Richard Benson

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Homer.jpg
Ebbene sì. L'autore di questo articolo dichiara ufficialmente:
Quote rosso1.png Non ce l'ho fatta! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png È impossibile trovare qualcosa da dire su Richard Benson che sia più demenziale della realtà stessa. Parlarne normalmente genera così tante idiozie da mettere in crisi le fondamenta stesse di Nonciclopedia. Quote rosso2.png

L'autore si scusa e rimane disponibile per chiunque volesse punirlo con il supplizio dello sparticulo.
Mostro della laguna.jpg
AAAAAAAAAARGH!!!

Il personaggio descritto in questo articolo è in realtà un MOSTRO ORRENDO!!!
PRESTO!! SCAPPA A GAMBE LEVATE!!
Richard Benson urla 2.jpg

TI DEVI SPAVENTARE!
TI DEVI SPAVENTAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!!!!!

NonCitazLogo.png
NonCitazioni contiene deliri e idiozie (forse) detti da o su Richard Benson.


Quote rosso1.png Sono stato ad un concerto di Richard Benson e qualcuno gli ha lanciato un pollo. L'assolo del pollo che ha colpito la chitarra era nettamente superiore a quello di Richard Benson Quote rosso2.png

~ Superstite di un concerto di Richard Benson
Quote rosso1.png se te la metti in culo, la chitarra suona meglio!! Quote rosso2.png

~ Altro superstite di un concerto di Richard Benson
Quote rosso1.png UEHILAAAAAAEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEAEI!!! Quote rosso2.png

~ Richard Benson prova il microfono
Quote rosso1.png Queste erbe che ti danno degli stati impervidi, erbe di radici, eh? Gabido? Il Messico Quote rosso2.png

~ Richard Benson sulle "sostanze improprie"
Quote rosso1.png UN POLLOOOOOOOOOOOOOOO!!!! Quote rosso2.png

~ La prima parola di Richard Benson dopo essere nato
Quote rosso1.png Voi pensate, se io vi do un bicchiere pieno di sputo, da bere, voi sicuramente al sol pensiero vomitate. In realtà, noi stiamo ingoiando il nostro sputo in continuazione. Pensa le limitazioni che ha l'uomo, la donna. Quante.... Troppe. Quote rosso2.png

~ Richard Benson su filosofia spicciola
Quote rosso1.png Non voglio entrare in retoriche ostrogote o bislamiche che non m'interessano Quote rosso2.png

~ Richard Benson sulla retorica ostrogota e bislamica
Quote rosso1.png La cravatta è il passaporto degli stronzi... Quote rosso2.png

~ Perla di saggezza
Quote rosso1.png Anche la merda avrebbe valore se l'uomo nascesse senza culo Quote rosso2.png

~ Altra perla miliare

Richard Philip Henry John Benson, al secolo Riccardo Preterintenzionale Benzoni anche detto Riccardo Panchinafiglio, è un comico chitarrista anziano obeso con una ridicola parrucca che, capitato in circostanze misteriose sul pianeta Terra, è diventato celebre come suonatore molesto di banjo elettrico "progressive" nelle sagre di paese.
Famoso per il suo accordo in "Ypsilon minore", è un virtuosista capace di suonare milioni di note alla velocità folle di un canguro epilettico ma senza azzeccarne neanche una.
Benson è diventato celebre anche per il suo stile musicale "A Latrato di Scimmia", più tardi modificato e chiamato "Verso del Pollo", uno stile che gli permette di affrontare con disinvoltura le millemila sconosciute tecniche chitarristiche tra cui l'antichissima tecnica "Maya Distorta" che lui ha personalmente scoperto in una piramide Maya vicino Ladispoli. È presente nel guinness dei primati per la capacità di accordare uno strumento in distorsione riuscendo a devastare irreversibilmente qualsiasi tipo di chitarra gli capiti a tiro, che nelle sue mani esprime i tipici versi del babbuino malato di emorroidi e affetto da coliche renali. Mentre in un "concerto" cercava di "suonare" gli venne lanciato un pollo. Tutti ricordano l'assolo del pollo lanciato contro la chitarra, e ricordano quel momento come l'attimo in cui un po' di musica s'era sentita.

