Piccoli brividi

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Robert Lawrence Stine.jpg

L'autore immortalato con la sua opera più terrificante: assomigliare a Bruno Vespa

Quote rosso1.png Brrrrrrrrrrrrrrr Quote rosso2.png

~ Piccoli Brividi.
Quote rosso1.png Sei avvertito! Con i Piccoli Brividi entri nel mondo della paura! Quote rosso2.png

~ Terrificante avvertimento di R.L. Stine.

Piccoli brividi è una saga di storie comiche create da R.L. Stine nel tentativo di creare storie "horror per ragazzi".


[modifica] Lo sviluppo

L'autore intuì la propria vocazione per la scrittura di racconti dell'orrore per i fiumi d'adrenalina causati nella sua prima infanzia dalla lettura dei capolavori di Andersen.

Il primo libro, La casa popolare della morte, uscì nel 1992, e si dice che fu proprio questo racconto, con la sua bruttezza, a spingere verso le dimissioni il settimo governo Andreotti.

[modifica] Le storie

Dopo la prima uscita, sono seguite migliaia di storie assolutamente uguali. La strategia di R.L. Stine consiste nel creare una storia e poi modificare i luoghi e i personaggi, ma ogni storia segue lo stesso schema:

  1. I protagonisti sono alle prese con la vita di tutti i giorni.
  2. Succede qualcosa che rompe la routine, ad esempio qualcuno suggerisce una gita alla casa abbandonata che provoca la morte di chiunque vi entri.
  3. Sorprendentemente, iniziano i problemi ma nessuno se ne accorge.
  4. Accade qualcosa di grave: finalmente il protagonista si rende conto di essere nella merda.
  5. Si scopre la verità e il responsabile viene punito.
  6. I ragazzi si rilassano.
  7. Finale a sorpresa più prevedibile di un incontro di wrestling tra Big Show e un pensionato.

Un altro elemento molto diffuso e quello di far accadere qualcosa di inaspettato che si rivelerà come un falso allarme:

Quote rosso1.png Oh, no! La porta non si apre! Non possiamo più farcela! Quote rosso2.png

~ I protagonisti
Quote rosso1.png E con un ultimo sforzo riuscimmo ad aprire la porta Quote rosso2.png

~ Questo nel paragrafo successivo

O anche:

Quote rosso1.png All'improvviso mi piombò addosso una creatura orribile! Quote rosso2.png

~ Il protagonista
Quote rosso1.png Per fortuna era solo il gatto Quote rosso2.png

~ Il protagonista nel paragrafo successivo

[modifica] I libri

Collezione libri Piccoli brividi.jpg

Le terrificanti, sul serio, copertine dei "Piccoli brividi"

  • La casa della morte, ispirato al Grande Fratello
  • Di' cheese e crepa!
  • Ano di mummia
  • 1 2 3... Stella!
  • Slappy
  • Slappy volume II
  • Slappy volume III
  • La moglie di Slappy
  • Slappy vs Predator
  • Slappy e l'ultima crociata
  • Il cazzeggio degli orrori
  • La sfera di cristallo Swarovski
  • Il pianoforte incazzato
  • Un mostro in cucina, ed è mia suocera
  • Una giornata particolarmente stupida
  • Vermi curiosi!
  • Il fantasma del porcoscenico
  • La pentola del destino
  • Il fantasma senza palle
  • Il mostro delle nevi in vacanza a Pasadena
  • Alitosi di vampiro
  • Metamorfosi incompleta
  • Sfighe immortali
  • Sepolto ma non molto
  • Una spremuta di arance rosse
  • Ritorno a Horrorland[1]
  • Dottor Jekyll e Mister Heidi
  • Febbre del sabato sera
  • L'incubo di Slappy[2]

[modifica] HorrorLand

Una storia parlava di alcuni bambini così scemi da andare a Horrorland, un parco divertimenti controllato da dei mostri, e ora l'autore ha deciso di creare una serie in cui i ragazzi prima affrontano i loro nemici e poi vanno a Horrorland. Il problema è che per capire le storie ti devi comprare tutti i primi dodici numeri. Ora R.L. Stine sta allargando la serie a diciotto numeri per avere più successo.

[modifica] Personaggi

In ogni storia i personaggi sono fondamentalmente uguali: ragazzi dagli undici ai tredici anni che si ritrovano a vivere esperienze mortali. I cattivi invece sono gli oggetti più inaspettati: macchine fotografiche, spugne, personaggi dei fumetti...

[modifica] Curiosità

  • I racconti giudicati troppo poco spaventosi da Stine vengono spesso riciclati da Stephen King.
  • È stato recentemente dimostrato che il viso di R.L. Stine spaventa i bambini molto più dei suoi racconti.
  • Ogni vero lettore è assicurato in caso di infarto dovuto allo spavento derivante dalla lettura della collana.

[modifica] Voci correlate

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ È stata una brutta esperienza e ci ritornano? Dei geni!
  2. ^ Finalmente quel pupazzo soffre un po'!
Strumenti personali
wikia