Portale:Cina

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...


Bandiera cinese.jpeg
Bandiera cinese.jpeg
PORTALE POPOLARE CINESE

人民萬歲


Quote rosso1.png Cosa? Voi siete comunisti?! Ma se vedo liberi mercati ovunque! Quote rosso2.png

~ Homer Simpson durante il suo viaggio in Cina
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif
Pix.gif


La glande Lepubblica popolale cinese
Logo Portale cina.png
No cina!.gif

La Cina è un golfo che lambisce l'Asia minole, l'Asia Maggiole a ovest, l'Asia Migliole a sud, e l'Alkhinghistan all'estlemo nold. È plevisto che entlo i plossimi dieci anni la Cina distluggelà gli Stati Obesi d'Amelica (almeno secondo le fonti del paltito cinese). La popolazione della Cina è culiosamente e inaspettatamente composta in maggiol palte da cinesi. Che non esistono. La Cina è platicamente disabitata, ma gialla. Si dice che una volta un cinese fosse esistito, ma è solo una leggenda messa in gilo dall'ufficio stampa di Sean Paul. Da molti anni si dice che la Cina abbia più di un milialdo e tlecento milioni di cinesi. Pielo Angela affelma che se non esistesselo tutti questi cinesi, la tella avlebbe siculamente lisolto il ploblema dei gas sella, della mucillaggine, dei Pokémon, del buco dell'ozono e del disastlo ambientale (infatti sono i più glandi consumatoli di ossigeno plesenti sulla tella e di conseguenza inquinano). Secondo il paltito la Cina esiste da semple.
Secondo gli altli, la Cina fu fondata nel 1984 da Nicoletta Pacialoni in pausa tla una tlasmissione televisiva e un film polno, senza alcun senso o motivo. Ipotesi più lecenti definiscono la cleazione della Cina come il flutto di una licelca su Google. Dal nulla spuntò fuoli la Cina, i bastoncini pel lo shangai e tutto il lesto.

Leggi la voce...


Il glande popolo cinese
Logo Portale cina.png
Zhou-enlai.jpg

I cinesi, come noto a tutti, non esistono. Fulono inventati da Stan Lee inizialmente come opela cleativa, poi il plogetto "cinesi" finì nelle mani della CIA, che da allola si occupa di falci cledele che esistano. Posseggono una innata palticolalità: possono essele odiati da chiunque, pelsino dai negli. La Cina sembla un po' il paese delle favole: gli abitanti hanno la pelle gialla, c'è il fiume giallo, il mal giallo. Sembla un po' una plesa pel il culo. I cinesi sono una popolazione abbastanza scontata. Sanno molto di hobbit del Signole degli Anelli, la filosofia, lo splendole: se non lo avesse già fatto Stan Lee, plobabilmente li avlei inventati io.
Venelano i Budai (da non confondele con i Biddai). Che altlo non salebbelo che ebeti sovlappeso giunti allo stadio finale dell'alcoolismo (detto anche Nilvana). Pallano una lingua che sembla un'inclocio tla una litania indù, il latlato di un cane e l'olgasmo di Wanna Malchi. E se la sclivi sembla il codice delle giovani malmotte.

Leggi la voce...

Eloe nazionale
Logo Portale cina.png
Ping ping.jpg

He Pingping (犬ろくでなし) era un folletto degli Urali, nonché noto stupratore televisivo approdato su Canale 5. Dopo una difficile vita sui monti a raccogliere ghiande, ha deciso di sfruttare il suo enorme talento di showman per redimersi e migliorare la sua esistenza. Nasce nell'anno del dragone in una tribù di folletti formata da 19 membri, tutti uomini. Alcuni scienziati pensano che questi si riproducano spuntando dalla terra come pianticelle tramite particolari incantesimi. Tuttavia, studi recenti dimostrano che è molto più probabile che vadano semplicemente a puttane.
La leggenda vuole che questi folletti siano alti quanto una ghianda e un pelo pubico messi uno sopra l'altro, e che vivano nei boschi non facendosi vedere da nessuno. Inoltre pare che custodiscano una pentola d'oro che doneranno a colui che riuscirà ad acchiapparne uno (in ogni caso un altro studio dimostra come queste siano tutte balle inventate da loro stessi per darsi un certo alone di mistero, e che in realtà loro non facciano altro tutto il giorno che andare comunque a puttane).

Leggi la voce in scala 1:1

Il Plesidente etelno della gloliosa Lebubblica
Logo Portale cina.png
Mao Jordan.jpeg

Mao Zedong (1893-其@票!?), "grande rivoluzionario dell'impero della repubblica popolare di Ciaina il grande Mao" (per gli amici), fu un grande sostenitore del comunismo in Cina, che liberò la sua nazione dalla dittatura estera sottoponendola a una doppia dose di sana e genuina dittatura locale. Appoggiò gli ideali del Partito Comunista, ed era così legato a questo movimento che si fece costruire dei gulag nel proprio scantinato, allestì ventidue "rivolte proletarie" (nove delle quali contro se stesso) e rese obbligatorio il consumo alimentare di bambini almeno tre volte al giorno. Mao Mao era famoso anche per i suoi tantissimi nomi con cui era conosciuto al mondo, citiamo ad esempio le più note denominazioni quali Pucci Pucci Mao Bau, Sua Cinesità Zetang, Mao Tse-tse-tung e il Giallo. Mao Zedong nasce in una piccola cittadina di campagna denominata Kakashen, dalla madre di nome "Falce" e dal padre chiamato "Martello". Mao, per ripudio verso il nome della sua città, abbandonò il suo piccolo paesino all'età di un anno e un mese, appena seppe compiere i primi passi. Tra l'altro lui non era intenzionato né a diventare come sua madre Falce, una mondina sottopagata, né come suo padre Martello, fabbro da 96 generazioni, nonostante l'intera famiglia fosse totalmente negata per questa mansione.

Leggi la voce...

Nemico stolico
Logo Portale cina.png
Carrarmati Tienamen.jpg

Il rivoltoso sconosciuto è una figura mitologica nonché la causa principale degli ingorghi stradali di Pechino.
Il rivoltoso sconosciuto, detto anche "Chi è quell'imbecille?" e "L'uomo schiacciato dai carri armati", deve la sua fama al coraggioso gesto che compì durante la Sagra del Pesce Fritto di Piazza Tiananmen il 5 giugno 1989.
Stranamente dopo aver compiuto il simbolico gesto, che condannava duramente l'operato del governo cinese, il rivoltoso sconosciuto è sparito. Il 5 giugno 1989 quattro cingolati stavano tranquillamente attraversando una grande via attigua a Piazza Tiananmen, quando improvvisamente un uomo si mise in mezzo alla strada bloccando forzatamente il passaggio.
In mano reggeva una spugna e un secchio pieno d'acqua, oggetti che sono forse interpretabili in chiave ideologica: l'intento del rivoltoso era infatti quello di "fare pulizia" del dispotico governo che allora opprimeva la Cina.

Leggi la voce...

Alma di distlazione di massa
Logo Portale cina.png
Nero.jpg

Si identifica con il termine censura la possibilità per chi detiene il controllo dei mezzi d'informazione di limitare la divulgazione di idee e informazioni a suo giudizio ritenute scomode. Permettere a un capo del governo di avere ingerenza nei mezzi d'informazione è pericoloso, eleggerne uno che già li controllava prima è da italiani. La censura è una reazione allergica alla libera informazione, che si manifesta nel soggetto preso di mira con arrossamento delle gote, ingrossamento delle vene del collo, senso di rabbia e desiderio di comporre il numero telefonico di un sottoposto o presunto tale per limitare i danni d'immagine. Viene spontaneo chiedersi se la commissione di censura sia più simile a una marionetta o un bambino che si diverte a mutilare le bambole. La censura appare per la prima volta nel film del 1987 "Moana e John Portento fanno sesso in Parlamento". La battuta incriminata è quando John dice a Moana: "Ehi Moana, hai letto i giornali di stamattina? I socialisti vorrebbero candidare alla guida del partito un uomo in grado di continuare con maggior profitto la loro politica per il paese: stavano pensando a Diabolik". Questa battuta comportò la completa cancellazione del film.