[modifica] Le origini extraterrestri

Chewbacca.jpg

Richard Benson prima della calvizie.

Secondo alcuni specialisti mitteleuropei Richard Benson era, originariamente, un extraterrestre molto peloso. La peluria che inizialmente copriva il 98,33% del suo corpo pare essere caduta a causa di un'incipiente calvizie le cui ragioni sono probabilmente da ricercarsi nella carenza ormonale dovuta all'uso smodato di Idrolitina Gazzoni durante l'infanzia, o forse per colpa della troppo premurosa madre, detta "La Vecchia". Conserva tuttavia la propensione ad abominevoli quanto immotivate incazzature e la capacità di emettere latrati di inaudita potenza, che ripete in genere per due o tre volte consecutive tentando di articolare parole di senso compiuto.
Per conservare un minimo di dignità nel tentativo di rendersi irriconoscibile Benson indossa ormai da decenni una pelle di pantegana adagiata sul capo di cui va molto orgoglioso. In alcune occasioni sfoggia dei copricapi ancora più ridicoli, in quanto il suo orgoglio gli impone di prendersi cura di se stesso e della sua immagine quanto merita, col fine di mostrare, tramite il suo aspetto esteriore, lo spessore della sua persona e il suo "aspetto interiore".

In questa specie di vita che ha vissuto Richard Benson ha subito infinite vicissitudini che ne hanno da un lato fortificato il carattere indomito ma ne hanno dall'altro peggiorato la già fragile psiche sbilenca. Nel 1987 impiega tutti i suoi esigui risparmi in bizzarre operazioni artistico-finanziarie come la ormai ben nota spedizione in Antartide finanziata solo all'andata dal CNR per cercare l'acustica perfetta, che però gli causa il congelamento di entrambi "i diti indici" con conseguente amputazione e sostituzione con protesi della ASL in bronzo smaltato a fuoco. Celebre ormai la foto che lo ritrae nell'atto di correre come una lippa infoiata, mentre un branco di otarie ingrifate lo inseguono scambiando il suo scalpo rattesco per una foca monaca in calore.
A causa di queste spese Benson deve abbandonare il ridente attico sottoscala all'ARCI di Trastevere trasferendosi nella ben nota Benson-mobile, vale a dire la sua Ape Car 50 color merda di capra, lì tentando arditi coiti con le sue compagne di sventura, chiedendo forse troppo ai suoi lombari ormai da tempo atrofizzati. Nel 1988 viene colpito dall'atroce Colpo Gibaud che ne scianca l'anca, seguito successivamente da una terribile depressione post-coitum che lo porta a gesti masochisti come martellarsi il pene.

[modifica] La carriera

Richard hero.png

Ricciardo pubblicizza il nuovo videogioco Richard Hero, per imparare ad eseguire il pick fall e sconfiggere il pollo infernale!

Grazie alle sue origini extraterrestri, Richard Benson in tenera età si accorge di saper eseguire alcuni "giochetti" con le dita, con i quali riuscì soddisfare molte irsute femmine della sua specie. Una volta giunto sulla Terra però, dopo aver raggiunto la terribile consapevolezza di essere l'unico essere della propria specie presente sul pianeta, decide di sbarcare il lunario imparando a suonare il banjo e sfruttando così la sua abilità.
Comincia quindi a distribuire video-lezioni di banjo nei quali fa sfoggio dei suoi "giochetti" e dalla vendita di questi video riesce a ricavare il minimo indispensabile per sopravvivere. Tra le varie tecniche insegnate c'è il suo brevettato "pick fall", apprezzato principalmente dai musicisti in erba (cioè quelli che hanno cannato di brutto) e che è comunemente conosciuto come "tecnica del suonare a cazzo".

