Robert Traylor

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Quest'affare darà una svolta alla nostra franchigia! Quote rosso2.png

~ Il coach di Milwaukee Bucks dopo lo scambio Nowitzki-Traylor con Dallas
Robert Traylor.jpg

Robert durante la sessione di allenamento.

Robert Traylor (Detroit, 1 febbraio 1977 kg) è una macchina agricola, un giocatore di basket e tritarifiuti americano. Il suo soprannome, "The Tractor", il trattore, deriva dalla sua miglior adattabilità ad arare la terra piuttosto che giocare in NBA.

[modifica] Caratteristiche tecniche

La caratteristica predominante del giocatore è la sua insaziabile fame. Robert infatti è costretto a mangiare ogni 10 minuti prima di sprofondare in un sonno profondo, il suo high di minutaggio in una partita è infatti 13 minuti nella Summer League 2008, per resistere 3 minuti in più ha giocato con tanto di Hamburger con melanzane fritte in mano, provocando la rovinosa scivolata a Danilo Gallinari che ha avuto la disgrazia di andare in terzo tempo su una macchia d'olio gocciolata dallo spuntino di Robert, che è costata all'italiano un infortunio alla schiena che l'ha tenuto fuori dai campi a lungo.

Traylor schiacciata.jpg

Robert in una delle sue più delicate schiacciate.

[modifica] Carriera

Pur non sapendo né leggere né scrivere, Traylor approda alla prestigiosa università di Michigan, dove inizia la sua carriera cestistica. Consigliato dagli amici, che avendolo visto appendersi al ferro di un canestro dopo che alcuni bulli del quartiere avevano appeso sul tabellone il suo zainetto contenente 14 panini con la cotoletta (dose mattutina abituale di Robert), Traylor presenta regolare iscrizione all'università, dopo le pressioni fatte al rettore da alcuni ragazzacci dell'ateneo che non sapendo come trascorrere le giornate avevano bisogno di un nuovo grassone da prendere di mira per i loro scherzi. Dopo la carriera universitaria viene scelto al draft NBA dai Dallas, mettendo in giro la voce che fosse tanto bravo a giocare quanto grasso. Milwaukee ci casca e lo acquista in cambio del custode del campo e di Dirk Nowitzki, chiudendo il più grosso bidone mai visto in NBA. A chiusura della carriera americana, scartato dopo la rottura di diversi parquet, approda alla Mortos Napoli, che in situazione di difficoltà economiche lo paga a vitto e alloggio. Il costo del vitto del pivot è però superiore almeno 10 volte al valore reale del giocatore, e causerà successivamente la bancarotta del club.

[modifica] Premi e riconoscimenti

  • Mc Donald's Eat All American (1995)
  • Concorso "Viva Napoli", più pizze mangiate contemporaneamente (2009)


Strumenti personali
wikia