Ray Penbar

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Freccia blu.png Voce principale: Death Note


Ray penbar.jpg

To be or not to be? That is the question.

Quote rosso1.png Non può essere lui Kira Quote rosso2.png

~ Ray Penbar indicando Light Yagami
Quote rosso1.png Chi non salta Kira è! È! Quote rosso2.png

~ Ray Penbar su complicati metodi d'indagine
Quote rosso1.png Sayonara Ray Penbar Quote rosso2.png

~ Kira dopo aver scritto il nome e il numero di telefono di Ray sulla sua agenda, i due si terranno in contatto

Ray Penbar (New York, America, 16 ottobre 1976 - Caracas, nei peggiori bar, 11 novembre 2005), nome in codice "Qu.Qu.7"[1], fu un personaggio di Death Note tra i 174 e i 182 cm di altezza nonché un grande detective e militare americano. Non combatté nella guerra del Vietnam ma avrebbe voluto esserci. Fu spia nel Sol Levante. Venne infine fatto fuori da Darth Putin per impedirgli di far trapelare informazioni sul caso KЇЯӐ al di fuori del territorio Russo.

[modifica] Biografia

Nato il 16 ottobre del 1976 da padre russo e madre incerta, Ray viene alla luce durante un parto di gruppo in un vicolo di New York, con conseguente scambio di bambini tra le gestanti tramite il tipico metodo del "celo, celo, manca!". Penbar, che già in così tenera età è un uomo qualunque, non viene scelto da nessuna.
Ray Penbar 2.jpg

Ray Penbar mentre si domanda se gli starebbero bene le lenti a contatto rosse che usava l'uomo che prima lo osservava con insistenza

Rimasto solo e abbandonato, Ray è il tipico uomo che non deve chiedere mai, neanche una informazione, e proprio per questo poco dopo si perde per le vie di Manhattan; verrà ritrovato due ore dopo dalla spia russa Aleksandr Val'terovič Litvinenko (che diverrà poi suo padre adottivo) in un bordello gestito da ragazze dell'est europa, visibilmente ubriaco e intento a prepararsi una siringa di prozac. L'infanzia di Ray non passa in modo felice: a soli due anni tenta di togliersi la vita ingoiando una quantità critica di medicinali, che poi si riveleranno solamente caramelle Golia. A tre anni, dopo la comparsa del suo primo dentino, tenta di tagliarsi le vene mordendosi violentemente; solo anni dopo scoprirà che il ciuccio non era parte del suo corpo. Nonostante queste parentesi auto-cannibalistiche, il bambino si dimostra lo stesso un bravo figlio e regala grandi soddisfazioni al padre già in tenera età: a 5 anni, grazie a delle intercettazioni telefoniche, riesce a scoprire dove i bulletti del suo asilo gli avevano nascosto le caramelle; a 13 ottiene un fascicolo top secret con il quale ricatta il preside della sua scuola per costringerlo ad abdicare a favore di Alessandro Magno; a 15 riesce a vincere una partita a Risiko minacciando i suoi avversari di far sapere al mondo cosa stava succedendo in Jacuzia. Ray è anche un bambino molto empatico, e proprio per questo acquisisce dal padre i suoi due più grandi difetti: un talento naturale per la polka e una forte allergia al polonio-210, due cose che segneranno in modo indelebile la vita del povero bambino.

[modifica] La carriera militare

Non appena Ray termina gli studi, capisce di essere solamente delle braccia rubate all'agricoltura; decide quindi di entrare nella CIA (Confederazione Italiana Agricoltori)[2] ma, per colpa di uno scambio di documenti all'ambasciata durante un
Ray Penbar 3.jpg

Ray Penbar che mimetizzandosi con la penombra si rende invisibile a occhio nudo.

baccanale, Ray si vede catapultare un'altra volta nel mondo dello spionaggio, nonostante avesse in precedenza rifiutato il volere del padre di farlo entrare nel KGB. Questo fa nascere tra i due attriti che vengono però subito risolti, perché pagano metà per uno l'affitto dell'appartamento dove vivono. Sono anni duri quelli della sua preparazione per diventare un agente segreto, sempre messo in ombra dal talentuoso James Bond[3] e dai coniugi Rosenberg, persone elettrizzanti e sempre pronte ad attaccare briga (la Storia sa bene chi sopravvisse più a lungo tra i tre). Ray consegue buoni risultati in tutti i test tranne in quello di infiltrazione, perché a suo dire: "Dubito che aggiustare le tubature della caserma sia una esercitazione che potrà servirmi in futuro"; ancora non sapeva quanto si sbagliava, anche perché aveva perfettamente ragione. Finiti gli studi e ottenuto lo status di rifugiato politico, dà inizio in Giappone alla sua attività di spionaggio, incentrata sul far trapelare in patria gli spoiler dei manga appena usciti; dopo aver fatto la gavetta, inizia a occuparsi di informazioni più scottanti, come le tette rifatte della figlia dello zio del salumiere, ma non quello di fianco al macellaio, quello di fronte alla banca.

[modifica] Il caso KЇЯӐ

La svolta nella carriera lavorativa di Ray si ha nelle prima metà degli anni '90 quando, per colpa di un taglio dei lavoratori statali voluto dall'allora ministro del lavoro americano Renato Brunetta, quasi tutte le spie dell'intelligence americana vengono portate in prigione senza neanche passare dal via a prendere i loro effetti personali. Per colpa di questa riduzione di personale, le poche spie rimaste devono assumersi responsabilità che solamente un pazzo avrebbe potuto affidargli. Per loro sfortuna in quegli anni gli Stati Uniti d'America sono governati da una scimmia con una fissa per i bombardamenti a tappeto, ma almeno non da un pazzo[4]. Ray Penbar si vede dunque assegnare la prima missione importante della sua carriera: scoprire informazioni a proposito di una possibile alleanza Russia-Giappone; questa operazione verrà poi chiamata dalla stampa "caso KЇЯӐ", nome in codice dell'agente del controspionaggio russo che si contrappose a Ray. La giovane spia, appena arrivata in Giappone, comincia a cercare informazioni e vede che tutti gli indizi vanno
Ray Penbar 4.jpg

Ray Penbar all'interno della metropolitana durante il pedinamento, sarebbe andato tutto per il verso giusto se non avesse avuto quella cravatta di così cattivo gusto.

nella direzione di Raito Yagami, nome in codice KЇЯӐ, agente del controspionaggio russo in contatto diretto con il presidente Darth Putin. Purtroppo Ray è ancora troppo inesperto per tenere testa a una spia del calibro di KЇЯӐ, e finisce per essere depistato in pochissimo tempo. Gli ci vuole un anno intero per capire che il delfino che stava inseguendo da una parte all'altra dell'oceano indiano non era Raito, ma solamente un innocuo toporagno. Ritornato in Giappone, comincia a seguire l'agente KЇЯӐ ovunque vada: lo segue al ristorante cinese, al lavoro, a casa e anche a letto con la fidanzata.[5] Dopo soli due giorni di pedinamento serrato, KЇЯӐ decide di fare rapporto al quartier generale del KGB[6] chiedendo, testuali parole, di togliergli dai piedi quella odiosa piattola americana impregnata di democrazia; il messaggio arriva forte e chiaro al presidente Darth Putin che, dopo aver fatto giustiziare il messaggero che gli aveva rovinato la colazione portando il messaggio, invia un piccione viaggiatore (non localizzabile dai radar dei paesi esteri) recante un flacone di Polonio-210 e un'agenda con sopra scritta la lista della spesa. Intanto Ray, ignaro di tutto ciò, continua il suo pedinamento a tappeto; all'arrivo del piccione non si stupisce, credendo infatti che fosse il toporagno di prima. Ricevuta l'agenda e il flacone, KЇЯӐ si avvia verso la metropolitana, seguito da Ray; arrivati in metropolitana, però, il russo si gira di scatto gridando: "un, due, tre, STELLA!"; Ray rimane visibilmente stupito[7]. La spia coglie al volo l'occasione e colpisce Ray con il flacone di polonio, innescando una reazione allergica che lo uccide in pochi secondi. Subito dopo, Raito Yagami sbarra nella lista della spesa sul taccuino il nome di Ray e si rimette alla ricerca della prossima cosa segnata sulla lista: un mazzo di teste di ceceno.

[modifica] Curiosità

Light con testa bloccata tra le porte del treno.jpg
  • Secondo Voyager, in realtà Ray Penbar non è morto e ora vive in un'isola deserta nel mezzo dell'oceano pacifico insieme ad Hitler, Gesù ed Elvis.
  • Ray Penbar, in una dichiarazione ufficiale, ha ammesso di non credere di meritarsi una pagina su Nonciclopedia, e di esserne onorato.
  • Ray Penbar è fidanzato con una donna bellissima, intelligente e arguta. L'autore di questo articolo lo odia per questo.

[modifica] Note

  1. ^ Quasi Qualificato 7
  2. ^ Per ulteriori informazioni
  3. ^ che poi abbandonerà il suo paese per darsi alla carriera cinematografica
  4. ^ Un attimo, non era una scimmia ma un uomo? Allora mi sono sbagliato, era proprio un pazzo
  5. ^ Su youporn gira ancora il video della serata
  6. ^ Cosa dite? Il KGB ormai dovrebbe essere già stato smantellato da un pezzo? Poveri stolti...
  7. ^ e pensa: "ommioddio! Un toporagno che parla!"
Death Note logo.jpg
Strumenti personali
wikia