S.T.A.L.K.E.R.: Shadow of Chernobyl

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Cartello pericolo radioattivo.png
Attenzione!
Pericolo Radioattività!

In questa pagina sono state riscontrate forti radiazioni Gamma a 195 MeV
Durante la lettura potreste subire la crescita di una coda, o il rimpicciolimento del pene.
Scappa finché sei in tempo!

S.T.A.L.K.E.R.: Shadow of Chernobyl è una commistione fra un First Person Shooter e un RPG, ambientato in un futuro prossimo e prodotto dalla RTI. Per quanto lo sviluppo sia durato 10 anni e strombazzato come un capolavoro imbattibile, questo videogame spicca per numero di bug e monotonia.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Gli spoiler rendono il testo più aerodinamico aumentandone la velocità, quindi attenzione ai colpi d'aria.

Stalkercopertina.jpg

La copertina dell'edizione speciale.

Dopo la dichiarazione di inagibilità delle disariche nazionali, il governo attuale si trovava in serie difficoltà nel risolvere il problema della spazzatura. La Germania, che da anni comprava la spazzatura per rivenderla trasformata in dentifricio, era stata venduta con un'asta su Ebay in un momento di crisi, escludendo di fatto la possibilità di continuare a inviare là i carichi di rifiuti.

In una segretissima riunione di gabinetto, il governo prese una tragica ma inevitabile decisione: costruire in Piazza Garibaldi una centrale nucleare, certi che esplodendo avrebbe risolto il problema. Dopo una celere gara d'appalto, che fu vinta dall'onestissima famiglia Riina, la nuova centrale fu costruita utilizzando stuzzicadenti e scotch per risparmiare sui costi. Come previsto, il potente reattore in plastica PVC esplose dopo 0,3 secondi dall'accensione, nuclearizzando l'intera area.

Attorno al luogo dell'esplosione venne costituito un cordone di sicurezza, denominato "La Zona" sorvegliato da militari dell'Esercito Italiano, ma ben presto numerosi cacciatori di tesori detti Stalker penetrarono nel perimetro alla ricerca di artefatti e reperti da rivendere ai turisti. A rendere pericoloso il lavoro di recupero degli Stalker non erano solo le anomalie elettro/gravito/nucleo/piro/peto/molecolari che tempestavano la zona, ma anche gli abitanti del luogo, mutati dalla radiazioni e resi particolarmente aggressivi.

Il giocatore assume i panni di uno degli Stalker che, in seguito a un incidente col motorino mentre scappava da un mutante, ha perso completamente la memoria; salvato da un ricettatore locale e provvisoriamente denominato "Il Buggato", viene assunto con un contratto a termine per le più svariate missioni. A fare da sfondo all'avvicente trama, il misterioso messaggio rinvenuto all'interno del palmare di Buggato: "vaffanculo".

OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.

[modifica] Nemici

Come in ogni RPG che si rispetti, tutti quelli che non hanno una qualche missione suicida da proporre, sono incazzatissimi col personaggio. Il motivo, in realtà, non è ben chiaro neppure a loro. In S.T.A.L.K.E.R.: Shadow of Chernobyl i nemici si possono dividere fondamentalmente in tre gruppi: animali mutanti incazzati, persone mutanti incazzate persone non mutanti ma comunque incazzate.

Pgoldinomutante.jpg

Un Pervert Atomico. La differenza c'è, seppur minima.

Animali mutanti incazzati ===
  • Cani marci: Secondo gli sviluppatori del gioco pare esista solo una razza di cane in tutta la terra ed ogni esemplare è identico all'altro.
  • Cinghiali: avete mai provato a riprodurvi con una mezza tonnellata di carne sbavante?
  • Carne: per quanto gli sviluppatori abbiano deciso di affibbiargli questo nome, ricorda più un budino al cioccolato con le zampe. Essere inseguiti da un dessert, in effetti, non è piacevole.
  • Rosikoni: topi delle dimensioni di una monovolume ai quali il formaggio non piace più. Potrebbero benissimo essere canguri, in realtà.
  • Poltergeist: esseri umani trasformati in elementali incorporei dalle radiazioni...?
Persone mutanti incazzate
  • Pervert Atomici: uno dei rari casi in cui le radiazioni hanno effetti benefici. Scaltri, veloci, e molto interessati a mangiarti la faccia.
  • Giganti: grassi, stupidi, rumorosi e da trattare a fucilate.
  • Zombie: quel tocco alla Resident Evil che non passa mai di moda.
  • Snork: come gli zombie, ma camminano a quattro zampe ed hanno una pizza sulla schiena.
  • Controllori ATCM: dovrebbero poter assoggettare tutti gli altri esseri viventi al proprio volere con i loro poteri psionici, ma, a causa di un bug, non riescono a fare proprio un cazzo.
  • Poltergeist in versione umana: fantasmi invisibili che appena ti vedono diventano ubriachi e iniziano a lanciarti contro l'auto di tua nonna(una 500,oppure una Jeep Wrangler),il tostapane rotto e lo puoi vedere solo con la "CernobbioVision", acquistabile a sconto da uno dei narcotrafficanti del gioco.
Persone non mutanti ma comunque incazzate
  • Anarco-insurrezionalisti: Sono i colpevoli di ogni cosa che accade nella Zona per la quale non si riesce a trovare un capro espiatorio, esattamente come nel resto d'Italia.
  • Monolith: anche dopo ore di gioco, non si riesce a capire chi siano e che cazzo ci facciano nella Zona. La maggior parte dei giocatori sa che sparandogli muoiono, e tanto basta.
  • Duty: una brancata di scemi che gira tranquillamente per la Zona, sparando alla gente che passa senza lo scontrino della spesa e controllando che marocchini e cinesi non entrino a raccogliere uranio impoverito per fare le loro cravatte.
  • Stalker: gli unici amici del gioco. tutto quello che fanno è bazzicare per i campi degli Stalker e sparacchiare a qualche altro loro Stalker, magari dicendo al loro capo che l'avevano scambiato per un cinghiale.
  • Banditi: solitamente la fazione nemica per antonomasia; da notare che solo pochi banditi sono effettivamente ostili al giocatore, ma con un nome del genere cosa ci si potrebbe mai aspettare?

[modifica] Altri pericoli assortiti

Come se non bastassero orde di mutanti assetati di sangue, armi che si inceppano ogni tre colpi sparati, intere fazioni pronte a coinvolgervi nelle loro guerre, La Zona presenta anche improbabili pericoli naturali nei quali è assai facile incappare.

Fiamme dal culo.jpg

Burner?

Anomalie

A quanto pare l'esplosione di una centrale nucleare può sconvolgere tutte le leggi della fisica e dare luogo alle cosìdette anomalie.

Radiazioni

Come nel mondo reale, sono letali. All'interno di S.T.A.L.K.E.R.: Shadow of Chernobyl, però, hanno una particolarità: quando il contatore Geiger comincia a segnalare la presenza di radiazioni, basta spostarsi di 20 centimentri per essere al sicuro. Sembra, inoltre, che la vodka sia un'ottima cura in caso di esposizione prolungata ai raggi gamma, anche se vi siete mangiati un chilo di uranio. Miracoli dell'alcool.

[modifica] Luoghi

Secondo gli sviluppatori, inserire tutta la mappa in un unico scenario avrebbe richiesto un supercomputer, ma il fatto che il mondo di Oblivion sia all'incirca delle medesime dimensioni ma non diviso in varie zone, fa pensare che il vero motivo sia il motore grafico del gioco che fa schifo. I tempi di caricamento fra un luogo e l'altro sono paragonabili per durata a un'era geologica e, secondo il calendario Maya, al termine del centesimo caricamento finirà il mondo.

Pngsuicida.jpg

Vivere in un gioco del genere può spingere i PNG più sensibili al suicidio.

Confine

L'avventura ha inizio in questa zona. È abituale luogo di ritrovo degli Stalker niubbi ed è sotto l'egemonia del ricettatore che ha salvato Buggato. Bazzicare da queste parti non ha una grande utilità e di solito porta a finire invischiati in missioni improbabili o scontri a fuoco con l'Esercito Italiano, che presidia l'accesso ed ha stabilito punti di controllo un po' ovunque. Talvolta è possibile inciampare in un'anomalia e finire disintegrati sul colpo, giusto per rendere il gioco più avvincente.

Discarica

Uno dei siti di stoccaggio illegali che la mafia aveva costruito prima del disastro. La zona è altamente radioattiva, ma l'unico a risentirne sembra essere Buggato. Gli altri, invece, perseverano nel farsi i cazzi propri tranquillamente sparandosi fra di loro.

Bar

La sede dei Fascisti. Perennemente occupato da teste rasate e occasionali avventori, è gestito da un figuro che trova saggio cucinare carne di Cinghiale in Calore. Una volta guadagnata la fiducia del duce locale, il personaggio verrà dotato della tessera del partito e costretto ogni sabato a partecipare alle adunate dei balilla. Hanno anche un loro personale "mutantile" dove tengono tutti i mutanti rieducati per la caccia annuale al Cinghiale in Calore

Scampia

L'area infestata dagli zombie dove i RIS di Parma hanno installato il loro laboratorio mobile. Anche loro, ovviamente, hanno pronte decine di missioni suicide che aspettavano solo il protagonista per essere completate.

Centrale Nucleare

Per quanto possa apparire poco saggio mettersi a passeggiare per i resti di una centrale nucleare saltata in aria, le peregrinazioni di Buggato lo condurranno qui verso la fine della sua avventura alla ricerca di un monolite che esaudisce qualunque desiderio. L'unica area non altamente radioattiva dell'edificio è la camera del reattore distrutto; come questo sia possibile, è un mistero.

[modifica] Finali Alternativi

A seconda della condotta di Buggato durante la sua avventura, una volta giunto nei pressi del monolite esprimerà un desiderio fra quelli riportati. A causa di un bug nel sistema di conteggio, in pratica, la richiesa viene scelta alla cazzo di cane dall'IA del gioco. Grazie alla potente ironia degli sviluppatori una botta di sfiga lo rende totalmente inutile. Tra i vari esempi di desiderio:

  • «Voglio una bella figa che me la dia!»: Appare una topa nuda, ma al protagonista cade il cazzo.
  • «Voglio che i creatori del gioco muoiano!»: i creatori del gioco hanno un infarto e muoiono, ma durante le esequie il carro funebre ti investe.
  • «Voglio che tutti i bug del gioco si risolvano!»: Il videogame comincia a funzionare correttamente, ma una telefonata anonima informa la SIAE della vostra copia contraffatta e vi arrestano.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

  • S.T.A.L.K.E.R.: Shadow of Chernobyl è in realtà un programma di calcolo. Sono i bug a renderlo interattivo.
  • Nessuno ha ancora capito perché S.T.A.L.K.E.R. sia scritto come una sigla.


Logo DeepSilver.png
Strumenti personali
Altre lingue
wikia