Saddam Hussein

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Quando parlo con Saddam ho l'impressione che siano i suoi baffi a rispondere... Quote rosso2.png

~ Testimonianza lasciataci dal primo naso di Simona Ventura, che riposi in pace.
Segnale pericolo cunetta.jpg

Simbolo del partito di Hussein: "Triangolo dei Baffi"

Quote rosso1.png Un uomo buono, altruista ... i gas nervini li regalava sempre agli altri. Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Ha più sosia di me! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Copione! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Hanno scoperto che Saddam Hussein si faceva le canne. Ciò dimostra che a questo mondo nessuno è del tutto cattivo. Quote rosso2.png

Quote rosso1.png One way ticket to Iran and back, one way ticket to Kuwait aaand back! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Peccato che l'hanno trovato, era un ottimo sockpuppet. Quote rosso2.png

Saddam Hah Halleluja Jr. Boom Boom Chiuaua Hussein Segundo o Saddamm Huscem (detto anche Saddammazzà), è stato una figura politica di spicco degli anni '80 col suo partito Il Triangolo dei Baffi, attivo in Iraq. Fu un appassionato di raccolta di castagne nei boschi e amico fraterno di George Bush. È morto a fine 2006 all'età di 60 anni, strozzandosi mentre faceva il nodo alla cravatta.

Relazioni pericolose.JPG

Fu vero amore? Al cinema l'ardua sentenza.

[modifica] Vita

[modifica] Da attore fallito a star internazionale

Un sosia di Saddam diventato famoso attore.

Nasce in Egitto nel 1946. Dopo aver conseguito il diploma in scienze dittatoriali a Teheran, frequenta l'accademia militare egiziana insieme ad un giovane ed ancora sbarbatello Hosni Mubarak. Il suo curriculum però finisce per sbaglio sulla scrivania di qualche regista hollywoodiano, che gli propone di diventare il protagonista di Magnum P.I., un telefilm nato all'interno del progetto di armi di distrazione di massa. A causa del suo pessimo inglese e del suo alito troppo aromatizzato, la parte del protagonista viene purtroppo assegnata a Tom Selleck. Riesce lo stesso a distinguersi tra i personaggio secondari e per merito della sua faccia da duro, viene contattato dal governo americano ed assunto alla CIA per un impiego a tempo indeterminato come spia in Iraq.
L'intrepido Saddam diventa così una marionetta degli USA, e viene spedito in culo ai lupi all'altro capo del mondo, in mezzo alle dune[1]. A fargli da mentori nel suo arduo obiettivo, due uomini freddi e spietati: Ennio Doris e Sam Fisher. Uno si occupava di costruire paradisi fiscali intorno a tutti quelli che incontrava[citazione necessaria] e condoni per l'estrazione di petrolio, l'altro di minimizzare le dissidenze interne al partito e nel popolo. La svolta alla sua vita arrivò il Ventordici di Febbrile del 1979: siccome era stufo di sentire sempre in televisione Jimmy Carter raccontare barzellette sui suoi baffi, decise di licenziarsi e diventare un sanguinario leader sunnita.
Per prima cosa nominò il suo gabinetto di fiducia, reclutando i più fedeli tra i suoi seguaci, riuniti nel partito B'aaf[2]. Giusto per dare un'innocua dimostrazione del suo enorme esercito,[citazione necessaria] fece sperimentare torture a base di pasta e fagioli su alcuni curdi e sciiti abitanti del famigerato Albero Azzurro. L'unico sopravvissuto di quella strage fù Dodò, che mostra ancora oggi le cicatrici a pois sul suo corpo. Mentre il mondo ballava la Bucatini Disco Dance e si sollazzava davanti alla tv guardando i Robinson, passò sotto il totale silenzio la mattanza di 200 persone in un villaggio a Najaf: non col solito napalm o gas nervino, ma facendo ascoltare alla popolazione straziata una raccolta di cd M2o; l'ONU condannò aspramente il fatto, ponendo un embargo sul paese e processando Provenzano DJ per crimini contro l'umanità. In molti credevano che il novello baffi a spazzola si sarebbe calmato, ma non andò esattamente così.

