Revolution (serie TV)

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Vivevamo in un mondo dove l'elettricità serviva a far funzionare gli apparecchi elettronici[citazione necessaria].E poi la corrente andò via, senza portare via la sua roba. Tutto smise di funzionare: vibratori, computer e il Bat-segnale. Non eravamo pronti. Nerd confusi e Batman si aggiravano in preda al panico per le strade. I fortunati riuscirono a uscire dalle città. Il governo collassò. Le Milizie ne presero il posto, controllando la distribuzione del cibo e accumulando armi, così che nessuno capisse che si era effettivamente passati dal governo alle milizie. Non sappiamo ancora perché la corrente andò via. Qualcuno è inciampato nel filo della presa oppure ci siamo dimenticati di pagare la bolletta, tutto può essere. Speriamo che l'uomo-torcia qualcuno ci illumini il cammino. Quote rosso2.png

~ Messaggio di apertura messo dalla NBC, la quale, per ovvie ragioni[citazione necessaria], tra una sigla breve alla Lost e una sigla lunga ma fica alla The Walking Dead, ne ha scelta una lunga e noiosa.

Revolution (titolo originale "Revolution", dalla parola inglese "Revolution"), trasmessa in America sulla NBC, è una serie tv post-apocalittica considerata dalla critica la degna erede di Lost[citazione necessaria], solo perché diretta da un J.J. Abrams più fatto del solito. Il successo[senza fonte] dell'intera serie si basa sulla presenza di Giancarlo Esposito [1], l'unico personaggio a cui lo spettatore non augurerà durante la visione una morte lenta e dolorosa.

[modifica] Ambientazione

Tizio picchia un computer.gif

La pacata reazione al blackout di uno tra i protagonisti

In seguito ad uno sconosciuto evento misterioso di cui nessuno sa nulla avvenuto in una notte buia e tempestosa, tutta l'elettricità della terra risulta all'improvviso disabilitata.

Ogni apparecchio dipendente dall'elettricità smette di funzionare: gli aerei precipitano [2], le auto a iniezione non elettrica smettono di funzionare e, sopratutto, niente più Internet. Un vero e proprio disastro. La gente, ancora confusa, prova a scrivere uno stato di Facebook o un tweet a riguardo, ma inutilmente.

Sono passati 15 anni da allora. Gli Stati Uniti sono divisi in mucchio di staterelli, la gente è comandata da un regime militare dittatoriale e il livello culturale delle persone è vicino allo zero.

Come vedete, non è stato fatto nessun progresso rispetto 15 anni prima. Le vicende principali della serie si svolgono nello staterello più sfigato di tutti: la Repubblica di Monroe. Che non è una repubblica.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Gli spoiler rendono il testo più aerodinamico aumentandone la velocità, quindi attenzione ai colpi d'aria.

[modifica] Prima stagione

Tutto comincia la sera prima del blackout, dove vediamo il Ben "Per-poco-protagonista" Matheson, il quale rientra a casa in tutta fretta e si mette subito al computer per copiare la sua raccolta di pornazzi file importantissimi e dal contenuto misterioso su una strana penna USB a forma di gocciola. Subito dopo, sotto lo sguardo più vitreo che altro della moglie Rachel, la quale da brava genitrice responsabile tiene i suoi figlioli (Charlie e Danny) rincoglionendoli con l'IPad, compone il numero del fratello, Miles, un marine bello cazzuto, per avvertirlo dell'imminente black---- Troppo tardi, niente più elettricità.

Distributore di benzina distrutto.jpg

Il desolante scenario post apocalittico

Salto temporale, quindici anni dopo. Rachel è dichiarata come morta, Ben si è già ri-accasato con una certa Maggie Foster [3], Danny e Charlie sono cresciuti di corpo ma non di cervello e tutti quanti coltivano la terra allegramente (tranne un certo Aaron Pittman, il quale è apparentemente l'unico a rimpiangere Internet e che è inoltre affetto dalla stessa malattia di Hugo di Lost per cui, nonostante i 15 anni di stenti, la sua stazza è rimasta invariata). Un bel giorno, così a caso, una milizia della Milizia[citazione necessaria] giunge al villaggio dove abita Ben in cerca di quest'ultimo. Prima di andare a consegnarsi a loro, consegna la chiavetta USB contenente i preziosi porno file ad Aaron, il quale è preso da un attacco della sindrome del "Non sapendo che cazzo fare, me ne starò qui con la bocca aperta".

Ben sta quindi arrendendosi alla milizia della Milizia, la quale è capeggiata dal vero protagonista della serie: Tom Neville (aka Giancarlo Esposito). Tutto sta filando liscio come l'olio: probabilmente Ben, protagonista della serie, ha un piano ingegnoso da mettere in atto una volta catturato. Ma ecco che arriva il momento in cui qualcuno fa una cosa stupida. È il figlio Danny, il quale, imbracciando una balestra, sfida una ventina di uomini armati di fucile. Gli stupidi non vengono mai da soli, così che anche il resto degli abitanti del villaggio inizia ad imbracciare delle armi improprie. Inizia il massacro, ma accidentalmente Ben muore. Neanche una puntata riesce a durare. Tom Neville, con le palle che gli girano, al suo posto prende il figlio Danny, causa di tutto, e lo porta via. La sorella Charlie fa appena in tempo a sentire le ultime parole del padre, il quale gli dice di andare a cercare suo fratello Miles, perché così vuole il copione. Charlie, l'inglesina bionda e, completamente a caso, vista la sua inutilità sia nel combattimento sia nel pensiero pratico, Aaron partono per Chicago, dove a quanto pare si trova Miles.

I tre dopo varie peripezie raggiungono Chicago, trovano Miles e lo convincono a unirsi a loro. Dopo un paio di missioni suicide perfettamente inutili l'inglesina bionda muore, ma in compenso si aggrega al gruppo Nora,una bonazza sudamericana esperta in armi. Ah, sì giusto...si scopre che Miles era generale della milizia e il miglior amico di Monroe.

Nel frattempo Tom raggiunge Monroe, consegna Danny dopo averlo strapazzato a dovere e si becca una promozione a maggiore. Danny appena arriva, scopre che sua madre Rachel è viva e sta aiutando la milizia a ripristinare l'elettricità dopo essere stata gentilmente costretta a farlo. Per fare il duro con Rachel e dare maggiore corposità alla trama, Monroe le uccide il figlio senza alcun motivo logico.

Dopo la scoperta del passato del Miles, il gruppo decide di perdonarlo e si allea con i ribelli (tutti e tre) nonché con la potentissima Federazione della Georgia[citazione necessaria] per distruggere Monroe,cosa perfettamente inutile dato che Monroe sta talmente sulle palle a tutti che viene tradito dai suoi stessi uomini in una congiura ordita dal grandissimo Tom Neville.

Alla fine,grazie ai file di Ben e a un supercomputer, Aaron ripristina l'elettricità per dieci minuti.Giusto il tempo di andare su You Porn,sbagliare tasto e sparare per errore missili nucleari che radono al suolo la capitale della Repubblica di Monroe e quella della Georgia. E permettere così a una nuova milizia di stronzi, i Patrioti, di iniziare una nuova guerra.

[modifica] Personaggi principali

[modifica] Charlie Matheson

Protagonista della storia, è la figlia di Ben (sì,certo come no)e lo dimostra, comportandosi da guerrigliera post-apocalittica. Forte e risoluta quanto i genitori, distrugge bande armate e uccide miliziani giudicati infallibili per poi eclissarsi nella seconda stagione, piangendo ogni cinque minuti per il suo Jasonuccio.

