Raffaele Lombardo

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Mafiaaa.jpg
Questo articolo tratta di cose e/o persone che non hanno nulla a che fare con la mafia
(che non esiste), quindi in caso notiate qualcuno in giro mentre chiede il pizzo facendosi chiamare Don, tranquilli, è tutto normale.

L'ho detto, l'ho detto, adesso mi puoi togliere quella pistola dal collo ché se no mi lasci il segno?

   Ti rifiuti di leggere? Ti costringiamo noi!?
Nota disambigua.svg Oops! Forse cercavi Gabriele Siciliano?
Quote rosso1.png Mbare un di breoggubbare ci u drovu iu u bosto a to figghio, iamo a via ettinea Quote rosso2.png

~ Don Raffaè a tutti quelli che incontra
Quote rosso1.png Ah, che bell' 'u cafè, pur' in carcere 'u ssann' fa! Quote rosso2.png

~ Don Raffaè su caffè

Don Raffaele Lombardo (Polentonia 1861) è un omuncolo baffuto e pseudo-politico che sta sempre dietro Umberto Bossi e Silvio Berlusconi con cui ha vinto le elezioni del 2008. Egli è l'esempio vivente di come un insignificante omino politico possa arrivare così in alto (e senza tacchi) solamente vendendosi al migliore offerente. Detto Don Arraffaele per come gestisce le risorse dell'isola.

Lombardo raffaele02.jpg

Lombardo ha capito quanto vale al Parlamento

Acquisisce la grande maggioranza dei voti a Puppo city, una leggenda metropolitana dice che toccandogli il riporto magico si possano avverare tre raccomandazioni.

[modifica] Vita, morte e cazzate

Nato da padre ignoto e da Calogero Mannino con un parto gemellare insieme a Totò Cuffaro, da bambino scorrazzava negli oratori giocando alla lupara col fratello. Un giorno venne preso da un forte mal di pancia e creò, con l'aiuto di Totò Riina, un partito che di fatto ha consegnato la Sicilia nelle mani di Re Silvio, L'MPA (Movimento per l'aerofagia). Dunque Don Raffaele si alleò con quelli della Lega Nord, che amano così tanto il sud, per prendere un gran numero di seggi in parlamento (3 miseri seggi!) cosicché la Sicilia è un burattino nelle mani della Mafia (che ricordo che non esiste) e di quei progressisti dei leghisti che vogliono a tutti i costi l'Italia unità (SEH!). Ma inutile dirlo Don Raffaele, come dice lo stesso cognome, è un polentone in incognito mandato dalla Lega Nord per distruggere il sud, facendo credere che il federalismo fiscale sia una riforma giusta e che porterà tantissimi soldi (col cazzo).

[modifica] Lombardo al Parlamento

Come abbiamo detto il nostro caro baffettone al Parlamento Italiano conta quanto Meg Griffin per suo padre,tanto che tanti si chiedono che senso abbia nella scena politica italiana un'altra sanguisuga. Ma essendo questa l'enciclopedia che vuole rilevare al resto del mondo la verità ve lo diciamo: Don Raffaele si è candidato al fianco di Silvio e Capitan Padania per rendere la Sicilia un posto migliore, infatti Mr. Vasa Vasa gli disse, quando dovette abdicare in suo favore:

Wikiquote.png
«Caro Picciotto, segui le mie orme per ammanteniri u rispietto. Fottiti i soldi di quei minchioni dei siciliani, fai finta di lottare la mafia e porta i cannoli allo zio di domenica»

Il nostro caro amico vince così le elezioni dando buste di pasta e sigarette di contrabbando ai suoi sudditi che lo hanno ricompensato con ben tre seggi in parlamento! Cosa devono fare i sicari di Marionetta Lombardo al parlamento? Niente: farsi sodomizzare dalla Lega e votare sì a ogni proposta (sopratutto a quelle che non si possono rifiutare). Mentre lui cerca di rendere la Sicilia un posto migliore (decorandola di pizzo).

[modifica] Don Raffaele il Presidente

Il 14 aprile 2008, a seguito di regolari minacce al nano di Arcore e solenni amicizie altolocate, viene eletto presidente della regione sicilia.

[modifica] Bibliografia

  • "Le Mille e un Favore"- Raccolta di novelle Regionali, Provinciali, e Comunali Siciliane. [1]

[modifica] Note

  1. ^ [1]
Strumenti personali
wikia