Ben presto, grazie alla collaborazione di un ex-gerarca nazista nostalgico di nome "Infernale" le sue lezioni vengono diffuse su tutto il globo grazie alla rete di venditori ambulanti di aspirapolveri della ditta "Folletto".

Ciò accresce di molto la sua popolarità e gli permette di cominciare una brillante carriera. Il pubblico però, resosi conto delle precarie condizioni psichiche di Benson, comincia a omaggiarlo durante i suoi concerti con doni di varia natura. Particolarmente apprezzato da Richard è l'ormai celebre pollame morto con il quale veniva bersagliato a ogni incontro con il pubblico, ma non mancano generi alimentari di diversa natura quali uova e yogurt.

[modifica] Band che ha (af)fondato

Nel 1966 affonda il suo primo gruppo, i Tre Croste, con cui vince il terzo posto al festival della musica di Alcatraz (la prigione, non il locale). Nel 1967 entra negli Atoni, per poi uscirne con i Newtrulli, gruppo all'avanguardia nella musica rock-folkloristica pugliese. Il gruppo, che accompagnava i concerti di Nicola di Bari, viene allontanato proprio da quest'ultimo perché considerato troppo melodico. In seguito formerà le Protesi Stanke, che arriveranno secondi nella sezione "In Extremis" dei gruppi di riserva del "Festival Invernale di Primavera".
Nel 1968 con il gruppo The Dork organizza una serie di concerti negli asili nido abbandonati di Roma; in quei giorni si registra una straordinaria affluenza di pubblico, ma non ai loro concerti. Si avvicina al rock progressive nel 1970 col gruppo Una Strana Famiglia, cioè sua Nonna (che è anche la sua biografa ufficiale), lo Zio Santuzzo (peraltro anche zio di Carmen Consoli) e Adelina la portiera. Nel 1970 riaffonda assieme ad altri musicisti con il gruppo Vecchio Scarpone, tra le cui fila militavano alcuni futuri componenti della band di Pierangelo Bertoli e Milli Vanilli. Un unico album fu inciso nel 1971 dalla piccola casa discografica veneziana "Cartolibreria ai Do Ponti". Tuttavia l'album non fu distribuito e solo nel 1990 ne venne realizzata un'edizione limitata su CD dalla "Migros Supermercati di Bellinzona", mentre nel 1999 fu ripubblicato dalla "Piccol Supermercati a Rho Fiera" con due nuove tracce e anche su LP, riscuotendo un certo successo tra i clienti del reparto surgelati.

Nel 1972 il gruppo Vecchio Scarpone si scioglie, e il bassista e il batterista trovano lavoro come operatori ecologici nel comune di Ladispoli. Richard Benson invece, imperterrito, continua a suonare come solista e partecipa nello stesso anno al festival di Villa Arzilla, primo di una serie di eventi live come il successivo "Festival di Morbegno". Nello stesso anno conduce uno spazio nella trasmissione radiofonica ideata da Carlo V d'Asburgo, proponendo novità discografiche del Rinascimento. Suona poi come turnista con i gruppi del doposcuola del Liceo Alfieri di Voghera e della Scuola Serale di Ostia Mare.

Rifiuti su palco.jpg

L'amore che i fan provano per lui li porta ad omaggiarlo con oggetti di varia natura, soprattutto vegetale.

