Quei film che trasmettono a tarda notte in Fuori Orario su Rai Tre

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Gorillaz.png
ATTENZIONE!!! DISTACCAMENTO DEI BULBI OCULARI!!!
Gli incauti spettatori che decidono di vedere il seguente film sappiano che esso è stato VIETATO dalla Convenzione di Ginevra per la sua inguardabilità!
Enrico Ghezzi.jpg

Enrico Ghezzi mentre sta progettando una rassegna di film sullo sviluppo edilizio in Inguscezia.

Quote rosso1.png ... Quote rosso2.png

~ La frase ricorrente in quasi tutti i film che trasmettono a tarda notte in Fuori Orario su Rai Tre.
Quote rosso1.png Wow! ieri ho visto un film alle 4 di notte su Rai Tre che... Quote rosso2.png

~ Conversazione che molto probabilmente non sentirete mai.
Quote rosso1.png Wow! ieri ho visto un film hard alle 4 di notte su Telenova che... Quote rosso2.png

~ Conversazione molto più probabile da sentire.

Quei film che trasmettono a tarda notte in Fuori Orario su Rai Tre, d'ora in avanti FCTATNIFOSRT , sono per il 98% delle bizzarre e inutilmente sofisticate pellicole d'autore relativamente non pornografiche che stanno al di fuori di ogni reale interesse umano, di intrattenimento o di mercato.

[modifica] Fuori orario

Dipendenza droga.jpg

Secondo il Prof. Bakallovich l'uso di droghe nelle ore notturne è causato dall'esposizione massiva ai FCTATNIFOSRT.

Fuori orario è essenzialmente il crogiolo di queste pellicole trasmesse via etere e via assenzio ad orari improponibili.

Le proiezioni hanno la caratteristica di essere le più sconosciute o volutamente ignorate del globo terrestre. I film proposti provengono dall'Europa dell'Est o dai paesi orientali, esotici, ugro-finnici, anche se spesso capita, forse per sbaglio, che venga trasmesso anche qualche film italiano in dialetto abruzzese.
Sembra abbiano tutti in comune anche la caratteristica di causare un evidente rigonfiamento testicolare nei soggetti equilibrati psico-fisicamente. Gli individui che soffrono di insonnia ne traggono un grande giovamento e li usano per addormentarsi in sostituzione delle pippe. Questa attività notturna richiede, come conditio sine qua non, una quantità ragguardevole di fancazzismo per il giorno successivo (sempre che alla fine del palinsesto non sia già il giorno seguente).
I film sono scelti da un tipo sinistro che li presenta parlando con una voce afona e con uno sguardo perso nel nulla. È probabile che si tratti di un Hacker che è riuscito a inserirsi nella programmazione di Rai 3. Un'altra ipotesi è che si tratti di un super-raccomandato di Andreotti o addirittura di Totò Riina, che utilizzerebbe i dialoghi dei film per mandare messaggi in codice ai picciotti. Al termine della carrellata di film sfila un elenco lunghissimo di nomi, persone probabilmente strapagate per fare "ricerche negli antri della Rai per trovare i film da programmare".

[modifica] Tipi di film

I FCTATNIFOSRT non sono tutti uguali. Il professor Bakallovich, della libera università di Friburgo, ha inventato uno strumento di misurazione dei FCTATNIFOSRT, il fctatnifosrtimetro che rileva gli effetti sull'organismo umano. Il professore Bakallovich li distingue pertanto in FCTATNIFOSRT mortali, FCTATNIFOSRT tossici, FCTATNIFOSRT soporiferi, FCTATNIFOSRT che inducono l'ipnosi, FCTATNIFOSRT innocui ma scassamaroni. È possibile classificare i FCTATNIFOSRT anche secondo la loro provenienza geografica.

[modifica] FCTATNIFOSRT scandinavi

Intervallo-sottotitoli giapponesi.jpg

Le scene a panorama fisso con i sottotitoli non tradotti, risultano spesso essere le più comprensibili della categoria socialpolitica. Il regista potrebbe comunque renderle confusionarie giocando la terribile carta della "libera interpretazione" solo per puro sadismo.

I FCTATNIFOSRT scandinavi, rigorosamente in bianco e nero, o al massimo seppiati, si aprono su una pianura ventosa dove si scorge in lontananza una grande casa di legno. Lentamente la scena si avvicina alla casa. Questa fase di avvicinamento dura circa 18 minuti. Una volta giunti dentro la casa, finalmente si vedono due fratelli, Ymgso e Brada che parlano fra loro:

Ygmo : Quote rosso1.png Bene. Quote rosso2.png
Brada : Quote rosso1.png Sì. Quote rosso2.png
Ygmo : Quote rosso1.png Oggi ho visto una farfalla. Quote rosso2.png
Brada : Quote rosso1.png Mmmh... Quote rosso2.png
Ygmo : Quote rosso1.png la farfalla muove le ali e vola. Quote rosso2.png
Brada : Quote rosso1.png Mmmmh... Quote rosso2.png
Ygmo (scandendo le lettere) : Quote rosso1.png F-a-r-f-a-l-l-a. Quote rosso2.png

Brada inizia a gesticolare in preda ad una convulsione che dura 40 minuti. Ygmo lo guarda impassibile. Al termine della convulsione si avvicinano alla finestra. La macchina da presa torna sulla pianura ventosa e si allontana lentamente dalla casa. Il film termina con una citazione in sovrimpressione di alcuni passi dell'opera di Strindberg scritti alla rovescia.

