Sandman

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Dylan Dog
DudeWTF

Pim! Pum! Smash! Gulp!

Questo articolo parla di fumetti.

Pertanto, se dopo la lettura vi viene voglia di volare e di sollevare auto, di andare a caccia di mostri e fantasmi o di parlare tramite onomatopee non dite che non vi avevamo avvertito.
Dream pigro

Sogno degli Eterni intento ad una delle sue più antiche e difficili occupazioni: dare da mangiare ai piccioni. Si noti l'estrema concentrazione, il tempo magistralmente perso, la nefanda acconciatura alla Bill Kaulitz e il bambino sullo sfondo che muore in seguito ad un trauma cranico causato da una pallonata di Holly e Benji.

Quote rosso1 Ma qui non si riesce a capire un cazzo! Quote rosso2
~ Un lettore di Sandman
Quote rosso1 Non preoccuparti del rumore che hai sentito, è solo la bestia sotto il letto... Quote rosso2
~ I Metallica su Sandman
Quote rosso1 Ma chi, il brestler? Quote rosso2
~ Gente come te mentre legge questo articolo, confondendosi come al solito mentre ascolta "Enter Sandman"
Quote rosso1 Ascoltami bene perché lo dirò una volta sola: SEI LA PIÙ STUPIDA, LA PIÙ EGOCENTRICA, SPAVENTOSA PARODIA DI UNA IMPERSONIFICAZIONE ANTROPOMORFA SU QUESTO O QUALSIASI ALTRO PIANO! UN ESEMPLARE INFANTILE, ADOLESCENTE E PATETICO! Quote rosso2
~ Death offendendo Dream come solo il buon vecchio sergente a cui ha già fatto visita sa fare
Quote rosso1 Sono Destino, sono Potmos. Non auguro: so. Quel che deve accadere accadrà. Così è. Quote rosso2
~ Destiny su come non spoilerare sull'imminente morte della sposa del proprio nipote
Quote rosso1 I sogni sono verità rivestite d'ombra, che rimarranno quando i nudi fatti saranno polvere, cenere, oblio. Quote rosso2
~ Dream per giustificarsi con la ex-moglie Calliope adducendo varie scuse colorite

Sandman è una serie di fumetti creati dall'overdose artistica di Neil Gaiman, sceneggiatore della serie più assurda della casa fumettistica americana DC Comics. Sì, proprio quella che si rode sempre se si pronuncia il nome Marvel.

La storia si incentra intorno ad un cosiddetto essere di nome Dream, o Sogno, o Oneiros, o Morfeo, o Tizio, o Kai'Ckul (nome africano che significa "Grande e Potente Dio delle Erezioni Notturne Ingiustificate precedute dai Sogni Privi di Senso in cui un Uomo in Calzamaglia Nera si Martella lo Scroto canticchiando oh oh oh, oh oh ooooh!"), ovvero nientepocodimenoche l'Incarnazione dei sogni e delle storie (è ben accetto un bel OOOOOOOOOH di stupefatta ammirazione), che affronterà avventure di vario genere dando sfoggio della propria aria da darkettone, cosa che gli attirerà l'odio di molti metallari non poco infastiditi.

Particolare non ben identificato da oltre il 99,99% dei lettori è il motivo per cui Morfeo si chiama Sandman, che effettivamente non ha a che fare per nulla con uno spilungone dark privo del senso dell’umorismo. Ma la radice del nome va ricercata nel fatto che, a quanto risulta dall’edizione italiana passata sotto l’attenta osservazione del MOIGE, Sandman deriva il suo insulso nome dalla sabbia magica che sparge intorno agli occhi dei bambini per farli stropicciare prima di dare loro tanti bei sogni felici.

[modifica] Trama

Idiomas-1- Avvertenza:
Questo articolo contiene dettagli della trama che potrebbero rovinarti la sorpresa, come per esempio il fatto che

Dream si lascia uccidere dalla sorella per colpa delle Eumenidi e al suo posto mettono Daniel Hall, il marmocchio nato nel sogno.
Bé, ormai che l'ho detto puoi anche leggere tutto...

Il fumetto si divide in varie parti che non sono necessariamente in ordine cronologico, poiché dopo l'ispirazione in cui Gaiman riuscì a creare la storia, gli sovvenne un rapido stimolo intestinale causato dalla rilettura della sceneggiatura, e così il prode sceneggiatore usufruì abbondantemente della carta per poi ammucchiarla alla rinfusa e riprenderla più tardi.

[modifica] Preludi e Notturni

La storia di Sandman inizia con il nostro niente affatto beniamino Morfeo che è stato imprigionato da un folle incantatore intenzionato a diventare immortale. Dopo un brevissimo periodo di prigionia in cui viene ripetutamente stuprato/seviziato/costretto a fare le pulizie, Dream medita vendetta, scoprendo però che il suo carceriere era morto di vecchiaia. Tutto questo perché il rituale avrebbe avuto effetto solo se ad essere catturata fosse stata Death, la Morte, sorella maggiore di Dream.

Ma poiché prima di andarsene all'altro mondo il fantomatico incantatore aveva compreso l'errore, aveva preso tutti gli oggetti appartenenti a Dream e li aveva venduti in blocco al mercatino dell'usato, ricavando una misera somma spesa subito dopo per andare a puttane, nel tempo che gli restava da vivere, ovvero, come avrebbe scoperto in seguito attraversando la strada col rosso, meno di dieci minuti.

Dream, cercando disperatamente gli oggetti che gli appartenevano - un sacchetto contenente la sua sabbietta per gatti, un elmo a forma di fallo scheletrico e un rubino magico, si imbatte in diversi personaggi provenienti da altri fumetti della DC Comics fra cui John Constantine, i Puffi, un rappresentante della Lega Marziani in Estinzione di nome Umber't B'oss, e il Diavolo in persona.

  • Per recuperare la sabbietta si avventura nella casa di una povera donnina carina, simpatica e onesta[ma de che?], che, in quanto tossicodipendente, aveva scambiato (chissà perché, poi) la sabbietta per un oggetto di suo consumo quotidiano. Sandman se ne sbarazza uccidendola con un'arruffata di capelli.
  • Per recuperare invece l'elmo Dream si reca all'Inferno, dove si scopre non solo che metà della popolazione infernale dei dannati è composta dalle sue ex-ragazze, ma anche che un demone sadomaso a due bocche color fucsia shocking ha ottenuto il suo elmo in base ad un contratto perfettamente legittimo, davanti al quale il Signore dei Sogni non può far nulla. Fortunatamente Sogno ha la possibilità di sfidare il terribile demone in una titanica battaglia all'antichissimo gioco "Facciamo che", in cui chi perde servirà come una instancabile badante filippina il vincitore, che si terrà l'elmo. Dream vince anche se la sua vittoria clamorosa ha del ridicolo. Vengono qui riportati i turni del combattimento verbale:
- Dream: “Io sono Platinette”
- Choronzon: “Allora io sono un chirurgo, e ti succhio via il grasso con una liposuzione
- Dream: “E io sono Eluana Englaro, prova a operarmi ora!”
- Choronzon: “'Azz! Io allora sono Beppino Englaro”
- Dream: “Vaffanculo, papà! Io allora sono Berlusconi
- Choronzon: “E io sono la guardia di finanza”
- Dream: “Opporcaput... allora io sono il giudice Santi Licheri e mi autoassolvo dalle accuse”
- Choronzon: “Ma io sono Sherlock Holmes e investigo sulla tua corruzione, smascherandoti!”
- Dream: “E io sono John Holmes

E prima che Choronzon, il demone sadomaso a due bocche, potesse spiaccicare un ulteriore parola lo prese e lo violentò selvaggiamente come in un sogno erotico di un quindicenne arrapato in piena tempesta ormonale. Lucifero si godette la vista di quello spettacolo che nemmeno le sue bolge infernali erano in grado di replicare, ma la maschera lo colse in flagrante e gli fece pagare il biglietto più tutti i balzelli SIAE. Non avendo di che pagare Lucifero fu rimproverato, picchiato e violentato dopodiché se ne andò per la sua strada sotto la minaccia della Comics Code Autority, non volendo incasinare ancora di più il fumetto dove si trovava.

Dino il Dinosauro Suicida

Effetti del rubino di Sandman nelle mani di Dee nel Fantabosco.

  • Per recuperare infine l'ultimo oggetto, il rubino magico, Sandman deve recarsi in un magazzino, dove sono conservati vari oggetti preziosi fra i quali il suo. Non sa però che nel rubino è stato impiantato un minicomputer, protetto da Norton Antivirus. L'Antivirus afferra Dream e lo sbatacchia fino a fargli perdere i sensi. Nel frattempo facciamo la conoscenza di uno strano omiciattolo nudo, rossiccio e glabro che sembra uscito dal Signore degli Anelli, una sorta di Gollum più alto, per intenderci. Costui è rinchiuso nel Manicomio di Arkham e fugge con l'ausilio di una graffetta trafugata a McGyver. Armato della graffetta fa l'autostop fino a quando una giovane non gli dà un passaggio, la sua vagina, un cappotto e un panino alla mortadella. L'omino glabro si fa portare al magazzino e prende il rubino, disattivando l'antivirus reinstallandolo mentre è attivo e provocando in Norton uno sdoppiamento di personalità.

Ovviamente Sandman viene a sapere della fuga dell'omino glabro, e lo riacciuffa nelle ventiquattro ore successive, che l'autodefinitosi John Dee/Dottor Destino (che fantasia, eh?) passa in un McDonalds, per sperimentare i poteri del rubino. Con esso, Dee riesce a piegare le menti deboli al suo volere, facendone ciò che vuole.

Dream lo trova, lo sfida e viene ovviamente battuto perché il rubino contiene gran parte del suo potere. Ma poiché è il protagonista, si salva dimostrando per l'ennesima volta che se uno è protagonista, non muore mai. Infatti Norton Antivirus, sull'orlo di una crisi di schizofrenia, implode facendo scoppiare il rubino di Sandman in mille minuti pezzettini. Il potere di Dream ritorna dentro di lui, ma poiché lui è sempre buono e gentile, riporta Dee al manicomio.

Riottenuti i suoi poteri, il nostro eroe dalla fratta inossidabile avendo completato tutti i suoi impegni si siede per strada e inizia a non fare un cazzo, senza curarsi minimamente del fatto che dovrebbe prendersi cura del suo regno da trip psichedelico, che ormai assomiglia ad una lettiera per gatti in cui ha cagato anche il padrone e che non è stata mai ripulita.

Death bestemmia

Death quando viene a sapere che suo fratelo è sull'orlo di una crisi da emo. Holly e Benji hanno provato a colpire pure lei, ma lei ha insegnato a parare a Gigi Buffon prima di ucciderlo. Ah, non sapevate che in realtà è morto?

Viene quindi presentata la Morte, o Death, una ragazzetta dark allegra e vitale che si diverte e se la spassa, a differenza di Dream che è sull'orlo di una crisi di nervi perché non ha niente da fare, e sta per tagliarsi le vene.

Insegnandogli a divertirsi con il metodo alla Mary Poppins, Death fa rinascere nel fratello minore una speranza. In fondo, non potevano certo far vedere il protagonista che si uccideva, vero?

[modifica] Casa di Bambole

Sandman, tornato a casa, manda il proprio servo/trastullo/bibliotecario/nerd di nome Lucien a fare la conta di tutti gli abitanti del suo infinito reame, condannando il povero nerd ad un destino di rottura di coglioni. Fortuna vuole che Lucien trovi circa il 12,3% della normale popolazione nelle proprie abitazioni: intuendo che il loro capo, quando sarebbe tornato, avrebbe chiesto un rapporto a tutti, se la sono svignati sulla terra, sperando di incorrere in un po' di gnocca.

Si scopre attraverso una ricerca che dei più importanti esseri onirici ne sono scappati quattro: Brute, un tizio grosso e glabro che puzza e gira con il fratello abortito Glob, un truzzo serial-killer di nome Corinzio, conosciuto per il suo odio assoluto dei professori d'arte che lo scambino per un capitello greco, e il Paradiso dei Marinai, o anche Paese della Cuccagna.

Caricamento...
Strumenti personali
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo