Portal 2

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Attenzione!
Zelda 1 con flash.gif

Questo videogioco può provocarti crisi epilettiche, secchezza dei bulbi oculari, invecchiamento precoce ed improvvisi attacchi di sete di sangue.
Il Ministero della Salute impone l'immediato spegnimento della tua console.

Quote rosso1.png La maggior parte dei soggetti subisce un, uh, deterioramento cognitivo dopo qualche mese in sospensione. Ora, tu sei stata qui per... un po' più di tempo, e non è impossibile che tu possa riscontrare un semplice caso minore di serio danneggiamento cerebrale. Ma, non ti preoccupare, okay? Uh, se però ti senti davvero preoccupata, aggrappati forte a quella sensazione perché quella è la corretta reazione a sentirsi dire di avere un danneggiamento celebrale. Quote rosso2.png

~ Wheatley tenta di rassicurare Chell
Quote rosso1.png Ben fatto. Ecco i risultati del test: sei una persona orribile. Sul serio, questo è quello che dice: una persona orribile. Non stavamo neanche testando quello. Non lasciare che quella cosa della "persona orribile" ti scoraggi. Sono solo dati di un computer. Se ti può consolare, la scienza ha appena validato la decisione di tua madre di abbandonarti. Quote rosso2.png

~ GLaDOS dimostra, con molta maturità, di non avercela con Chell per essere stata disattivata e ridotta in tanti pezzetti
Portal 2 falso.png

Una copia originalissima di Portal 2 che mi ha regalato mio cuggino per il mio compleanno.

Quote rosso1.png Ho pensato molto di recente. Quando la vita vi dà dei limoni, non fateci una limonata. Fate riprendere alla vita i limoni! Infuriatevi! Non voglio i tuoi dannati limoni! Cosa dovrei farci con questi? Pretendete di vedere il manager della vita! Fate sì che la vita rimpianga il giorno in cui ha pensato di dare limoni a Cave Johnson! Tu sai chi sono io? Sono l'uomo che brucerà la tua casa! Con i limoni! Metterò i miei scienzati ad inventare un limone combustibile che bruci la tua casa! Quote rosso2.png

~ Cave Johnson in tutta la sua sanità mentale

Portal 2 è un videogiuoco prodotto da Valve nel 2011 per Xbox 360, Playstation 3 e PC, seguito del popolare Portal 2 senza il 2.

Nonostante il primo gioco fosse un semplice extra per quel cofanetto arancione di giochi, ha avuto un successo incalcolabile tra i nerd come miglior gioco dell'anno di tutti gli anni per tutta l'esistenza. Alla fine la sua popolarità è scoppiata al punto da infilarsi anche a persone con livelli di socialità stabili, generando anche il meme ormai strausato smettetela per l'amor di Dio "The cake is a lie". Così Gabe Newell non ha resistito a cavalcare l'onda del successo (nonostante tutti l'abbiano avvisato che la tavola da surf non regge il suo peso) ed ha messo in cantiere un seguito per le vicende di quella chiacchierona di Chell e dell'amorevole GLaDOS. Il gioco è poi uscito come "Game of the Year", che tradotto significa "un gioco di quest'anno qua".

[modifica] Storia

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Ti ricordi quella volta che per sbaglio hai toccato la vagina a tua madre? Ecco, se continui a leggere te ne pentirai allo stesso modo.

La storia continua dove l'avevamo lasciata nel primo Portal, quando Chell ha scoperto che la torta era una bugia e GLaDOS ha cercato di gettarla nel fuoco, ma alla fine è esplosa.

Portal 2 - GLaDOS.jpg

La parte in cui ti sei cagato sotto.

Portal 2 - Granate a forma di limoni.png

Signore, sono finalmente completati.

Portal 2 - Wheatley nello spazio davanti a Darth Vader.jpg

SPAAAAAACEEE!

