Sensualità a corte

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Purtroppo sì, questa è la conferma. Quello che hai sempre temuto è vero:
Faccina rosa SEI OMOSESSUALE! Faccina rosa
E il fatto che tu sia venuto a leggere questa pagina lo conferma. Accettalo. Leggi pure, ma poi considera di fare coming out: non c'è niente di male! Basta usare la vaselina!
Morte de Jean Claude (Marat)

La prima morte di Jean Claude, by Jean Luis David

Bouncywikilogo
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Sensualità a corte
Quote rosso1 Nhoooooooooooooooo, i biglietti per il concerto di Hanna Montana Nhoooooooooooooooooooooo! Quote rosso2

~ Jean Claude.
Quote rosso1 Jean Claude, bambina mia, che hai? Quote rosso2

~ Madrina a Jean Claude, pochi minuti prima di provocarne accidentalmente la morte.
Quote rosso1 Oh San Michael Jackson da Rotterdam, fa che Jean Claude non torni mai più! Quote rosso2

~ Preghiera-tipo di Madre.
Quote rosso1 Mi vuoi Pornostudentessa? Eccomi Pornostudentessa! Mi chiamo Slangava, e vivo...a Praga! Quote rosso2

~ Cassandra a Rocco Siffredi

Sensualità a Corte, nei Paesi anglosassoni anche Sensual Impossible, in Francia La rescérsce de la Belisarie, è una sitcom/telefilm/movimento culturale che si sviluppò prima dei Fratelli Lumière nell'autunno 1848 durante la Rivoluzione Americana in Europa e le diverse stagioni si svilupparono in anni diversi, le prime due nel Settecento, la terza negli anni '30, la quarta tra gli anni '70 e gli anni '80 e la quinta tra il 2005 e il 2009.

La trama interseca i drammi di un virile giovane effemminato che parte per provare un amore concreto con diversi personaggi che vede a causa della droga, perseguitato dalla perfida anziana madre, che cercherà più volte di abbandonare.

[modifica] Personaggi principali

[modifica] Jean Claude

Exquisite-kfind Non ti basta? C'è anche Jean Claude
Persone spaventate

Effetti causati dalla visione di reperti di Sensualità a Corte

Ogni prezioso documento cinematografico mostra un insano e irrisolvibile rapporto madre-figlio ispirato prima ad un periodo storico definito come infanzia dell'Umanità, da cui poi si evolvono diverse fasi storiche che recenti filosofi hegeliani vedono come una nuova fenomenologia cinetica: infatti da piccole storie di corte si passa a guerre intergalattiche e a produzioni cinematografiche autonome. Jean Claude, con la complicità del suo pubblico di devoti che partecipano al televoto del digitale terrestre, arriva ad incarnare, prima di morire, icone pop/gay come Madonna o un personaggio del Grande Fratello, consumatore maniaco di pornografia, ma soprattutto l'immagine del tipico neofascista postmoderno italiano alla corte di Francia, fra Lady Oscar e Charles De Gaulle, che è contemporaneamente gay, padano[1] e comunista.

[modifica] Madre

La dispotica madre, del cui passato non si sa nulla anche se si dice sia più vecchia del Sistema Solare, se non che ha sposato il padre di Jean Claude per "ragioni fiscali". Nei vari reperti cinematografici essa ha un ruolo fondamentale nella vita di Jean Claude. Il suo operato è profondamente influezato dalle primitive interpretazioni teosofiche del materialismo storico rivoluzionario francese, di cui lei pare fosse una delle prime esponenti femminili («la Nilde Iotti de nous-autres» dicevano i giacobini) che, tanto convinta delle sue teorie, decise di incarnare l'insegnamento del grande teologo ateo Gramsci e si impegnò a infondere un insano narcisismo cosmico[2] a tutti i membri del partito, con tabù quali l'indiscutibilità della sua bellezza e della sua giovinezza. Jean Claude però, che non è stupido, questo si sa, svela la falsa morale della madre rivelandone a tutto il regno l'età avanzata, l'anzianità, le doppie punte, la pigrizia intestinale[3] Questo spiega i numerosi casi di resurrezione di Jean Claude.

Inizialmente la figura di Madre non fu accettata dalla critica marxista, perché troppo ispirata a situazioni seminarili, da cui molti membri dell'Internazionale comunista provenivano. Oggi però il suo ruolo è molto rivalutato e molti hanno adottato questo personaggio quale simbolo delle proprie associazioni, fra cui la II internazionale delle casalinghe frustrate e il celeberrimo centro studi gramsciani sulla rivoluzione francese e sul destino dell'Umanità[4]. Si dice anche che Madre sia stata la prima ed unica incarnazione del Male con due gambe, due braccia e una melanzana al posto del corpo; attualmente non si sa dove sia finita, c'è chi dice che si sia rinchiusa a St. Mauritz, chi alle Isole Vergini Americane e chi dice che viva nelle fogne parigine.

Wikiquote
«Oggi il mio ovale ha perso il 20% in lucentezza e il 30 in compattezza...ho fatto uccidere la vecchia governante per questo»
(Madre)
De La Tour - Cassandra (Sensualità a Corte)

De La Tour - Cassandra penitente

[modifica] Madrina

...poi c'è Madrina. Lei è una Fata transgender che viene a compiere l'opera di Madre quando questa non riesce ad uccidere Jean Claude. Pare sia il prodotto del ciarpame mediatico mischiato alle potenti scorie radioattive gettate nella guerra del Kossovo e nata nelle lande desolate dell'Albania, è poi giunta a bordo di un gommone sulle coste della Puglia attratta da Nichi Vendola. Madrina è una grande campionessa nella formulazione di enigmi i quali sono tanto incantevoli da causare la morte di chi non riesce a risolverli, un po' come succedeva con la sfinge del perverso Edipo, e infatti poi Jean Claude muore alle note del pianto di lei.

[modifica] Cassandra

Il suo ruolo nella vita di Jean Claude non è molto importante in quanto moglie di una checca isterica di ben altri gusti sessuali. Nacque in una famiglia di narcotrafficanti a Saigon durante la guerra del Vietnam, per far fuggire i vietcong gli statunitensi usarono la piccola Cassandra come predatrice ninfomane, ma ciò non bastò per far trionfare la causa amerigana in Indocina, cosicché fu cacciata dal continente dei gialli per quello dei bianchi, qui giunse in Francia e divenne la prediletta di Madre che volle appiopparla al figlioletto Jean Claude potendo procreare con il celebre e poco noto "metodo De Agostini", una versione di vocabolario specializzata in kamasutra. Da allora continua nelle sue opere di corteggiamento al marito Gianclaudio, sposato per volere della spietata Madre, ma come ormai si sa fino allo svenimento.

Nota importante: Cassandra è l'unico essere umano di sesso femminile ad avere orgasmi senza che nessuno la sfiori con un dito.

Wikiquote
«Jean Claude, tu sei un rude camionista!»
( Cassandra mentre ipnotizza Jean Claude)

[modifica] Batman/Renato, Darth Fener/Stefano

Moltissime testimonianze, anche tra la stampa dell'epoca, ci informano che Jean Claude abbia avuto un grande amore in adolescenza: costui era Batman, altrimenti noto come Renato. Pare che il periodo di inadempienza al contratto matrimoniale con Cassandra perdurò dalla fine della Rivoluzione francese, fino alla rivoluzione d'Ottobre, quando egli dichiarò la propria gayezza a Madre e il progetto di creare una famiglia con Batman alias 'Renato'.

Renato sensualità a corte

La caricatura di Renato fatta da drag-queen bohemienne di Monmartre

Jean Claude è destinato ad innamorarsi di eroi mascherati e mascolini, tanto forzuti e belli che chiunque potrebbe pensare che dietro di loro ci sia lo stesso Jean Claude.

[modifica] Primi reperti

Siamo nel 1795 a Parigi, la vituperante Madre, contessa-regina di un reame simile a quello francese del XVIII secolo, costringe il giovane venticinquenne Jean Claude, dalle spiccate virilità a prendere in matrimonio la giovane e bella quanto sclerotica Cassandra, ex attrice porno di Praga, ora fervida dama di compagnia della psicopatica Madre (chiamata dalle dame dell'epoca Botola Vivente). Jean Claude, disinteressato alla patatina della desiderosa ed eccitata contessa ma alla mazza da baseball di Batman esule e poi stilista nella Ville Lumière tenterà con l'aiuto della fatina transessuale Madrina di sfuggire alle vendette ordite dalla malvagia mamma settecentesca per punire la sua femminilità e pretendere da lui 9 figli maschi, biondi, alti e con gli occhi azzurri e magari possibilmente superdotati.

[modifica] Seconda serie

La seconda serie si incentra sull'arrivo dell'astronave di Darth Fener sulla reggia di Madre che rapisce per errore Jean Claude, il quale si innamora stavolta perdutamente del malvagio personaggio di Star Wars, vittima come ben sappiamo di un forte asma, nel corso delle prime vicende, il signore oscuro tenterà in tutti i modi di liberarsi dell'infiltrato rose e fiori, minacciando di disintegrare tutta la sua collezione di cartamodelli di Barbie e i suoi zoccoletti tipo Britney Spears lo costringerà a paracadutarsi a Raccoon City, placida e tranquilla città, che dopo l'arrivo di Jean Claude, Madrina e Cassandra in un pacco postale insieme a dei preservativi, verrà sconvolta dalla fuga di un virus che tramuterà la popolazione in zombi affamati che tentano di divorare i poveri arrivati, solo l'arrivo di Madre con un elicottero della Umbrella Corporation riuscirà a trarre in salvo i tre sfigati antiestetici e cronici, ma in volo sull'Atlantico Madre tenterà di abusare sessualmente di Madrina.

Sensualità a Corte Planet of Apes

Uno dei più celebri film della Jean Claude production

[modifica] Terza serie

Trattasi di un'allucinante repertorio di immagini e documentari che provano le teorie orwelliane in cui tutto in sistema del potere di Oceania è coinvolto nei loschi affari di Big Brother, nel periodo in cui la Psicopolizia stava perseguitando Jean Claude con tutta la famiglia.

  • I documento: Jean Claude si traveste da 007
  • II documento: madre si traveste da Biancaneve e sfugge alla Psicopolizia
  • III documento: tutta la famiglia cambia nome, diventano Addams
  • IV documento: Cassandra si scopre essere un membro della psicopolizia che inscena i delitti a casa di Jean Claude sulla falsariga di Alfred Hitchcock
  • V documento: conosciuto anche come Sensual Impossible, per cui già il nome è tutto un programma... Il capo della fratellanza (brotherhood) contro il Grande Fratello, Eva Kant, si traveste da Madre per interferire con i piani di Cassandra.
  • VI documento: Jean Claude in preda al mind washing ripensa ai suoi amanti Batman-Renato, Dart Fener-Stefano e Diabolik-Armando in versione hippie.
  • VII documento: Jean Claude è reintegrato in un film della Fox e torna di nuovo alla ricerca della Belisaria
  • VIII documento: Madre, scampata alla psicopolizia, tenta di mangiare Jean Claude
  • IX documento: Jean Claude si traveste da donna... che strano!
  • X documento: Jean Claude tradisce la sua famiglia e si innamora di uno schiavetto nero, col consenso di Big Brother.
  • XI documento: Madre diventa regina d'Algeria

[modifica] Quarta serie

Dopo il crollo del regime del Grande Fratello, la famiglia e Jean Claude tornano nella propria reggia, dove vi scoprono il gemello illegittimo coi baffetti da usuraio Jean François deficiente di eguale misura a Gianclaudio, però diventa il prediletto di Madre ed ordisce un complotto contro la fashion victim, e stavolta solo quella demente di Cassandra insieme a Madrina potranno salvare Jean Claude da un annientamento certo, chiamando in aiuto l'intrepido spazzino della foresta di Sherwood Robin Hood. Madre dopo aver assoldato due serial killer, Iris e Patrizia (alias Paola e Chiara), e Madrina dopo essere investita con una processione di suore sulla statale dalla stessa Madre su una Ford Gran Torino rosa, ferita gravemente si ritira con uno schiavetto nero appena liberato a Casalpusterlengo; Cassandra si lancia dentro ad un teatro per salvare l'inutile vita di Jean Claude ma per errore si suicida e risorge più vogliosa di prima. Jean Claude riesce a seminare Iris e Patrizia, Madre decide di perdonarlo ma decide contemporaneamente di partire verso la sua residenza estiva di Fiumicino nei pressi di Roma con un giovane stallone conosciuto nei bordelli di Alessandria d'Egitto che attendendola sulla sua Fiat Cinquecento rimane ucciso da un conflitto a fuoco a causa della bomba allo ione stabilizzato di Jean Claude. Madre si reincarna in Satana e le ritorna l'istinto omicida verso il figlio, che lo imprigiona sotto le catacombe parigine e vuole farci una cotoletta alla milanese.

[modifica] Quinta serie

Jean Claude riesce a fuggire dalle catacombe e a causa di un vortice spazio-temporale avanza fino agli anni '80 a Los Angeles dove partecipa ad un concerto dei Village People con tutta la regia sensuale della serie, ma dopo notti di sesso, droga e rock n' roll a Malibù viene rintracciato da satelliti al di fuori dell'atmosfera terrestre di Madre, in questi anni rinchiusa in un convento a St. Mauritz in Svizzera, egli rincontra la mamma e compare anche la nuova cotta fiammante, Wonderwoman (simile a Charlize Teron ai tempi di Ben Hur) spogliarellista conturbante coi baffi, ex fidanzata di Vin Diesel che offre occasioni di lavoro e testimonial pubblicitari all'anziana Madre, tutto sembra andar bene quando improvvisamente la pubblicità che gira è sulle dentiere Rudy&Bisboccia e non è un profumo o un perizoma, l'ira della Botola Vivente è spaventosa (alcuni studiosi dicono che si possa ottenere qualcosa del genere unendo Joker a Jack lo Squartatore incazzatissimi) il mondo ripiomba nell'incubo di una guerra termonucleare tra Madre e la Russia, la crisi è sventata e Madre viene ingannata da tutto il cast della serie per le sue taglie vestiarie e la sua dubbiosa bellezza, specialmente quando Lawrence d'Arabia la corteggia e intende portarla nella sua tenda, poco dopo è rivelata la presenza di telecamere di Scherzi a Parte e Madre strangola il figlio Jean Claude per l'ignominioso scherzo quando compare Padre alias Marx e si conclude con scene di sparatorie, insulti, catastrofi naturali e Vanna Marchi che vende prodotti dimagranti.

[modifica] Dopo la serie

Austin Power - Claude

Fratelli separati alla nascita...

Wonderwoman e Jean Claude fuggiti in Venezuela dopo il concerto flop di Madre scoprono in documenti governativi che il baronetto è fratello dell'agente segreto sessantottino Austin Powers, dopo questa terribile riminescenza passata i due vengono stuprati da guerriglieri marxisti-leninisti delle Ande e sui freddi ghiacciai incontrano un buco (ano secondo gli esperti) spazio-temporale che li rimanda indietro al 1972 e prendono per poco il volo 571 partito da Montevideo (Uruguay), non si sa come si ritrovano nella piazza centrale di Santiago del Cile, un aguzzino dai baffetti ispidi e unti, un certo Augusto Pinochet assalta il palazzo presidenziale del Paese per instaurare una dittatura personale e impedire l'avvento del comunismo, la popolazione cilena accoglie con baci sui genitali e fiori di plastica l'arrivo dei due eroi, visti come salvatori di 'stocazzo. Jean Claude scopre che a volere il colpo di stato sono stati i latifondisti, i giocatori della bocciofila, prostitute e narcotrafficanti e Raffaella Carrà, in più Pinochet è una pedina di Madre, che l'ha assoldato per stanare le due checche emigrate in Sudamerica. Riescono a salvare la famiglia di Heidi dalla persecuzione del regime e si imbarcano con una canoa verso la Polinesia...


