Publio Cornelio Scipione

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Salvador dali montre molle au moment
Questa voce soffre di passatismo (... e di matusità).
Nel leggerla non stupirti di tutte le convenzioni storiche e temporali che sono state violate e fregatene. Ormai rivedere in chiave fantastica i fatti storici è una pratica accettata anche dal Vaticano.
Quote rosso1 Carthago delenda est Quote rosso2
~ Catone su Scipione
Quote rosso1 Catone scassusmaronibus est Quote rosso2
~ Scipione dopo due minuti di conversazione con Catone
Quote rosso1 Scipio mortuus est Quote rosso2
~ Nietsche su Scipione (e te pareva)
Scipione Nero

La prova che Scipione l'Africano era un negro.

Lucio Cornelio Scipione è un'entità multipla sovrannaturale. È stata molto presente durante l'antichità ma potrebbe anche essere tua nonna. Il più famoso Scipione è sicuramente Scipione l'Africano, detto così perché, come si vede dai suoi busti, era sicuramente un negro.

[modifica] Scipione l'Africano

La più famosa entità scipionica nasce sulla Terra pressappoco 2000 anni fa, i suoi busti fanno credere che sia nato ai tempi dell'impero romano, nonché le numerose citazioni romane quali Polibio. Ma chi mai si fiderebbe di uno che dice che Roma è riuscita a creare la perfetta forma costituzionale? Scipione passa la maggiora parte della sua infanzia seduto su una panchina ad osservare il tramonto e a parlare con i cani[1]. Suo padre (Lucio Cornelio Scipione l'Emiliano), preoccupato della sua mollezza, lo mandò ad addestrarsi nell'esercito; all'epoca era però in vigore la norma che un ragazzino, per irrobustirsi nel corpo nell'anima, venisse brutalmente violentato da tutto il plotone, il tutto nell'indifferenza generale. Uscito dal plotone, grazie alle preziose lezioni che aveva imparato, divenne senatore in un battibaleno.

[modifica] I fatti di cui a nessuno importa

A quell'epoca molto lontana (l'epoca in cui gli AC/DC incidevano il loro primo disco nella pietra, tanto per capire) si profilava all'orizzonte la minaccia di una nuova potenza: il potente impero della carta igienica che era stato distrutto pochi anni prima, ora pretendeva nuovi spazi per il suo raffinato commercio. In Senato romano, composto da vecchi bacucchi li lasciò tranquillamente sverniciare la Spagna nei mondiali di quell'anno ma quando il generale Annibale prese il comando, entrando al posto del capitano Scottex, attaccò la città di Sagunto con un modulo rivoluzionario e anche se era lecca culo di Roma, dopo 3 mesi di attesa arrivò ai senatori la notizia che Sagunto era caduta: una differita piuttosto notevole! Nel frattempo Annibale aveva già attraversato le Alpi, distrutto 3 legioni e messo a ferro e fuoco l'Italia e solo quando attaccò Roma il Senato si accorse che Annibale stava combinando grandi casini. Nacqui quindi un caso giudiziario perché il Senato trascinò la RAI in causa: "Una differita di 3 mesi per una partita dei mondiali di calcio ci può stare", commenta un senatore, "ma almeno il TG1 deve essere puntuale".

[modifica] La carriera politica

Dato che suo padre era tra quei generali dementi che si erano fatti inculare da Annibale in Spagna e visto che una rondella non fa primavera,Lucio Cornelio Scipione l'Emiliano morì e a suo figlio fu dato il titolo di Pretore. Publio partecipò come tribuno alla battaglia di Canne dove tutto l'esercito fu circondato e trucidato fino all'ultimo uomo. Scipione sopravvisse ma nessuno sa perché. Ma tanto a nessuno importa. Così Scipione fu eletto console e cioè sistemista linux per l'impero col lo username di "console". In realtà i consoli erano due, e infatti c'era un altro, ma nessuno lo cagò.

[modifica] Le brillanti vittore

Diventato console Scipione marciò sulla Spagna e fu accolto dagli spagnoli come liberatore, dato che Annibale l'aveva messo in culo a tutta la Spagna e gli spagnoli avevano l'ano talmente largo che accettarono l'inculata più leggera di Roma. Passati tre anni Scipione decise di attaccare la più grande città della Spagna, Cartagens. Le sue truppe avevano paura di farsi il bagnetto nel laghetto che avrebbe evitato un assedio molto costoso in vite umane e avrebbe permesso di aggirare i Cartaginesi. Allora, con uno sforzo sovrumano, Scipione si getto nel lago e nuotò, ma dovette aspettare la bassa marea come un cretino perché le sue truppe lo seguissero. Per festeggiare l'avvenuta incursione, l'esercito lo mise in culo a tutta la città. Con la Spagna ormai sottomessa ai suoi giochi erotici, Scipione sbarcò in Africa dove ebbe presto in simpatia il re locale Massinissa, re della Numidia. Dopo un incontro tra i massimi vertici Scipione si alleò con Massinissa e marciò su Cartagine. Evitando di assediare la città, che era in preda alla paura e che sarebbe caduta facilmente, Annibale incontrò Scipione a Zama, dopo aver abbandonato l'Italia, stremata dalle sue fatiche senza aver conquistato Roma vai a capire il perché. I due si trovarono subito in simpatia e dopo una sveltina di 20 minuti, fecero avanzare i loro eserciti: Scipione vinse imitando la tecnica di Annibale, detta della Penetrazione da due lati e vinse.

[modifica] La fine

Tornato in Italia nessuno lo cagò più e dopo un anno finì in esilio braccato da tutta Roma. Morendo disse: "Ingrata patria, non avrai mai le mie ossa, mi farò cremare, tiè!".

[modifica] Il clone figlio segreto: Scipione Emiliano

Questo figlio di papà nasce a Rome City nel 200 e qualcosa. Non vide il padre fino all'età di 18 anni perché era sempre via a massacrare qualche cartaginese o al gay pride a cornificare la moglie, che a sua volta lo tradiva, dipingendo così una situazione famigliare felice e sorridente. Frustrato da questa situazione, Scipione II, detto il terminatore, si soddisfaceva già dall'età di 6 anni leccando le parti intime delle sue serve. Capendo che esso era solo una molle femminuccia il padre lo destinò all'illustre carriera dell'usciere stra-pagato del Senato. Ma al cuor non si comanda e Scipione II scappò da casa per andare in caserma, dove appena arrivato il sergente istruttore chiuse un occhio notando il bel sederino del ragazzo. Egli crebbe forte tra sano esercizio e rapporti di amicizia con quelli più grandi di lui. Tornato a casa il padre ne fece un usciere comunque.

[modifica] I fatti epocali che nessuno vuole sapere

All'epoca Cartagine era ridotta a uno spermatozoo di una persona sterile. Nonostante l'impossibilità di dichiarare guerra e dei tributi anche sull'aria, la città stava ritornando potente come prima, grazie alla spinta economica offerta dalla forte forza di volontà dei suoi giovani, soprattutto delle giovani. Dopo la settecentesima strizzata di maroni di Catone che ripeteva senza sosta "Cartagho delenda est" e andati a farsi fottere i tentavi di assassinio, si decise a tappargli la bocca distruggendo Cartagine. Il compito fu assegnato a Scipione Senior, che però si era auto esiliato ed era morto di una violenta diarrea. Allora il compito fu riassegnato all'usciere figlio di Scipione, Scipione II.

Statua cesare

Uno Scipione impegnato nella sua attività preferita: farselo mettere in culo

[modifica] La breve carriera militare

Nonostante abbia solamente conquistato una città ridotta a una merda, Scipione venne riconosciuto come grande: Scipione II si limitò solamente a far morire la gente di fame per 3 anni, attaccare la città, uccidere tutti gli esseri viventi maschi, schiavizzare le donne, stuprare i bambini, distruggere tutto e cospargere le rovine di sale, perché non vi crescesse più niente. Ha poi anche distrutto Corinto e fatto qualche campagna militare in Spagna distruggendo Numanzia ma tutto questo avvene solo in una partita a Risiko e quindi cazzi suoi.

[modifica] La morte

Nessuno sa come è morto Scipione l'Emiliano. Nessuno vuole andare a controllare le fonti storiche. Scipione l'Emiliano è esistito veramente? Mah. Questo articolo su di lui fa ridere? Direi di no.

[modifica] Chi può essere Publio Cornelio Scipione

[modifica] Curiosità

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse ti incuriosisce sapere com'è dormire coi pesci?

  • Lo stato italiano ha subito una multa di 3 miliardi di euro dal Sudan, luogo d'origine degli Scipioni, per aver violato i diritti di copyright nel suo inno. Come è ovvio il governo l'ha pagata in tutta la sua interezza.
  • Gli Scipioni hanno abbandonato l'arte militare per dedicarsi a moderne attività di mercato.
  • Il principale motivo per cui la Lega Nord vuole eliminare l'inno italiano è perché vi è citato un nero. Dato che non sono stati soddisfatti si sono accontentati di richiedere una multa di 3 miliardi di euro, che è stata pagata in contanti dal nostro governo illuminato.
  • Cicciolina in persona gli diede il soprannome "l'africano".

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Questo articolo viola le normative di Nonciclopedia perché veritiero


SPQR
SPQR
SPQR 2
Strumenti personali
Altre lingue
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo