Padre Pio

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Padre pio obi wan

Il maestro jedi Padre Pio Kenobi mentre esercita la forza.

NonCitazLogo
NonCitazioni contiene deliri e idiozie (forse) detti da o su Padre Pio.


Quote rosso1 Che la forza sia con te! Quote rosso2

~ Padre Pio prima di consegnare l'ostia ai fedeli
Quote rosso1 Ma chi? quello che si bucava le mani con l'acido? Ah, sì sì, lo conosco Quote rosso2

~ Germano Mosconi e i dogmi della fede
Quote rosso1 Appena ho qualche soldo me lo spendo... ho proprio le mani bucate, ahahah! Quote rosso2

~ Padre Pio fa lo spiritoso


Padre Pio è prima di tutto padre, poi è anche pio. Per questo si chiama Padre Pio. È stato in vita un religioso, appartenente all'ordine dei Frati Cappuccini Senza Schiuma. È diventato un jedi nel 1958 e poi lo hanno fatto anche santo.

[modifica] Le origini

Piodonald

Ronald McPio, mascotte della catena di fast food McPio

Padre Pio (conosciuto anche come Padre è Pio, nonché come il sesto dei Power Rangers) nasce quotidianamente sul Monviso.
Tale caratteristica ha indotto alcuni suoi devoti meridionali immigrati al Nord Italia e divenuti simpatizzanti della Lega Nord a causa del morbo della Polenta Pazza a sovrapporre la sua icona a quella del Dio Po che, accidentalmente, nasce nel medesimo luogo. A dirimere l’equivoco è intervenuto di recente il Segretario per la Congregazione della Dottrina della Fede Padana, Roberto Calderoli, il quale, dopo aver consultato i più antichi testi teologici padani ha sentenziato:

Quote rosso1 Non confondiamo Padre Pio, santo protettore dei terroni dell’ostia che non fanno un cazzo in tutto il giorno e si aspettano i miracoli, con il nostro grande dio Po: un terone rimane un terone anche se si nasconde sotto 7 camicie verdi, che naturalmente non suda perché non fa un’ostia in tutto il giorno... sì l’ho già detto, ma meglio una volta in più che una in meno. Quote rosso2

~ Roberto Calderoli sulla religione di Stato

A suffragare la tesi del Calderoli c’è anche l’incontrovertibile fatto rappresentato dalla devozione dei muratori della Bergamasca e del Bresciano al dio Po, da loro sovente invocato durante la giornata aggiungendo al nome Po il suffisso indoeuropeo “-rco” che significa “sempre sia lodato”, mentre la devozione a Padre Pio è un fenomeno pressoché inesistente presso questa categoria professionale.

[modifica] Gli studi

Padre Pio ha studiato alla Scuola di Arti Magiche di Hogwarts e all’Istituto Tecnico Commerciale “Vanoni” di Vimercate (corso serale), avendo in entrambi i casi come compagni di corso Uri Geller, padre Fedele ed Harry Potter. Particolarmente difficile è stata proprio la convivenza con quest’ultimo condiscepolo: pare infatti che la decadenza del gioco del Quidditch e la conseguente fortuna del gioco del calcio siano nate proprio dall’abitudine del futuro santo, già noto per il suo carattere mite e solare, di prendere a calci in culo il giovane Potter dalla mattina alla sera adducendo i più futili pretesti, quali “cacciare il demonio che lo possiede” o “vedere quanto ci mette a diventare nero”, per non parlare di imbarazzanti intermezzi con Hermione Granger e un vibratore di caucciù.

[modifica] La vocazione

PioKenobi

La seconda identità di Padre Pio.

L’incontro decisivo per la vocazione religiosa di Padre Pio è stato quello con il beato Fra Cazzio da Velletri, detto “la verga del Signore”, passato alla storia grazie all’ispirato aforisma, con il quale soleva avvicinare alla Fede anche le più riottose fanciulle “se vuoi la benedizione attaccati a questo cordone”. Fra Cazzio conquista Padre Pio con il suo stile di vita, improntato alla continua ricerca della virtù (un’altra celebre massima di Fra Cazzio recita infatti: “Ogni donna ha la sua virtù, ma dopo averla persa nessuna la vuole più”) e convince il giovane a ordinarsi frate e risiedere nel convento francescano di San Giovanni Rotondo, una sorta di Woodstock dell’epoca: è infatti opinione diffusa tra gli storici della Chiesa che l’appellativo “Rotondo” apposto a San Giovanni sia dovuto a una visione mistica collettiva indotta nei frati dall’acido lisergico o, più probabilmente, dall’ammoniaca con cui gli abitanti del convento sostituivano l’LSD durante la Quaresima e l’Avvento. Secondo Dan Brown l'aggettivo "Rotondo" sarebbe invece un'allusione all'ombelico di Maria Maddalena, mentre a detta del cardinale giamaicano Bob Marley il termine si riferirebbe alla disposizione spaziale assunta dai frati durante un rito segreto detto "l'indianata"

[modifica] I miracoli

Padre Pio appare ma nessuno se ne accorge

Non tutti i miracoli riescono con il buco.

La predicazione di Padre Pio è da subito costellata di miracoli, tra i quali ricordiamo:

  • la capacità di spacciare il fenolo come il miracolo delle stigmate, miracolo convalidato da certe delinquerie. Da notare che le stigmate erano invisibili da vivo, e sono sparite magicamente alla sua morte
  • la sparizione delle braciole di maiale e dei peperoni arrostiti alla Sagra d’Scannaporcu di Benevento
  • la gravidanza simultanea di tutte le donne che frequentavano il suo confessionale (i bambini alla nascita avevano già la barba e le stigmate)
  • la lievitazione del conto corrente del convento di San Giovanni Rotondo
  • la scomparsa della verginità delle pie donne che pernottavano nel convento
  • l’impennata delle vendite del mercuro-cromo e l’apparizione delle stigmate
  • gli orgasmi multipli delle sue pie donne
  • la moltiplicazione delle concessioni edilizie e degli alberghi a San Giovanni Rotondo
  • la capacità di spacciare un po' di chiasso notturno (pentolacce, bastoni battuti per terra, urla fasulle) per "attacchi notturni del Diavolo"; notare che Padre Pio non chiese MAI a nessuno di assisterlo durante queste terribili[citazione necessaria] nottate.
Padre Clio

Padre Pio presta il suo volto per la pubblicità della Renault Clio.

  • la bilocazione che gli ha consentito, all'un tempo, di borseggiare i passanti e di crearsi un alibi
  • è riuscito a mutare volto e nome per sfuggire da quei Senza Dio della Mafia Russa anche noti sotto il nome di Fisco
  • ha provocato attacchi di trombosi cerebrale ai fedeli cui somministrava l'ostia
  • ha trasformato ben quindici milioni di euro, tratti dai giri di prostitute venutisi a creare fra il suo PIO convento e la 'ndrangheta, in una villa alle isole Maldive, dove tutt'ora risiede il figlio, sotto lo pseudonimo di Bin Laden (Ops... non lo sapevate?!)
  • la convocazione a San Giovanni Rotondo di tutti gli ipocondriaci d'Italia, del Mondo e della Galassia con conseguente caterva di "miracoli"

Il suo più grande miracolo è stato però probabilmente quello di riuscire a congiungersi carnalmente con Madre Teresa di Calcutta e ad avere da lei il suddetto bel figliolo (ma non ditelo troppo in giro).

[modifica] Padre Pio supereroe

LogoNonNotizie

NonNotizie contiene diffamazioni e disinformazioni riguardanti Padre Pio.

Di fronte a tali imprese, non sorprende che Padre Pio sia una figura assolutamente centrale per il proselitismo cattolico. La sua biografia ha infatti ispirato un omonimo supereroe protagonista di un fumetto creato da Stan Lee e da Papa Pacelli. I primi episodi del suo fumetto escono nei primi anni 90 (non nel senso degli anni dal 1990 in poi... perché prima di quelli del 1900 ci sono stati gli anni novanta dell'ottocento, quelli del settecento, e così via fino ai primi). Alle origini il suo superpotere principale era quello dell'ubiquità, poi con il progredire della serie ha guadagnato altri superpoteri, come quello delle stimmate. Ha avuto un grandissimo successo di pubblico (che dura ancora oggi), ed è protagonista di un merchandising da fare invidia anche ai Pokémon.

