PEGI

Da Nonciclopedia, l'enciclopedia libera...

Nel caso tu non abbia la più pallida idea su ciò di cui si parla in questo articolo, dovresti fare un salto qui.
Scarface.gif
Gandhi e tutti i seguaci della nonviolenza disapprovano questo articolo!
Questo articolo è da BOLLINO ROSSO!
Il personaggio o l'argomento descritto può incitare alla VIULENZAAA!
Se ne SCONSIGLIA perciò la lettura ai minori di 14 anni.
Confronto no more heroes wii sport.jpg

Un videogioco è violento, l'altro no. A te il compito di distinguerli.

Logo di Wikipedia sballonzolante.gif
Per quelli che non hanno il senso dell'umorismo, su Wikipedia è presente un articolo in proposito. PEGI
Quote rosso1.png Wow! Viuleeenza! Deve essere mega gosso sto gioco! Quote rosso2.png

~ Il solito truzzo prima di scoprire che il bollettino 18+ per sbaglio è stato inserito in "Giulia passione cucina"
Mamma : Quote rosso1.png Figliolo?! Perché ti stai mangiando il cane? Quote rosso2.png
Figlio : Quote rosso1.png Ho imparato a farlo giocando a Kirby, mamma! Quote rosso2.png

La PEGI è un associazione che si occupa di mettere bollini e limiti d'età ai videogiochi per invogliare quelli che non rispettano i limiti a comprarli.

[modifica] Storia

I primi segni della Pegi sono stati riscontrati durante il periodo Cretaceo, quando un tirannosauro ha deciso di esercitarsi per il LAN Party di Need For Speed investendo i propri figli con un velociraptor a propulsione.

Per mettere fine a questo e a tutti gli incidenti simili che seguiranno, il consiglio degli iguanodonti ha deciso di mettere dei limiti d'altezza agli utilizzatori dei videogiochi. Chiunque fosse alto più di 2cm non avrebbe più potuto toccare nessun videogioco.

Questo fece deturbare la psiche delle zanzare che, avendo a disposizione tutti i videogiochi, decisero di imitare una partita di Castlevania pungendo a morte tutti i dinosauri facendoli poi estinguere.

[modifica] Oggi

Oggi la Pegi è un marchio riconosciuto da tutti e rispettato, infatti psicologi specialisti hanno affermato che se in GTA sostituissero tutti gli esseri umani con alieni che una volta uccisi diventano angeli le vendite salirebbero vertiginosamente.

Oggi tutti i negozi di elettronica sono disposti a perdere migliaia di soldi proibendo ai loro clienti tutti i giochi che non rispettano l'età consigliata.

[modifica] Marchi d'età

  • 3+: gioco adatto a tutti, vengono uccisi solo animaletti carini e pucciosi.
  • 7+: esattamente come prima, ma con la differenza che ci possono essere donne che si fanno un bagno o rumori che possono spaventare i bambini... BU!
  • 12+: in questo tipo di giochi vengono uccisi mostri ed assassini con una spada, una pistola o un missile. A volte possono dire brutto uomo cattivo a quelli che hanno sterminato la famiglia del protagonista o esserci numerosi riferimenti all'omosessualità. [1]. I giochi in questa fascia di età hanno anche la particolarità che i nemici al posto del sangue hanno polvere da sparo, in modo che se li sconfiggi esplodono.
  • 16+: i giochi in questa fascia di età possono contenere numerosi riferimenti al sesso, che possono variare da una coppia che cammina nel parco a persone che fumano nei ristoranti. A differenza dei videogiochi 12+ i nemici possono avere del sangue e possono usare espressioni molto più scurrili di brutto uomo cattivo, come per esempio bruttissimo uomo cattivo oppure la variante BASTARDO![2].
  • 18+: cervelli che volano da tutte le parti, vecchiette uccise per divertimento e stupri con parallelismi al cannibalismo. I giochi in questa fascia di età sono usati dai bambini per fanculizzare i propri genitori o per dare l'ispirazione ai produttori di Criminal Minds.

[modifica] Ulteriori marchi

Pegi.jpg

Il videogioco più violento al mondo.

Pegi-simbolo paura.jpg

Troppi ragni radioattivi.

