Rutto

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Barney mega rutto

Il profeta dell'arte sacra del rutto Gumble Barney.

Quote rosso1 Aiuto! Un elefante è scappato dallo zoo! Quote rosso2

~ Chiunque dopo aver sentito un rutto degli Xduckx.
Quote rosso1 Mi ricordo di quando sono stato campione regionale di rutti... Tre anni di seguito, finché non mi slogai l'epiglottide... Quote rosso2

Quote rosso1 Nella Russia Sovietica, il rutto molla TE!! Quote rosso2

~ Inversione russa su rutto
Quote rosso1 Procuratevi ventidue litri di Coca Cola, agitate con forza e bevete tutto d'un fiato: dovreste vedere lo stomaco che si dilata lievemente. Fatto? Ora chiedete a papà di colpirvi il ventre con l'automobile a 70 all'ora. Sentirete una piccola bolla d'aria riempirvi la gola: lasciatela uscire. Fatto? Complimenti, avete fatto un rutto! Quote rosso2

~ Giovanni Muciaccia su come fare i rutti
Quote rosso1 I rutti sono universalmente riconosciuti come segno di apprezzamento del cibo. Quote rosso2

~ Esperto di galateo sui rutti.

Originariamente il rutto era una scoreggia che aveva preso l'ascensore (la scoreggia era un rutto che non aveva la monetina). In seguito si evolvette e oggi il Rutto è una forma d'arte superiore sfoggiata come epilogo di un pranzo (o cena) coi fuochi d'artificio, nonché una devastante arma biologica. Si distinguono diversi tipi di rutto:

  • Rutto cuore: rutto dal rumore amorevole
  • Rutto Culo: detto anche Rutto in culo è quel tipico rutto molto simile a un peto
  • Rutto Etna: molto simile a un eruzione vulcanica
  • Rutto Discarica: provoca cattivi odori tipici di una discarica di rifiuti

Quanto al contenuto olfattivo si distinguono in ordine d'importanza:

  • rutto all'aglio crudo
  • rutto al baccalà
  • rutto alla Bondi (odore di fogna)
  • rutto alla Silvio (con emissione, assieme ai gas, di capelli sintetici)
  • rutto alla strunz (emesso mentre si canta l'inno di Forza Italia)

[modifica] Livelli d'intensità

Christian De Sica in Ricky e Barabba

Poeta dialettale amico di Bob Dylan emette un tipico Rutto Massimo nella difficile variante A bocca semiaperta

Gli scienziati hanno catalogato i rutti in 13 livelli di potenza, che verranno qui sotto elencati:

  1. Mezzo quarto di rutto, quella cosa schifosamente flebile che percepisce solo l'emittente.
  2. Rutto debole, detto anche rutto del dopo-mangiato, è quel genere di rutto che, se emesso a distanza di 3 metri da quando ci si alza da tavola, dimostra come la cena sia stata gradita. In genere è molto debole e non puzza.
  3. Rutto medio-debole, è quel genere di rutto che esce senza preavviso nelle situazioni meno opportune, ad esempio durante le interrogazioni o i colloqui. Esso si manifesta in un piccolo rutto che prende il posto di una vocale o di una sillaba della frase che si stava dicendo.
  4. Rutto medio, un rutto di moderate proporzioni che, se emesso durante il pomeriggio, potrebbe avere anche un odore sgradevole e dare una piccola senzazione di nausea all'emissore.
  5. Rutto forte, è un rutto con un rumore grave e forte, che può essere udito anche a lunga distanza.
  6. Rutto finto o da coca-cola (Sintetico), è quel rutto che ha un rumore abbastanza potente e viene udito nel raggio anche di 15-20 metri. l'odore si può percepire ad una distanza di appena 10 cm e non provoca che risate violenti e in genere ha 3 diverse tonalità.
  7. Rutto fortissimo, è un rutto molto forte che può essere udito nel raggio di 40 metri, ed è in genere finto. Provoca un forte ribrezzo da parte di chi lo sente.
  8. Ruttone Potente, è un rutto ancora più potente del precedente ed è in genere caratterizzato da un tono molto forte se fatto con la bocca ad "O".
  9. Rutto Massimo, è un rutto che può avvenire una volta ogni anno. Nell'emissore si nota un segno di debolezza dopo averlo fatto e chi lo subisce in faccia può subire mutazioni cutanee e scolorimento dei capelli (in alcuni casi gli occhi diventano azzurri, tipo Super Saiyan).
  10. Rutto di Drago, un rutto di potenza cazzutissima emesso dopo una scorpacciata di sostanze piccanti. Di recente è comparso anche nella serie pokémon (tradotto come ira di drago) ed è di solito emesso da un gyarados con i coglioni girati.
  11. Rutto Apocalittico, è un rutto potentissimo che genera onde sonore percettibili molto chiaramente in tutto il continente. Provoca una paralisi delle corde vocali per una lesione del nervo laringeo e chi lo riceve può subire gravi ustioni (del 2°- 3° grado), caduta dei capelli e potenziale distacco della retina con conseguente cecità. È documentata in alcuni casi anche la perdita di memoria.
  12. Rutto Divino: il suo emissore paga un simile sforzo vocale con la vita e chi viene colpito non ha possiblità di sopravvivere. Vi sono delle emissioni di onde sonore che distorcono la materia; emissioni di radiazioni; sprigionamento di calore potentissimo; cambiamento del clima terrestre (dopo alcuni anni dall'evento avviene una glaciazione); distruzione di tutti gli edifici intorno al raggio di 5 Km; eruzione di vulcani; disgelo di entrambi i poli; morte di Goku (per sempre); emissioni di microonde e di raggi UV; formazione di campi elettromagnetici attorno all'emissore; ascesa dei 3 angeli del'apocalisse; resurrezioni; violenza da parte di Gandhi e clemenza agli immigrati da parte di Bossi. A volte questo tipo di rutto sprigiona una tale energia che le onde sonore riescono a modificare non solo lo spazio, ma anche il tempo. Nell'antica Scandinavia Thor era un grande realizzatore di questo tipo di rutto, e per questa sua dote riuscì a guadagnarsi il posto di dio del rutto
  13. Rutto Sovradivino: anche chiamato "Rutto Ineffabile" o "Rutto AT" (Assolutamente Trascendente), è un rutto i cui effetti trascendono la ragione umana; ciononostante, si normora che il minore degli effetti di un simile rutto consisterebbe nel portare l'intero universo a una condizione esistenziale completamente nuova. Questa congettura non è però mai stata provata, in quanto la realizzazione del Rutto Sovradivino non è, finora, mai stata portata in essere da dei o mortali.

[modifica] Il rutto nella storia umana

Del potere del rutto fin dall'antichità si hanno testimonianze nelle antiche leggende e nelle poesie popolari, ma il primo poeta che ne parlò fu senza dubbio 'Omero che, nei primi versi dell'Iliade così recita:

Cantami Oliva del pelato Achille
l'ira funesta che infiniti rutti
addusse agli Achei.........

[modifica] Forse non tutti sanno che...

Nel 1974, Mattew Savel, un trentenne cittadino dell'Ohio, stabilì un record di rutto unico nel suo genere, Mattew infatti riusci a pronunciare, durante un solo e ininterrotto rutto, il nome di ben tredici stati africani, il quattordicesimo non venne ritenuto valido, si trattava del Burkina Faso, i giudici convennero nel sostenere che l'ultima sillaba era stata pronunciata aspirando, segno inequivocabile che Mattew aveva terminato il rutto e ripreso fiato.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali