Rubikone

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Alea iacta est! Quote rosso2.png

~ Qualcuno su Rubikone
Cubo di Rubik scorre sul Rubicone, Cesare attraversa il Rubicone.gif

Si dice che il Rubikone sia un fiume lungo circa 29 km, che attraversa la provincia di Forlì-Cesena-Tico e che sfoci nel Mare Adriatico, ma non si hanno ancora notizie certe al riguardo.

[modifica] Leggende

Maggiore credibilità hanno invece le leggende che col tempo sono state associate a questo fantomatico rigagnolo nel corso dei millenni, come quella di Cesare, giunta a noi attraverso varie interpretazioni, e quella degli emo. Si sa per certo che il suo nome derivi dal rubicone, antica variante abnorme del moderno Cubo di Kubrick o Cubo di Rubik.

[modifica] Leggende Metropolitane

  1. La voce più credibile narra che nel 49 a.C. (ovvero nel 1989 a.C.N.) Cesare stesse cimentandosi sulle rive di un ruscello nel rompicapo di cui sopra, ma non riuscendo a rendere nemmeno una delle sei facce dello stesso colore, gettò l'enorme dado (cubo) in acqua esclamando "Il Dado è tratto!", celebre frase poi seguita da altrettanto celebri elucubrazioni di carattere mosconiano. Così si diresse a Roma col suo esercito, sfogando su chiunque si mettesse tra sé e la dittatura l'odio provocato dal mitologico cubo.
  2. Altre voci sostengono che percorrendo l'autostrada romana via Emilia, in prossimità dell'uscita Alea Iacta Ovest i soldati, stanchi e sottopagati, gli abbiano gridato "Ave Cesare! Le tue truppe ti chiedono sesterzi!" e lui "No, vado dritto!". Così a causa del suo orgoglio le legioni uscirono al casello di Alea Iacta Est e per dirigersi verso la Capitale dovettero guadare appunto il Rubikone.
  3. Vedi qui.

[modifica] Leggende Filobus

Altre voci totalmente inaffidabili ritengono che Rubikone derivi da rubrum, rosso, il colore assunto dalle acque del fiume in occasione dei frequenti raduni emo che si tengono sulle sue sponde fin dei tempi antichi.

[modifica] Leggende Trans

Voci tra le stesse truppe cesariane, nonché la stessa Sudtiroler Volkspartei, attribuiscono alle sponde del Rubikone la fama di luogo di turismo sessuale.

[modifica] Vedi anche

Strumenti personali
wikia