Nell'ultimo lustro è uscito nelle migliori sale d'attesa italiane il cartone animato "Padre Pio: quando un uomo ha due palle così, una croce al petto, e i giusti agganci con la mafia", amato dai bambini di ogni età. Il cartone narra in brevi e sintetiche diciotto ore la nascita della vocazione per il denaro venutosi a creare nel jedi e la vera motivazione che lo ha spinto a non resuscitare. Non si vuole qui togliere il gusto della sorpresa a coloro che ancora non hanno visto il cartone, ma possiamo citare l'ultima, memorabile scena, in cui la creatura incappucciata sale al cielo con la forza della Forza, urlando al becchino sotto di lui: "Sai qual è è il vero problema di essere Santi Frati? Che non si vede figa!". In scene tagliate del cartone animato si intravedono cosce e sederi femminili sbucare dalla tonaca del Sant'Uomo, sdraiato fra le Nuvole dell'Inferno.

Dopo la sua definitiva beatificazione (avvenuta rigorosamente in mondovisione una domenica sera del 2001 e ricordata nella celebre canzone Mannaggia Padre Pio del gruppo rock mistico San Culamo) e canonizzazione a opera di Papa Woityla, il governo della Austrizzera ha ufficialmente iniziato le pratiche per nominarlo Santo Patrono della nazione. Tale diritto è però conteso alla Lussenslavia dalle Isole Cayman, dal Margraviato Palatino del Reno e dalla Repubblica Autonoma degli Amici di Maria De Filippi.


[modifica] La vera storia delle stigmate

Ecco in breve spiegata la vera storia delle stigmate di Padre Pio, ovvero delle sue "mani bucate"!


A Padre Pio piaceva la bella vita ed è noto per essere stato un grande scialacquatore di denaro. Tutti i beni che venivano donati alla sua parrocchia di Pietrelcina venivano da lui dilapidati a tempo di record. Famosa la volta in cui spese la bellezza di 666 mila euro di offerte (in principio destinati ai poveri e alle opere di carità) al casinò di Sanremo puntando tutto alla roulette e ai dadi. Oltre a spendere nei "casinò" Padre Pio amava anche spendere nei "casini" e nei night-club della movida notturna. Per questo suo spendere e spandere nei casinò, nei casini, nei night della riviera romagnola e per la sua passione per le macchinette del poker e le slot-machine, si sparse la voce che Padre Pio aveva "le mani bucate". Da qui la notizia venne fraintesa e in breve il "Frate dalle mani bucate" diventò il "Frate con le mani bucate dalle stigmate".

[modifica] Le perversioni di Padre Pio

Padre Pio con giornaletto osé

Padre Pio era un uomo molto devoto alle "sacre letture".

Importantissimo parlare di uno degli aspetti più controversi di Padre Pio,perché, contrariamente al suo nome sembra che il frate fosse un grande cultore della pratica onanistica,dobbiamo doverosamente considerare questo aspetto tenuto conto che sembra sia all'origine di un grande malinteso,difatti il padre che oltre ad essere pipparolo era anche un gran fancazzista ha più volte dichiarato a Radio Vatikan la seguente affermazione

Quote rosso1 Mi buco le mani con l'acido per potermi masturbare senza neanche sforzarmi di stringerlo in pugno; basta con 'sta cazzata delle stigmate! Quote rosso2

~ Padre Pio

Tale intervista non fu mai resa pubblica; si pensa per non instillare nelle masse l'idea che anche un certo "Jesus" fosse un autoerotomane incallito.

[modifica] Il cadavere di Padre Pio

Maschera

La maschera del Cadavere di Padre Pio

Quote rosso1 Quant'è bellooooooo! Dov'è il prezzo? Voglio portarmelo a casa... Come non si può comprare?!? Ma se è esposto in vetrina!! Quote rosso2

~ Un'ultracristiana fungirl su cadavere di Padre Pio

Il cadavere di padre Pio™ è un prodotto propagandistico della C.H.I.E.S.A., col quale intende avvicinare i giovani alle sane abitudini dei sacerdoti, come il Feticismo e la Necrofilia.

