Patapon

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

PATA-PATA-PATA-PON!

Patapon bandiera.jpg

I Patapon mentre issano il loro vessillo sulle macerie deserte appena conquistate, simbolo della loro efficienza tattica.

Quote rosso1.png PATA-PATA-PATA-PON! Quote rosso2.png

~ L'esercito Patapon su qualunque cosa.
Quote rosso1.png Dottore, temo che mio figlio abbia una qualche malattia celebrale... Continua a balbettare parole senza senso... Quote rosso2.png

~ Madre di un videogiocatore che si è sciroppato tutta la serie in una volta sola.
Quote rosso1.png Piantala con 'sti bonghi: non siamo mica in Africa! Quote rosso2.png

~ Un capo Zigoton al dio dei Patapon.

Patapon è un videogioco per PSP creato dalla Sony per rivitalizzare il concetto delle leggende tribali canadafricane mettendo il giocatore nei panni di un dio[1] di una tribù di papocchi selvaggi e agguerriti. L'unico problema è che non hanno il senso del ritmo, quindi al giocatore tocca fare il suonatore di bonghi per metterli in riga e conquistare il mondo.

Da allora i Patapon hanno marciato senza sosta e presto sperano di conquistare anche un posto nella PlayStation Vita[2].

[modifica] Gameplay

Suonare il bong, e magari anche gli altri
Patapon Assedio.jpg

I Patapon mentre firmano un trattato di pace con i nemici.

I Patapon sanno essere sfaticati quanto un adolescente con i compiti scolastici, quindi per far fare loro ogni cosa, al giocatore tocca suonare ripetutamente i sacri[citazione necessaria] bonghi della tribù.

L'esercito deve conquistare gli accampamenti vicini? Si suonino i bonghi.

Bisogna andare a caccia per rifornire la popolazione? Si suonino i bonghi.

Un Patapon ha dimenticato il telecomando della TV troppo lontano dal divano? Si suonino-i-fottutissimi-bonghi.

Quando i Patapon sono attivi tuttavia, l'energia che sprizzano è sufficiente per radere al suolo qualunque cosa trovino sul loro cammino, che siano bestie dei film di Godzilla o edifici in muratura di diamante.

Fare i minigiochi

Un esercito non vive di sola musica però, ed ecco perché negli accampamenti Patapon si trovano spesso e volentieri gruppi circensi che con i loro incredibili spettacoli riescono a produrre risorse per la popolazione. Sfortunatamente per il dio Patapon giocatore, questo significa dover suonare nuovamente i bonghi a ritmo, anche se fa un certo effetto vedere uno spezzatino che si cucina tenendo il ritmo.

Uccidere i boss ripetutamente

Dopo un po' però la tribù rischia di stancarsi facilmente degli stessi erecizi acrobatici eseguiti in continuazione, quindi deve trovare un altro modo per recuperare cibo: la soluzione ovviamente è piallare i mostri giganti affrontati in precedenza, depredandone le carcasse. Che siano draghi, mammut o granchi giganti, niente può resistere alla fame della tribù occhiuta, la quale è capace di portare all'estizione tutte queste belve mitologiche più velocemente di quanto farebbero degli appaltatori di ecomostri.

[modifica] Trama

Stop hand.png
Attenzione, da qui in poi questo articolo contiene spoiler.

Gli spoiler rendono il testo più aerodinamico aumentandone la velocità, quindi attenzione ai colpi d'aria.

Patapon

Prima che succeda qualunque cosa, i poveri Patapon vengono sconfitti e messi in castigo dagli Zigoton, una tribù di occhi uguali a loro, ma quadrati, e rossi messi a sottolineare che sono i cattivi. Per fortuna il coraggioso dio dei Patapon imbraccia i bonghi e inizia a ordinare alle truppe di sterminare qualunque cosa trovino sul loro cammino, che siano roccaforti, branchi di bestie o kaiju di vario genere. Lo scopo ultimo dei Patapon è arrivare alla fine del mondo per vedere una COSA, che secondo le leggende, porterà loro tanta e tanta felicità.

Dopo aver sfasciato l'ultima casa Zigoton e aver sigillato un demone ultramillenario di 4° livello, i Patapon finalmente giungono a Fineterra e vedono il sole. Fine.

Patapon 2

Anche se qualcuno aveva già iniziato a bestemmiare come un turco in calore per il finale scialbo, i produttori sono corsi ai ripari creando un seguito per nulla identico all'originale, ma con una miriade di cose da fare e gente da ammazzare in più.

Nello specifico, i Patapon avevano costretto gli Zigoton a costruire un barcone per attraversare il mare oltre Fineterra, ma sfortunatamente avevano messo al timone l'equivalente Patapon di Francesco Schettino, e quindi non è finita molto bene. Ora quindi l'intera tribù deve ricominciare da capo su un territorio sconosciuto pieno di altre tribù nemiche incazzose; fortunatamente in loro aiuto arriva un eroe mascherato, oltre al dio/giocatore che per qualche motivo si era appisolato e non aveva potuto aiutare la traversata della tribù.

Dopo un altro massacro per tutto il nuovo mondo nel nome dell'esportazione della democrazia Patapon, i papocchi raggiungono una nuova Fineterra dove trovano la moglie di Mr.Freeze in ibernazione e ridotta a una principessa Patapon; una volta liberata, lei pensa bene di spegnere le speranze dei giocatori sulla fine del gioco, dicendo che c'è ancora molto da fare[3].

Patapon 300 n°1.png

La locandina del terzo epico capitolo.

Patapon 3

Dopo aver ricostruito il ponte ed averlo attraversato, l'armata Patapon trova un forziere gigante made in Valve, e incuriosita decide di aprirlo; sfortunatamente aveva trovato una brutta copia del vaso di Pandora, e come ringraziamento per essere stati liberati, i 7 demoni dei mali pensano bene di pietrificare tutti, trasformandoli in nani da giardino.

Tuttavia, l'inmancabile rappresentante della speranza si fa vedere e spietrifica ben 4 Patapon e l'Eroe, forzando inoltre questi a effettuare la fusione alla Dragon Ball Z con il dio Patapon per diventare l'Ubereroe[4]; subito dopo, trascina i 5 malcapitati a un accampamento improvvisato da dove dovranno andare a caccia sia dei 7 demoni dei mali, sia di 7 loro vassalli, per riempire un po' di più il tempo di trama.

Dopo tutta questa scampagnata, i Patapon trovano finalmente Fineterra e la COSA tanto ambita, ma sfortunatamente l'Ubereroe rischia di morire nonostante la natura divina. In puro stile Biowariano, viene offerta una scelta multipla:

  • Finale 1: L'Ubereroe decide di fare lo stronzo tornando in vita per combattere in eterno assieme a tutti gli altri Eroi oscuri, in un'allegra orgia di sangue, violenza e occhi squartati da tutte le parti.
  • Finale 2: L'Ubereroe viene pervaso da un impeto emo e decide di lasciarsi uccidere, il tutto mentre ascolta i My Chemical Romance. I 4 Patapon rimasti ergono un tumulo improvvisato e se ne restano a Fineterra.
  • Finale 3: L'Ubereroe esegue un sacrificio dell'anima di ventordiliesimo livello per spietrificare tutti i Patapon rimasti e portare tanta gioia nell'accampamento. Per qualche motivo torna in vita pure lui, ma tutti sono felici e contenti, quindi nessuno si è fatto domande.
OKAY.png
Spoiler.gif
La trama è finita, leggete in pace.


[modifica] Personaggi

Hatapon

Il Patapon più sfigato di tutti in quanto è quello che deve fare la maggior parte del lavoro e beccarsi le frecce nemiche: Hatapon infatti porta lo stendardo che serve ai Patapon sfaticati per muoversi in giro assieme al giocatore bongarolo. Quindi, se il poverino ha bisogno di una pausa per cambiare la lente a contatto, tutto il resto della cricca tribale deve stare ad aspettarlo.

Dopo essere sopravvissuto a naufragi e cataclismi di vario genere, Hatapon ora gira con lo stendardo solo quando la squadra di calcio dei Patapon vince lo scudetto.

Sacerdotessa Meden
Patapon Meden.gif

Meden mostra tutta la propria femminilità.

L'unica Patapon donna di tutta Patapolis, cosa abbastanza strana visto che per riprodursi, i papocchi usano un albero; Meden comunque agisce da portavoce per il dio e come aizzatrice delle truppe. Se c'è uno Zigoton che non la sta particolarmente a genio, -ZAC- e vengono subito inviati i soldati. Conveniente.

All'inizio del terzo capitolo, anche lei viene pietrificata assieme al resto dell'armata, ma lo spirito della Speranza ci passa sopra senza notarla, lasciando che decida l'eroe in punto di morte alla fine.

Patapon musicisti

Un'allegra combriccola di Patapon fancazzisti che essendo troppo mozzarelloni per combattere, ha pensato bene di intrattenere le truppe con spettacoli di vario genere con la scusa di far guadagnare materiali extra. Essi sono:

  • Pan il Pakapon, trombettiere in grado di far danzare un albero parlante con una chioma alla afro mediante una sonata nasale. Se già di per sé questa cosa non abbia sconvolto quanto una partita a Katamari, Pan con il potere che possiede può far cadere dall'albero oggetti di qualunque tipo, anche ossi e pelli; come ci siano finite lassù forse è meglio non chiederlo.
  • Fah Zakpon, agricoltore il cui unico scopo nella vita è lucidare un fagiolo gigante usando solo un pezzo di scottex e del Vetril. Ciò che ottiene come ricompensa è una campagna per il sociale per convincere i Patapon a magiare più verdura e meno carne.
  • Kon Kimpon, percussionista e dermatologo a tempo pieno, incaricato di fare una costante pedicure ai figli del mordiroccia de La storia infinita. I trattamenti sono coperti dalle ASL dei Patapon e i risultati sono così sorprendenti da far piangere rocce ai pazienti.
  • Rah Gashapon, maestro chef che prepara i migliori stufati di tutta la tribù: il suo segreto è il buttare in pentola ingredienti a caso di vario vedere, tanto l'importante è che siano tagliati a metà. Uno stufato quindi può anche essere composto da fibre ottiche e gomme per cancellare ed essere una prelibatezza: è questo il talento di un vero chef.
  • Ton Kampon, fabbro obeso che sudando in continuazione converte le rocce dei Patapon in sbarre metalliche di vario genere; la sua fucina si occupa di controllare la qualità dei prodotti, sbattendoli in testa al poverino ogni volta che fallisce.
  • Shuraba Yapon, musicista riccardone che gestisce una scuola di rieducazione musicale adatta alle fan redente di gruppi come i Jonas Brothers e gli One Direction, quasi sempre gonfie come palloni per via della fame post-depressione. Il maestro esegue un rigoroso programma di musica e danza che permette alle studentesse di avere più autostima e già che ci sono, qualche chilo di meno.
Eroe/Ubereroe
Patapon con Papocchio.png

L'eroe Patapon mentre indossa la maschera più potente del gioco.

Dopo il primo capitolo, i produttori intuirono che da sola l'armata Patapon finiva sempre con il perdere più della metà dei papocchi durante qualunque combattimento, pertanto decisero di dare un supporto negli altri titoli con l'Eroe, il classico guerriero solitario mascherato che soffre di amnesia e in realtà è rilevante per la trama.

Per errore però, i programmatori sbagliarono nel creare la tabella dei parametri massimizzando le statistiche del personaggio e rendendolo di fatto più efficiente da solo rispetto al resto dell'armata, motivo per cui nel terzo capitolo l'Eroe si ritrova da solo con altri 3 papocchi e Hatapon, finendo così costretto a fare l'upgrade con il dio e divenendo l'Übermensch dei Patapon.

Gong Occhiodifalco

Generale Zigoton incompreso che appare in ogni capitolo per suscitare pietà e tenerezza nei confronti dei giocatori; sfortunatamente al poverino non va mai bene, visto che ogni volta riceve mazzatte da ogni dove e da ogni tribù esistente, anche da altri Zigoton.

La sua falce è in grado di diventare un ventilatore a vento che produce aria compressa, utile durante i periodi estivi per risparmiare sui condizionatori.

Regina Kharma

Sovrana Zigoton divenuta malvagia per non si sa bene quale dovere di trama e con i poteri dell'Uomo Falena per differenziarsi da Gong e i boss precedenti; putroppo però anche la battaglia contro di lei si conclude in meno di 10 secondi, costringendo la regina ad evocare un demone incazzoso di quintordicesimo livello per allungare lo scontro di un altro paio di minuti.

Omen Kamen

Lontano parente di Aku-Aku, ha deciso di governare sulle terre del Nuovo Mondo con progetti politico-economici fruttuosi e positivi per il popolo; sfortunatamente poi sono arrivati i Patapon, distruggendo e saccheggiando tutto ciò che hanno trovato. Il povero Omen Kamen è stato quindi costretto a dimettersi in favore di un governo tecnico in attesa dei nuovi leader Patapon.

Eroi oscuri

7 espedienti narrativi servi al servizio dei 7 demoni dei mali, evocati per contrastare il temibile[citazione necessaria] rimasuglio dell'armata Patapon, ma senza successo; dal primo all'ultimo infatti vengono presi a calci dall'Ubereroe e compagnia, nel modo più vergognoso possibile. In ordine sono:

  • Isterion Zannamatta, il Wolverine di questa serie: basso, peloso, con un mazzo di peperoncino inserito tra le natiche e degli artigli che renderebbero Freddy Krueger geloso. Purtroppo, essendo il primo vassallo ad essere incontrato, è anche quello che le prende di più.
  • Malacoda, la principessa trovata alla fine del secondo capitolo e riconvertita in vassallo della lussuria. Dopo aver cercato più volte di far alzare il morale dell'Ubereroe senza successo, ha piantato la maschera e se ne è tornata nel proprio regno, con l'approvazione dell'Eroe fuso.
  • Narcistrello Superbioso, il Batman della serie nonché principe ereditario di un regno di cui a nessuno importa; metà del tempo la passa a ridere, l'altra a cercare di fregare gli altri vassalli. Sfortunatamente verso la fine del gioco perde tutta la propria caratterizzazione quando si mette a frignare per motivi casuali.
  • Marcito Cupidigio, ovvero Gong che ha cercato un modo per apparire nel terzo capitolo senza sembrare completamente riciclato; purtroppo il diventare vassallo gli ha dato alla testa, trasformandolo nella versione Zigoton di Nathan Drake e mettendolo a caccia di oggetti rari di ogni tipo.
  • Affamosca, un Don Chisciotte con la passione per gli insetti e il servire Narcistrello. Gli altri vassalli sospettano possa essere Gil Grissom in vacanza, ma la sua scarsa presenza nella trama non ha mai aiutato a risolvere il mistero.
  • Gusciofiacco, compagno di bevute di Affamosca e altro servo di Narcistrello; dato che i suoi movimenti e la sua parlata sono identici a quelli di un Torterra, il suo contributo nella trama è minimo è breve, e si conclude con l'Ubereroe che lo usa per fare il brodo.
  • Gelossserpe, padre di dubbia sessualità di Narcistrello e colui che detta gli ordini: metà del tempo lo passa a gareggiare con Malacoda sul sedurre l'Ubereroe, ma se la prima pretendente aveva solo ricevuto un 2 di picche, Gelossserpe riceve un calcio rotante in faccia. No, davvero.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • Nel mondo dei Patapon, un granchio può camuffarsi da rinoceronte comprimendosi in formato .rar.
  • Un Patapon può mangiare anche senza avere una bocca o un corpo con degli organi interni; paradossalmente, gli Eroi non mangiano nonostante ce l'abbiano il corpo.
  • Inoltre, nonostante i Patapon si riproducano per gemmazione con un albero, gli Eroi ed Ubereroi possono infrattarsi quanto vogliono.

[modifica] Pagine correlate

[modifica] Note

Cioè, stai davvero leggendo le ♪♫note♫♪?! Pazzesco...
  1. ^ Notare che per diventarlo, bisogna firmare un contratto vincolante con zilioni di postille.
  2. ^ Si sottintende che ciò che va conquistato è il numero delle vendite della console, attualmente inesistente.
  3. ^ Che tradotto per il giocatore, significa che ci saranno altri soldi da spendere per un terzo titolo.
  4. ^ Nota: i giocatori coinvolti in questa fusione potrebbero risentire di effetti collaterali quali voce striminzita, vista quasi assente in quanto occupata da un mascherone e la stessa potenza dell'incredibile Hulk. Tenere lontano dalla portata dei bambini.


Sony logo.svg
Strumenti personali
wikia