Nel 1984 decide finalmente di tentare la sorte a Cuba ove con Gianni Minà partecipa alle liete serate organizzate dal pimpante conduttore filocastrista. Ad accompagnarlo nei concerti ci sono nell'ordine: Le Sorelle Bandiera, I Ricchi e Poveri, Ettore Andenna, Luca Sardella, Monsignor Milingo, I Cugini di Campagna, Milli Vanilli, I Camaleonti, Franco Cerri, Mimmo Cavallo, Sonia Braga, Tito Stagno, Nicola Arigliano, Gloria Christian, Renato Carosone, il Principe Dado Ruspoli, Roberto Murolo, Enzo Gragnaniello, Trevor Francis, Dorando Petri e il cugino di Sting.
Pubblica poi due videocassette didattiche per insegnare a suonare la chitarra: "Lezioni di chitarra rock, metal, rock-blues, guitar tricks very fast on the road but in the kitchen with my mother. Facc Iuuuuuu!!!" (1995), che accenna alla sua tecnica personale del "Pick Fall", creato per sbaglio durante un concerto mitico quando rimase con le dita impigliate nelle corde della sua chitarra. In quell'occasione fu necessaria l'amputazione del piede destro del batterista per riuscire a liberare Benson, anche se si ignora tutt'oggi il nesso di causa effetto tra le due cose.
Nel 1998 pubblica un'altra videocassetta, "La velocità d'esecuzione nella chitarra metal progressive. Vaffanculooo!!!" per le edizioni "Macelleria da Giggi a Trastevere, carni scelte di prima qualità". Ahimè, la stampa dei due milioni di pezzi furono fatte nel sistema Betamax 3000 quando ormai già si usavano correntemente i DVD, per questo motivo il nostro fu obbligato a pagarle con buoni postali a scadenza nel 2092. Nel 1998 pubblica anche il disco Animal Zoo, un dichiarato omaggio a Piero Angela, noto indossatore di calzini bianchi corti.

Nel 1999 è in tour con il gruppo napoletano Targhe Alterne Rubate e in numerose date alla Braga Fognaria num. 23 A-Bis del Testaccio di Roma e in giro per l'Italia nei retrobottega di ristornati e sordidi locali di periferia, presentando brani di Orietta Berti, i Girasoli, Enrico Musiani e Bach. Sempre il 1999 è l'anno dell'ultimo struggente disco realizzato in studio dedicato all'adorata madre che dolcissimamente ama definire "La Vecchia": Madre Che Tortura!, che contiene due degli autentici manifesti del Benson-pensiero: Madre Che Tortura! (ribattezzata Madre Che Tortura Ascoltarti! dai suoi fan) e Gerarchie infernali (solo recitata ma da muto, con un pollo ficcato in bocca e seduto sul water). Completano l'album i due strumentali Adagio che se spingo mi vengon le emorroidi e Puzza di Merda nella Notte.

[modifica] L'apice dell'(in)successo

Original video
Richard Benson durante un concerto

È nella seconda metà degli anni novanta che Richard Benson raggiunge, probabilmente, l'apice della sua carriera musicale e della sua popolarità come catarrista. In questi anni si esibisce spesso dal vivo in molti dei locali più prestigiosi di Roma (Toilet, Giggi Er Troione, Vomito, Cloach...) e il suo show è ancora incentrato esclusivamente sulle atroci minchiate che riesce a sparare tra il delirio dei fan e i polli morti gettati sul palco, con la presenza di alcuni momenti di recitazione suggestiva (amplessi simulati con slave senza permesso di soggiorno affamate raccattate sulla Salaria, e strizzate di Fascia del Dottor Gibod) a fare da corollario alla musica, per altro debolissima e spesso confusa.
Il suo aspetto "estroso" contribuisce alla popolarità del personaggio: onnipresenti giubbetti di ecopelle indossati sul torso rigonfio, parrucca di peli di pantegana modificata e dipinta a fuoco dal carrozziere di fiducia a celare la calvizie, occhiali scuri di varie fogge e un linguaggio molto ma molto ma veramente molto volgare. Il repertorio è composto dai suoi brani storici "Tricche e Baldracche", "la Vispa Teresa trovata la minkia avea tra l'erbetta" e l'atroce insulto ai Pink Floyd "Ano di Derrick in the uoll".

Partecipa nel 1977 a Star Wars nel ruolo di uno dei nanetti incappucciati e nel sequel in quello di un asteroide impazzito. Innumerevoli altri ruoli secondari ma significativi in tantissimi celebri pellicole americane quasi tutti da cadavere o sacco della spazzatura.

Inizia a lavorare come giornalista musicale nel 1972 per la rivista Cioè. Scrive poi la musica per la trasmissione Superclassifica show "Super Telegattone Miauu" pezzo delicato ma con pennellate rock ben riconducibile al suo stile graffiante. Gli anni tra il 1975 e il 1977 vedono il Benson nella veste di talent scout, produttore, giornalista e opinionista musicale ma anche lavapiatti, magazziniere, elemosinante agli angoli della strada, venditore di organi senza successo, cazzaro senza meta, predicatore dell'apocalisse, venditore di elicotterini a molla luminosi, escort per ciechi, mocio Vileda umano, opinionista televisivo, sturacessi in India, nonché astronauta, imperatore dell'Universo, premio nobel per tutto, archistar, brodostar, presidente dei consigni per gli acquisti, showman, dj, cantautore e presentatore televisivo nelle tv romane GBR, Tvr Voxson, PTS, TVA40 e Nuova Tele Regione. Nel 1978 conduce su TVA40 la trasmissione Scala A interno 5, che viene apprezzata da critica e pubblico in quanto il nostro rimase per tutte le sei puntate appunto sul pianerottolo della Scala A interno 5 senza che gli aprissero gli studi televisivi. L'anno successivo crea e conduce Ottava Nota nella quale presenta novità discografiche appartenenti a quei generi musicali non diffusi dai maggiori canali di comunicazione con lo scopo di far conoscere quella musica che altrimenti resterebbe confinata ad un pubblico di nicchia (le Uallere di Pozzuoli, le delicate Strizzereete pugliesi dei Trulli, la Venzuulla di Sondrio e le gustose Mussuutavuluni di Papagghionti).

Nel 1981 partecipa alla realizzazione del film "L'incenerito" del noto regista uomosessuale Luchino Glisconti, interpretando il ruolo di un capobanda di malavitosi che poi viene appunto bruciato vivo e incenerito, per riprendersi da questa grande fatica artistica rimarrà un anno al reparto Grandi ustionati del Divino Amore. Nel 1985 è nel cast di "Quelli della notte", il popolare programma televisivo diretto da Renzo Arbore, nel ruolo del "metallaro" che riamane chiuso fuori dalla porta nella notte.

Nel 1990 conduce su Radio Rock sei puntate dedicate in modo specifico alle chitarre e alla tecnica chitarristica: peccato fosse un simpatico scherzo del direttore di rete che mai si sognò di accendere l'interruttore della messa in onda. Nel 1992 il regista Carlo Verdone lo ha voluto accanto nella pellicola "Maledetto il giorno che t'ho incontrato", in cui interpreta se stesso nell'improbabile trasmissione Juke-box all'idrogeno, dove esegue il Carillon infernale (una delle sue personali tecniche chitarristiche) e disquisisce con lo stesso Verdone sull'amico fraterno Jimi Hendrix, in quell'occasione il nostro era convinto di fare una parte seria e non di recitare il solito ruolo di cialtrone.

[modifica] Il successo televisivo

Mussolini Head.jpg

Richard Benson dopo la calvizie.

Fuse la sua maestria nella dialettica con le sue conoscenze in campo musicale per recensire alcuni album celebri in alcune emittenti televisive romane. Assieme al suo amico Gianni ha recensito tutti gli album di Cristina D'Avena, di Pappalardo e altri artisti dell'heavy metal italiano. Nei buchi spesso si divertivano a canzonare Stivvi Vai e a raccontare storielle horror, tra le quali la storia del marito rinchiuso in una gabbia tenuta in cantina dalla moglie e la commovente storia in cui Richard racconta che nella sua tournée in America era sempre presente un giovanissimo Marlin Manson (dal volto di pesce), accompagnato dal padre da un capo all'altro del continente. Durante gli intervalli arrotondava lo stipendio [1] togliendosi la parrucca e vestendosi di bianco per impersonare Mastro Lindo. Venne in seguito sostituito da un cartone animato perché durante gli spot veniva spesso bersagliato dai colleghi con carta igienica, spazzoloni per il water, riflettori e acidi vari.

[modifica] La depressione

La vita di Richard fu segnata dalla terribile depressione post-coitum a cui andò incontro dopo aver tentato di possedere una cammella del Sinai in calore [2]. Incapace di raggiungere anche una minima erezione alla vista delle femmine umane, covava ormai da tempo una quantità enorme di ormoni; alla vista della cammella particolarmente irsuta sfogò tutta la sua frustrazione sessuale senza sapere però che una peculiarità della cammella era quella di defecare durante il coito. Richard patì particolarmente l'essere ricoperto di melma e da quel giorno decise di punire il proprio sesso per averlo spinto a un simile atto. A seguito di questo Richard, dopo anni a rimuginare sul fatto, in preda all'apice della sua depressione tentò il suicidio gettandosi da uno dei ponti di Roma, ma a causa di un errore di calcolo nell'equazione del moto parabolico di un proiettile andò a impattare contro uno dei piloni di sostegno. Accadimento questo che portò alla ormai celebre frase "A Richard, manco il Tevere t'ha voluto". Purtroppo per lui neanche i transessuali di Viale Marconi lo vogliono così la Brigata Transbenson non sarà presente al concerto del 2 novembre 2008.

[modifica] Le sue esperienze sessuali

Richard benson.jpg

Ora si capisce il motivo del suo infinito successo con le donne.

Come potrete ben notare nei vari video sparsi nella rete, Benson è una scimmia masochista. In un concerto particolare vediamo il suddetto Ricciardo mentre tenta di infilarsi un bastone da davanti. Il vecchio bastone, che sfoggia con tanta sicumera, non è altro che la protesi in legno del pene [3]. Dopo l'amputazione conobbe Ester, una vacca tossica idrofoba con le convulsioni, e con lei affrontò il periodo d'amore più grande della sua vita. Lei succhiava tutti i suoi sbadigli, mangiava tutti i suoi polli e sacrificava costantemente "caprette sintomatiche der male" alla divinità di Benson [4]. L'unica volta in cui Benson ha lanciato un oggetto contro qualcuno è stata proprio in una notte di sesso estremo con Ester, in cui lei aveva osato chiamarlo "Cucciolo". Ha avuto molti celebri amanti, conquistati con quel sorriso assassino che ha letteralmente ucciso decine di sfortunati che erano impreparati allo spettacolo, tra i vari Vittorio Emanuele II, Tutankamon, Rachele Mussolini, Alessandra Mussolini, la Regina Nera di Phobos, Fiat Duna, Padre Cantalamessa, Filippo II d'Asburgo e Maria Stuarda, pare anche Mike Bongiorno ma la notizia non è sicura. Ricordiamo che Silvio I d'Italia ha deciso di utilizzare lo stesso odontotecnico del nostro per istruire il protocollo d'ingegneria del Ponte sullo Stretto di Messina, colpito non solo dall'elegante parruccone di pelo transgenico ma anche dall'ardita geometria dei suoi ponti dentali che con ardite tensostrutture tengono insieme i denti mucillaginosi in ordine sparso collegandosi direttamente alla radice dello scroto.

[modifica] L'assalto a New York

Durante uno dei suoi frequenti viaggi a New York, Richard è stato aggredito da sei negroni che volevano usufruire del suo giovane (?) corpo per scopi non precisati, dai quali è stato costretto a difendersi sparandogli contro con la sua Luger. Gli assalitori, durante la fuga, riuscirono a rubargli il suo vecchio bastone mentre era distratto a guardare in un'edicola la copertina di un giornale contenente immagini di alto spessore morale raffiguranti polli in pose provocanti. L'evento scosse molto Richard, che decise di far costruire da alcuni artigiani americani un'arma letale, il bastone infernale, che cela dietro il rassicurante aspetto di un bastone una temibile lama. Dopo il suo ritorno in Italia gli artigiani decisero di commercializzare quest'arma in tutto il mondo in raffinati negozi specializzati quali il bar preferito di Richard e la stazione Termini. Richard si infuriò per la commercializzazione della sua personalissima arma e il processo contro gli artigiani è ancora aperto.

