Serpopardo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Sigillo cilindrico di Uruk.jpg

Il sigillo di Uruk testimonia l'esistenza del serpopardo già nel 48 avanti Giulio (circa 4300 anni fa).

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per chi si accontenta di poco, la pagina Serpopardo è presente anche su Wikipedia.
Quote rosso1.png ☼ Ϡ Ѿ ♀ ﬦ۝ § (Un serpopardo ha mangiato mia moglie, quella vecchia). Quote rosso2.png

~ Iscrizione sulla stele di Uxoricidis II.

Serpopardo è un termine utilizzato per identificare un animale mitologico, raffigurato su diversi oggetti risalenti all'Antico Egitto, sulla maglietta dell'orsacchiotto con cui dorme Ozzy Osbourne e nel Diabolico Bestiario di Aberdeen (testo medievale che parla di uno zoo scozzese, disposto a sequestro per maltrattamenti delle lontre).
Analogamente ad altri popoli antichi, gli Egiziani sono noti per le loro rappresentazioni molto accurate delle creature che avevano modo di osservare, soprattutto quando assumevano cristalli di Anubi. Le loro creature composite, scaturite da divinità che si erano fuse tra loro nei concetti religiosi, e qualche volta ingroppandosi senza ritegno, restano il mistero più affascinante della cultura egizia, dopo la misura delle tette di Cleopatra.
Il serpopardo era una di queste.

[modifica] Origini e caratteristiche

Serpopardo.jpg

Amedeo, un esemplare di serpopardo salvato per culo dall'estinzione, oggi vive libero nella riserva di Makumba.

Secondo la tradizione, riportata fedelmente sugli incarti dei baklawa (squisito dolce reso croccante da pistacchi e sabbia), la vergognos creatura sarebbe frutto dell'unione delle divinità Mehen e Sekhmet. Ma chi sono costoro?

  • Mehen è il benefico dio-serpente, guardiano della barca solare di Ra (ormeggiata al porto di Ostia e di cui deve ancora pagare sei rate) il cui nome significa "colui che è arrotolato a forma di pretzel".
  • Sekhmet è una divinità zoomorfa[1], il cui nome significa "Colei che è notevolmente zoccola". La dea è rappresentata sempre vestita con una attillata tutina panterata, a volte accanto al sacro fuoco dei copertoni.

Il professor Yacout El-Fathallah, massimo esperto in Ammucchiate al tempo della VII dinastia, ritiene il bestio ancora esistente. Per avvalorare la sua affermazione priva di conferme accademiche mostra (a richiesta) una foto di sua cugina Fakira, che ha 37 anni, è ancora zitella e dice di averne uno nel suo giardino. Ella[citazione necessaria] lo descrive come un incrocio tra un serpente ed un leopardo, con un lungo collo, il corpo a chiazze, fiatella pestifera e molto goloso di M&M's. L'avrebbe voluto chiamare anatrolepre, ma probabilmente non avrebbe reso bene l'idea del "coso".
La sua immagine appare anche su alcuni manufatti decorati come la Tavolozza di Narmer (usata per preparare cosmetici e sniffare cocaina) e il Vaso di Stipshotep, in cui venivano messe a macerare alcune olive greche nell'olio di fegato di merluzzo, allo scopo di favorire le funzioni vitali dell'arido intestino del faraone. Quest'ultimo era convinto che la sola vista del serpopardo l'avrebbe fatto cagare addosso, per questo incaricò il suo fido Inpienacris di catturare qualche esemplare e portarlo al suo cospetto. La vicenda è raffigurata proprio nel vaso.

Disegno di vasi egizi.jpg

Particolari del Vaso di Stipshotep.

  1. Il faraone incarica Inpienacris, che a sua volta affida il compito a due schiavi di sua proprietà: Anedjib e Gennaro.
  2. I due[ripetizione necessaria] riescono a catturare due[ripetizione obbligatoria] splendidi serpopardi di circa novanta chilogrammi cadauno.
  3. Gennaro, lasciato a custodia delle creature da Anedjib, le vende ad un mercante di fiere di Caserta, sostituendole poi con due giraffe abilmente camuffate.
  4. Scoperto l'inganno, Stipshotep apre il cranio di Inpienacris a randellate, servendo poi il suo cervello al falco reale.
  5. Gennaro convince Anedjib a darsi alla macchia ma, trovando solo deserto, vengono catturati rapidamente e mummificati vivi nella piramide di Skuffya.

[modifica] Cosa può fare un serpopardo

Orzowei.jpg

L'ultimo esemplare selvatico di serpopardo, indossato da Orzowei.

  • Stendere il bucato ed asciugarlo a scorregge in nove minuti.
  • Grattarsi la schiena con la coda.
  • Ingoiare una banana intera più facilmente di Sasha Grey.
  • Saltare sul posto.
  • Saltare un pasto.
  • Salare il pesto.

[modifica] Cosa non può fare un serpopardo

  • Coltivare melanzane.
  • Ricevere segnali televisivi.
  • Leccarsi le orecchie.
  • Mangiare con le bacchette cinesi.
  • Estinguere un mutuo.
  • Guidare un sommergibile nucleare.
  • Altre 842.000 cose di cui sarebbe dispendioso fare un elenco.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ avente forma di bioparco

[modifica] Voci correlate


Denti di mostro superiori.png










Denti di mostro inferiori.png
Strumenti personali
wikia