[modifica] Danny Matheson

È la pecora nera della famiglia perché non ha nemmeno una laurea in astrofisica, laurea che perfino Charlie ha conseguito a sei anni. Malato d'asma, rischia ogni cinque minuti di morire di shock anafilattico, ma nonostante ciò sopporta senza battere ciglio pestaggi e torture, uscendone ogni volta più bello di prima. Il suo personaggio inizialmente rilevante diventa via via sempre più scialbo e insignificante, al punto che la sua fine viene solo accennata e lo spettatore medio si accorge della sua mancanza solo quando... ecco appunto. Alcuni però sostengono che Danny non sia morto, ma che si sia saggiamente dato alla macchia.

[modifica] Ben Matheson

Fratello di Miles e quasi protagonista della serie. Muore nel primo episodio, ma compare così spesso nei flashback da essere ancora fra i personaggi principali. È il classico brav'uomo tutto casa, esperimenti folli e chiesa, che tutti piangono dopo la sua morte. Il suo unico brutto vizio, infatti, è conoscere tutti i segreti più oscuri della storia che vanno dal black out al colore della tinta di Miles,anche se non si accorge che il suo fratellino lo cornifica ripetutamente con la cara mogliettina.

[modifica] Miles Matheson

Marine cazzuto e gagliardo che ha combattuto in ogni guerra degli ultimi vent'anni e convince il suo migliore amico a fondare un regime militare dittatoriale dopo il black out. Dopo aver fatto le peggiori atrocità, si pente e cerca di redimersi nell'unico modo ragionevole possibile: scannare Monroe, il suo miglior amico. Quando però se lo ritrova davanti, non riesce a ucciderlo e scappa. Intraprende per un breve periodo la carriera di barista a Chicago, ma poi la lascia per specializzarsi in quella di eroe. Segretamente innamorato di Sebastian Monroe,cerca di dimenticarlo con Rachel e al pari di lei può uccidere sbronzo e disarmato decine di soldati armati di fucile.

[modifica] Sebastian Monroe

Psicopatico, sociopatico e paranoico, è il capo della milizia nonché della repubblica di Monroe. La sua paranoia e i suoi scatti d'ira lo portano a tentare di uccidere i suoi amici e a farsi odiare dai suoi sottoposti che lo ringrazieranno a colpi di mitragliatrice.

È segretamente innamorato di Miles e lo dimostra ogni volta che può. Peccato che al posto di fiori e cioccolatini preferisce dimostrare il suo amore con stragi insensate nella speranza di far ricordare a Miles i cari bei vecchi tempi[citazione necessaria] e spingerlo a mollare Rachel.

[modifica] Rachel Matheson

Moglie di Ben, amante di Miles e madre di Charlie e Danny. È una scienziata milf, forte e risoluta che non si fa mettere i piedi in testa neanche da Monroe in persona durante i suoi scatti d'ira. Al pari del marito, conosce tutti i segreti della storia, ma invece di spendere cinque minuti e raccontarla tutta per filo e per segno, preferisce tediare lo spettatore medio con flashback frammentari, inutili e noiosi. È il guerriero più temuto della milizia.

[modifica] Tom Neville

Capitano della milizia di Monroe, ha il compito di catturare prima Ben e poi Miles Mathson. Intelligente,manipolatore e carismatico, si elegge a guida della milizia e la controlla per dieci minuti, spacciando per un segno divino il misterioso ritorno dell'elettricità. La sua storia è stata elaborata talmente male che il pubblico finisce con l'odiarlo nella seconda stagione quando si rende conto che la sua presenza è perfettamente inutile ai fini della trama.

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Già visto come il cazzutissimo Gus Fring in Breaking Bad
  2. ^ In seguito a questa particolare tragedia Adele scriverà poi il singolo "It's raining planes"
  3. ^ Dotata di un marcato accento inglese ed di una ancora più marcata capacità di essere insopportabile
Strumenti personali
wikia