Puttaniere

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Quote rosso1.png Innamorarsi va bene, fidanzarsi qualche volta, sposarsi? MAI! Quote rosso2.png

Quote rosso1.png Le vere troie sono quelle che non la danno Quote rosso2.png

~ Puttaniere sulla sua particolare definizione di troia


Un'autentica definizione di puttaniere racchiude tutti quegl'uomini che tentano di rimorchiare qualsiasi cosa abbia un buco e respiri, qualunque sia l'esito dei loro tentativi.
Per precisare occorre dire che si definisce puttaniere sia un uomo che viene naturalmente circondato da donne per motivi estetici o pecuniari, sia un Don Giovanni plurifidanzato sia infine il tipico sfigato che ci prova con tutte e da tutte rimedia calci indifferentemente. Occorre quindi dare una definizione effettiva di queste creature e una classificazione di alcune loro tipologie.

[modifica] Il puttaniere Gentiluomo

Il puttaniere gentiluomo è una specie mediamente pericolosa di puttaniere. Trae ispirazione per i suoi metodi di corteggiamento dai peggiori romanzi rosa uscendosene con obbrobriosi soprannomi come "rosellina mia, tigrottina" e altre vomitevoli espressioni dello stesso genere. Estremamente amato dai fiorai è detestato dalle memorie dei cellulari che si riempiono di SMS con frasette idiote rinvenibili nei baci perugina.

Adorato da alcuni tipi di bimbaminkia normalmente concentra i suoi sforzi di seduzione su un target di femmine di almeno quattro anni meno di lui. Se si è abbastanza deficienti da accettare il primo invito a cena basteranno pochi minuti perché cominci a parlare d'amore con frasi morbosamente copiate da Casablanca e Via col vento.

Il maggior pericolo con questo tipo di puttaniere è la sua terribile pazienza: sa aspettare prima di arrivare al sodo (cioè al primo tentativo di infilare le sue mani nel reggiseno di una vittima) ed è estremamente difficile scollarselo di dosso. Questo tipo di soggetto ritiene che una donna non debba mai pagare (utile tutto sommato) e che in generale una donna sia incapace di fare alcunché da sola e per questo soffoca le sue vittime di attenzioni inutili finché non ha ottenuto ciò che vuole.

Nel momento in cui ottiene il suo scopo costruisce una confortante routine (un definito giorno della settimana in cui si ripetono le stesse sdolcinatezze per poi finire con l'usuale conclusione a base di sesso) e tende a diventare un mostro di grezzezza e un vulcano di insulti se la vittima, ormai conscia di essere quella del giovedì (o di un qualsiasi altro giorno della settimana), decide di romperla.

[modifica] Il puttaniere Informatico

Quei rari (grazie al cielo) esemplari di Nerd che hanno dimenticato la famosa regola del web "in internet non esistono donne".
Nella maggior parte dei casi non si tratta di autentici Nerd ma di truzzi ai quali qualche scimmia celebrolesa ha regalato un computer.

Ve ne sono buone concentrazioni nelle chat di tutto il mondo, specie nel settore amicizia che andrebbe ribattezzato grazie alla loro presenza "settore cerco pomiciata e magari anche di più". Se i più tranquilli hanno per nick il loro nome con il loro anno di nascita (vero o falso) altri hanno nick come "biondo occhi azzurri, superfico, lupo solitario" o altri parti della loro mente nati con lo scopo di sostituirsi al loro inesistente sex-appeal. C'è di buono che il puttaniere informatico di norma si rivela facilmente cercando di fare del sesso virtuale (tirarsi cospicue seghe mentre legge e scrive frasi "porno", e qui nasce la domanda: ma avranno tre mani?) e raramente è così stupido da chiedere un incontro. Si distinguono in ogni caso perché, anche qualora non pretendano un'esperienza di sesso virtuale pretendono sempre una descrizione fisica estremamente precisa e informazioni sulla città dove abita la vittima, se possibile domandano anche contatti MSN e incontri webcam. Il miglior modo per liberarsene quando chiedono un incontro è dar loro il numero telefonico del cugino MARIO, l'affascinante dragqueen di famiglia che ha una voce dolce quanto quella del cantante dei Pantera e una certa voglia di sodomizzare chiunque gli capiti a tiro purché di sesso maschile.

Occorre non tralasciare il sottogruppo del puttaniere Lottiano (Alias Nerd segaiolo con il cervello intrippato nel fantasy) che di buona norma si presenta come un gentile elfo alle neo-giocatrici lottiane occupate a discutere in taverna o in altri luoghi di socializzazione del granducato perché sono effettivamente dotate di molto tempo da perdere, ovvero non hanno un cazzo a fare.
Wojtyla&Hilton.jpg

Un puttaniere Don Giovanni conscio delle sue potenzialità.

Il "gentile elfo" arriva quindi a invitarle a una tranquilla "conversazione in rocca per conoscerci meglio" dove "l'esile e dolce creatura", che non si è nemmeno curata di leggere la loro scheda, inizia a privarle di indumenti quali camicetta rosa e pantaloni, questo nonostante sulla succitata scheda sia scritto che le vittime indossano lunghe vesti multicolori (spesso sono descritte persino le passamanerie). Questo tipo di puttaniere a volte si presenta addirittura come personaggio femminile domandando se si è andate in un determinato luogo per "sedurre messeri". Il puttaniere Lottiano è presente in ogni ora del giorno e della notte nonostante le giocate violente o porno non siano consentite prima delle 23.00 si presume quindi sia necessariamente analfabeta o dotato del cervello di un brachiosauro appena nato.

[modifica] Il puttaniere conscio delle sue capacità di attrazione (Alias figo da discoteca)

Brunetta.jpg

Brunetta con la babysitter, che sciupafemmine!

Il puttaniere più puro. Quello che non solo cerca figa ogni volta che può permettersi una serata fuori ma che la trova in quantità sin troppo abbondante ovunque si volti. Di norma trattasi di uomo con tratti non troppo virili, viso pulito, capelli lucenti raccolti in qualche taglio moderno e muscolatura perfetta ma non eccessiva.

In una sola serata riesce a far voltare l'ottanta per cento della popolazione femminile di una discoteca, ottenuto questo effetto non deve che scegliere una delle sue vittime e assicurarsi che sia abbastanza grande da non essere una verginella minorenne per evitare denunce. È rarissimo trovarne, si segnala che la sua più grande abilità sia quella di slacciare un reggiseno usando solo pollice e indice abilità di cui è decisamente privo il puttaniere sfigato.

[modifica] Il puttaniere datato (Alias vecchio bavoso con soldi)

Orrendamente diffuso in Nord Europa ma presente purtroppo in tutto il mondo, esibisce portafogli gonfi e arie paternali finché non convince la vittima a entrare in un locale o albergo dove dimostra le sue vere intenzioni. La cosa peggiore è che esiste gente che ci sta.

[modifica] Il puttaniere intellettualoide (modello umanistico)

Facilmente rintracciabile nei corridoi dei licei classici e in versione più adulta nei corridoi di una qualsiasi facoltà umanistica. Si caratterizza per i suoi tentativi di essere estremamente ricercato e una certa ossessione di mostrarsi povero intellettuale incompreso. Forse perché il suo umanistico cervellino non arriva a comprendere la seguente equazione:

Intellettuale + mondo Popolato 90/100 da Truzzi = incompreso

ovvero visto che:

truzzi = 0

inteso come 0 assoluto, 0 neuroni... insomma la nullità totale

ne deriva

Intellettuale + 0 =incompreso

risultato

intellettuale =incompreso

Caratteristiche specifiche di questo soggetto sono i tentativi di approccio discorsivi nei quali cita soprattutto autori super criticati (Poeti Maledetti, Scrittori Gay e scrittrici lesbiche etc.) o totalmente sconosciuti mentre la povera vittima ha solo voglia di scappare a casa a dormire dimenticando le lezioni di letteratura/antropologia/linguistica/storia/arte/etc. della giornata. I periodi più favorevoli per la caccia di questo tipo di puttaniere sono la ricreazione e l'ora di buco (che egli crede risolutamente sia l'ora per cecare un buco), fino al suo approdo nell'università, suo personale paradiso, dove ha a disposizione i quarti d'ora accademici, le file d'esame o quelle del ricevimento e le pause fra i vari corsi. è da considerarsi in fondo, ma molto in fondo, un puttaniere geniale: usa la cultura per qualcosa di diverso dall'imparare: cultura a scopo rimorchio, il problema è che di norma questo è ciò che potrebbe fare un intellettuale e non un intellettualoide. L'intellettualoide coincide con la razza dei bimbiminkia perché spara un mucchio di cazzate e ne differisce perché dopo il suo arrivo alla maturità spesso continua a generare teorie atroci. Unico suo pregio è di dire e scrivere le suddette cazzate in perfetto italiano. Per levarselo di torno si consiglia una buona serie di scuse atte a chiudere il discorso, una rapida fuga alla toilette o il condurlo davanti a un PC facendogli leggere la pagina a nessuno importa sottolineando chiaramente che non vi chiamate Nessuno

[modifica] Il puttaniere sfigato

Riconoscibile dal sempiterno sorriso ebete e spesso dalla presenza sulla sua faccia dell'orma ben distinta di una mano o di una scarpa. Andrebbe diviso in svariati sottogruppi, ma se ne citeranno solo tre.

[modifica] Il Puttaniere sfigato con tattica di rimorchio della manomorta

Presente ovunque, le maggiori concentrazioni tuttavia sono come sempre in Pub o discoteche e altri luoghi masochistici ove vi è alta concentrazione delle peggiori specie umane. Abbastanza scarso sul lato conversazionale questo tipo di puttaniere se dotato di neuroni, non occorre dire che i dotati di neuroni sono una minoranza fra i puttanieri, si dedica a fare grattini e coccolini a una o più ragazze e sa fermarsi al primo chiaro segnale di protesta, solitamente una brusca botta sulla mano, onvece di tentare di sperimentare ulteriore contatto fidico, cioè far scendere la mano dal collo verso parti anatomiche più sensibili. I meno dotati di neuroni se consi della loro nulla abilità conversazionale scelgono come target di rimorchio le truzze con il tanga più in vista, si avvicinano ballando in maniera più o meno disgustosa e se secondo il loro cervello bacato la truzza sembra starci trasformano la loro patetica imitazione di ballo in una serie di palpatine sempre più invadenti sperando di non ritrovarsi una mano parcheggiata in faccia. Inutile dire come scollarselo, è sufficiente non andare nei loro luoghi di ritrovo se non si è circondate da un cospicuo gruppo di amici/amiche e se proprio ci si trova a dover andare in uno di questi luoghi senza la protezione del branco occorre solo farsi accompagnare dal cugino MARIO che sarà felicissima di fare conoscenza con il soggeto in questione.

[modifica] Il Puttaniere Sfigato per eccellenza

Steve2.jpg

Aspetto classico di un Puttaniere sfigato per eccellenza!

Il Puttaniere che davvero non la vedrà MAI! sfigato nell'aspetto sfigato perché era assente alla distribuzione dei cervelli insomma sfigato di tutto punto, corpo cuore e anima.
In genere si avvicina dicendo frasi da sfigato come queste.

[modifica] Puttaniere sfigato con tattica di rimorchio a distanza

Si suppone che questa tattica di rimorchio sia stata sviluppata a forza di prendere batoste violente. Il puttaniere in questione agisce se possibile in gruppo e, sicuro della presenza del branco di altri puttanieri sfigati intorno, lancia apprezzamenti sulle ragazze di passaggio le quali perlopiù rispondono ignorandolo e tirando dritto o, fenomeno in voga soprattutto nella capitale, sfoderando un autentico linguaggio da scaricatore di porto; nel secondo caso se non si arriva a essere così imbecilli da lanciare insulti sui genitori (gli unici che veramente sono considerati offensivi in una città dove "limortacciitua!" è ormai un'intercalare) si conclude tutto con sana ironia e una bella risata.


[modifica] Il puttaniere "principe nero"

Conquistatore di innocenti minorenni fissate con il Grunge, il Rock, il Metal o il Gotic. Si dichiara maledetto e oscuro, ma solo il primo aggettivo è vero, di fatto è maledetto da tutte le bimbeminkia grungettine rockettare o metallare che ha mollato. Di aspetto misero si nasconde dietro maglie o camicie extralarge, capelli lunghi e barba incolta.

Il suo obbiettivo naturalmente è fottere, prima a parole e poi di fatto. Si dichiara eccellente in almeno una dote artistica fra scrittura, musica, pittura credendolo sul serio.

Cerca in ogni modo di differire dalla massa, proclamando con la veemenza di un bimbo di cinque anni la sua incompatibilità sociale ed esprimendo tutto questo in uno stile scopiazzato dai libri di Charles Bukowski o dai diari di Kurt Cobain. Adora proclamarsi intellettuale, per rimorchiare le ragazzine e adora anche proclamarsi fumatore, porco e bevitore, per affascinarle facendo leva sul loro complesso della crocerossina e per mollarle più agevolmente quando se ne è stancato.

[modifica] Collegamenti

Strumenti personali
wikia