[modifica] Richard amante degli animali

Richard Benson smembra pollo.jpg

Li ama sul serio.

Molte sono le testimonianze che raccontano di Richard mentre aveva dei rapporti con degli animali [5]. Infatti, come anche Richard ha dichiarato, lui amava avere rapporti sessuali, "secchesual loves" come lui dall'alto della sua cultura li chiamava, con vari animali: l'idea gli venne dopo che provò a buttarsi nel Tevere, una pantegana gli rimase incastrata nei pantaloni e Richard amò quella sensazione: tiene ancora oggi quella pantegana imbalsamata in casa sua, una roulotte con 3 rotini e 1 cerchione senza gomma, con panorama sopra la discarica di Malagrotta, famoso luogo di infanzia dove Richard giocava sempre. Famoso avvenimento fu quello del pollo, dove Richard chiedette insistentemente un pollo ai suoi fan con la scusa di sacrificarlo a Satana [6] e invece se lo portò in camerino e gli fece un check-up completo. Il pollo ora si trova vicino alla pantagana del Tevere imbalsamata a cui ha anche dato un nome "Brigitta" il nome della sua ex ragazza, una 50enne sdentata, con la boccia di vino in mano, 5 capelli e che aveva come abitudine quella di grattarsi le natiche.

[modifica] Il Natale del Male

Il Natale der Male è la festività simbolo della religione ufficiale di Richard Benson, della quale si professa il Nuovo Messia.

I ministri di culto di tale religione sono le Befane del Male. I luoghi di culto principali sono a Vancouver, Ladispoli, all'Alcatraz e al Coetus, due locali di Roma.

Ratzinger critica da sempre aspramente questa religione per essere alleata con Satana. In realtà Satana non conosce Richard Benson, il quale lo confonde con Màrlin Mànson

Il Natale del Male si articola sostanzialmente in cinque riti:

  • Lancio delle cose: a fini caritatevoli ogni membro della comunità tira qualcosa addosso al Nuovo Messia, il quale reciterà preghiere più o meno intense in lingua italiota tipo "Li mortacci vostri schifosi" o "Annate tutti affanculoooo".
  • Sacrificio: dopo l'espiazione del Messia, Codello si alza e cerca fra i doni un pollo. Trovato l'oggetto, lo sacrifica a Satana, una delle divinità del culto insieme al Metal.
  • La storia: dopo il sacrificio il Messia entra in estasi, si deflora lo scroto con il bastone infernale e racconta una parabola avvenuta per forza. Se non è avvenuta è avvenuta comunque e la gente deve apprezzarla.
  • Lancio delle cose ulteriore: se la gente è toccata dalla storiella, fa altri doni al Messia.
  • Il Messia esegue anche un antichissimo rito nel quale ci si procura danno fisico agli organi genitali per cercare di estirpare il dolore sessuale e distruggere definitivamente il proprio sesso.

Oltre a Richard Benson, praticano questo culto tutte le Befane del Male, Adriano Pappalardo e Joe Di Maggio.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse ti incuriosisce sapere com'è dormire coi pesci?

  • Si dice che quando Dio distribuì la follia sulla terra, essa si reincarnò in Richard Benson.
  • Richard Benson è il figlio non riconosciuto di Wanna Marchi.
  • Richard Benson è l'unico essere vivente con un mitra al posto di una delle gambe, come la tipa di Planet Terror.
  • Richard Benson con un solo colpo di bastone infernale può ungervi la giacca e la cravatta. E non solo, con un colpo del becco in avorio presente sul manico del Bastone Infernale il malcapitato che viene colpito finirà tra i più. Solo lo stesso Richard conosce il significato di questa frase, ma la sua convinzione nel pronunciarla è sufficiente a incutere timore in tutti i Suoi devoti.
  • Richard Benson è probabilmente un esemplare di Chewbacca glabro. Ed eunuco.
  • Richard Benson è nipote di Mariottide nonché cugino di Pino Scotto.
  • Il padre putativo di Richard Benson è Vittorio Sgarbi.
  • Richard Benson in realtà è il papà di Jimme.
Barretta dolce richard benson.jpg