  • Violenza: se cade un vaso è violenza, se inciampi è violenza, qualsiasi cosa succeda nel gioco è violenza. Al contrario di molti altri giochi, in cui si uccidono solo alieni che passavano lì per caso ed il sangue delle vittime è verde.
  • Linguaggio scurrile: contiene parole che non si dovrebbero mai dire, in questo tipo di videogiochi bisognerebbe premere A all'impazzata per saltare potenziali parolacce come per esempio mannaggia ai pescetti.
- Mamma: “Ricordati, figliolo, non devi dire mai e poi MAI parolacce!”
- Figlio: “Cosa sono le parolacce? Mi fai un esempio?”
- Mamma: “Per esempio non devi mai dire vaffanculo.”
- Figlio: Vaffanculo? Forte questa parola! La vado a dire a tutti! Ciao mamma, VAFFANCULO!”
  • Paura: il più sensato, ci possono essere terribili mostri che sbalzano fuori all'improvviso. Possono essere mostri orribili che solo a sentirne il nome fanno rizzare i capelli. Esempi di questi mostri possono essere genitori con bottoni al posto degli occhi, dinosauri enormi che esplodono oppure esseri mutanti e tentacolosi.
  • Sesso: può avere riferimenti al sesso due persone che si abbracciano, che accarezzano amoremolmente un cagnolino o che coltivano cactus[3]. È scentificamente provato che il sesso nei videogiochi è molto più presente che nella TV o nella camera di mamma.
  • Droga: videogiochi che mostrano immagini forti di persone drogate, come per esempio il tuo riflesso sul televisore spento.
  • Razzismo: i bianchi pestano i neri, i neri pestano gli alieni, gli alieni pestano le donne[4], le donne pestano i bambini, i bambini pestano gli adulti[5], gli adulti pestano i funghi[6], i funghi pestano gli alieni, gli alieni pestano i pesci, i pesci pestano i pescatori, i pescatori pestano gli spaghetti, gli spaghetti pestano l'umanità e l'umanità nel 2012 verrà pestata da un meteorite.
  • Gioco d'azzardo: perdi soldi finti per vincerne altri finti. Ultimamente è di moda anche la variante "gioca soldi veri, guadagna soldi finti".
  • Giochi online: puoi giocarci ovunque, puoi giocarci sempre, puoi vivere all'interno del videogioco, puoi essere un Cavaliere che salva la terra, puoi avere fama e gloria ogni volta che vorrai. Peccato che spenderai tutti i tuoi soldi per quel taglio cesareo per toglierti dal corpo 10 anni di accumulo di merda.

[modifica] Se non ci fosse la Pegi...

Videogiocatore.gif

Un pericoloso assassino mentre affina le proprie abilità per prepararsi alla strage scolastica di domani.

  • Se non ci fosse la Pegi tutti i bambini ucciderebbero i propri genitori imitando i movimenti di No More Heroes.
  • Se non ci fosse la Pegi tutti sparerebbero al primo che capita perché quello di GTA ha detto che è una cosa bella.
  • Se non ci fosse la Pegi la caccia alle streghe ed il rogo esisterebbero ancora.
  • Se non ci fosse la Pegi tutti i bambini al di sotto dei 12 anni caverebbero gli occhi al fratellino per poi metterci dei bottoni al loro posto come in Coraline.
  • Se non ci fosse la Pegi i genitori non saprebbero a chi dare la colpa del fatto che il loro figlio è un terrorista.
  • Se non ci fosse la Pegi Valentino Rossi ostacolerebbe i suoi avversari lanciando gusci di tartaruga emulando Mario Kart Wii.

[modifica] Curiosità

  • È più diseducativo giocare a giochi in cui i protagonisti uccidono per difesa degli oppressi piuttosto che uno in cui si bruciano e si buttano in un fosso tartarughe senza un motivo.
  • È più diseducativo ribellarsi ad un impero dittatoriale piuttosto che comprare dei cani per nutrirli solo quando non si ha niente da fare e chiuderli in una cantina quando annoiano.
  • Sono nate molte proteste dirette alla Pegi per non aver ritirato dal mercato Flight Simulator, colpevole di aver aiutato i Kamikaze a dirottare gli aerei sulle torri gemelle.
  • È famosa la storia di un pericoloso studente che ha pubblicato su internet una mappa di Counter Strike. La polizia è riuscita a sventare una strage scolastica espellendo lo studente dalla Clements High School e requisendo una pericolosa arma trovata in casa sua che non si trova in nessun'altra casa. Un'arma personale creata con l'unico scopo di uccidere in un colpo solo tutti i professori. Un'arma che non si può trovare in nessun negozio. Un martello.
  • Non esiste ancora un gioco con tutti i segnali d'avvertimento, ma la Nintendo ha deciso di risolvere il problema creando un altro remake di Wii Sport.

[modifica] Note

  1. ^ Sopratutto nei GDR, tranne in Tales of Vesperia in cui il protagonista ha una relazione con il proprio cane.
  2. ^ Solitamente riferito a cani senza razza.
  3. ^ Con ovvi riferimenti alla prostituzione.
  4. ^ Per Samus Aran questa è una cosa di tutti i giorni.
  5. ^ Rule of Rose docet.
  6. ^ Ogni riferimento a Super Mario è puramente casuale.

[modifica] Link correlati

Le catastrofi che affliggono l'umanità

Persone e/o Animali Entità, siti e oggetti Inclassificate/Inclassificabili/Squalificate
Clicca su una categoria per espanderla.
Strumenti personali
Altre lingue
wikia