dinosaur Planet, un pianeta di proprietà della Rare, per paura che questo fosse acquisito dopo poco dalla Microsoft. Il lato positivo è che Fox guadagna una fidanzata, il lato negativo è che non può spesso fare il barrel roll essendo il 95% del tempo a piedi cercando di imitare Zelda.
  • Star Fox Assault (Gamecube): stavolta non è Andross colui che scassa i maroni, bensì delle creature chiamate Aparoid, parassiti cattivi in grado d'impossessarsi delle persone e cambiare il loro orientamento sessuale, che un giorno si svegliano e decidono di conquistare il sistema solare Lylat. Indovinate che fine fanno.
  • Star Fox Command (Nintendo DS): un gioco con i finali alternativi più numerosi della storia dei videogiochi, compresi orrori come la famiglia di Slippy o il nuovo team Star Fox composto dai figli e nipoti dei componenti attuali più Falco sulla sedia a rotelle.
  • Star Fox Wii (Nintendo Wii): mai uscito, per motivi misteriosi. Alcuni ipotizzano che ciò sia dovuto alla causa in corso fra Fox McCloud e Nintendo riguardo i danni morali ed economici ricevuti dai numerosi finali di Command, che hanno causato in Fox problemi psicologici fra cui personalità multiple e disturbo bipolare.
  • Star Fox 64 3D (Nintendo 3DS): lo scienziato pazzo Andross un giorno si sveglia e decide di conquistare il sistema solare Lylat, stavolta con una grafica ancora più bella!
  • Star Fox Zero (Nintendo Wii U): lo scienziato pazzo Andross un giorno si sveglia e decide di conquistare il sistema solare Lylat, sconfiggilo usando l'enorme pad inutile!

[modifica] Note

  1. ^ Per i non anglofoni: Fai un ruota-barile!
  2. ^ Tranne Starfox Adventures.
  3. ^ IT'S A TRAP!!!
  4. ^ Era bene specificarlo
Nintendo logo.png
Strumenti personali
wikia