Schifo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Slimer.jpg

Una delle più famose rappresentazioni fisiche dello schifo.

Quote rosso1.png Che schifo! Quote rosso2.png

~ Tipica espressione che esprime schifo.
Quote rosso1.png Sei lo schifo della Terra! Quote rosso2.png

~ Uno dei peggiori insulti che si possa mai pronunciare.
Quote rosso1.png Cos'è? Quote rosso2.png

~ Bear Grylls su schifo

Lo schifo è uno dei cinque elementi naturali assieme a terra, acqua, fuoco e aria. Lo schifo ha la caratteristica di essere in simbiosi con ognuno degli altri elementi, infatti lo si può trovare dentro ognuno di essi così come allo stato di puro schifo. Con schifo s'intende anche l'emozione che si prova di fronte allo schifo, il tema dell'estasi schifosa è stato trattato molte volte nell'arte e nella letteratura filosofica, vedasi i famosi scritti di Charles Bukowski.

Lo schifo fa schifo, ovvero suscita repulsione, ribrezzo, parabrezzo, smorfie involontarie e conati di vomito. Questo normalmente, ma esistono anche i cosiddetti schifofili, ovvero persone attrate dallo schifo e che da esso traggono gioia e appagamento sessuale. Un buon esempio di schifofilia è il collezionismo di prepuzi, molto in voga nei paesi in cui si pratica abitualmente la circoncisione.

[modifica] Lo schifo in natura

Jurassic Park montagna di merda.png

Quote rosso1.png Questa sì che è una bella montagna di schifo! Quote rosso2.png

Lo schifo non è una materia omogenea e definita, ma si può trovare sotto varie forme, tutte accomunate dalla repellenza che suscitano negli esserei umani. L'esempio più classico di schifo è la cacca, che è anche il tipo di schifo più diffuso al mondo, poiché tutti cacano. La natura fa schifo, lo schifo è sempre stato parte del mondo e sempre lo sarà. La causa principale dello schifo è la vita, perché è la vita che crea cose schifose. Se sul pianeta Terra non esistesse la vita, non ci sarebbe lo schifo, ma solo rocce e gas che non vengono dal culo, tutte cose che non fanno schifo a nessuno. E se anche l'odore dello zolfo fa un po' schifo, non ci sarebbe comunque nessuno a schifarsi. Il ciclo della vita è tutto un concatenarsi di schifezze, dal parto alla morte. Ecco alcune cose che rientrano nella schifosfera naturale:

  • Tutte le cose espulse dal corpo degli esseri viventi[1]
  • Le dita dei piedi troppo lunghe
  • Le alghe che si impigliano tra le dita dei piedi
  • I capelli nello scarico del lavandino
  • Le blatte
  • Le cose che strisciano
  • La melma
  • Gli odori
  • Gli uomini col tanga

[modifica] L'uomo e lo schifo

Uomo pieno di piercing.jpg

L'uomo con le schifezze in faccia. Tipico esempio dell'armoniosa convinvenza tra l'uomo e il proprio schifo.

L'uomo (inteso come specie) ha un rapporto tutto particolare con lo schifo. Da una parte è, dopo il gatto, l'essere più schifiltoso[2] presente sul pianeta terra; dall'altra è il maggior produttore di schifo di questo mondo. Infatti egli si prodiga ogni giorno a produrre schifo su schifo con la stessa solerzia con cui una formica porta pezzi di schifezze nel formicaio. Lo schifo che egli crea non è solo semplice materia organica come la lanugine ombelicale, ma spazia tra vari generi di schifo atti a schifare tutti i sensi dell'uomo. La problematica caratteristica dello schifo umano è che esso è poco controllabile e non è adatto a coesistere con la natura, dove lo schifo vive in equilibrio con il nonschifo. Ad esempio, un CD di musica neomelodica non è biodegradabile e il gusto per essa è geneticamente trasmissibile. Ecco alcuni schifi creati dall'uomo:

[modifica] Lo schifo come sentimento

Darnell my name is Earl disgustato.gif

Reazione espressiva provocata dallo schifo.

Amore, odio, schifo, i tre sentimenti che distinguono l'uomo dal sasso. Lo schifo è sicuramente quello che coinvolge di più il corpo, infatti si manifesta con numerosi sintomi quali vomito, fuoriuscita dei bulbi oculari, tremarella e paralisi facciale. Lo schifo è disgusto, è repellenza è ommioddiocheccazzoèstarobba. Esso non ci accompagna fin da piccini come l'amore e l'odio; infatti i bambini non hanno problemi a mangiare le proprie caccole. Lo schifo è un sentimento che si scopre più in là con gli anni, quando si capisce che la cacca è sporca. Come tutti i sentimenti estremi, lo schifo può portare ad azioni estreme. Citiamo ad esempio la vicenda di un ciclista irlandese che nel 1992 passò sopra un escremento di cane, il quale gli schizzò parzialmente sul viso. L'uomo provò un tale schifo che si gettò da una scogliera che passava di lì per caso con tutta la bici. Da secoli, per non dire secondi, i più grandi psicologi e proctologi hanno studiato lo schifo, uno dei caratteri più misteriosi della psiche umana. I progressi più progressosi si sono fatti nel '900 grazie a Sigismondo Frodo, che alle ore 13:40 del 27 gennaio 1936 ha scoperto che una spiccata sensibilità allo schifo è strettamente correlata ai pensieri zozzi sulla propria madre. Come al solito.

[modifica] Lo schifo nell'arte

Lo schifo è sempre stato presente nell'arte umana, sia come soggetto ritratto che come risultato degli inutili sforzi degli artisti più scarsi. La rappresentazione dello schifo ha raggiunto il suo apice con l'arte contemporanea, nota per fare sempre schifo. Apice che secondo gli esperti rappresenta l'apogeo dell'arte assieme a quella rupestre, prima primordiale e schifosissima forma d'arte. Ciò significa che sicuramente la civiltà umana si estinguerà a breve. Nel corso della storia lo schifo ha avuto certamente i suoi alternati momenti di gloria. Come non citare, ad esempio, l'arte iconica medievale, con i suoi piccoli cristi deformi. Oppure il cubismo, con la sua totale mancanza di reali solidi geometrici.

[modifica] Glossario dello schifo

Maiale.jpg

Un animale tenero e carino, peccato viva nello schifo.

  • Schifo: sostantivo, lo schifo in sé.
  • Schifo(2): sensazione di schifo provocata dallo schifo.
  • Schifo(3): coniugazione della prima persona singolare del tempo presente del verbo schifare.
  • Schifo(4): un particolare tipo di natante, usato per navigare in acque luride.
  • Schifare: rifuggere da qualcosa perché fa schifo.
  • Schifiltoso: uno che schifa quasi tutto.
  • Schifezza: sostantivo, qualcosa che fa schifo.
  • Schifoso: aggettivo che si applica ad una schifezza.
  • Schifidus Actiregularis: proteina dello schifo che aiuta a cacare.
  • Schiforama: quando lo schifo è troppo.

[modifica] Note

  1. ^ A parte le lacrime, quelle sanno buone.
  2. ^ Vedi il Glossario

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia