Peter Dinklage

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Peter Dinklage con premio Emmy.jpg

Peter Dinklage con l'Emmy (per l'occasione realizzato in scala 1:3)

Robert Peter Dinklage Williams (Morristown, 11 giugno 1969) è un attore statunitense e un cantante britannico (con lo pseudonimo Robbie Williams[1]). È affetto da nanismo acondroplasico. Chi ne è colpito sopravvive solo pochi giorni o nasce già morto; l'aspettativa di vita di chi supera i primi giorni, invece, è piuttosto lunga. Per questo lo vedremo, a farci bene caso, sullo schermo ancora a lungo. Inizialmente gli offrivano solo piccole parti ma lavorando sodo ultimamente è riuscito a interpretare personaggi degni della sua statura artistica. Il nano Trumpkin in Le cronache di Narnia - Il principe Caspian è solo uno di questi e rappresenta la punta dell'iceberg del Calippo della sua carriera. È vegetariano, cosa che lo accomuna a Umberto Veronesi, e amante degli animali, come un discreto numero di pastori sardi. Dinklage ha vinto un Emmy nel 2011, come "miglior attore non protagonista e anche drammaticamente invisibile".

Wikiquote.png
«Vorrei ringraziare davvero tutti per questo grande premio.»
(Peter Dinklage alla premiazione degli Emmy 2011, nascosto dal pulpito.)
Wikiquote.png
«Nooo!! Ancora quelle voci! Fatele smettereeee!!»
(Una persona del pubblico che non si era accorta dell'attore sul palco.)
Wikiquote.png
«Che succede? Vi prego, ditemi qualcosa!!!»
(Peter Dinklage nel panico, allarmato dal grido proveniente dalla sala.)

[modifica] Cenni biografici

Peter Dinklage con amici.jpg

Peter Dinklage mentre si vanta pubblicamente di un luogo comune.

Nasce (e già questo è un gran colpo di culo) e cresce (per quello che può). La madre è Katja Hammerseng, una stangona bionda, tre volte campionessa di salto in alto al Bloomfield College (NJ), di chiare origini norvegesi. Il padre è praticamente un pene con gli occhiali. Come suol dirsi "In medio stat virtus" e, facendo la media tra molto e pochissimo, il risultato è poco. Questo non scoraggia il piccolo Peter che lavora molto per migliorare il fisico con una massiccia attività sportiva. Nel canottaggio conquista il titolo per due anni nel "due con" (lui è il con). Per tre anni è capitano della nazionale americana di Gioco dei tappi. Nell'hockey su ghiaccio non va benissimo, lo scambiano spesso per il disco e lo percuotono come un tamburo. Meglio nell'ippica, come fantino ha un discreto successo, ma nel passaggio dalla categoria pony a quella cavalli, perde una caratteristica fondamentale: riuscire ad arrivare alle staffe. Il basket gli concede l'opportunità di rifarsi, viene però inspiegabilmente scartato ai provini con futili scuse (probabilmente per far posto ad un raccomandato). Deluso, abbandona lo sport e si dedica anima e corpo al suo secondo grande amore: gli animali.

Peter Dinklage alla protesta PETA.jpg

Peter Dinklage in due mezze partecipazioni alle proteste PETA.

Diventa un attivista PETA, viene spesso fotografato nudo durante le manifestazioni di protesta, il più delle volte attacato alla gamba di una ragazza nell'atto di mimare (come provocazione) un cane infoiato. Frequenta l'Università di Bennington, nel Vermont, laureandosi nel 1991 nel corso di "Arte drammatica e altre amenità". Nel 1995 il debutto sul grande schermo, nel ruolo di Tito in "Si gira a Manhattan". Le riprese cominciarono con una settimana di ritardo presso gli Universal Studios a Los Angeles, dopo aver chiarito il banale equivoco ed atteso il suo rientro da New York.

[modifica] il primo provino

Peter Dinklage in Game of Thrones.jpg

Peter Dinklage mentre tenta disperatamente di uscire dalla Jacuzzi.

Nel 1993 il regista Sidney Pollack cerca l'attore protagonista per il film "Il socio" (The Firm). Il personaggio calza a pennello al giovane Peter (che aveva studiato la parte in modo maniacale per sei mesi).

- addetto al casting: “Peter Dinklage... dov'è Peter Dinklage?”
- Peter: “Qui... sono qui...”
- addetto al casting: “Scusate, fate silenzio che non sento... Peter Dinklage?”
- Peter: “Permesso... fatemi passare vi prego...”
- addetto al casting: “Assente!!! Tom Cruise è presente?”
- Tom Cruise: “Eccomi!!!”
- addetto al casting: “Venga si accomodi!”

[modifica] Carriera artistica

Il Principe Caspian.jpg

In questa scena c'è Peter Dinklage, riuscite ad indovinare chi è? (lo so, è difficile, vi aiuto... è nella prima fila).

Nel suo piccolo ha partecipato a 33 film, alcuni con registi del peso di Neil LaBute (circa 116 kg). Tra le sue più grandi migliori interpretazioni vale la pena ricordare:

  • 2001, Human Nature (di Michel Gondry). un nano cattivo.
  • 2003, Elf (di Jon Favreau). un piccolo elfo.
  • 2003, Station Agent (di Thomas McCarthy). un criminale nano in galera.
  • 2005, Lassie (di Charles Sturridge). il nano del circo Barnum.
  • 2066, Little Fugitive (di Joanna Lipper). criminale nano che fugge.
  • 2008, Le cronache di Narnia - Il principe Caspian (di Andrew Adamson). nano Trumpkin.
  • 2010, Il funerale è servito (di Neil LaBute). nano morto.
  • 2010, Pete Smalls Is Dead (di Alexandre Rockwell). nano di nome Pete (morto).

Per sfuggire a quello che poteva diventare un cliché, ha lavorato in varie serie TV tra le quali:

  • Nip/Tuck. Nano che si vuole allungare.
  • Il Trono di Spade. il folletto.

Nel 2011, Jonathan Liebesman voleva scritturarlo per il suo film "La furia dei titani", doveva interpretare il titano Menezio. Poi, a causa dei tagli del budget e un ricovero del regista presso la clinica Brain Fusion di Boston, il personaggio fu eliminato.

[modifica] Il Peter segreto

Peter Dinklage con cane e fidanzata.jpg

Il cane è riuscito a trovarlo più basso, per la fidanzata era più difficile.

Dinklage ha sempre interpretato ruoli da "nano". Chi lo conosce bene dice che invece è alto 181 cm e il resto è frutto di trucchi cinematografici e computer grafica. La foto sembra smentire questi ultimi, ma in una intervista il suo avvocato ci ha convinti, fornendo le seguenti spiegazioni:

  1. il cane è un alano gigante della Patagonia con ben 119 cm di altezza al garrese;
  2. la signora dietro di lui (con busta della spesa) è l'ex campionessa olimpionica americana di volley Danielle Scott (193 cm), che abitualmente esce a comperare i broccoli sulla Rodeo Drive a Beverly Hills;
  3. la sua fidanzata (sulla quale mantiene stretto riserbo) è alta come lui, l'illusione ottica è causata dalle scarpe col tacco di circa 46 cm, non visibili nella foto;
  4. in questo momento Peter è sotto al tavolo e le sta puntando un Kalashnikov alle palle, decida lei.

Per sfatare l'oscena consuetudine di attribuire ai nani la "Regola della L", abbiamo chiesto a Peter di farci vedere la terza gamba. Lui, in evidente imbarazzo, ha ammesso che di gambe ne ha solo una, l'altra è... a questo punto si è chiuso in un silenzio virginale, noi ci terremo la curiosità.

[modifica] Curiosità

  • Gaetano Varcasia, doppiatore dell'attore (in Funeral Party e Il Trono di Spade), l'ha doppiato sdraiato in terra perché è un maniaco del perfezionismo.
  • Piero Chiambretti ha ospitato l'attore al suo Sunday Show, felice per una volta di non essere il tappo dello studio.
  • Molti sostengono che Peter Dinklage non assomiglia affatto a Robbie Williams, ma se uno ha una figlia invaghita del cantante, deve pur inventarsi qualcosa[2].

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le note? Pazzesco!! Sei un nano curioso.
  1. ^ Non dovete credermi sulla parola, leggete la voce e guardate la foto per sincerarvene
  2. ^ comunque è vero!

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia