Rumatera

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Gondoliere allucinato.jpg
OCIO! CONTENUTO ALTAMENTE VENEZIANO!
La visione prolungata del seguente articolo può indurvi a bruciare la vostra auto e sostituirla con una gondola, guidare un "Brube col vintisinque", parlare senza doppie, odiare Mestre, odiare Chioggia o essere gli unici a votare centrosinistra in un universo storicamente leghista.
Quote rosso1.png RUMATERA MORTI DE FIGA! RUMATERA MORTI DE FIGA! RUMATERA MORTI DE FIGA! RUMATERA MORTI DE FIGA! Quote rosso2.png

~ Da Morti de figa
Quote rosso1.png E a mi me piase quee piene de peo/ Quee che rutta, che scoresa e che fa festa co l'oseo Quote rosso2.png

~ Da Me so inamorà
Quote rosso1.png Semo i Rumatera alsa sta canson/ Ne piaxe rosso col saeado a coeassion/ Ne piaxe a figa depilata o col caveo/ Ne piaxe a bira e anca el stinco de porseo Quote rosso2.png

~ Da Semo i Rumatera

I Rumatera sono un gruppo musicale punk italo-boaro. Nei loro brani utilizzano rigorosamente il dialetto veneziano, inframmezzato da qualche rutto qua e là.

[modifica] Svedelamento del gruppo

Sbocco.JPG

I Rumatera in tour.

I Rumatera nascono nell'estate del 2007 dal fortunato incontro tra Giorgio "Gosso" Gozzo, giovane neolaureato in filologia romanza, e Daniele "Bullo" Russo e Giovanni "Rocky Gio" Gatto, precedentemente militanti nei Catarrhal Noise, un gruppo sciolto con la forza dai caschi blu dell'ONU.
A loro si unisce in un primo tempo Pete Best, primo batterista dei Beatles, che però abbandona a causa dello sgradevole vizio dei colleghi di petargli in volto mentre dorme. Al suo posto viene ingaggiato Luca "Sciukka" Perin, un muratore in cassa integrazione.
Il gruppo prende il nome dal rumatera, o carassio, un pesce d'acqua dolce che passa le sue giornate sul fondo dei fiumiciattoli, per lo più bevendo Peroni ghiacciata.
Caratteristica principale dei Rumatera è il connubio tra sonorità tipicamente punk rock e un persistente odore di letame. Ciononostante faticano a incontrare il favore del pubblico, che agli inizi è composto da vecchiette attirate fraudolentemente dai Rumatera con la promessa di una dimostrazione di prodotti Tupperware.

[modifica] La passùa di popolarità

La svolta arriva con l'ingresso nel gruppo di Lady Poison, patonza da chilo con due compiti: mostrare le tette e irrorare pubblico e musicisti di rum e pera. I Rumatera diventano un vero fenomeno di costume in tutto il Triveneto, grazie a canzoni come Ho le maroidi, Tramexin col ton e Laudate Domini (poi cancellata dalla scaletta dei concerti perché ritenuta poco consona allo spirito del gruppo).

Nel 2008, durante un memorabile concerto a Sbevazzano sul Garda (Verona), i Rumatera copiano e migliorano la performance di Ozzy Osbourne, che una volta ha mangiato un pipistrello vivo, macellando un maiale sul palco e lanciando salsiccie sulla folla in visibilio.
Rumatera.jpg

I Rumatera al momento di ricevere il titolo di baronetti da Sua Maestà Elisabetta II.

Nel 2009, a bordo del loro Landini testa calda, emigrano negli USA per sfondare nel locale mercato discografico o, quantomeno, per sfondare el cueo a qualche buea. Qui un manager più ubriaco di loro li scambia per i Jethro Tull e li invita a suonare al prestigioso Madison Square Garden di New York. L'esibizione non ha però luogo perché i Rumatera, a causa dell'emozione e delle cinque taniche di olio idroguida ingurgitate per darsi coraggio, invece di suonare si danno a un'indecorosa devastazione dell'impianto.

Tornati in Italia col foglio di via, i Rumatera iniziano una proficua collaborazione con il Trio Medusa. In veste di donne delle pulizie.
Nel 2010 compaiono più volte nella trasmissione Data Base di Pino Scotto, nel gratificante ruolo di oggetto delle ingiurie dell'impetuoso presentatore.
Nel 2012 i Rumatera presentano il loro quinto album Xente Molesta, registrato con tecniche all'avanguardia nella sala mungitura dello zio contadino del Bullo.
Nel 2014 pubblicizzano il nuovo album Awanti coi Ammicci vendendolo di persona nei migliori autogrill della A4.

Pur non essendosi mai schierati apertamente, i Rumatera hanno fatto molto per la causa dell'indipendenza del Veneto, nel senso che lo stato italiano, pur di farli smettere di suonare, è pronto a concedere al Veneto la totale autonomia.

[modifica] Il pensiero filosofico

Quote rosso1.png Bevi vin, bevi vin, bevi vin, bevi vin/ No sta' bere aranciata, bevi vin Quote rosso2.png

~ I Rumatera, recentemente assoldati per una pubblicità progresso sulla sicurezza delle strade

I Rumatera incarnano l'ideale del Toso di Campagna. Nelle loro canzoni esaltano i veri valori della vita: l'amicizia, la masturbazione davanti a Colpo grosso, le camporelle in furgone, le imbucate vigliacche alle feste e l'immancabile coma etilico del sabato sera.

[modifica] I Tosi de Campagna

Lady Poison.jpg

La dolcissima Lady Poison, sogno erotico di ogni bifolco in salopette che si rispetti.

  • Giorgio "Gosso" Gozzo: basso, voce. Il John Lennon del gruppo, con la differenza che a stroncarlo non sarà Mark Chapman, ma la cirrosi epatica.
  • Daniele "Bullo" Russo: chitarra, voce, bestemmie. Frontman della band, dotato di un timbro armonioso quanto un'imballatrice ingolfata. È talmente grezzo che i turisti tedeschi in sandali e calzini di spugna lo additano con disprezzo.
  • Giovanni "Rocky Gio" Gatto: chitarra (che non sa suonare) e voce (che non ha). Ma a guidare il pulmino è un drago.
  • Luca Perin: batteria, percussioni. Nessuno, nemmeno gli altri Rumatera, l'ha mai visto in faccia, perchè la band si ritrova a suonare su palchi talmente infami che la batteria viene posizionata a chilometri di distanza. Una volta, durante un concerto a Cittadella, Sciukka suonava da Rovigo.

[modifica] Guest stars

  • Ciofanni: un nano deforme, peraltro di origine incerta, che i Rumatera hanno assoldato al solo scopo di far credere che non odiano i terroni. Il suo ruolo è quello di interrompere il concerto emettendo squilli acutissimi e di venir picchiato dalla band per questo. Tra una tappa e l'altra viene incatenato in cantina come il nano di Pulp Fiction.
  • Lady Poison: il vero motivo per cui orde di sedicenni seguono i concerti dei Rumatera.
  • Gianni Drudi: il poeta della selva oscura, dopo anni di anonimato, ha cantato con i Rumatera la canzone Mi piace la foca. E dall'anonimato è passato al dimenticatoio.

[modifica] Discografia

  • Rumatera - Live in Cassago de Pianiga
  • La Sagra dea Bisata
  • 71 Gradi (Targa Tenco per la canzone Rombi Goioni)
  • La Grande V (Targa Tenco per la miglior cagnata sul pubblico)
  • Xente Molesta (contiene una foto di Lady Poison sotto la doccia scattata senza il suo permesso)
  • Awanti Coi Ammicci
  • I Rumatera cantano Modugno

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia