Peppino di Capri

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Peppino di Capri è un cantante partenopeo naturalizzato italiano.

[modifica] Gli inizi

Peppino di Capri.jpg

Peppino di Capri al festival di Woodstock.

Di umili origini, Peppino di Capri emigra, ancora ragazzo, con la famiglia negli Stati Uniti, dove il suo nome, a causa di un equivoco al momento del riconoscimento, viene registrato come "Peppino DiCaprio".

Muove i primi passi nel mondo della musica come spalla dei suonatori ambulanti di organetto, alternandosi alle scimmiette ammaestrate nella raccolta delle elemosine. Dopo aver riunito una band, si manterrà suonando nelle peggiori bettole di New York. Ad ogni concerto, grazie al suo irresistibile fascino latino, Peppino colleziona innumerevoli conquiste amorose tra le ballerine dei locali in cui si esibisce.

Dall'unione con la spogliarellista di un night club, consumata in una capanna sperduta, verrà alla luce Leonardo DiCaprio, futuro divo di Hollywood. La clamorosa verità sulla paternità di DiCaprio, a lungo celata, è stata rivelata solo di recente da Peppino in un'intervista a Porta a Porta. In quell'occasione il cantante, incalzato da Bruno Vespa, ha inoltre ammesso che la canzone "Un grande amore e niente più", vincitrice dell'edizione di Sanremo del 1973, rievocherebbe la nottata galeotta con la futura madre di Leonardo.

Come abbiamo appena anticipato; non appena saputo della gravidanza, Peppino decide di abbandonare la morosa e di imbarcarsi sulla prima nave per far ritorno in Italia. Nella sua Capri ha la fortuna di incontrare Ciriaco De Mita, venuto per trascorrere le vacanze, il quale, dietro cospicuo compenso, prende l'impegno di esercitare tutta la propria influenza per far vincere il Festival di Sanremo a Peppino di Capri. Com'è andata è noto: Peppino si aggiudicherà il Festival e, prima di lasciare il palco, rivolgerà un inchino al padrino della DC, seduto in prima fila.

[modifica] La consacrazione

In breve tempo Peppino Di Capri diventa un'icona rock, grazie al fortunato sodalizio con il maestro Mimmo Di Francia, un ex scrivano napoletano scopertosi paroliere: dal connubio artistico franco-caprese nascerà "Champagne", melenso racconto di un giovane che durante una festa offre dello champagne ad una ragazza, nella speranza che questa gliela dia; ma, dopo il brindisi, lei va con un altro e lascia il giovane solo con il conto salatissimo dello champagne da saldare.
Il brano, che segna la consacrazione artistica di Peppino, diventerà la canzone più gettonata ai matrimoni terroni.
Attualmente, all'attività di piano-bar ai matrimoni affianca quella di opinionista a Porta a Porta e di ospite fisso a I migliori anni.

[modifica] Premi e riconoscimenti

  • Premio della critica "Mio Martini" per Champagne;
  • Nastro Azzurro per Champagne;
  • Targa Alfa Romeo NA 12345E;
  • Cittadino onorario di Castello di Cisterna;
  • Laurea honoris causa in "Viticoltura ed enologia".
Strumenti personali
wikia