Razzismo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Ragazzo di colore
RAZZISMO!

Oh zio no, col cazzo che è razzista. Casomai fa un uso eccessivo di metadone.

Questa pagina qua tratta nient'altro che della comune realtà riguardo ad alcuni problemi sociali che devono affrontare gli Untermenschen in Italia.

E se ciò vi offende potete sempre chiamare le guardie svizzere.

Ragazzo di colore


Quote rosso1 Razzismo? Una cosa vergognosa, da veri terroni negri! Quote rosso2

~ Leghista sul razzismo.
Quote rosso1 So' stati i zincheri. Quote rosso2

~ L'uomo della strada prima di essere investito da un TIR.
Squadriglie Sottouomini

Le famigerate S.S. (Squadriglie Sottouomini), autrici di migliaia di atti di violenza razzista contro inermi nazifascisti, ritenuti giustamente una razza inferiore.

Quote rosso1 Perché avercela coi negri solo per il colore della loro pelle? Ci sono mille buoni motivi per odiare i negri! Quote rosso2

~ Razzista, omofobo, femminicida e trombettista.
Quote rosso1 L'importante è essere chiari. Quote rosso2

~ Professore di logica filosofica ariana.
LogoNonNotizie

NonNotizie contiene diffamazioni e disinformazioni riguardanti Razzismo.


Il razzismo è una teoria scientifica verificata e sicura come i profilattici tedeschi Masculan, secondo cui gli esseri umani sono certamente delle merde, ma alcuni di loro sono molto più merde, puzzano di merda e quando cagano fanno una merda schifosa, poco compatta, simile a fango viscido e puzzolente.
Etimologicamente il termine razzismo deriva da "razzi", strumenti di volo veloci e "mò" che in anglo-napoletano significa "ora, adesso". In pratica, la parola fa riferimento all'usanza molto diffusa in Texas di legare gli ebrei su razzi e cercare di inviarli sulla luna privi di casco di protezione. Infatti i nazionalsocialisti cittadini di quei luoghi, alla fine di una partita a strip-poker al pub, al grido "Razzi (s) mò", andavano a prelevare qualche ignaro ebreo e lo legavano su un razzo costruito artigianalmente per lanciarlo sulla luna.
È proprio a causa di ciò che la luna attualmente è colonizzata da una nutrita comunità di ebrei sefarditi.

[modifica] Storia del razzismo

Si suppone che la teoria razzista sia stata fondata da Dio in persona, quando, invece di creare un altro Dio onnipotente come lui, preferì creare un uomo, per giunta di razza ebraica. Dio infatti dimostrò subito di appartenere ad una razza superiore poiché poteva volare, diventare invisibile, aveva la vista a raggi X e il passaporto svizzero. Una razza mediana era allora rappresentata dagli angeli, sempre giovani, bellocci, dotati di ali piumate e di un'aureola dorata sciccosa. Questi angeli furono derisi a lungo dai diavoli che li chiamavano "Gli Olgettini", facendo riferimento ad un evento di cronaca a cui nessuno importa.

Pulcini

Come potete vedere il razzismo si riscontra anche tra gli animali, prova evidente della sua naturalità.

Altri chiari segni del razzismo di Dio possono essere ritrovati nelle differenze da lui decise fra animali superiori come gli orangu-tang e animali inferiori come Luca Giurato. Il razzismo insomma è connaturato alla natura e alla teologia e se non ci credete è perché siete dei negri.
Curiosamente i primi studiosi di razzismo ritenevano la razza bianca inferiore alla razza nera per via delle inferiori dimensioni del pene. La superiorità del negro era inoltre confermata dalle migliori performances nelle partite di basket.
Fra gli altri lo scienziato del '600 Ulrico Meinhofer si espresse in questi termini:

Quote rosso1 l'uomo nero grazie alla sua virilità esprime un senso della vita più dignitoso e più potente dell'uomo biancoide, inetto e soggetto a malattie di ogni tipo. Inoltre il nero, ma anche l'ebreo o l'indiano e persino il terrone, hanno un senso morale molto elevato cui il biancoide contrappone una genetica volontà a raggirare e a frodare il prossimo, storicamente documentabile. Quote rosso2


Purtroppo pregiudizi molto radicati fecero girare all'indietro l'orologio della conquista della supremazia dell'uomo nero sull'uomo bianco (in inglese: "the Clock of the Conquest of the supremacy of the black man that deeply fucks the white man").
Quale fu la causa di questo mutamento culturale non è dato sapere. Si sospetta che i bianchi, stufi di svolgere i lavori pesanti e appurato che gli animali domestici non potevano impegnarsi in attività come rammendare una camicia, si inventarono quattro cazzate scoprirono che le razze inferiori potevano essere sfruttate o sfottute secondo modalità benedette dalle principali associazioni religiose e militari del tempo.

[modifica] Le teorie principali

Nero con muscolatura abnorme

Un consiglio spassionato. Se siete razzisti non fatene cenno al tipo della foto.

Della teoria teologico-razziale abbiamo già parlato. Le altre teorie più diffuse sono il Razzismo alla rovescia o Omsizzar, il razzismo per scherzo, il razzismo contro razze inesistenti, il razzismo politicamente corretto, il razzismo contro sé stessi o omorazzismo e il razzismo genetico.

[modifica] Razzismo alla rovescia

Il razzismo alla rovescia è la ricerca dell'esatto contrario della cultura razzista. Ai razzisti piacciono i capelli rasati? Il razzista alla rovescia porta i capelli lunghi. Ai razzisti piace andare in moto? Il razzista alla rovescia va solo in macchina.
I razzisti alla rovescia inoltre sono famosi per rovesciare le poesie tradizionali dei razzisti. Vediamo ad esempio la seguente famosa filastrocca del poeta fascista Pablo Nerissimo: “uno-due-tre, viva Pinochet, quattro-cinque-sei ammazziamo un po' di ebrei, sette, otto, nove, il negretto non commuove, ein-zwei-drei, viva l'apartheid.”
Questa simpatica canzoncina diventa per il razzista alla rovescia: “uno-due-tre viva il negus Selassiè, quattro-cinque-sei, gli egiziani sono OK, sette, otto, nove, l'ebreo non lo mando altrove, vier, funf, sechs, io col negro faccio sex.”

[modifica] Razzismo contro razze inesistenti

Si tratta di un razzismo virtuale. Si può trattare di razze inventate di sana pianta o esistenti solo in letteratura come i klingon o gli hobbit. Secondo i promotori del razzismo contro razze inesistenti il vantaggio di questo razzismo consiste nel fatto che le vittime del razzismo non possano ribellarsi. Il lato negativo è che le vittime non possono fare i lavori pesanti.

[modifica] Razzismo politicamente corretto

Si tratta di un razzismo raffinato ed evoluto che cerca di mantenere i vantaggi del razzismo tradizionale ammantandolo con un linguaggio forbito che possa confondere le idee. Per il razzista politicamente corretto, ad esempio, non è esatto esclamare "questi terroni sono tutti pizza, mafia e mandolino" bensì "gli abitanti terroni del sud-Italia sono specialmente dediti a cuocere pizze, suonare strumenti tradizionali e svolgere attività lucrose ma illecite".

Ragazzo di colore

Foto 3: Ciro N'daye Cizmic Levi, catalizzatore riuscito di odio razziale.

Per il razzista politicamente corretto il termine negro è inesatto e offensivo: meglio usare "diversamente bianco".

[modifica] Razzismo genetico

Il razzismo genetico tende a ibridare il maggior numero di razze inferiori in modo tale da ottenere l'essere inferiore perfetto. In foto 3 un esempio di questo processo di perfezionamento. Si tratta di Ciro N'daye Cizmic Levi, al 25% rispettivamente terrone, negro, tzigano, ebreo e negrissimo. Grazie a questa ibridazione, il soggetto in questione riesce ad attirare su di sé una intensità di violenza pari a 2200 hitleroni (unità di misura del razzismo), uno dei livelli più alti mai raggiunti in laboratorio.

[modifica] Razzismo per scherzo o ludorazzismo

Il razzismo per scherzo è quello che si fa alle feste, quando si prende il primo non caucasico che ci capita vicino, lo sgozziamo e poi se la polizia ha qualcosa da ridire si risponde "Ehi, ma stavamo scherzando!". Di solito la polizia dopo questa affermazione torna al commissariato per terminare la partita di scopone scientifico.

[modifica] Razzismo contro sé stessi o omorazzismo

Il razzismo contro sé stessi o omorazzismo è una patologia del razzista, il quale abituato a prendersela con tutti alla fine prova il desiderio di aggredire e offendere anche sé stesso. L'omorazzismo è quindi simile all'onanismo e all'omosessualità e per questo avversato dalla chiesa che invece sostiene e indica come particolarmente santo il razzismo tradizionale.


[modifica] Il razzismo oggi

Cane Husky

Erwin Oberteufel, leader del partito dei cani ariani.

Oggi il razzismo è ormai vigente in tutto il mondo. Avversato a lungo a causa del potere occulto degli scienziati pronti a propinare illusioni di comodo al popolo bue, è stato finalmente dichiarato patrimonio dell'Umanità e sancito definitivamente nella Dichiarazione dei Razzisti Uniti delle Nazioni Fighe (in inglese: Declaration of United Racists from Cool Nations).
Purtroppo per venire incontro al buonismo di certi negri che hanno corrotto i giudici supremi attraverso riti vudu, non è più possibile svolgere quelle sane attività connesse al razzismo come "battuta di caccia al negro", "fustigazione del cinese", "scuoiamento della squaw", anche se, recentemente, in molti paesi sono in fase di discussione leggi di questo tenore, necessarie per scaricare su qualcuno la propria rabbia e frustrazione, che altrimenti andrebbe dispersa in mille rivoli, discussioni da bar o movimenti politici creati sul web.
Per finire non dimentichiamo che le barzellette sul razzismo sono una ricchezza che non può essere dispersa impunemente e che va tutelata contro tutte quelle forme di razzismo travestite da difesa dei diritti umani che vorrebbero epurare questo tipo di umorismo, metterlo al bando, per farci ridere solo con vetuste battute sul fantasma formaggino o sui nomi buffi dei tuffatori o dei lanciatori di coltelli.

[modifica] Curiosità

Ecco la prova che il razzismo esiste anche tra degli innocui insiemi indifesi di bit:

☺☺☺☺|☻ Notare come le faccine bianche hanno escluso dal gruppo la faccina nera. Questo dimostra, appunto, che il razzismo esiste anche tra caratteri Unicode.

Gruppo di razzisti paradossale

Aspetta... cosa?!

[modifica] Articoli correlati

Strumenti personali
wikia