Qualcosa come cento anni dopo o giù di li, Chell si risveglia in una normalissima stanza di un hotel, sentendo qualcuno bussare alla porta. Così si incontra Wheatley, il chiacchierone del gioco, che ci aiuta a fuggire dalla comoda e tranquilla prigione dove stavamo per schiantarci in un'altra camera di contenimento. Da lì Chell recupera la "pistola che fa buchi ma non proprio buchi di proiettile", con la quale assieme a Wheatley cerca di fuggire dal complesso Aperture Science. Lungo la via accidentalmente risvegliano GLaDOS, che doveva essere esplosa nel gioco precedente, e che invece si sente anche meglio e non le scatta più la voce. GLaDOS colpisce e getta via Wheatley (probabilmente troppo piano perché ritorna tranquillamente dopo), mentre invece di mitragliare Chell all'istante decide di metterla nuovamente a fare test perché, in fondo, i computer non imparano dai propri errori se non sono programmati per farlo. Chell continua quindi a testare tra torrette e vecchie radio finché Wheatley non viene a salvarla in un'eroica fuga. Lungo la via, Chell vede l'uscita con un cerbiatto ma era solo una trappola di GLaDOS e muore uccisa da del gas tossico, fine. ... sempre che siate stati così cretini. In realtà, te e Wheatley riuscite a raggiungere GLaDOS dopo averla privata dei fornimenti di armi e gas tossico, per spegnerla una volta per tutte. Wheatley riesce infine a farsi sostituire a GLaDOS (dopo un'agghiacciante scena di decapitazione robotica che in qualche modo viene fuori disturbante) e vi lascia fuggire tranquillamente.

COLPO DI SCENA! Wheatley inizia a fare una risata malefica e lì iniziate a dubitare che vi farà uscire. Poi l'atmosfera si colora di rosso e intuite che le cose non stanno andando bene. Poi l'ascensore invece di andare su si distrugge e cadete nel vuoto, quindi è molto probabile che non stiate uscendo. Wheatley impazzisce a causa del potere, e già che c'è si diverte a infilare GLaDOS in una patata, anche questa un'azione molto prevedibile. Dopo un'assurdo volo nel vuoto tu e GLaDOS sopravvivete, ma ti ritrovi nei resti dell'antica Aperture Science fondata da Cave Johnson, un'uomo talmente tosto che il suo doppiatore è J. Jonah Jameson dal primo film di Spiderman. Le sue registrazioni di dettagli privati, segni di follia e cazzate varie sono per qualche ragione sparsi e ripetuti a migliaia di anni per tutto l'edificio. Chell dovrà passare i vecchi test della Aperture Science, con l'aiuto di due simpatici gel probabilmente orribilmente tossici. Alla fine, ricongiuntasi con GLaDOS patata e scoperto che l'assistente di Johnson, Caroline, è stata messa in un computer e mandata a dirigere il posto (che potrebbe a sua volta essere la madre di Chell, ma queste sono speculazioni da stupidi fan.................... supportate dalla canzone finale) Chell torna in superfice per affrontare Wheatley.

Ovviamente, fallisce immediatamente in quanto si fa subito vedere. Adesso Chell dovrà passare ALTRI test creati da Wheatley, che si rivelano simpatiche cretinate. Almeno finché il bastardo non usa i test di GLaDOS, allora iniziano le camere più difficili dell'intero gioco. Liberandosi dagli stupidi test, Chell raggiunge il nucleo centrale e dopo un'intenso scontro finale durante la quale si fa conoscenza di altri personaggi robotici che non fanno altro che blaterare stronzate divertenti, Wheatley è sul punto di sconfiggere Chell. Ma poi, sparando un portale sulla luna (davvero? La luna ha una di quelle superfici utilizzabili? Capisco che sono ottenuti da polvere lunare, ma qui forse esagerano) Wheatley viene risucchiato nello spazio dove si pente amaramente ma è condannato a rimanere nel vuoto assoluto, che crudeltà. GLaDOS invece decide di lasciar andare Chell, ma non prima di mostrarle una fichissima opera lirica italiana cantata da un gruppo di torrette ben addestrate. Alla fine, Chell riesce a fuggire in un campo di grano, anche se magari si tratta di UN'ALTRA FINTA STANZA DEL COMPLESSO! Anche perché altrimenti Valve avrà problemi a fare un terzo episodio... non che Valve abbia mai raggiunto il numero 3 con i suoi giochi.

[modifica] Personaggi

Portal2 graffito.jpg

Per tutto il gioco sono presenti le fantasie sessuali di Rattmann su Chell.

Chell

Chell è tornata, e questa volta è più inutile che mai! Oh beh, apparte per essere l'eroina che fa tutto, intendo. Sempre zitta perchè... beh, forse è una parente di Gordon Freeman. Abbandonata quando era solo una bambina, venne adottata da GLaDOS, che vive nel complesso Aperture Science con il marito Giustino. Anche in questo episodio utilizzerà la sua "portal gun" per cavarsi da tutte le situazioni, ma questa volta ha una canotta bianca e non una tuta arancione, perché non si può avere una protagonista femmina per più di due giochi senza evidenziare il seno. Tra l'altro, rimane il dubbio se Chell sia ingrassata o tutti gli altri personaggi siano in vena di scherzi.

GLaDOS

Intelligenza artificiale assassina ma dal cuore d'oro (non è vero, le intelligenze artificiali non hanno un cuore, ma se lo avessero almeno potrebbero averlo placcato d'oro a differenza degli umani), in questo gioco si esplora il lato umano della sua personalità che prima neanche si credeva esistesse. GLaDOS ha difatti la mente di Caroline, assistente di Cave Johnson, montata al suo interno (che in qualche modo si può trasferire su una patata). All'inizio si risveglia, poi cerca di ucciderci, poi si unisce a noi, poi ricorda il passato, poi ci aiuta ed infine ci lascia andare e canta "Want You Gone" (letteralmente "Ti voglio fuori dal cazzo", ammesso che ne abbia uno).

Wheatley

Se il primo gioco ci piazzava davanti dei robot freddi e calcolatori che non possono provare emozioni o fare ragionamenti elaborati, Wheatley distrugge in un attimo il mito, mettendosi a chiacchierare come un amico del bar dopo qualche bevuta di troppo e in preda ad un atteggiamento compulsivo. Se non altro fa allegria, almeno finché non diviene il cattivo del gioco e cerca di ucciderci. Stupido, incompetente e ritardato, finisce per sempre da solo nel vuoto cosmico dove ti aspetti stia per dire una battuta divertente mentre invece rimane lì depresso, senza poter morire, e con un idiota che continua a orbitargli intorno gridando "Space"... Complimenti, eroe.

Portal2-co-op.jpg

Una tipica partita in cooperativa.

Rattmann

Ratman è un supereroe, ma qui stiamo parlando di Doug Rattmann, uno scienziato della Aperture Science soprannominato così perché ha vissuto nel complesso cercando di fuggire ed aiutare Chell. Ovviamente è praticamente impazzito, a forza di scrivere meme sui muri.

Cave Johnson

Cave Johnson è il fondatore della Aperture Science e probabilmente l'uomo più ricco del mondo, con più denaro di Bill Gates e Zio Paperone messi assieme. Ha registrato qualsiasi cazzata abbia detto in vita e messe su dei nastri che si ripetono per tutto l'edificio anche dopo centinaia di anni, ed è lui che dobbiamo ringraziare per tutto quello che è successo a GLaDOS, ovvero "come imparai a non preoccuparmi e ad amare un robot assassino". Sembra sia morto contagiato da qualche polvere tossica, prima di riuscire ad essere infilato anche lui in un macchinario di morte.

Atlas e P-Body

Sono sicuro che neanche sapevi i loro nomi, vero? "Smilzo" e "Ciccio" sono i due robot creati da GLaDOS per eseguire svariati test che in realtà sono una scusa per ritrovare campioni umani (che a sua volta è una scusa per avere una modalità due giocatori). Sono simpatiche mascotte, ma da bravi robot sono privi di personalità e non dicono una parola.

[modifica] Vendite

Gabe Newell VgCats parodia.png

[modifica] Articoli correlati

Strumenti personali
wikia