[modifica] Ultimi avvenimenti

Dopo la vacanza rilassante nell'arcipelago polinesiano Jean Claude torna in Italia dove diventa maggiordomo della contessa Victor Victoria al programma Quelli che il calcio, Madre tenta in ogni modo di sfumare le brame di celebrità del figlio anche cercando di distruggere gli studi televisivi di Victoria a Milano rapendo vari calciatori per seviziarli sessualmente ricattando e minacciando la magistratura e la conduttrice.

[modifica] Cazziatone di Madre

  • Ti condanno nel paese delle infradito con le calze a spugna tipo turista tedesco!
  • ANATEMA! Dì pure addio alle sessioni sadomaso e ai festini che ti piacciono taaaanto!
  • Possa tu rinascere supposta avariata!
  • Hai presente la cinturina pitonata di Gucci tipo Kylie Minogue che ti ho regalato? È taroccaaaa! Me l'hanno data di resto all'Esselunga!
  • Dì pure addio alle extention tipo Gwen Stefani!
  • Dì pure addio alla piastra lisciapelucchi di Barbie chioma lucente! Svanisci nelle tue stanze!
  • Dì pure addio alla compilaton Evergreen di Raffaella Carrà!
  • Hai presente il perizoma Louis Vuitton che hai voluto per Capodanno? Era in regalo col detersivo per i piatti!
  • Hai presente l'occhiale Prada che ti ho regalato a Natale? L'ho comprato dai cinesi!
  • Dì pure addio agli stivali rosa sopra il ginocchio tipo Lady Gaga!
  • Dì pure addio al tuo viaggio a scopo sessuale in Brasile!
  • Puoi pure dire addio agli stivaletti ortopedici di Lady Gaga!

[modifica] Qualche notina notò, che notai al notaio, nuotando di nuovo a Noto

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ forse nel senso di «estimatore del Grana Padano contro il Parmigiano Reggiano», perché in realtà non si capisce come un padano possa anche essere un neofascista italiano... la cosa è contraddittoria e resta uno dei misteri della vita di Jean Claude.
  2. ^ si veda per esempio lo studio di Jung sul narcisismo intergalattico, narcotico e narcotizzato, del Piccolo Principe, forse anche lui gay, anche se questo non lo sapremo mai perché pare che nessuno sia tornato vivo dal suo pianeta. Si veda anche lo studio di Freud sulla Donna Fallica, ovvero sulla Signora dal Grande Cazzo, che oggi si è scoperto in realtà essere Platinette, cioè la Signora Grande col Cazzo (l'equivoco fu causato da un errore di traduzione di Google).
  3. ^ Sembra che tutti i problemi di Madre, in simpatia con quello che succede in tutto il suo Regno, dipendano prevalentemente dai suoi problemi di stitichezza. Finita al carcere di Sing Sing dopo aver assassinato il Dr. House che aveva osato insinuare che avesse più di diciassette anni. Questi problemi sono trattati solo marginalmente nelle versioni riconosciute dal Partito di Sensualità a Corte.
  4. ^ Perché, anche questo si sa bene, Gramsci la sapeva lunga ed ha profetizzato nella sua vita molto minuziosamente il Destino dell'Umanità, meglio di Nostradamus, di Marx, di Hegel, di Virgilio e, soprattutto, di Mago Zurlì e Cristina d'Avena che da parte loro annunciavano il futuro con quei cori dello Zecchino d'Oro.

[modifica] Collegamenti esterni

Caricamento segnale dal Satellite in corso
Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo