Salvo Lima

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Mafiaaa.jpg
Questo articolo tratta di cose e/o persone che non hanno nulla a che fare con la mafia
(che non esiste), quindi in caso notiate qualcuno in giro mentre chiede il pizzo facendosi chiamare Don, tranquilli, è tutto normale.

L'ho detto, l'ho detto, adesso mi puoi togliere quella pistola dal collo ché se no mi lasci il segno?

   Ti rifiuti di leggere? Ti costringiamo noi!?

Salvatore Lima, detto Salvo il Filantropo, è un personaggio leggendario del Perù orientale.

[modifica] La leggenda

Nell'antica Terronia, durante il periodo protozoico, si dice fosse percepito dagli abitanti, che all'epoca erano fondamentalmente dei molluschi, un vento di legalità e buon governo, che li rese immuni dai mali del futuro.

Detti molluschi sono rinvenibili anche oggi, sparsi tra le verdi ed alberate vie palermitane, e continuano imperterriti a credere nella leggenda del "Salvatore" (Lima, appunto), opponendosi con fervore anche al più piccolo cambiamento di opinione sui politici, presenti e del passato, e proseguendo noncuranti le loro misere vite come se vivessero in Svizzera. Nella dottrina vi è comunque anche l'opinione secondo cui tra la Sicilia e la Svizzera non vi siano poi tante differenze.

[modifica] Com'è, come non è

Com'è, come non è, nella Terronia del profondo sud (più avanti parleremo anche della nuova Terronia del Nord), i molluschi suddetti non accennano minimamente a scrostarsi di dosso la tradizione "Limiana", secondo cui codesto Spirito benefico, nel pieno rispetto delle regole, del buon senso e delle leggi operò per il bene comune della società, quando nel 1959 divenne Primo Cittadino del ridente capoluogo siculo, dopo essersi incarnato in un ometto buffo e simpatico e dal capello bianco perpetuo, anch'egli chiamato (per comodità) Salvo Lima.

[modifica] Le gesta

In linea con i suoi amici e compari di partito Giulio Andreotti e Vito Ciancimino, l'incarnazione di Lima governò la città all'insegna del rispetto dell'ambiente, dell'arte e dei beni culturali, negando puntualmente le concessioni edilizie ed impedendo cosí quello che altrimenti sarebbe stato il Sacco di Palermo.

Il nuovo Salvo Lima però (ci riferiamo all'incarnazione), con il passare del tempo giunse a più miti consigli: il sacco, infatti, se lo intascò, e anche le mazzette che lo riempivano.

[modifica] La fine del Mito

Affranto dalle bricconerie commesse dell'ometto in cui si era incarnato, lo Spirito Benefico della leggenda peruviana, abbandonò il corpo del prescelto, del quale da allora non si hanno più notizie.

[modifica] Ipotesi non confermate

V'è comunque chi sostiene che in sintonia con le eroiche gesta del caro Vito Ciancimino, per rendere ancor più forte la sua azione ecologista, si uccise durante una manifestazione dei Verdi.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia