Scherzi a parte

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Lavori in corso2.png
ATTENZIONE!
Può sembrare assurdo, ma le informazioni contenute in questa pagina sono in gran parte VERE

o forse no
Lavori in corso2.png
Panariello02.jpg

Giorgio Panariello, quella volta che gli hanno detto che era morta la moglie. Che ridere!

Scherzi a parte è un programma di addestramento militare per testare la resistenza psicologica di individui-cavie sottoposti a violenti stress psicologici. Il programma viene trasmesso dal '92 sulle reti Mediaset, subito dopo i divertentissimi filmanti di tornado e alluvioni che sconvolgono la vita di intere famiglie, ma che tanto piacciono al pubblico di Italia 1[1].

Per rendere legale il programma, i test sono fatti passare come scherzi. La maggior parte delle vittime scelte per tali test sono dipendenti Mediaset, i quali, essendo tenuti per le palle dalla suddetta azienda, non possono farle causa - pena: ritorsioni sul lavoro - e sono altresì costretti a presentarsi in studio sorridenti e felici, anche quando gli fanno i gavettoni col piscio durante la registrazione del programma.

Probabilmente lo scherzo/test meglio riuscito è stato il finto arresto della modella Randi Ingerman, complice il fidanzato, che ha portato a un aborto spontaneo da parte della showgirl[2]. L'aborto è stato un piccolo effetto collaterale di uno scherzo riuscitissimo. E poi, ne è sicuramente valsa la pena, viste le risate e l'audience.

[modifica] I test

Luca Laurenti.jpg

Luca Laurenti, quando gli chiusero le dita nella portiera.

I test psicologici sono di vario genere e la loro durezza è tale da essere considerati pratica vietata dalle Convenzioni di Ginevra. I test consistono nell'immissione del soggetto in esame in ambienti di forte stress, quali:

  • rapina simulata
  • morte di un proprio caro simulata
  • rischio di stupro simulato[3] (se la vittima è donna)
  • presenza di individui pericolosi[4]
  • waterboarding
  • gogna mediatica
  • incendio simulato
  • malattie terminali diagnosticate
  • caduta di aereo simulata

Gli attacchi di panico del soggetto in esame sono poi montati e commentati in TV, il tutto condito dalle grasse risa del pubblico e dal riquadro in basso in cui si vede la vittima, inquadrata in primo piano, ridere fintamente e mostrarsi disinvolto mentre rivede il proprio infarto al miocardio.

[modifica] Polemiche sul programma

Il programma non ha mai ricevuto polemiche. Di nessun genere.

[modifica] Curiosità

  • Gli autori del programma sono gli stessi autori degli scherzi organizzati a Guantanamo e Abu Ghraib.
  • Come detto, i test più pesanti sono effettuati sui dipendenti Mediaset (Alessia Marcuzzi, Leo Gullotta, Daniele Bossari), mentre individui esterni all'azienda sono sottoposti a test più leggeri (sportivi, politici). Secondo i maligni, ciò dipenderebbe dal fatto che soggetti esterni all'azienda potrebbero intentare pesanti cause contro la società televisiva italiana, al contrario dei dipendenti che - sempre secondo i maligni - sarebbero tenuti per le palle e rischierebbero il licenziamento in caso di richiesta di risarcimento tramite vie legali[5].

[modifica] Voci correlate

[modifica] Fonti

  1. ^ Questa TV fa schifo al cesso, Aldo Grasso, EditaMilano, 2006, ISBN 340 738 23 05
  2. ^ Ingerman: ho abortito dopo «Scherzi a parte», ma noi ci siamo divertiti tantissimo!!
  3. ^ Stai per rischiare uno stupro, che spasso!!
  4. ^ Rapinatore in casa della Marcuzzi, quante matte risate!
  5. ^ Fonte: i maligni.
Strumenti personali
wikia