Psichiatria

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

DRNickThumb.JPG
Questo articolo irride la nostra professionalità!


La Psichiatric International Promotional Psychological Association (PIPPA) si è offesa

ScaleIdiote.JPG
L'autore di questo articolo è già stato dissociato, scompensato e sedato.
Nell'attesa della consegna della sua testa per servirlo di elettroshock, si dichiara sciopero ad oltranza.
Quote rosso1.png Voglio una vita da psichiatra, voglio una vita da SPDC Quote rosso2.png

~ Psichiatra neoassunto mentre si aggira nelle catacombe di un ospedale psichiatrico.
Quote rosso1.png Born in the ASL, I was, born in the ASL Quote rosso2.png

~ Lo stesso psichiatra il giorno prima di impazzire definitivamente.
Super Mario in Dr. Mario.jpg

Il famoso propugnatore della psichiatria videoludica, il Professor Mario Super.

La psichiatria è la branca specialistica della medicina che si occupa della prevenzione, della cura e della riattivazione dei disturbi mentali affinché essi cronicizzino e permettano così di far ottenere agli specialisti degli ottimi vitalizi. Essa è definita anche come disciplina di sintesi perché si occupa dei disparati ambiti che condizionano l'insorgenza della malattia mentale, dalla visione dei telegiornali di Rete 4 alla permanenza in una spiaggia libera per più di due ore.
La parola psichiatria deriva dal greco: psiché, anima o mente e atrìa, atrio. Quindi la psichiatria si occupa dell’atrio dell’anima. Per studiare le altre stanze si dovranno approfondire gli studi nelle correlate discipline di psichicucinìa, psichisoggiornìa, psichicamerìa, fino alla importantissima psichibagnìa.
In questo articolo ci soffermeremo su alcuni cenni di storia della psichiatria per poi approfondire importanti tematiche e pratiche cliniche a la page.

[modifica] Le scuole psichiatriche

Nel corso dei secoli l'uomo ha dovuto fronteggiare la sfida della malattia mentale, a volte considerata un segno divino, a volte ritenuta un modo per ottenere un buon terno al lotto e altre, infine, creduta una notevole rottura di uallera.
Nel corso dei secoli, i metodi per capire, curare e guarire la malattia mentale sono stati innumerevoli. Se ne occupò per primo il solito Ippocrate e il suo fido scherano, Empedocle. Per costoro la pazzia proveniva dalla bile nera che fuorisciva dallo sterno. Per secoli questa grandissima ca***** fu considerata assolutamente veritiera.
Nel Medioevo e ancor di più durante il periodo della Controriforma furono fatti dei grandi passi avanti. I pazzi venivano curati attraverso la bruciatura di tutto il corpo con la terapia chiamata "rogo" o, per i soggetti impressionabili, "purificazione pirica".
A partire dal diciottesimo secolo i sistemi di cura si umanizzarono, tanto che i cosiddetti pazzi furono internati in istituti dove venivano incatenati, fustigati e sottoposti a esperimenti medici, chimici, oppure usati come bersaglio per i cannoni di nuovo tipo adottati dall'esercito del luogo.
Con il trionfo della modernità si capì che i pazzi potevano servire come giustificazione per creare nuove professioni a favore di soggetti indolenti e forse essi stessi pazzi. Nacque così la psichiatria moderna che si avvalse della sacra alleanza con l'industria farmacologica e, per un certo periodo, anche dell'industria per la produzione di apparati elettrici.
Una interessante e recente corrente di pensiero è l'antipsichiatria. L'antipsichiatria teorizza che i pazzi siano sani di menti e i sani di mente pazzi. Grazie a questa teoria legittimatoria, molti pazzi hanno raggiunto l'apice del potere mentre molti sani di mente sono impazziti in povertà ed indigenza. In modo sperimentale è stato osservato che, se uno psichiatra ed un antipsichiatra vengono a contatto, i due si annichiliscono emettendo radiazione elettropsichiatrica. Su questo fenomeno sono ancora in corso studi e approfondimenti.
Una scuola psichiatrica molto formativa è stata la Quinta C dell'Istituto Topo Gigio da me personalmente frequentata. Ivi ho potuto esaminare da vicino casi interessanti di disequilibrio mentale sia fra gli studenti che fra i professori. L'interazione fra questi soggetti comportava la drammatizzazione degli eventi fino ad un parossismo a cui conseguiva il naturale decadimento di ogni funzione intellettuale e di vita intelligente in genere.

[modifica] I ruoli della professione psichiatrica

In psichiatria, nonostante gli sforzi compiuti in passato dai comunisti basagliani e da groppuscoli di ebrei negri, esiste tuttora una solida e valida gerarchia professionale ben visibile in ogni ospedale psichiatrico che si rispetti. Ecco i ruoli principali:
Addetto alle pulizie: svuota i sacchetti della spazzatura e presiede ai colloqui terapeutici fra le bucce di banana e le bottiglie di pvc svuotate.

Esorcista.jpg

Se vivrete una scena analoga, con voi o con qualche vostro parente la psichiatria tradizionale avrà fatto cilecca.

Infermiere: si occupa della somministrazione dei medicinali. Se somministra quei medicinali anche a sè stesso ottiene un avanzamento di carriera e diventa infermiere drogato.
Infermiere drogato: molto richiesto perché a causa del suo vizietto non può ricattare nessuno e assiste silenziosamente agli inciuci ospedalieri.
Psicologo: lo psicologo si occupa della psiche del paziente come un bravo papà o una brava mamma. Consiglia con voce calda e accogliente. Indica, sollecita, conduce per mano il paziente bambinizzato verso il paradiso della normalità. Non essendo laureato in medicina deve subire i frizzi e i lazzi degli psichiatri.
Psichiatra: lo psichiatra prescrive i medicinali e pertanto è adulato da una folta schiera di promotori farmaceutici, che lo blandiscono con le sirene dei convegni organizzati nei paradisi esotici di Ostia lido e Castelvolturno. È riconoscibile perché è quello alto e magrissimo oppure basso e grassissimo. Di solito soffre di un eczema alla pelle ed ha un difetto di pronuncia per cui non sa dire la parola "ornitorinco".
Esorcista: l'esorcista è previsto nelle piante organiche dei più grandi plessi ospedalieri e viene utilizzato laddove la medicina tradizionale fallisce.

[modifica] Il colloquio psichiatrico

Nel colloquio psichiatrico, lo psichiatra dovrà essere attento, benevolo, non giudicante, comprensivo, rispettoso dei problemi del paziente.
Ecco un esempio di un colloquio riuscito:
Paziente: mi piace mangiare la cacca.
Psichiatra: ah, ah, ah. Le piace mangiare la cacca? Ma lei è completamente pazzo.
Paziente: inoltre in televisione parlano sempre di me e mi mandano dei messaggi che devo decifrare.
Psichiatra: ah davvero, ma lei è completamente deficiente. Avanti poi, cos'altro?
Paziente: Non ho più soldi per pagarla.
Psichiatra: Coooosa? Fuori se ne vada, pazzoide e per giunta povero. Lei è un depravato, un essere abietto, un volgare idiota. Adesso chiamo il mio gargoyle personale e la faccio divorare.

[modifica] Disturbi psichiatrici

Molti e numerosi sono i disturbi psichiatrici, fra i quali annoveriamo, en passant, anche quello di leggere gli articoli di Nonciclopedia. Ne citiamo qui solo alcuni a titolo di esempio.

  • Catalessi: Disturbo che provoca completo immobilismo e assenza di tono muscolare. Sono stati riscontrati anche episodi di catalessi collettiva, come nel caso della Nazionale italiana di calcio durante i campionati Mondiali in Sudafrica.
  • Cleptomania: Compulsione nel far sparire oggetti e valori. Disturbo che ha un'incidenza superiore alla media fra gli appartenenti alla classe politica.
  • Ninfomania: Compulsione nel far sparire oggetti e valori. Dentro di sé.
  • Disturbo bipolare: gli affetti da questo tipo di disturbo cambiano rapidamente di umore o di schieramento politico. Un paziente di questa malattia è Clemente Mastella.
  • Giurismania: malattia mentale che colpisce il 99 per cento dei giudici e che si manifesta con la cocciuta volontà di applicare la legge rifiutando le laute mance offerte loro.
  • Narcisismo: costoro hanno un grande bisogno di essere amati e ammirati. Ogni critica appare loro insopportabile e può scatenare risposte aggressive. Nei riguardi degli altri sono manipolatori e tendono a sfruttarli. Questi soggetti affrontano con particolare angoscia l'invecchiamento. Il nostro amato Presidente del Consiglio si pone agli antipodi rispetto a questa personalità, essendo un soggetto altruista, modesto, che pone in primo piano gli altri piuttosto che sè stesso.
  • Depressione: stato di tristezza più o meno grave che viene provocato di solito dall'ascolto di una qualsiasi intervista, intervento o comizio di un politico del Partito Democratico.
  • Identità multiple: i soggetti affetti da questo disturbo sono molto ricercati dai servizi segreti e dalle agenzie cinematografiche.

[modifica] Il disturbo mentale ieri e oggi

La malattia mentale fu considerata per lungo tempo un fenomeno da tenere sotto controllo, da relegare in appositi istituti dove fosse studiato, curato ed eventualmente isolato. Purtroppo al giorno d’oggi per colpa dei comunisti e dei ricchioni i manicomi sono stati abbattuti e i pazzi circolano liberamente fra noi. Effettivamente essere pazzi è attualmente considerato una qualità e non un difetto. Chi afferma di essere pazzo viene guardato con simpatia, può ambire a partecipare a qualche talk-show e in caso di reati efferati può sperare di farla franca. Chi invece si reputa “persona normale” viene solitamente schifato come soggetto poco interessante, anonimo, rassegnato ad un destino inutile e grigio.

[modifica] Alcuni dei disturbi che la psichiatria pretende di curare

[modifica] Coloro che tentano di metterla in pratica

[modifica] I presidii terapeutici

[modifica] Voci dentro la mia testa

Strumenti personali
wikia