Sgommata

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Hefty Fine - Bloodhound Gang.jpg
ATTENZIONE

L'autore di questo articolo si è dimenticato di terminarlo (sfaticato...).
Consulta la pagina di discussione (se esistente) per sapere cosa manca

Quote rosso1.png EEEEHHHHKKK!!! Quote rosso2.png

~ Truzzo ubriaco nell'auto del papà il sabato sera
Quote rosso1.png EEEEHHHHKKK!!! Quote rosso2.png

~ Mia moglie su nulla di strano sulle mie mutande
Quote rosso1.png Ahia!! Brucia!! Quote rosso2.png

~ Copertone su sgommata
Sgommata cartello.jpg

Attenzione, pericolo sgommate.


Dicesi "sgommata" o "sgummata" quel sottile ma altresì compatto strato di merda semisolida che si deposita sulla superficie interna (o in alcuni casi esterna) del cesso.
Altri filologi usano questo stesso termine per definire strisce dello stesso materiale lasciate però a livello della zona interna della parte posteriore della mutanda.

[modifica] Storia

Le sgommate hanno origini antiche, risalenti addirittura ai tempi delle prime pitture rupestri, che spesso non erano altro che sgommate. Gli uomini delle caverne ne producevano in quantità notevoli e si divertivano a gareggiare a chi ne componesse di grandi dimensioni sulle pareti della caverna del loro circolo culturale.
Fin da subito l'uomo si è reso conto dell'intimo legame esistente tra la sgommata e la solidità della sua cacca, giacché solo le cacche leggermente mollicce e collose riescono a produrre un soddisfacente "effetto sgommata". Non tutti gli uomini purtroppo sono dotati di questa abilità e delle donne non ci sono pervenute testimonianze della loro abilità nella produzione di sgommate. C'è chi addirittura sostiene che questa carenza di reperti cagatori femminili sia da imputarsi al fatto che le donne preistoriche fossero ano-prive.

[modifica] Eziologia della sgommata

Sgommata cartello 2.jpg

Ricordatevi di idolatrare lo scopino del cesso.

Uno dei temi più ostici trattati dalla gnoseologia è stato proprio quello di capire come avviene concretamente l'atto della sgommata.
Dai tempi della filosofia postkantiana fino all'avvento della più complessa scienza molecolare sono state avanzate numerose ipotesi, dopo numerosissime analisi cromatiche sulla consistenza, sulla fragranza e sul gusto: una prima ipotesi è quella sostenuta da Schopenhauer nel suo saggio Uber die strischen der merden (Sui fondamenti della sgommata, 1835) per il quale la sgommata deriva dal proprio credo religioso nonchè dalla propria igiene personale. D'altra parte alcuni discepoli del pensiero di Hegel dichiararono a un congresso pubblico per coprofobici che la sgommata è il male trasmutato, e che pertanto doveva essere eliminato (donde la nascita dei primi spazzoloni del cesso).
Solo nel ventesimo secolo Renato Dulbecco dimostrò la correlazione scientifica tra l'entità delle sgommate in una mutanda e il numero di bidet fatti in un mese, una scoperta che gli valse il Nobel per l'igiene nel 1946.

[modifica] Voci scorrelate

Strumenti personali
wikia