Rudolf Clausius

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png L'entropia aumenta sempre ! Quote rosso2.png

~ Rudolf Giulius Emanuel Clausius ai suoi spaventati studenti [1]
Quote rosso1.png La mia pazienza sta invece diminuendo Quote rosso2.png

~ Un coraggioso studente a Clausius sull'impossibilità di superare l'esame di termodinamica
Quote rosso1.png E quindi ? Quote rosso2.png

~ Un tizio dopo che Clausius gli ha detto che qualunque cosa faccia, l'entropia aumenta
Quote rosso1.png Perché ha indicato l'entropia con la "S" se inizia con la "E" ? Quote rosso2.png

~ Domanda ovvia che si fanno tutti
Quote rosso1.png Clausius ? Ah sì, quello che mi riordinava la stanza [2] Quote rosso2.png

~ Boltzmann parla del suo universalmente stimato collega
Clausius.jpg

Una delle rare foto di Clausius. Rare poiché sembra che tutti i fotografi avessero voglia di prendere a scarpate un volto giudicato così irritante.

Rudolf Giulius Emanuel Clausius (detto RGEC per gli amici, Chi ? per i niubbi e Quel gran bastardo per gli studenti di quarto anno di liceo scientifico) fu uno strano personaggio provenuto dalle profondità interstellari per combattere un mostro ancora più strano, l'entropia. A quanto pare, l'unico scopo dell'entropia era espandersi [3] fino ad arrivare al dominio completo dell'Universo. Alcuni dicono che in realtà lo stesso Clausius sia stato responsabile della creazione dell'entropia insieme ai suoi compagni di merende Joule e Boltzmann, con i quali condivideva la stessa propensione a inventare sempre nuovi modi per mandare in tilt le menti dei loro studenti e la stessa fantasia giocherellona, purché opportunamente stimolata.


Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. Rudolf Clausius

[modifica] Vita

Rudolf Emanuel Julian Clau...no, aspettate...Rudolph Julius Emmett Cousiol...no, c'è qualcosa che non va...vabbè, il nostro personaggio, dicevamo, nacque da qualche parte in qualche tempo. Egli non ha mai parlato a nessuno del proprio passato, per motivi poco noti. Esperti personaggi hanno ipotizatto che i motivi di un tale riserbo potessero essere:

  • Non voleva che si sapesse dove si trovassero i suoi genitori, altrimenti tutti avrebbero potuto conoscere delle persone tanto stupide da dare al nostro eroe il nome che ha;
  • Si è semplicemente dimenticato di data e luogo di nascita, poiché troppo impegnato a studiare [4];
  • È sempre esistito in ogni luogo e tempo, in quanto appartenente al ciclo infinito della lotta tra Bene e Male, tra Ordine ed Entropia. I ricercatori ritengono che questa sia l'ipotesi più realistica.

Comunque, il nostro personaggio, una volta resosi conto di esistere, decise di trovarsi una missione nella propria vita. Il nostro, infatti, non ne poteva più di vedere le assurdità che circondavano la sua esistenza, come:

  • Il dover sempre riordinare la propria stanza, altrimenti precipitava nel completo disordine;
  • Il dover studiare duramente, da ragazzo, per prendere almeno sei [5];
  • Il vedere il ghiaccio sciogliersi a contatto con l'acqua bollente. Uno spettacolo raccapriciante da stringere il cuore !

Colpito da tutte queste anomalie, Clausius poteva seguire due strade:

  • Provare a capire i motivi di simili anomalie ontologiche [6], e trasmettere la conoscenza acquisita agli altri. Ossia insegnare. Che generosità: gli studenti di quarto anno di liceo scientifico, in effetti, furono subito solerti a ringraziare Clausius di aver introdotto una disciplina allora ancora non esistente, la termodinamica:
Wikiquote.png
«Ma farti i cazzi tuoi, no ?»
(Gli studenti, ansiosi di imparare, ringraziano amorevolmente)
Studenti.jpg

Studenti ad una lezione di termodinamica. Notate l'espressione attenta e soprattutto sveglia

Clausius ci mise poco a capire la natura del nemico che doveva affrontare, e lo capì dopo aver finito tutte le dosi dategli dal suo smerciatore di fiducia, Joule. Quando rimase a secco, infatti, cadde in depressione, ed espresse una frase decisiva:

Wikiquote.png
«Ma perché mi tocca ora riandare da quel fattone strozzino [7] ? Perché non posso semplicemente trasformare un mucchietto di erba di prato in ciò che mi serve ?»
(Clausius esprime il suo disappunto per aver finito la sua dose giornaliera)

Clausius intuì che esisteva un folletto malvagio, probabilmente proveniente da un universo parallelo, che rendeva ogni operazione, quale appunto procurarsi la polvere magica, difficoltosa. Chiamò questa misteriosa presenza Entropia. I motivi per un simile nome sono abbastanza chiari, come spiegò l'amichetto di Clausius, Boltzmann:

Wikiquote.png
«Rudy scelse questo nome perché fu il primo che gli venì in mente quando andò in overdose»
(Boltzmann chiarifica ogni mistero)

Tuttavia, tutti si chiederanno: perché indicare con la "S" una grandezza che inizia con la "E" ? Non c'è risposta. Questa è la prova che anche le personalità più geniale, a volte, dicono cazzate.

Comunque, il nostro Rudy...ehm cioé, Randolph..ehm no, Rick...vabbè insomma, il nostro eroe[e la marmotta confeziona la cioccolata], stabilito che il nemico si chiamasse Entropia, che il suo soprannome fosse "S" e che probabilmente fosse femmina, poiché il nome finisce con la "a" (ciò destò l'interesse del solitario Boltzmann), diede inizio alla guerra per il controllo dell'Universo.

Per farlo, non usò spade laser, né astronavi a propulsione nucleare, né lancio di matite appuntite. Cominciò a insegnare. La cosa non entusiasmò i giovani tedeschi [8] che non avevano alcuna voglia di ascoltare i deliri di Ronald...ehm no aspettate che ora mi ricordo...vabbè insomma, del nostro sommo insegnante[l'ha detto mio cugino]. Ecco come si svolgeva una normale lezione di termodinamica:

Clausius (entrando nell'aula con fare agitato): Ragazzi, dobbiamo sbrigarci, cazzo ! Dobbiamo fermarla !

Studente: Chi ?

Clausius (lanciando una penna nell'occhio dello sventurato): Ma come chi, decerebrato ? L'entropia ! Sono tre mesi che quel cretino di Edison mi ha staccato la corrente per non avergli pagato le bollette, e la corrente ancora non mi è tornata ! Perché se metto le lampadine nell'acqua marina il calore contenuto nel mare non le accende ? Perché mi tocca spendere ? È colpa di Enpy !

Un altro studente: Enpy ?

Clausius: Entropia, no ? Tra noi ci chiamiamo così...La prossima volta gliene dirò quattro, per aver permesso che il gelato che avevo esposto al sole mi si sciogliesse !

E così via. Le lezioni spesso venivano arricchite dagli intermezzi di Boltzmann, che entrava e mostrava le sue grandi ricerche in fatto di gas perfetto, di cui lui era un importante venditore. Rimane da chiarire a chi potesse servire una scatola di gas perfetto, ma non è questa la sede per discuterne. Il nostro, tuttavia, non apprezzava granché:

Wikiquote.png
«E che me ne faccio di una scatola di gas perfetto, idiota ?! Tanto so che se apro una scatola di gas all'aria aperta, questo si disperde nell'atmosfera, e non me lo posso tenere per me !»
(Clausius in un'ottima imitazione di Capitan Ovvio)

Sentendosi offeso e ignorato dal suo migliore amico[citazione necessaria??], Boltzmann cadde in depressione. Cadde sempre più giù, finché non cadde in un recipiente pieno di gas perfetto monoatomico, dove morì di trauma cranico a causa dei numerosissimi urti delle molecole del gas contro la sua testa. Cosa plausibile, se si tiene conto che le molecole sono tante e viaggiano anche a 800 km/h, infrangedo tutti i codici della strada del mondo. Perciò, la prossima volta che uscite all'aria aperta, bambini, state attenti ! Se non vi coprite adegutamante la testa, gli urti con le molecole potrebbero spaccarvela !


Molecole.gif

La lista di coloro che la polizia sospetta aver ucciso il povero[ma de che?] Boltzmann

[modifica] Morte

Saputo della morte del suo compagno-amico-collega Boltzmann, Clausius fece mostra di grande dolore:

Wikiquote.png
«Finalmente si è tolto dalle balle quel rincoglionito con i suoi gas perfetti e la sua barba che non si tagliava mai»
(Clausius rischia lo svenimento per il dolore)

Tuttavia, presto lo avrebbe raggiunto. Fu in quel periodo, infatti [9] che la Germania entrò in guerra [10] e Clausius si arruolò volontario come capo di un corpo d'ambulanza...ehm no, che sto dicendo, del resto non siamo su Wikipedia, che diamine ! Dicevamo, in quel periodo il nostro eroe[e la marmotta confeziona la cioccolata] si arruolò come spazzino nelle trincee tedesche. Suo compito era tenere pulite le trincee, ossia riordinare il disordine provocato da bombardamenti, feriti, morti, sangue, fango e altre simpatiche cosucce. Ciò che ci voleva per il Signore dell'Ordine ! Fu tuttavia durante una di queste operazioni di pulizia che l'Entropia mise fine finalmente [11] alla carriera del nostro professore. Mentre, infatti, puliva i pavimenti fangosi delle trincee dalle macchie di sangue, l'Entropia gli provocò un acuto senso di stanchezza, davvero strano se si pensa che stava lavorando da dieci ore. Spossato per quell'improvviso attacco di fatica, il nostro eroe[citazione necessaria??] si sedette un attimo su una sedia con una gamba fragile, che infatti si ruppe. Rudolf [12] cadde, e si presume stia continuando a cadere tutt'oggi. Nessuno, fin'ora, l'ha ritrovato. Gli studenti liceali, comunque, sono pronti a pagare una sostanziosa taglia per il suo ritrovamento, purché vivo. Vogliono, infatti, fargli capire il vero significato dell'espressione "morte termica", senza contemplare necessariamente l'aspetto termico (che ancora nessuno ha capito, comunque).

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse ti incuriosisce sapere com'è dormire coi pesci?

  • Secondo alcuni, Clausius è stato colui che ha intuito per primo la necessità dell'aspirapolvere e delle governanti nelle case;
  • Il terzetto Clausius-Boltzmann-Joule è ricordato per aver scoperto che se mi ustiono una mano, è inutile che aspetto che l'ustione passi da sola, ma mi devo curare. Per questa scoperta fondamentale, hanno vinto il Premio per il maggior intuito psicolabile dell'anno;
  • Tra gli studenti liceali odierni, è uso dimostrare l'aumento dell'entropia bruciando i propri libri di fisica e spargendone le ceneri al vento, dato che non si ricomporranno neanche in settordici anni;
  • L'integrale ciclico di Clausius è considerato una delle prime cause di mortalità del mondo. Il 99 % delle vittime è studente;
  • Secondo Clausius, il miglior modo per vivere è stare fermi senza fare nulla, in modo che l'Entropia non possa aumentare. Quando gli si fece notare che anche solo respirare faceva aumentare l'Entropia, Clausius disse semplicemente:
Wikiquote.png
«E allora che nessuno respiri !»
(Clausius ragiona in modo logico)

Un suo studente particolarmente attento alle sue lezioni lo prese alla lettera, trattenne il fiato e scoppiò. Si dice che ne stiano ancora raccogliendo i pezzi, dispersisi su una superficie molto ampia a causa dell'entropia.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Suddetta frase, infatti, veniva accompagnata da una risata malefica e da una strana nube rossa che avvolgeva tutta la stanza
  2. ^ Per provare a diminuire l'entropia. Povero ingegnuo
  3. ^ Anzi, aumentare
  4. ^ Cose che succedono
  5. ^ Come vedi, non sei l'unico
  6. ^ Se non capite questa parola, poteve consolarvi: vuol dire che non vi siete fatti due balle così a studiare al liceo scientifico
  7. ^ Joule, appunto
  8. ^ Ah perché, non avevo detto che era tedesco ? Vabbè, lo era. Ora ti sta più simpatico ?
  9. ^ Quando ?
  10. ^ Questo non rende più preciso il periodo storico
  11. ^ Piccola licenza poetica. Bella, vero ?
  12. ^ Finalmente mi sono ricordato come si chiama !
Strumenti personali
wikia