[modifica] La guerra con il papà di Ahmadinejad

Saddam kebabbaro.jpg

Un giovane Saddam mentre lavora per pagarsi gli studi all'università.

In data 23 Brumaio 1980, la FIFA rese noto il nome del paese che avrebbe ospitato i Mondiali di calcio: l'Iraq. Il "furbo" Saddam aveva intenzione di mostrare ai superbi occidentali la bellezza del suo paese, di come aveva trasformato quella torbiera ricolma di oro nero in un villaggio vacanze degno della Costa Smeralda. Questa cosa fece impazzire di rabbia quell'invidioso di Ruhollah Khomeyni. Tra i due dittatori infatti non c'era molta amicizia, dopo che Saddam gli aveva consigliato di tagliarsi la barba per rimorchiare di più il sabato sera; seccato dal suo commento inopportuno, Khomeyni gli aveva replicato in pubblico di pensare ai suoi baffi. Tra i due scoppiò così una lite furiosa, conclusa con le urla di Saddam.

Wikiquote.png
«NON NOMINARE PIÙ I MIEI BAFFI!!! MAI! TI AMMAZZO!»
(Saddam Hussein.)

Dopo aver ripetutamente minacciato di boicottare i giochi[3], il barbuto Ayatollah decise alla fine di non partecipare, scatenando l'ira di Saddam. L' Iran venne così invasa per ripicca, e la cosa più sorprendente è che tutto il mondo sembrava essere d'accordo: l'America e la Russia inviarono carri armati, aerei, vodka e hamburger col ketchup per sostenere le truppe irachene. L'Iran era solo contro tutti, perfino i suoi storici alleati come l'Andokazzostan ed il Turkmenistan lo abbandonarono al suo destino. Il comando iraniano decise allora di giocare la sua carta segreta: Aladdin. Grazie al suo tappeto volante, riuscì a fermare l'avanzata della Guardia Repubblicana bombardandolo con Panemmerda barese e kebab rancido. La FIFA intanto si era rotta di aspettare la fine del conflitto e decise di spostare baracca e burattini in Spagna. Visto che ormai tutti e due i paesi l'avevano presa in quel posto, venne firmata una tregua.

[modifica] La madre di tutte le guerre sconfitte

Passa qualche altro anno, e la Q8 decide di regalare un bollino premio per ogni barile di petrolio venduto. Immediatamente l'Iraq di Saddam protestò immediatamente, accusando il paese limitrofo di concorrenza sleale. Per poter continuare a pagare gli usurai che lo taglieggiavano a poker, Saddam invase pure questo paesello grande come il mio balcone. Quest'ennesima aggressione lo fece apparire il Cattivik del Medio Oriente, e nessuno voleva difendere il dittatore. Pure Lugaresi da Cesenatico criticò l'attacco, dicendo che così faceva solo la figura del patacca.
George H. W. Bush ebbe un erezione ed un orgasmo simultanei dopo aver letto la notizia sulla CNN, e nel giro di 5 petosecondi le porta-aerei degli yankee pascolavano già nel Golfo Persico. Saddam, notando solo ora la cazzata che aveva fatto, cercò di spaventare tutte le loro truppe, spargendo la voce che tra i suoi soldati ci fossero Asterix&Obelix. Rischiando il tutto per tutto, gli americani non caddero nel bluff ed avviarono la campagna Desert Storm. Gli F-117 e gli A-12 sganciarono tra le chiappe degli iracheni così tanti petardi che sembrava il Capodanno a Napoli.
A causa poi dei ripetuti attacchi angloamericani, sopravvissero solo 7 cloni di Saddam; gli altri furono catturati e messi in cattività presso gli zoo di Berlino e Pistoia. Ora che il dittatore non aveva neanche una fionda nel suo arsenale, la pace sembrava cosa fatta, ma come al solito, avete pisciato fuori.