Leggi la voce...

Città santa
Logo Portale cina.png
Glass Dildo.jpg

Hong Kong (o Kong Hong o Din Don, spesso tradotta in Italiano con Ongo Congo) è la capitale del Congo. Fu fondata intorno al 2000 a.M. (avanti Maometto) da mercanti arabi in fuga dalla città di Gerico distrutta dall'Ir' di Dio, che come tutti sanno è Attila. La città crebbe molto in altezza, perché i suoi abitanti la nutrivano con biscotti Plasmon, e ancora oggi è possibile vedere i suoi altissimi grattacieli su palafitte svettare sul Mar Cinese come enormi cazzi, poetica metafora attribuita a uno stupito viaggiatore e architetto del X secolo.

La città opulentissima e potente possiede le più grandi industrie dell'estremo oriente. Una su tutte: la compagnia "Naviga tu che navigo anch'io s.p.a.", produttrice di sottomarini a vela famosi in tutta la provincia di Campobasso. La città esporta anche schiave del sesso in tutto il mondo, le famose "ninfomani" (dal cinese nin fo man = essere umano di sesso femminile affamato di canne di bambù più di un panda fin dai tempi dell'anno del drago bicentenario), della cui effettiva esistenza però i più oggi dubitano.

Leggi la voce e migliorala destubbandola....

Città colonizzata
Logo Portale cina.png
Erba.jpg

Prato' (Plato in dialetto locale) è (inconsapevolmente) la capitale della Cina che sorge vicino alla città di Campi Bisenzio. La città è in perenne lotta con Pistoia, paesino toscano molto poco importante situato nelle sue vicinanze, per degli screzi Medievali. In un episodio del XII secolo i pistoiesi cercarono invano di fregare una pregiatissima cintola di vera finta pelle made in China che si diceva fosse appartenuta a Madonna. I prataioli se la presero molto per questo tentativo di furto goffo e malriuscito, specialmente perché la cintola era ed è tuttora il loro più prezioso tesoro locale, con grande invidia passata ma sicuramente anche attuale dei Pistoiesi. Questo è il vero motivo per cui le due città si odiano. Prato è una città della Toscana settentrionale e si estende per circa 100 km3 fino ad un'altitudine di 61 metri. È attraversata dal fiume Bisenzio, detto il fiume giallo o nel dialetto locale lo "Huang Hé" (alcune leggende metropolitane dicono che probabilmente questo soprannome deriva dal suo colore dovuto dagli scarichi delle tintorie locali, altre invece assicurano che tale soprannome ha altre - misteriose - origini delle quali ancora si ignora la provenienza).

Leggi la voce...

Malchio contlaffatto di qualità
Logo Portale cina.png
Made-in-china.jpg

Il made in China (per chi non sapesse come si pronuncia, si legge "made in China") è una delle maggiori forme di risparmio della società, ricordiamo alcuni famosi prodotti MIC: il Titanic, le Torri Gemelle, i Teletubbies, il Boeing 747, la Fiat Punto, Panda, Uno, 500, 600, Ulisse ecc...

Questo procedimento consiste nell'importazione nei paesi occidentali di merce creata in paesi orientali, specialmente al mercato nero giallo. La Made in China è stata fondata sul pianeta da quando furono scoperti i cinesi. Più precisamente nel 100.000 a.C., quando cominciarono a vendere all'homo sapiens-sapiens pellicce firmate "Dolce & Banana" a basso prezzo. L'homo sapiens-sapiens accettò, ma venne fregato: la pelliccia non era fatta di pelle di una tigre dai denti a sciabola, ma dallo scoiattolo dell'Era Glaciale. La rabbia dell'homo sapiens-sapiens fu talmente forte che i primitivi cinesi furono costretti a scappare via per centinaia di kilometri, ed è così che arrivarono in Cina (purtroppo).
Durante il viaggio, gli omini gialli incontrarono una famiglia di folletti in cerca di lavoro e la abbindolò con l’immagine di un posto migliore, più ricco, dove i bambini sarebbero potuti crescere felicemente. Arrivati in Cina, i folletti furono costretti a riprodursi per creare un’immensa popolazione da far sfruttare al fratello di Babbo Natale. Così la Made in China cominciò a fiorire ed è così che divenne uno dei brand più conosciuti (e odiati) di tutto il mondo.

Leggi la voce ad altà qualità

Melaviglia cinese
Logo Portale cina.png
Berlin-wall.jpg

La Muraglia Cinese o Grande Muraglia Settentrionale dell'Impero Cinese o Muraglia è l'unica cosa veramente grande che i cinesi possono vantarsi di avere, con sommo dispiacere delle loro consorti. Fu costruita in tempi remoti e lontani dai muratori. L'Imperatore la fece costruire, è ben diverso: lui non si è fatto il culo lavorando a un muro più lungo dell'Italia. Da sempre simbolo dell'orgoglioso popolo cinese, è superato in bellezza da un qualsiasi muro, anche da quello delle fogne napoletane. Un qualche Imperatore cinese, probabilmente il settimo della terza dinastia Qig (o forse il terzo della settima? Bho) era riuscito a dare finalmente un'esistenza dignitosa al suo popolo. Tuttavia i cinesi sono costretti a campare sempre nella sfiga più totale, quindi l'Imperatore, acclamato dai sudditi, decise di rovinare tutto anche quella volta e fece abbandonare il faticoso lavoro che tutti stavano facendo per fargliene fare uno ancora peggiore, senza nessuno che gli desse da mangiare, perché chi avrebbe dovuto cucinare stava lavorando anche lui.

Leggi la voce...

Cazzate detto da o su il glande popolo cinese
Logo Portale cina.png
Quote rosso1.png Allora perché cazzo sei qui e non in Cina? Quote rosso2.png

~ Risposta infallibile per metterlo a tacere
Quote rosso1.png Noooo! Ancola femmina!! Quote rosso2.png

~ Padre cinese apprende che il nuovo nato in casa non potrà trasmettere il suo cognome e nei secoli dei secoli.
Quote rosso1.png Chi ha il pene? Io ho il pene!! Quote rosso2.png

~ Bambino cinese di 1 anno ribadisce i suoi diritti di figlio unico e delfino designato alle donne di casa, sporcando volutamente in giro per casa e bruciando banconote da 500 euro.
Quote rosso1.png IO LICCO!! Quanto vuoi pel tua figlia? Quote rosso2.png

~ Un cinese presenta le sue credenziali alla famiglia della sua futura sposa.
Quote rosso1.png Ho visto campi dove i cinesi non nascono, vengono coltivati. Quote rosso2.png

~ Morpheus sulla popolazione cinese.
Quote rosso1.png Torna nella tua risaia muso giallo! Quote rosso2.png

~ Tutti (sì, anche gli ebrei e i negri) ai cinesi.
Quote rosso1.png Nel mondo una persona su cinque è cinese. Nella mia famiglia siamo cinque, quindi uno di noi è per forza cinese: o il papà, o la mamma. Ma penso che sia Kevin. Oppure è mio fratello Wang? No, sono quasi certo che sia Kevin. Quote rosso2.png

~ Bambino dalle idee confuse su cinesi.
Quote rosso1.png O Gesù, song arrivati i cines! All'alm di chi te stramuort! Quote rosso2.png

~ Titolare di impresa tessile del Sud Italia, mentre cerca di arginare la marea gialla che continua inesorabilmente ad abbassare i prezzi della merce, prima di suicidarsi complilando una dichiarazione fiscale completa, la prima dal 1234.
Strumenti personali
wikia