Pakistano che quando piove tenta di venderti un ombrello

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Mostro della laguna.jpg
AAAAAAAAAARGH!!!

Il personaggio descritto in questo articolo è in realtà un MOSTRO ORRENDO!!!
PRESTO!! SCAPPA A GAMBE LEVATE!!
Venditore di ombrelli.jpg

Ecco il temutissimo pakistano che ci perseguita durante le giornate di pioggia.

Quote rosso1.png Sono pakistano. Vengo da lontano. E vengo da lontano perché sono pakistano. Quote rosso2.png

~ Pakistano che ti spiega la storia della sua vita
Quote rosso1.png Dannato ombrellino!! Me l'ha venduto un ghignante pakistano che puzzava di curry!! Quote rosso2.png

~ Professoressa in gita, contro pakistano dopo l'implosione dell'ombrello


Il Pakistano che quando piove tenta di venderti un ombrello è lo stadio successivo del Pakistano che per strada tenta di venderti le rose. I suoi ombrelli sono molto economici ma si rompono a contatto con la pioggia.

[modifica] Epifania del Pakistano

La sua presenza si manifesta all'improvviso, quando all'uscita da una fermata del metrò ti accorgi che sta piovendo; un attimo dopo sbuca il pakistano che con un mazzo di ombrellini in mano tenta di appioppartene uno sfoggiando il suo sorriso impareggiabile. Dato che nessun essere umano ha mai visto l'esatto istante in cui il pakistano si manifesta davanti agli occhi coi suoi ombrellini, si sono formulate tre teorie per spiegare le sue repentine apparizioni:

[modifica] Prima teoria

La prima teoria detta teoria "Orcoclastica" è la seguente. Il pakistano piove dal cielo e nessuno può vederlo in quel momento. Determinate formazioni nuvolose favoriscono il condensarsi di piccole gocce di rompimento di palle in sospensione nella nube, il pakistano cade sulla terra nel momento in cui le correnti d'aria non riescono più a reggere il suo peso e per comparire sceglie un attimo in cui nessuno nelle vicinanze guarda in quella direzione avvalendosi di effetti speciali di seconda mano prodotti a Bollywood. L'apparizione è favorita da una nuvola di curry, dietro la quale il pakistano si disvela.

[modifica] Seconda teoria

La seconda teoria è conosciuta come teoria "Metamorfica". Le rose del Pakistano che per strada tenta di venderti le rose sono magiche e si trasformano in ombrelli a contatto con l'acqua piovana.

[modifica] Terza teoria

La terza teoria è nota come teoria "Socio-storica". Il pakistano medio, discendente dei fachiri, si adatta a vivere comodamente fra le intercapedini dei palazzi del centro. Tale sistemazione, oltre ad essere economica, induce a credere che appaiano improvvisamente, mentre invece semplicemente fuoriescono dalle intercapedini dei palazzi, dove sono in grado di ospitare anche i loro tredici figli e le loro sette mogli, nonchè il curry che usano come deodorante.

[modifica] Gli anni della formazione

Mary-poppins.jpg

Anche Mary Poppins è una fedele cliente del pakistano che quando piove tenta di venderti un ombrello.

Non tutti i pakistani sono adatti a svolgere la sublime arte del venditore di ombrellini, per questo solo i migliori vengono selezionati da alcuni meteorologi di Islamabad e condotti presso l'Università Statale di Assanabutra, facoltà di "Merceologia dell'ombrellino". Qui gli studenti sono iniziati a tutto ciò che un perfetto venditore di ombrellini deve sapere. All'ingresso dell'Università, su un possente portone in marmo è scolpito il seguente decalogo che le matricole devono imparare a memoria e ripetere fra le sure obbligatorie nei giorni del Ramadan:


Decalogo del venditore pakistano di ombrellini

1) L'ombrello è potenza.
2) Onora l'ombrello e l'ombrellaio.
3) Non desiderare l'ombrello degli altri, ma fa che il prossimo tuo desideri il tuo ombrello.
4) Non vendere ombrelli se c'è il solleone.
5) Non uccidere con l'ombrello. Non è efficace.
6) Non pronunciare la parola "ombrello" invano.
7) Se un ombrello lo paghi 1 euro, vendilo pure a cinquanta centesimi, perché comprerai gli ombrelli solo con dei "pagherò", garantiti dallo stato di Midrash, uno stato di fantasia.
8) Se un ombrello si rompe nel momento della compravendita, non farti impietosire. Pretendi il giusto prezzo del tuo bene. Se egli non lo farà, urla come un gibbone dalla cresta dorata, affibiandogli epiteti disonorevoli come "salamino" o "colui che non ama il curry"
9) Non commettere atti impuri con gli ombrelli. Nello stesso negozio dei cinesi dove compri gli ombrelli ci sono altri oggetti più adatti.
10) Mangia tanto curry.

[modifica] Venditore di ombrellini evolution

Secondo una recente statistica confermata da Roberto Giacobbo, Alberto Angela e Er Mutanda, ogni 32.000 venditori di ombrellini, un venditore pakistano di ombrellini riesce ad aprire un piccolo negozio in un scatinato di un metro per due. In detto locale l'ex venditore di ombrellini riesce ad esporre la seguente mercanzia: ombrelli piccoli, ombrelli grandi, ombrelli grandissimi, ombrelloni, cappellini con catarifrangente, canoe di emergenza in caso di alluvioni, scafandri da palombaro, stivaloni da pescatore del delta del Po, K-way di carta velina, salvagenti, ombrelli con punta avvelenata da vendere ai servizi segreti e infine curry, nella pratica confezione da dodici chili.

[modifica] Come ci si può difendere dal pakistano che quando piove tenta di venderti un ombrello

  • Fare buon viso a cattivo ombrello e sfoggiare con un sorriso a 32 denti il tuo ombrellino personalizzato in fibra di carbonio e tela cosmonautica.
  • Fare il compratore esigente: chiedergli i dettagli tecnici di ogni suo ombrello, qual è il grado di resistenza al vento, di che materiale sono composte le stecche, il disegno astratto in realtà cosa rappresenta e se è stata sfruttata manodopera minorile per la costruzione del suddetto ombrello, quindi fingersi indeciso finché non smette di piovere.
  • Fare il bastardo: fingersi seriamente intenzionato a comprare un ombrello. Contemporaneamente anche il viso del pakistano che quando piove tenta di venderti un ombrello si ecciterà alla prospettiva di poter vendere un ombrello. In quell'istante tradire le sue aspettative mostrandogli con fare altezzoso lo stemma del proprio giaccone hi-tech, idroreppellente, umidoripugnante, meteopreveggente e razzista e cambiare direzione, lasciando il pakistano così sminchiato da somigliare ad uno dei suoi ombrelli.

[modifica] Curiosità

Icona scopa.png
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Però è meglio se certe curiosità te le tieni pe' ttìa... o forse vuoi veder crescere le margherite dalla parte delle radici?

  • Il pakistano che quando piove tenta di venderti un ombrello sa usare la tecnica della moltiplicazione del corpo, quindi in realtà tutti i Pakistani che quando piove tentano di venderti l'ombrello sono sempre la stessa persona.
  • Il pakistano che quando piove tenta di venderti un ombrello nelle giornate soleggiate va in uno stato di sonno leggero, clinicamente conosciuto come narcopakistanolessia, da cui si risveglia al primo ticchettìo delle gocce di pioggia.

[modifica] Tipica discussione con un Pakistano che quando piove tenta di venderti un ombrello

Gavettone gigante su gruppo di persone.jpg

Mandatelo qui la prossima volta, ma prima della foto!

  • Pakistano: "Umigu, te vole mbrel?"
  • Gente come te: "A quanto?"
  • Pakistano: "Te amigu, cinghia eeur!"
  • Gente come te: "Naaaa, sono troppi. Ho soltanto 50 centesimi."
  • Pakistano: "Dai, belo omblelu! quaccio eeur!"
  • Gente come te: "T'ho detto di no!"
  • Pakistano: "tri eeur, guardi tanti 'mbreli!"
  • Gente come te: "E mmobbasta!"
  • Pakistano: "Vabbin, doio eeur sulo pettu!"
  • Gente come te: *bofonchia innumerevoli bestemmie in modo incomprensibile*
  • Pakistano: "uno eeur, bono presso!"
  • Gente come te: *osserva esterrefatto il pakistano ancora nel pieno delle sue forze*
  • Pakistano: "Ok, tu dai cinquanta centesimi"
  • Gente come te: "D'accordo..."

Dopo due secondi ti si rompe.

[modifica] Voci correlate

Strumenti personali
wikia