[modifica] FCTATNIFOSRT sudamericani

I FCTATNIFOSRT sudamericani, rigorosamente in bianco e nero, hanno come soggetto ricorrente, anzi unico, la storia di una famiglia di senzatetto il cui capofamiglia cerca disperatamente lavoro. Fa i lavori più massacranti e più umilianti del globo, il vaccaro, l'esattore delle tasse, il dipendente pubblico. A quarant'anni è tutto rugoso come la carta vetrata da 50. A questo punto di solito prova a chiedere un piccolo aumento dello stipendio: 40 patate invece di 39. Il capo allora lo prende a ceffoni, lo insulta pesantemente, violenta la moglie e la capra del suo sottoposto. Allora lui riprende il cammino. Sale in groppa al suo lama alla ricerca di un nuovo padrone. Nella scena finale si vede un sole fiammeggiante che scalda notevolmente la nuca del protagonista mentre delle mosche giganti sorvolano a bassa quota le fazendas.

[modifica] FCTATNIFOSRT coreani

I FCTATNIFOSRT coreani hanno colori sgargianti. Anche quando i film erano in bianco e nero, in Corea erano già a colori grazie alla diffusione di oppio nelle sale. La trama riguarda principalmente una faida fra famiglie che si odiano, intervallate da scene idilliache di donne grassissime che si lavano i piedi. Ogni tanto si svolge un funerale dove si celebrano riti incomprensibili per un occidentale medio. Il film prosegue con un vecchio pescatore che prende un granchio e lo guarda dubbioso, poi giungono alcune ragazzine che ridono sullo sfondo di un campo di grano. Le luci al neon di una città ci introducono al passaggio dalla società rurale alla società industriale. Alcuni grassi dirigenti d'azienda sono ripresi mentre lottano nel fango. Ogni tanto qualcuno parla ma non si capisce una mazza perché usano un dialetto nord-coreano sottotitolato in inglese da una cooperativa di doppiaggio senegalese. Nessuno, tranne gli abitanti di un quartiere di Seoul, sono in grado di capire la trama che si riferisce metaforicamente alla simbologia numerologica del teatro del No. Ovviamente tutti, uscendo dalla prima del lungometraggio, gridano estasiati e perfino commossi "Che opera d'arte!".

[modifica] FCTATNIFOSRT sovietici

Vecchio cinese.jpg

Una toccante scena tratta dal film Una toccante scena tratta dal film.

I FCTATNIFOSRT sovietici di solito iniziano con un trattore che arriva e miete in un lampo un campo di orzo o segale mentre alcuni vecchi mugichi ebrei ed ebbri scappano a gambe levate. Un aitante lavoratore sovietico scende dal trattore e fuma una sigaretta mentre una bella ed aitante fighetta sovietica col fazzoletto sui capelli si avvicina sorridente. I mugichi ebrei ed ebbri che sono in realtà dei controrivoluzionari ebrei ed ebbri tramano qualcosa contro il trattore. Cercano di nutrirlo con del fieno avvelenato ma il trattore non ne vuole sapere. Il lavoratore sovietico si accorge degli intrallazzi dei mugichi ebbri ed ebrei e li consegna a un aitante poliziotto sovietico severo ma giusto. Un aitante giudice sovietico severo ma giusto perdona in seguito i mugichi gibbati e fetidi, limitandosi ad una ramanzina:
"Papiuski, dovrei consegnarvi ad Oleg il boia, ma oggi sono buono come il nostro aitante Stalin e vi rimetto in libertà".
Un aitante cancelliere del tribunale onesto e un po' frusto registra la sentenza e la consegna ai mugichi ebrei ed ebbri che mugugnano un po' e se ne vanno per la loro strada. Il film si conclude con una gigantografia di Stalin che indica l'orizzonte mentre una canzone patriottica inneggia al successo del comunismo internazionale e dei funzionari di partito di Stalin.

[modifica] FCTATNIFOSRT senegalesi

Nei FCTATNIFOSRT senegalesi spesso si parla di un giovane, chiamiamolo Farlok Mashem. Farlok, dopo aver visto che nel suo paese ci sono solo un sacco di cazzoni che ridono e cantano dentro topaie fatiscenti e pericolanti - che i cazzoni si ostinano a chiamare abitazioni - decide di imbarcarsi per l'Europa. Ha ascoltato molte storie su questo continente fantastico dove i soldi si raccolgono per terra, tutti sono gentili con i senegalesi e le squadre di calcio più famose come il Terracina e il Sansepolcro sono pronte ad ingaggiarli con stipendi stratosferici. Sembra che dopo pochi mesi ogni singolo senegalese possa far arrivare in Europa anche i suoi 83 fratelli e i suoi 330 parenti stretti, costruirsi un castello, procurarsi un harem di giovani donne caucasiche e ridere e cantare in lingua wolof. Intanto, per iniziare il viaggio, deve sborsare 1000 euro al capobarcone. I 1000 euro sono di solito il provento di atti illegali compiuti da un fratello già giunto in Europa.
Una volta arrivato, è ovviamente destinato a prendere una miriade di pesci in faccia di tutte le forme e dimensioni, al punto da assomigliare presto ad una orata. Decide quindi di tornare in Senegal dove tutto è più vero ed autentico. Infine compra una topaia dove un cazzone come lui potrà ridere e cantare sonetti e arie nostalgiche pensando a quella bella esperienza finita in gloria.

[modifica] FCTATNIFOSRT giapponesi

I FCTATNIFOSRT giapponesi possono essere identificati come la categoria più bizzarra e perversa dell'intero palinsesto, in quanto la stragrande maggioranza di essi si rivela essere un'ottima alternativa ad un porno-fetish-sadomaso. Sostanzialmente sono divisi in due sottocategorie: i FCTATNIFOSRT giapponesi socialpolitici e i FCTATNIFOSRT giapponesi surreali.
Gli argomenti trattati nei FCTATNIFOSRT giapponesi socialpolitici sono per la maggior parte critiche verso le teorie marxiste, critiche verso il comunismo staliniano, critiche verso i comunisti, critiche verso i poveri comunisti e critiche verso i manifestanti sessantottini (particolarmente quelli comunisti). La storia cucita dentro questa variegata cornice parla spesso di gruppi studenteschi ribelli di estrema sinistra dediti al terrorismo e dei loro tentativi mirati di prendere possesso delle Stato per poi imporre un regime basato su un marxismo stereotipato che più stereotipato non si può; il tutto è intervallato da scene di addestramento ed orgie di gruppo dove i partecipanti inneggiano al comunismo durante l'atto masturbatorio e/o seghe mentali accompagnate da scene d'inseguimento con sparatorie che, anche così, rendono il film un NON-action. Il fine ultimo di ogni FCTATNIFOSRT giapponese socialpolitico è arrivare a trasmettere un chiaro messaggio allo spettatore: i comunisti sono una merda e sono una minaccia per l'armonia della nazione, uccidi tutti i comunisti e non provare a ribellarti perché noi siamo più forti di te, specchio riflesso e pappapero.
I FCTATNIFOSRT giapponesi surreali invece spiccano per essere le pellicole più nonsense che la mente umana abbia mai prodotto (sempre che la mente di un regista giapponese possa essere considerata umana), e vengono spesso spacciati come veicolo per la denuncia di un problema sociale. Un esempio di tipica non-trama di un film di questo tipo può essere la seguente:

Fantozzi e Guidobaldo Maria Riccardelli.jpeg

Il rag. Fantozzi esprime la sua opinione su un FCTATNIFOSRT.

  • Primo piano su una strada deserta, c'è una donna che corre.
  • La donna viene inseguita da un gruppo di uomini, questi dopo un po' raggiungono la donna.
  • I malintenzionati cominciano ad abusare sia fisicamente che sessualmente della donna in pieno stile hentai fino ad ucciderla.
  • Per qualche motivo non meglio precisato i malintenzionati si pentono di quello che hanno fatto e parte un dialogo assurdo tra loro. Può anche capitare che inizino a menarsi tra loro.
  • Dopo il dialogo, i malintenzionati pentiti escono lentamente di scena. Dopo circa 5 minuti di silenzio la donna che doveva essere morta si alza da terra ed inizia un altro dialogo, più lungo, farcito di seghe mentali con una voce fuori campo proveniente da chissà dove.
  • A questo punto il film potrebbe o prolungarsi con questo dialogo nonsense fino a fine pellicola o far accadere ogni possibile troiaio mentale partorito dal regista. Nel finale (?) appare una citazione inventata o meno che dovrebbe riassumere tutto il significato del film.

In genere, nei FCTATNIFOSRT giapponesi surreali, non è possibile capire né quello che accade né quello che è successo né quello che accadrà. Quindi potresti anche aver sognato tutto, ciò è molto probabile dato che il film ti ha quasi sicuramente addormentato.

[modifica] Conclusione

È stato dimostrato che i FCTATNIFOSRT hanno una funzione marginale nell'organizzazione della società moderna. Nonostante ciò essi ostinatamente fuoriescono dal visore a LCD o dal tubo catodico, imperturbabili, algidi e portatori di una coscienza superiore, negata a noi comuni spettatori come rimarca con metodi subliminali l'hacker cui accennavamo all'inizio. L'insegnamento è che qualsiasi cagata avrà almeno uno spettatore o un lettore, come è comprovato da questo stesso articolo.

[modifica] Voci correlate


Strumenti personali
wikia