FANDOM


Scarafaggio

Costume scarafaggio

Grazie al suo terribile aspetto riesce a mettere in fuga il più temibile tra gli animali, la donna.

Stato di conservazione

Rischio estinzione critico
Cazzo un Roito

Classificazione scientifica
Regno: Terra
Phylum: Interdentale
Famiglia: Blattidea
Genere: Maschio, Femmina, Bisex, Gay, Lesbica, Transessuale
Scopritore: Marco Polo

La scarafaggio, più comunemente rinomato come blatta o napoletano, fisiologicamente non dissimile dal prete o dall'ebreo, ma da non confondersi con nessuna di queste categorie, è più volgarmente conosciuta come Blattodea e si pronuncia come splat!

È la specie che resterà in vita al termine della terza guerra mondiale e che pertanto governerà il mondo facendosi un baffo di tutte le altre specie evolute che soccomberanno alla loro impenetrabile ed impermeabile corazza creata direttamente da Dio; non dal nostro, dal loro.

Descrizione modifica

La blatta è un insetto ed in quanto tale fa schifo come tutti gli appartenenti al genere. È però quello forse di peggior aspetto, dato il suo colore marrone merda o più comunemente castagno post diarrea.

Il corpo è costituito per lo più da una corazza spessa, iper-resistente e dura come il guscio di una noce, che rende la specie più adatta alla sopravvivenza (come gli ebrei nel genere umano), e dona loro una schermatura da ogni genere di arma concepita dall'uomo, anche se letale o di distruzione di massa, fatta eccezione per la ciabatta, che risulta essere lo strumento più utilizzato per debellare la specie.

L'insetto porta con se tutti i caratteri evolutivi della specie dei calabroni, quali ali per volare e zampe per inorridire chi toccano. Inoltre presentano nella sommità della zona della testa due lunghe antenne, che nel loro caso specifico servono a captare i pericoli, le password dei conti correnti, i numeri del lotto ed anche i pensieri umani; è risaputo, infatti, che nell'istante stesso in cui se ne vede una, essa sarà già sparita, salvo ricomparire giorni dopo facendo prendere un colpo al malcapitato.

Fisiologicamente il loro minuscolo corpo coperto da una corazza è in verità mollo, ed in esso circola una sostanza color giallo/arancio simile al sangue umano ma molto, molto più schifoso alla vista.

Le blatte si riproducono con molta più facilità dell'uomo, circostanza che le rende numericamente superiori all'uomo stesso qualora si dovesse verificare una rivolta armata.

L'alimento preferito delle blatte è il veleno per blatte. Più ne mangiano, più ingrassano e ne diventano immuni. Prevalentemente, prediligono quello di marche famose come Raid alle volgari imitazioni cinesi o ai rimedi naturali fai da te.

In ultimo, ma non ultimo, le blatte non emettono suoni di per sé ma ne fanno emettere agli altri, ad esempio:

Wikiquote
«AAAAAAAAA! CHE SCHIFOOOO! IIIIIII!»

Eccetera.

Rapporti con l'Uomo modifica

Zuppa con blatte

Mangiare gli scarafaggi è un modo come un altro di debellarli.

L'ambiente preferito dalle blatte è lo stesso di quello dell'uomo: il bagno. Ciò non significa che un uomo e una blatta condividerebbero il cesso nello stesso momento, ma che farebbero tranquillamente a turno, senza far aspettare troppo l'altro.

Quindi il rapporto di inimicizia fra scarafaggio e uomo è causato esclusivamente dal rapporto che entrambi hanno con la donna. In virtù del suo aspetto orripilante (della blatta), la donna, animale da sempre ritenuto più grazioso (della blatta), non può reggere un contatto visivo con questa per più di un secondo senza emettere il suo particolare strillo di allarme, nel tentativo di catturare le attenzioni del proprio partner. Il verso emesso dalla donna sembrerebbe generare nel maschio un istinto da predatore al pari di quello della difesa del proprio territorio, così, al termine dei tentativi di uccidere la blatta, la tensione sessuale raggiunge il culmine e la coppia si dedica al coito seduta stante.

Gli scarafaggi dopo la Terza guerra mondiale modifica

In seguito all'apocalisse nucleare causata dalla terza guerra mondiale, le blatte sorgeranno dalle fogne e prenderanno possesso, in quanto ultime sopravvissute al conflitto, del pianeta Terra e di ciò che ne resta. Essendo tutte uguali tra loro e igienicamente "di manica larga" non praticheranno il razzismo o l'omofobia, né perderanno tempo con politica, religione o mondiali di calcio.

In conclusione, le blatte hanno molto da insegnare, in quanto ai comportamenti, all'uomo. Sta all'uomo capire dove e come adattarsi alle blatte.

Ad esempio:

Original video

Voci correlate modifica