Saddam Hussein e Scatman John.jpg

Un altro clone di Saddam diventato famoso.

Bush saddam amici.jpg

L'amico fraterno di Saddam, Bush, con lui in un'immagine dei tempi dell'asilo

[modifica] Guerra al terrore

Dopo l'11 settembre, in America è scoppiata la paranoia per il Medio Oriente, e i paesi in cui è transitato Osama bin Laden[4] sono stati accusati di proteggerlo e collaborare con Al-Qaeda; tra questi ovviamente figura l'Iraq. Il nostro baffetto è stato accusato di possedere armi di distruzione di massa ma, nonostante accurate ispezioni nei bunker del suo paese, il team di ispettori delle Nazioni unite non ha rinvenuto nulla di pericoloso, a parte qualche assorbente usato.
Incurante di poter causare la terza guerra mondiale, Bush ha nuovamente invaso il paese. Dopo qualche settimana i pozzi petroliferi erano già nelle sue mani, ed il paese in mano all'anarchia. A distanza di 8 anni non c'è ancora traccia di queste fantasmagoriche armi, ma Bush rimane ancora in mezzo al deserto a cercarle. Ogni tanto incontra pure Al Gore, che invece è alla ricerca dell'uomo-orso-maiale. Saddam, che nel frattempo era scomparso dalla circolazione, è stato avvistato insieme ad Elvis Presley sull'Isola dei Famosi. Altri invece l'hanno visto cantare travestito da Scatman John. Alla fine però, è stato catturato e processato per divieto di sosta e parcheggio in doppia fila.

[modifica] Morte

Saddam mostra quante volte si è lavato durante la sua latitanza.

La sua bellissima vita è terminata a fine dicembre del 2006 (attorno al 32 dicembre), quando si strozzò cercando di mettersi una cravatta, con enorme dispiacere dell'amico Bush (Bisogna Uccidere Saddam Hussein). Altre fonti indicano invece che sia morto di morte naturale, infatti la canapa con cui era fatta la corda è risultata dalle analisi vegetale al 100%.
Unanime il cordoglio dal mondo politico™[citazione necessaria] internazionale; molti amici d'infanzia come Fidel Castro, Gheddafi e Michail Sergeevič Gorbačëv hanno reso omaggio al compagno di mille avventure contro i capitalisti americani:

Wikiquote.png
«Un bruavo cuompagno, un grande amico ed un eccellente cliente.»
Wikiquote.png
«Una morte immeritata, non gli hanno concesso neppure l'ultimo Bunga bunga. Comunque la sua fuga dopo l'invasione mi ha deluso, solo i codardi si nascondono in quel modo; io non starei mai in un bunker, ma a combattere insieme alle mie truppe.»
Wikiquote.png
«Mi mancheranno le notti passate insieme su Chatroulette

[modifica] Archivio fotografico

Direttamente dal caveau vaticano, ecco per voi l'album di foto donato da Saddam al suo amicone Osama bin Laden.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

Saddam Hussein
  • Le lettrici di Novella 2000 hanno nominato Saddam uomo più sexy del 1983, alla pari con MacGyver.
  • La linea di difesa del suo processo è stata organizzata dall'avvocato Carlo Taormina.
  • Tira più un pelo dei baffi di Saddam che un carro di buoi.
  • Saddam è stato nominato cittadino onorario americano[5].
  • I Metallica scrissero Enter Saddam dopo aver visto in tv il dittatore.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Non le macchine.
  2. ^ Chiamato così in onore dei suoi mustache.
  3. ^ Cosa che ovviamente fece molta paura agli Stati Uniti d'America.
  4. ^ Circa una decina.
  5. ^ http://www.magnaromagna.it/2005/curiosita/saddam-hussein-e-stato-cittadino-onorario-americano/.


Terroristi e Supremi Dittatori del mondo

Dittatori fascisti Dittatori comunisti Dittatori e basta
Leader religiosi Terroristi e leader razzisti Le categorie del Terrore
Clicca su una categoria per espanderla.
Strumenti personali
wikia