Il cadavere di padre Pio ha inclusi in dotazione:

  • Sandali in pelle scamosciata, frutto di una joint venture fra Prada e Nike, fatti in pelle di sedicenne comunista e cuciti da un selezionato gruppo di bambini vergini vietnamiti, tutti rigorosamente al di sotto degli otto anni e realizzati con i fondi del 5 x 1000 destinato alla ricerca.
  • Saio in seta bruna, decorato con fili di platino puro, disegnato da Gianni Versace che, dal mondo dei morti, ha poi dettato il modello alla sorella Antonella, tramite il mago Otelma. Realizzato coi fondi del Banco Ambrosiano.
  • Rosario da monaco, con 356.000 grani in diamanti, e croce in oro massiccio da 5 kg realizzato con l'80% dell'8 x 1000 (ovvero la parte che non va alle opere di carità).
  • Maschera facciale per coprire il volto roso dalla putrefazione, fatta in lattice rosa per simulare la pelle del viso e pelliccia di montone sardo per i peli della barba. Disponibili anche diverse maschere di ricambio per ogni occasione, come la maschera di carnevale e la maschera sado-maso, realizzata con una risorsa la cui entità, attualmente, è coperta da segreto di Stato.

Naturalmente il marketing di oggetti legati al santo più amato dai pietrelcinesi non si limita a questo pur pregevole artefatto, ma vede la presenza in catalogo anche di:

[modifica] Curiosità su Padre Pio

Icona scopa
L'abuso della sezione «Curiosità» è consigliato dalle linee guida di Nonciclopedia.

Contribuisci a scop migliorarla disintegrando le informazioni nel corpo della voce e aggiungendone di inappropriate

Padre Cryo

Padre Cryo.

  • Il nostro amico Pio ha due fratelli gemelli molto meno famosi di lui: Padre Clio e Padre Cryo.
  • Il primo, tamarro, da sempre in lotta con Pio stesso per chi avesse le stigmate più ampie e profumate, è in carcere da qualche anno per essere entrato con la sua macchina in una chiesa di una piccola cittadina chiamata Tokyo (in provincia di Torino) e aver urlato a squarciagola "Pio è gay! Venite da me mignottelle che ho il trivellone" alle suore presenti durante la messa.
  • Il Secondo è il tipico sfigatello, e per questo fu sempre preso a morsi sulle palle da Pio e vittima di scherzi dei fratelli, come lo scherzo in cui il povero Cryo è stato sepolto vivo e costretto a vedere il Maurizio Costanzo Show per più di 16 ore di fila. Fu stuprato all'età di 11 anni dalla nonna (la bellisima Gustava Solange), diventò donna e si fece ibernare dallo shock alla vista delle sue prosperose tettone. Ora è diventato anche la forma del buonissimo ghiacciolo PEPPE, amatissimo dai bambini.
  • Si narra anche che il famoso sopranome del suddetto Padre nacque da uno spiacevole incidente culinario; è noto infatti che il santo amasse mangiare uova all'occhio di bue, un nefasto giorno incappò in un uovo non fresco e nell'atto di romperlo ne venne fuori un pulcino che esclamò "pio!". Il predicatore colto da leggero malumore lo apostrofò così "Pio a me? Ma Pio de che? A PIO DE NA MIGNOTTA!!!"
  • Alcuni raccontano che egli in realtà era un anti-cristo bulimico, per molti anni ha aderito all'associazione segreta "Imbianchini Francesi Di Un Certo Livello" che tentava di fare rivoluzioni in Terronia, dove c'era una dittatura filo austrogotica-nepalese, dove dei monaci in mutande veneravano Marco Masini.
  • Padre pio era molto spendaccione. Aveva le mani bucate. E pure i piedi.
  • Nonostante avesse le mani bucate pare che fosse il frate più veloce del monastero nel contare i soldi delle offerte. Si aggiudicò il torneo interno per 7 anni di fila, salvo poi dover abdicare a causa della sua improvvisa scomparsa. Il suo successore fu un giovane Joseph Ratzinger, che proprio per questa sua capacità fu promosso a papa.
  • Padre pio bestemmiava se stesso
Padre Pio Cena

Padre Pio compare misteriosamente anche nel dipinto L'ultima cena di Leonardo. Imbucato o invitato?

  • Secondo recenti dati ISTAT, fino ad oggi circa 5.000.000 di bambini cattolici hanno riportato gravi ustioni causate da ingenti quantità di acido fenico e profonde lacerazioni alle mani dovute all'uso di trapani automatici, nel tentativo di auto-procurarsi le stigmate emulando le gesta di Padre Pio.

[modifica] Voci correlate


[modifica] Collegamenti esterni

Strumenti personali
Altre lingue
wikia

Utente:Mufufu/Diario di bordo