Richard Benson come testimonial per una barretta energetica

  • Non cercate una risposta alla domanda "è nato prima l'uovo o il pollo?" perché è nato prima Richard Benson.
  • Richard Benson ha lo stesso parrucchiere di Pippo Baudo.
  • La prima parola di Richard Benson non è stata "madre" ma "PARUCCAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!"
  • Richard Benson è l'unico che riesce a suonare la chitarra come se fosse una zappa.
  • Richard Benson è uno stimato collezionista di prepuzi.
  • Richard è un grande collezionista della roba che gli buttano sul palco durante i concerti.
  • La massa di Ester si aggira attorno a quella di Giove.
  • Stefano Maddalena è un satrapo di Richard Benson.
  • Richard Benson sostiene di aver visto Marilyn Manson alle date dei suoi concerti in Canada non sapendo che Montreal e Vancouver distano più di 6000 chilometri l'una dall'altra.
  • È ancora aperta la ricerca di "quella sorca che non se bagnava", la strana figa narrata da Richard Benson in uno dei suoi monologhi più interiori!
  • È uscito l'ultimissimo libro del collega-amico di Richard Benson, Leon Neon (l'amico con la pelle scura e la cresta da moicano color platino) che si intitola: "Le facce da angelo nascondo il core de 'na gran troja".
  • Purtroppo ancora non si sa che fine abbia fatto l'amico Gianni Neri, Benson ipotizza che si sia accasato,abbia avuto i figli e sia diventato un avvocato di prim'ordine. Inutili sono le sue richieste di farlo venire in trasmissione, il maresciallo Alfano sta svolgendo le indagini.
  • Ultimamente, per contrastare i suoi fan che gli tirano teste di porco, Richard Benson è solito portarsi dietro sul palco una sacca piena di frattaglie da tirare ai suoi innumerevoli fun.
  • Il culo di Richard Benson è completamente privo di peli per il semplice motivo che i capelli che gli si vedono in testa non sono altro che peli di culo attaccati uno per uno in testa col Bostik.
  • Vasco Rossi è la versione mainstream di Richard Benson.
  • Nell'ultimo disco dei Truceklan, denominato "Ministero dell'Inferno", si può chiaramente intuire durante la canzone "Per Kare", scritta dal Chikoria, il sottofondo di base che ricorda magistralmente il sound di basso della grande hit Madre Tortura. Questo a testimonianza del rapporto familiare esistente tra i Truce e Benson stesso (padre di Noyz Narcos).
  • Richard Benson ha dato alla luce con parto cesareo Loredana Bertè.
  • Mickey Rourke è la controfigura di Richard Benson nei concerti pericolosi.
  • UN POLLOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH

[modifica] Note

  1. ^ arrivando a 10.000 lire tonde tonde
  2. ^ ma molto in calore
  3. ^ secondo varie fonti uno degli oggetti tirati a Benson fu proprio la parte amputata del pene
  4. ^ come ben sappiamo Benson è un seguace del "lanciafarianesimo", religione masochistica che preclude l'accesso al paradiso a chi nella sua vita è stato colpito da più di 1.000.000 di oggetti vari, e attualmente Benson supera i 190.000.000.000.000.000
  5. ^ tra cui cani, gatti, lontre del pacifico, mufloni geneticamente modificati e soprattutto... capretti e polli
  6. ^ tra l'altro era già morto infatti molti studiosi si domandano come una persona possa sacrificare un vivente che però vivente non è più perché è morto

[modifica] Voci correlate

[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali
wikia